Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
SulPanaro Expo SulPanaro Expo

Primo prelievo multi organo a cuore fermo, ci sono anche i medici di Modena

Primo prelievo multi organo a cuore fermo a Reggio Emilia, grazie a un lavoro di squadradi 30 professionistitra medici e infermieri dell’ Azienda Usl Irccs di Reggio Emilia dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma e  dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena. Il prelievo è stato eseguito su un donatore di 67 anni, attraverso l’impiego dell’Ecmo, una particolare apparecchiatura che consente la circolazione sanguigna extracorporea e quindi l’ossigenazione degli organi.

 

“Nelle procedure standard– spiegaSandra Rossi, direttore della 1°Anestesia e Rianimazione dell’Ospedale di Parma – il prelievo di organi è effettuato a cuore battente, su un donatore in morte encefalica. In questo caso invece è stato il cuore a essersi fermato e gli organi sono stati preservati grazie alle procedure di perfusione extracorporea con Ecmo”.

 

Le procedure di prelievo di fegato e reni sono state effettuate nei giorni scorsi nella struttura di Anestesia e Rianimazione dell’Arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia diretta da Giorgio Francesco Danelli, insieme agli specialisti della 1° Anestesia e Rianimazione e della Cardiochirurgia dell’Ospedale di Parma, dirette rispettivamente da Sandra RossiTiziano Gherli, e ai professionisti della Chirurgia Oncologica Epato-Bilio-Pancreatica e trapianti dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena, diretta da Fabrizio di Benedetto.

Un lavoro di squadra accompagnato dal Coordinamento regionale trapianti, diretto da Gabriela Sangiorgi, snodo di tutte le attività in tema di donazione-trapianti attuate in Regione.

“Tempo e sinergia tra tutti i vari specialisti – precisaStefano Lunardi coordinatore per la donazione di organi e tessuti dell’Ospedale di Parma – sono due fattori fondamentali. E’ essenziale la rapidità di impianto dell’Ecmo, per garantire la circolazione del sangue e l’ossigenazione degli organi addominali. È essenziale il coordinamento perché il mantenimento degli organi è un tassello della filiera che porta al prelievo e da questo al trapianto”.

“La donazione d’organi e a cuore fermo – spiega la dottoressa Elisa Becchi, Coordinatore dell’Ausl Irccs di Reggio Emilia per la Donazione di Organi e Tessuti – è una procedura complessa nella quale organizzazione e tempestività devono essere perfette. La Rianimazione di Reggio Emilia era pronta da tempo ad affrontare la donazione a cuore fermo: la grande disponibilità e collaborazione dei colleghi di Parma hanno reso possibile il prelievo e il successivo trapianto di fegato e reni”.

L’esperienza maturata dai colleghi di Parma unita alle competenze e all’organizzazione della Rianimazione di Reggio Emilia sono state dunque elemento fondamentale per il buon esito della donazione.

“E’ grande la soddisfazione – commenta il dottor Danelli– per come a Reggio Emilia sia stato possibile eseguire un prelievo da donatore dichiarato deceduto con il criterio cardiaco. Un risultato reso possibile grazie a un lavoro di squadra con equipe di tre ospedali, Reggio Emilia, Parma e Modena, segno questo di un grande spirito di collaborazione all’interno del sistema sanitario regionale. Queste procedure – precisa Danelli – sono più diffuse in altre realtà europee per consentire la riduzione della discrepanza tra organi disponibili e pazienti in attesa. Un ringraziamento particolare va alla generosità della famiglia del donatore che ha trasformato un dramma in una speranza di vita per tanti pazienti. Senza il loro gesto non sarebbe stato possibile raggiungere questo importante risultato”.

 

“La velocità e l’impossibilità di programmare – ha confermato il prof. Fabrizio Di Benedetto, direttore della Chirurgia Oncologica, Epato-bilio-pancreatica e dei Trapianti di fegato – sono condizioni insite nei trapianti, e che in questo caso assumono un significato nuovo perché il periodo di osservazione del donatore è brevissimo. Tutte le decisioni vanno prese in pochi minuti, con la conseguenza che tutte le strutture coinvolte sono chiamate a un notevole sforzo organizzativo. Nel caso della procedura effettuata a Reggio Emilia, questo risultato è stato ottenuto grazie alla grande collaborazione tra gli Ospedali di Parma, di Reggio e di Modena. Una vera alleanza che ha consentito di realizzare anche a Reggio il primo prelievo da donatore a cuore non battente.”.

 

 

L’APPROFONDIMENTO

 

UN LAVORO DI SQUADRA

30 i professionistipresenti tra medici e infermieri: 5dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, 20dell’ Azienda Usl Irccs di Reggio Emilia e dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena. L’equipe di Parma ha visto coinvolti l’anestesista Emanuele Sani, il cardiochirurgo Andrea Agostinelli, la responsabile infermieristica delle attività di procurement Letizia Cianciolo, il perfusionista Giacomo Zanichelli e la coordinatrice del comparto operatorio della cardiochirurgia Elena Castelli.

L’equipe di Reggio Emilia ha visto coinvolti i seguenti professionisti: il Coordinatore locale Elisa Becchi, i medici di Rianimazione Giovanni Salati e Roberto Martini, il Coordinatore infermieristico della Rianimazione Alessandro Grandi, l’infermiere Carrillo Pasquale e gli infermieri di Rianimazione Simona Caprari, Simona Iotti , Lorenzo Montecchi, l’ OSS Vitale Massimo e il tecnico di Radiologia Andrea Equestre. Per l’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena: Giuseppe Tarantino, Giacomo Assirati, Nicola Albertini e Massimiliano Casadei.

 

 

ECMO

L’ossigenazione extracorporea a membrana, in inglese Ecmo, è una tecnica di circolazione extracorporea, utilizzata in rianimazione in pazienti con grave insufficienza cardiaca e respiratoria. L’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma è con Bologna centro di riferimento in Regione per le insufficienze respiratorie gravi. La tecnica, opportunamente

modificata, è la stessa che viene utilizzata per la perfusione degli organi durante le procedure di prelievo a cuore fermo. La prima donazione di organi a cuore fermoin Emilia Romagna è stata eseguita all’Ospedale di Parma nel 2016. Il trapianto d’organo rappresenta, per alcune patologie, l’unica efficace opzione terapeutica. Nonostante l’implementazione di protocolli nazionali e sovranazionali che hanno portato a un incremento del numero dei donatori in Italia, si registra tuttavia una disparità tra numero di donatori e numero di riceventi. La donazione di organi a cuore fermo (DCD) rappresenta, in questo ambito, una risorsa crescente, sempre più importante, permettendo, come in questo caso, l’utilizzo di organi addominali, riperfusi attraverso una circolazione extracorporea.

Domenica 14 aprile è la Giornata nazionale per la donazione e il trapianto di organi e tessuti

Il 14 aprile ricorre la Giornatanazionale per la donazione e il trapianto di organi e tessuti. L’iniziativa ha tra gli obiettivi informare e sensibilizzare la popolazione sulle tematiche della donazione e del trapianto di organi; promuovere una costante presa di responsabilità delle Istituzioni per rispondere ai bisogni dei cittadini in attesa di trapianto; sviluppare una corretta informazione in tema di prelievo e trapianto di organi da parte dei mezzi di comunicazione; trasmettere una migliore e più diffusa consapevolezza del ruolo di ogni cittadino e del diritto di manifestare la propria volontà; incrementare le registrazioni di dichiarazioni di volontà positive; ridurre le opposizioni al prelievo; aumentare il numero dei trapianti.La promozione della cultura della donazione – ricorda il Ministero –è al centro della Legge 91 del 1 Aprile 1999che ha istituito la Rete Nazionale Trapianti, che vede impegnati quotidianamente oltre 15mila professionisti tra operatori sanitari, medici e infermieri, coordinatori, operatori dei trasporti e volontari uniformemente distribuiti sul territorio nazionale.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017

Rubriche

Glocal
L'economia del turpiloquio
Viviamo in una società dove il turpiloquio viene fin troppo (ab)usato come strumento per umiliare, opprimere e calpestare il prossimo, e che ha assunto un ruolo preponderante nella comunicazione tra gli individui.leggi tutto
Glocal
LA PAROLA AI MANAGER: l'Innovation Manager
Da alcuni giorni è stato pubblicato l’elenco dei consulenti dell’Albo del Mise per gli “Innovation Manager”.leggi tutto
Consigli di salute
Carie: un nemico silenzioso che può causare gravi malattie al cuore e ad altri organi
L’igiene orale? È più importante di quanto si possa immaginare. leggi tutto
Glocal
La parola ai manager: il Fractional Management
Il Fractional Manager non è che un Temporary Manager che in taluni casi opera part time.leggi tutto
Glocal
La parola ai manager: TEMPORARY MANAGEMENT, una opportunità per le PMI
Si può definire il TM come un manager a cui viene affidata la gestione temporanea di un determinato progetto, lavorando con un mandato operativo e integrandosi con la proprietà aziendale.leggi tutto
Consigli di salute
Insulino resistenza e alimentazione, il parere della dottoressa Federica Felicioni
L’invecchiamento stesso può predisporre alla insulino-resistenza con il conseguente aumento della glicemia.leggi tutto
Eco sisma bonus, tutto quel che bisogna sapere
Lo studio dell'architetto Malaguti di Concordia ci aiuta a capire cosa bisogna fare per ottenerlo.leggi tutto
Consigli di salute
Stress da rientro? L'alimentazione può dare una mano
Un’ importante strategia che consente di aumentare il livello di serotonina è effettuare un’attività fisica regolareleggi tutto
Consigli di salute
Il rapporto tra denti e postura
Prima si va dal dentista, meglio è: sarà più semplice correggere un allineamento irregolare delle arcate e, quindi, un eventuale difetto della postura.leggi tutto
Glocal
Sud Italia in profonda crisi: cresce il divario tra Nord e Sud
Nel rapporto Svimez sul Mezzogiorno italiano, si delinea un quadro socio-economico sconcertante, a causa soprattutto della ormai consolidata incapacità delle istituzioni locali di erogare servizi che vadano verso il benessere di imprese e cittadini, e con una sempre maggiore presenza delle varie mafie locali all’interno delle istituzioni stesse.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchCome mandare via le cimici da casa, parla l'esperto
    • WatchLe sfogline trap di Mirandola
    • WatchL'esplosione della bomba di San Felice ripresa da terra

    Curiosità

    Nido gigante al cimitero di Cavezzo, il web si mobilita e sentenzia: sono vespulae germanicae
    Nido gigante al cimitero di Cavezzo, il web si mobilita e sentenzia: sono vespulae germanicae
    Personale della ditta che ha in gestione le operazioni cimiteriali ha già provveduto a metterlo in sicurezza e rimuoverlo[...]
    A Gorghetto pescato un pesce siluro di oltre 2 metri
    A Gorghetto pescato un pesce siluro di oltre 2 metri
    Una volta fatta la foto di rito il pesce siluro è stato liberato[...]
    La piena del Panaro vista dal drone - FOTO E VIDEO
    La piena del Panaro vista dal drone - FOTO E VIDEO
    l Consorzio Bonifica Burana ha mandato in volo un drone per riprendere le immagini dell'ultima storica ondata di piena[...]
    A Medolla la parrocchia di Villafranca fa scuola: è la più seguita d'Europa su Instagram
    A Medolla la parrocchia di Villafranca fa scuola: è la più seguita d'Europa su Instagram
    Ha oltre 1200 fan digitali, niente male per una piattaforma web dove spopolano balletti e influencers, ricette e panorami [...]
    Alla Acetum Cavezzo 200 dipendenti a scuola di sicurezza
    Alla Acetum Cavezzo 200 dipendenti a scuola di sicurezza
    In occasione del primo Safety day dell'azienda prima produttrice di balsamico al mondo[...]
    Un novembre caldo e con tanta, tanta pioggia. E' nuovo record
    Un novembre caldo e con tanta, tanta pioggia. E' nuovo record
    Più di metà della pioggia del 2019 è caduta nei soli due mesi di maggio e di novembre[...]
    Voleva le caramelle e scappa di casa a 3 anni
    Voleva le caramelle e scappa di casa a 3 anni
    E' stata trovata al supermercato, in ciabatte e pigiama, che girovagava tra le corsie[...]
    Senza assicurazione, senza revisione e senza patente. E con l'hashish in tasca
    Senza assicurazione, senza revisione e senza patente. E con l'hashish in tasca
    Un 32enne modenese è stato fermato perchè con la sua Peugeot 207 eseguiva manovre sospette[...]
    Cantando di draghi e fantasy, l'Ensemble Augusta di Mirandola premiato al Lucca Comics & Games
    Cantando di draghi e fantasy, l'Ensemble Augusta di Mirandola premiato al Lucca Comics & Games
    Nella prestigiosa gara musicale dedicata al repertorio di colonne sonore Fantasy e sigle di cartoni animati [...]
    Il Comune di Mirandola patrocina il convegno... sull'ospedale di Carpi
    Il Comune di Mirandola patrocina il convegno... sull'ospedale di Carpi
    Non è una sclelta di prammatica: dare o no il patrocinio, specie fuori dai propri confini, è un segnale politico, un endorsement[...]