Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
SulPanaro Expo SulPanaro Expo

Emergenza fiumi, cosa accade in montagna? -LO SPECIALE

SulPanaro.net ha realizzato 4 puntate sulle criticità del nodo idraulico modenese
In questa prima puntata il giornalista Marco Amendola affronta le principali problematiche del disboscamento, del consumo di suolo e delle conseguenze di queste attività sui fiumi 
Negli ultimi anni le precipitazioni cadute in Appennino si sono riversate nel giro di poche ore a valle lungo il Secchia e Panaro, alzando di conseguenza i livelli idrometrici del nodo idraulico modenese. In alcuni casi questa situazione si è innescata in seguito a una serie di coincidenze climatiche – neve, escursioni termiche, piogge – che hanno dato origine alle piene più significative avvenute negli ultimi anni.
Ma perchè l’acqua scende più velocemente dalla montagna verso valle? Si può individuare una spiegazione? Da una parte incide il cambiamento climatico con precipitazioni più intense in poche ore alternate a periodi di siccità; dall’altra c’è la situazione in cui versano le montagne.
Per capire meglio il contesto del nodo idraulico modenese occorre dunque risalire il corso dei due fiumi.
Il Secchia ha origine dai monti dell’Alpe di Succiso nell’appennino reggiano: dai 1450 metri di altitudine il Secchia scende verso valle fino al Po con un percorso di 172 km, delimitando le province di Modena e Reggio. Anche il fiume Panaro nasce fra l’appennino modenese e bolognese intorno ai 1500 metri di altitudine, nella zona fra Corno alle Scale e Monte Spicchio, per poi scendere a valle verso Modena e arrivare fino al Po, con un percorso di 115 km.
E’ nelle zone di montagna che vanno individuate le concause prodotte dalle attività umane sul territorio e che hanno finito negli ultimi decenni per alterare il naturale ciclo idrogeologico delle acque come le attività di taglio legna e diradamento boschi, il consumo e l’impermeabilizzazione del suolo, la regimentazione delle acque. Oltre a questi fattori, sulle montagne ha inciso anche il progressivo spopolamento e l’abbandono che ha portato all’incuria dei territori.
L’Emilia-Romagna al 2018 conta 600 mila ettari di superficie boschiva, circa “il 30% della superficie totale della regione”, spiega una nota la Regione e recentemente ha fatto discutere la comunità montana nel reggiano in cui sono state tagliate ampie porzioni di bosco. Attività che seppur condotte all’interno di piani concordati per il taglio legna e in aree dedicate alla produzione di legname accendono sempre l’attenzione delle popolazioni. Un altro fattore è il consumo del suolo e l’impermeabilizzazione (cementificazione) del territorio.
Per fare un esempio, quando piove l’acqua non viene assorbita o fermata dal suolo ma è come se vi scivolasse sopra andando a confluire nel reticolo idrografico. In questo contesto si inseriscono inoltre le opere di regimazione (canali artificiali o opere idrauliche per esempio) che se da una parte contribuiscono a regolare le acque, dall’altra le indirizzano verso i fiumi. Il rapporto 2018 dell’Istituto superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (Ispra) spiega che “il terreno diventato artificiale che nel 2017 nella nostra provincia ha raggiunto i 31.800 ettari, un dato che colloca Modena al terzo posto per consumo di suolo in regione”, spiega Coldiretti Modena in una nota. Tanti fattori diversi che incidono sulla velocità dell’acqua.

GUARDA TUTTO IL NOSTRO SPECIALE EMERGENZA FIUMI

Puntata numero1 : cosa accade in montagna?

Puntata numero 2: Secchia e Panaro, l’erosione delle sponde e quegli argini insufficienti 

Puntata numero 3: come funzionano le casse di espansione?

Puntata numero 4: ecco cosa succede nel groviglio di Modena Nord

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017

Rubriche

Ecco le novità della legge di Bilancio 2020
Tra le nuove misure, c'è il bonus facciateleggi tutto
Consigli di salute
Piorrea o parodontite: cause, sintomi e rimedi
Se non adeguatamente trattata, porta alla progressiva perdita dei denti a causa del riassorbimento dell’osso e del tessuto gengivale da cui sono sostenuti.leggi tutto
Glocal
La mafia non può rubarci il futuro
"La mafia è una montagna di merda” scriveva Giuseppe Impastato, meglio conosciuto come Peppino, poco prima di essere assassinato per le sue intense e forti posizioni contro la mafia.leggi tutto
Consigli di salute
La Salute viaggia sul Web. Oltre il 75% degli Italiani s'informano su Google e sui Social
Le persone sono più autonome nella ricerca attiva di informazioni legate al benessere e alla saluteleggi tutto
Glocal
La responsabilità sociale fa bene ai conti aziendali
Il 74% degli italiani privilegia marchi aziendali che portano avanti azioni di valorizzazione delle diversità.leggi tutto
Glocal
L'economia del turpiloquio
Viviamo in una società dove il turpiloquio viene fin troppo (ab)usato come strumento per umiliare, opprimere e calpestare il prossimo, e che ha assunto un ruolo preponderante nella comunicazione tra gli individui.leggi tutto
Glocal
LA PAROLA AI MANAGER: l'Innovation Manager
Da alcuni giorni è stato pubblicato l’elenco dei consulenti dell’Albo del Mise per gli “Innovation Manager”.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Curiosità

    Mirandola protagonista, un vincitore al SuperEnalotto
    Mirandola protagonista, un vincitore al SuperEnalotto
    La scheda giocata presso la Tabaccheria Zerbini di via Circonvallazione 118[...]
    Ottantenne fotografa la scheda elettorale appena compilata
    Ottantenne fotografa la scheda elettorale appena compilata
    Segnalato per violazione delle norme sulla segretezza del voto [...]
    Uno schermo led penetrabile dal corpo umano: è l'installazione artistica alla stazione di Bologna
    Uno schermo led penetrabile dal corpo umano: è l'installazione artistica alla stazione di Bologna
    Si intitola Morestalgia di Riccardo Benassi, a cura di Xing, è un ambiente composto da testo, suono e oggetti [...]
    La Ferrari è il brand più forte del mondo
    La Ferrari è il brand più forte del mondo
    Il valore del brand è pari a 9,1 miliardi di dollari, in crescita del 9% grazie al positivo andamento delle vendite e alla forza complessiva del marchio.[...]
    E a Bomporto c'è il cane più bello di tutta l'Esposizione canina
    E a Bomporto c'è il cane più bello di tutta l'Esposizione canina
    Si chiama Milo, il suo allenatore nonchè proprietario è il signor Fabrizio Ganzerli[...]
    Rapace ferito trovato a San Martino Carano
    Rapace ferito trovato a San Martino Carano
    E' stato notato da due assistenti civici, Giorgio e Gabriele Tellia di San Possidonio, che lo hanno salvato[...]
    Super pescata invernale a Bomporto per il Modena Catfish
    Super pescata invernale a Bomporto per il Modena Catfish
    Davide Poluzzi e Simone Solieri hanno sfidato pioggia e vento[...]
    Sette sindaci per Medolla, tutti in una foto
    Sette sindaci per Medolla, tutti in una foto
    Da Bruschi (1981) a Calciolari, tutti sotto al Gonfalone[...]
    Osservatorio Geofisico di Unimore, visite guidate per la fiera di Sant'Antonio
    Osservatorio Geofisico di Unimore, visite guidate per la fiera di Sant'Antonio
    Venerdì 17 gennaio dal mattino al pomeriggio sarà possibile salire sulla torre di Levante di Palazzo Ducale a Modena[...]