SulPanaro Expo SulPanaro Expo

Fiori & Co., un concept store dedicato a fiori, piante e ai complementi d’arredo per la casa

CAVEZZO – Il terremoto del 2012 ha fatto crollare molte attività commerciali. C’è chi dopo le scosse, rimboccandosi le maniche è riuscito a riaprire, chi purtroppo ha chiuso per sempre. Ma c’è anche chi ha deciso di mettersi in gioco e aprire un’attività ex novo, lasciando uno stipendio fisso per realizzare un sogno consapevoli che sacrificio e determinazione sarebbero stati fondamentali per raggiungere l’obiettivo. Claudia Marchetti (sposata e mamma di due bimbi piccoli) e Rachele Malavolti, di 38 e 34 anni, si sono messe in gioco e con impegno ed entusiasmo ce l’hanno fatta.

A dicembre 2012, in un container del centro commerciale Cavezzo 5.9 aprirono “Fiori & Co.”, un negozio che non era una semplice fioreria ma un concept store dove oltre a fiori e piante, si potevano trovare profumatori per ambiente, oggettistica e complementi d’arredo per la casa frutto di scelte pensate per dare ai clienti il meglio di quello che il mercato e le mode del settore offrono. Fin dall’inizio Claudia e Rachele hanno deciso di puntare sulla qualità dei prodotti, sulla stagionalità di fiori e piante, garantendo anche i servizi post vendita, le consegne e gli allestimenti per cerimonie ed eventi.

“Ci conosciamo da tanti anni – raccontano Claudia e Rachele (che è fidanzata con il fratello di Claudia). Abbiamo sempre lavorato a contatto con il pubblico. Per acquisire le competenze necessarie abbiamo frequentato la scuola di formazione Federfiori in Liguria conseguendo il diploma. Sempre animate dalla curiosità e dalla forza di chi pensa di non aver mai finito di imparare e conoscere, continuiamo la nostra formazione frequentando corsi monografici”.

Quando si decide di smantellare il “Cavezzo 5.9”, Claudia e Rachele, cercano una nuova sede. Il 13 novembre 2016 riaprono nei locali di via Primo Maggio a Cavezzo. Avere una propria attività è anche sacrificio. “Passiamo in media 10 ore nel negozio – racconta Claudia – siamo aperti 7 giorni su 7. Ho due bimbi piccoli che vengono in negozio dove abbiamo allestito uno spazio con un mobiletto, i loro giochi e i grembiulini per renderli partecipi di quello che facciamo. Rachele mi aiuta anche con i bimbi. Ci siamo scelte – interviene Rachele – Siamo una squadra”.

Nonostante i sacrifici, Claudia e Rachele, dopo quasi 7 anni di attività, sono soddisfatte perché aprire un’attività non è solo commercio, ma anche interscambio con la comunità. “Rifaremmo la stessa scelta – raccontano – Questo è un lavoro che dà tante soddisfazioni. Vogliamo educare alla bellezza visto che lavoriamo con fiori e piante che sono l’espressione più bella della natura. Ci siamo molto emozionate quando abbiamo saputo che c’è un bambino che al mattino chiede alla mamma di parcheggiare davanti alla nostra vetrina…”.

Anche i clienti, provenienti non solo dalla Bassa, apprezzano il lavoro di Claudia e Rachele. “Apprezzano la qualità e la stagionalità dei prodotti e la possibilità di trovare novità e marche di profumatori e complementi d’arredo che solitamente sono distribuite solo nei grandi centri. Ci piace che i clienti vengano in negozio a vedere il prodotto, consigliarli e ascoltare le loro esigenze. Abbiamo puntato sulla qualità e il servizio. La maggior parte dei nostri fornitori sono italiani, per quanto riguarda fiori, piante, materiale per il confezionamento come le carte profumate alle essenze dei fiori. Ma siamo anche rivenditori in zona di marche internazionali quali le candele Yankee Candle e delle aziende del nord Europa leader mondiali nella produzione dei vasi d’arredo”.
Come in tutti i settori, anche in quello dei fiori ci sono le tendenze del momento diffuse soprattutto dai social e siti dedicati che – come spiegano Rachele e Claudia “è indispensabile conoscere per stare sempre al passo e soddisfare le richieste dei clienti.

Sito internet: www.fioriandco.it

Pagina Fb e Instagram: Fioriandco1

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rubriche

Glocal
Finanza alternativa – le banche aprono al crowdfunding?
Sebbene in forte ritardo rispetto al Regno Unito, che già nel 2012 presentava numeri da capogiro, in Italia l’equity crowdfunding sta crescendo molto.leggi tutto
Emergenza fiumi, cosa accade in montagna? -LO SPECIALE
Disboscamento e consumo di suolo hanno conseguenze pesanti sull'attività dei corsi d'acqua che poi arrivano da noileggi tutto
Glocal
L’economia italiana non cresce perché è poco libera
Libertà economica bassa in Italia, dove lo stato continua ad assumere un peso rilevante, frenando la crescita. Gli stati più liberi, al contrario, mostrano maggiore dinamicità economica.leggi tutto
Glocal
L'OCSE boccia l'Italia
L'OCSE boccia le politiche economiche e sociali dell'attuale governo.leggi tutto
Glocal
Italia in recessione
Italia in recessione, come Argentina e Turchia: PIL a -0,2% nel 2019.leggi tutto
Glocal
L'Italia leader in Europa nell'economia circolare
Il tasso di riciclaggio dei rifiuti in Italia è fra i più alti del mondo: circa il 45% dei rifiuti urbani ed il 65% dei rifiuti speciali viene recuperato.leggi tutto
Glocal
La disuguaglianza tra ricchi e poveri alimenta la rabbia sociale
L’1% della popolazione mondiale detiene quasi la metà della ricchezza aggregata netta totale.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchA Massa Finalese successo per la Giornata Fai di primavera
    • WatchNuova vita per le tartarughe abbandonate grazie alla Fattoria Bosco Saliceta
    • WatchL'esplosione della bomba di San Felice ripresa da terra

    Curiosità

    Elezioni e fake news, la divertente trovata di Cavezzo Viva
    Elezioni e fake news, la divertente trovata di Cavezzo Viva
    Le false notizie sono sempre esistite, ma con il web tutto si amplifica[...]
    Si perde in vacanza a Carpi e torna a casa grazie alla Municipale
    Si perde in vacanza a Carpi e torna a casa grazie alla Municipale
    Protagonista del fatto un anziano turista tedesco che aveva perso il pullman[...]
    Il Panaro in piena, le foto aeree esclusive del 13 maggio 2019
    Il Panaro in piena, le foto aeree esclusive del 13 maggio 2019
    Particolarmente interessanti sono le immagini della cassa di espansione del fiume[...]
    Le foto esclusive fatte dall'alto della piena del Secchia del 13 maggio 2019
    Le foto esclusive fatte dall'alto della piena del Secchia del 13 maggio 2019
    Le immagini riprendono il nostro grande fiume in piena da Magreta a Bastiglia.[...]
    Secchia e Panaro, l'erosione delle sponde e quegli argini insufficienti - LO SPECIALE
    Secchia e Panaro, l'erosione delle sponde e quegli argini insufficienti - LO SPECIALE
    Le altezze degli argini non sono sufficienti per Aipo, che dopo l'alluvione del 2014 ha avviato dei lavori. Ma ci sono dei limiti con cui fare i conti[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: