SulPanaro Expo SulPanaro Expo

Conosciamo i candidati sindaco: a Cavezzo ecco Lisa Luppi

Conosciamo i candidati sindaco con 5 domande sul programma che portano avanti con i loro candidati consiglieri. Ecco Lisa Luppi, candidata Sindaca per la lista Facciamo squadra.

Cosa propone per ridurre la criminalità e aumentare il senso di sicurezza tra i suoi concittadini?

Questa domanda va posta non tanto ad un candidato Sindaco ma allo stato centrale e al governo. La sicurezza non è una competenza strettamente attribuita agli enti locali, ma è dello stato, che distribuisce mezzi e risorse umane per contrastare la criminalità sul territorio.

A livello locale va garantita la piena collaborazione con le forze dell’ordine. A Cavezzo questo è sempre avvenuto e nei mesi scorsi è stato realizzato un investimento importante, per ampliare il sistema di videosorveglianza e mappare puntualmente tutti i mezzi, che transitano ogni giorno sul territorio comunale. Questa azione concreta in poco tempo ha già permesso di individuare i responsabili di alcuni furti e altri reati, rappresentando un valido strumento allo svolgimento delle indagini. Per il futuro questo sistema all’avanguardia va mantenuto ed implementato, così come va rafforzato l’organico della Polizia Municipale. Il comune pur non avendo una competenza esclusiva sulla sicurezza, come sempre, farà la sua parte!

Strade e traffico. Ha delle proposte di realizzazione immediata su questo tema?

La viabilità è un tema centrale: esiste un progetto di completamento della tangenziale di Cavezzo, che permetterà di sollevare una parte del traffico sulla direttrice Concordia-Carpi dal quartiere Sant’Anna, dove peraltro è collocato il polo scolastico. Un altro progetto importante che, come candidati Sindaci del centro sinistra, abbiamo proposto è il collegamento delle piste ciclabili dei diversi comuni tra loro, in modo da realizzare una rete organica e coerente di connessioni di mobilità dolce. Quest’azione riveste un’importanza strategica, sia a livello di collegamenti ciclabili territoriali, volti alla riduzione del traffico veicolare, sia in un’ottica di sviluppo della promozione territoriale, attraverso il cicloturismo nell’Area Nord.

Quali sono le sue idee per migliorare l’ambiente, dal contrasto agli abbandoni di spazzatura all’inquinamento industriale?

È ormai noto a tutti, quanto il cambiamento climatica risulti essere un’emergenza a carattere globale, rispetto alla quale occorre attivarsi anche a livello locale. Dal 2016 a Cavezzo è stata avviata la raccolta domiciliare dei rifiuti urbani, che va consolidata anche attraverso la raccolta porta a porta di plastica e vetro/alluminio. È importante investire sul riutilizzo dei materiali, ad esempio mettere in campo un progetto di riduzione dell’uso della plastica nei servizi comunali e nelle attività sviluppate dalle associazioni presenti sul territorio negli spazi pubblici (es. utilizzo di borracce riutilizzabili fornite dal Comune a scuola e presso gli impianti sportivi). In continuità con l’attività di pulizia dei fossi appena eseguita, occorre sostenere una campagna d’informazione contro gli abbandoni dei rifiuti e di sensibilizzazione dei frontisti. L’azione di promozione delle politiche ambientali si esplica anche attraverso azioni volte alla riduzione delle emissioni di anidride carbonica, ad investimenti mirati all’efficientamento energetico degli edifici pubblici e alla mobilità dolce. Sarà dunque importante nei prossimi anni completare il progetto di sostituzione dei punti luce della pubblica illuminazione con lampade a led, realizzare nuove piste ciclabili interne al territorio comunale e in collegamento con le reti ciclabili dei comuni limitrofi, realizzare dei laboratori ambientali e un emporio di materiali di scarto dei processi industriali, che ancora possono trovare un’utilità, presso l’ex scuola di Disvetro al termine del recupero dai danni del terremoto. Tante azioni mirate dunque alla promozione dell’ambiente e alla sostenibilità, che vorrei completare con la realizzazione di un nuovo “polmone verde”: la piantumazione di 500 nuovi alberi, 100 ogni anno del mandato amministrativo!

Cosa ha imparato da questa campagna elettorale?

La campagna elettorale ha rappresentato un momento molto stimolante di confronto con i cittadini e di sviluppo di un confronto proficuo, dal quale sono uscite idee interessanti per il paese. La fine del processo di ricostruzione, che si intravede sempre con maggiore chiarezza, apre ad una prospettiva di maggiore ordinarietà delle attività e dei servizi comunali. Una buona occasione dunque per riflettere sulle nuove esigenze della nostra comunità, in un’ottica di crescita e modernizzazione dei servizi e degli spazi pubblici. Questo aspetto ha certamente rappresentato l’elemento di maggiore utilità della campagna elettorale: il ragionamento condiviso su come vorremo essere comunità in futuro!

Quale sarà la prima ordinanza che varerà se diventa sindaco?

Ogni giorno un Sindaco si occupa di esigenze e servizi comunali che spaziano “dalla culla alla tomba”, difficile predire quale sarà la prima ordinanza ad essere emanata, in caso di vittoria elettorale. Auspico si tratti dell’assegnazione del contributo per la ricostruzione di un’abitazione, che possa permettere ad una famiglia di avere nuovamente un proprio tetto e vivere una vita serena.

Infine, quale appello al voto rivolge agli elettori?

In questi anni di amministrazione Cavezzo è cambiata significativamente: tanta parte del patrimonio pubblico e privato è stato ricostruito e riqualificato, il paese ha subito una forte spinta all’ampliamento e alla modernizzazione dei servizi, l’introduzione della raccolta domiciliare dei rifiuti ci ha portato ad essere tra i primi comuni in regione per la quantità di rifiuto differenziato raccolto. Questi risultati tangibili sono stati raggiunti mettendo al centro la persona e le sue esigenze, dunque anche tenendo alta l’attenzione per temi importanti quali l’infanzia, l’istruzione, le associazioni e le fasce fragili della popolazione. Il cambiamento del paese è oggettivamente sotto gli occhi di tutti, questo impegno virtuoso non deve subire rallentamenti o battute d’arresto, tante ancora sono le idee e gli spunti da realizzare, dunque invito tutti i cavezzesi a sostenere la mia candidatura a Sindaco di Cavezzo e la lista “Facciamo squadra”.

Rubriche

Glocal
Le elezioni dei numeri
La Lega, partito politico che non ha mai nascosto il proprio euroscetticismo, anzi ne ha fatto anche una sorta di portabandiera, è il primo partito italiano che occuperà più scranni nell’Europarlamento.leggi tutto
Glocal
Finanza alternativa – le banche aprono al crowdfunding?
Sebbene in forte ritardo rispetto al Regno Unito, che già nel 2012 presentava numeri da capogiro, in Italia l’equity crowdfunding sta crescendo molto.leggi tutto
Emergenza fiumi, cosa accade in montagna? -LO SPECIALE
Disboscamento e consumo di suolo hanno conseguenze pesanti sull'attività dei corsi d'acqua che poi arrivano da noileggi tutto
Glocal
L’economia italiana non cresce perché è poco libera
Libertà economica bassa in Italia, dove lo stato continua ad assumere un peso rilevante, frenando la crescita. Gli stati più liberi, al contrario, mostrano maggiore dinamicità economica.leggi tutto
Glocal
L'OCSE boccia l'Italia
L'OCSE boccia le politiche economiche e sociali dell'attuale governo.leggi tutto
Glocal
Italia in recessione
Italia in recessione, come Argentina e Turchia: PIL a -0,2% nel 2019.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchDopo il sisma, tornano a suonare le campane della chiesa di Cavezzo
    • WatchNuova vita per le tartarughe abbandonate grazie alla Fattoria Bosco Saliceta
    • WatchL'esplosione della bomba di San Felice ripresa da terra

    Curiosità

    L'aereo di Fulvio Setti torna a rinnovata bellezza con il sorvolo delle Frecce Tricolori
    L'aereo di Fulvio Setti torna a rinnovata bellezza con il sorvolo delle Frecce Tricolori
    Cerimonia di inaugurazione del restaurato monumento che è diventato simbolo di Modena[...]
    L'ex sindaco di Medolla Filippo Molinari braccio destro del presidente Bonaccini
    L'ex sindaco di Medolla Filippo Molinari braccio destro del presidente Bonaccini
    E' diventato capo della segreteria politica del presidente della Regione[...]
    Uno a destra, uno a sinistra: i fratelli Carlo e Giuliano Tassi divisi in Consiglio a Mirandola
    Uno a destra, uno a sinistra: i fratelli Carlo e Giuliano Tassi divisi in Consiglio a Mirandola
    Carlo era uno dei papabili assessori se avesse vinto Ganzerli. Giuliano è tra i fedelissimi della Lega[...]
    Torna su strada la Ferrari 512 Modulo Concept
    Torna su strada la Ferrari 512 Modulo Concept
    Al Concorso d'Eleganza Villa d'Este[...]
    Emergenza fiumi, ecco cosa succede nel groviglio di Modena Nord - LO SPECIALE
    Emergenza fiumi, ecco cosa succede nel groviglio di Modena Nord - LO SPECIALE
    All'interno dell'area golenale ricade l'importante svincolo autostradale A1 Autosole con l'A22 Autobrennero.[...]
    Il maggio più piovoso da 189 anni
    Il maggio più piovoso da 189 anni
    Lo dice l’Osservatorio Geofisico del DIEF - Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di Unimore[...]
    Camion cade nel torrente di montagna, è lì da giorni e perde gasolio in acqua
    Camion cade nel torrente di montagna, è lì da giorni e perde gasolio in acqua
    Il mezzo era posteggiato in un terreno che è stato eroso dalla piena facendolo precipitare nel torrente, affluente del Secchia[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: