SulPanaro Expo SulPanaro Expo

Finale, i consiglieri fanno “troppi accessi agli atti” e il Sindaco si rivolge alla Prefetta

FINALE EMILIA – Si sa che governo, in questo caso di una città, e opposizione non vanno mai d’accordo, ma a Finale i consiglieri di opposizione sono stati ritenuti dal sindaco Sandro Palazzi troppo ligi al loro compito e così ha presentato alla prefetta Maria Patrizia Paba un esposto per “segnalazione di eccessiva richiesta” di accesso atti agli uffici e interrogazioni alla giunta da parte dei dei consiglieri di opposizione.

Il gesto, però, non è andato giù ai consiglieri di opposizione – Pierpaolo Salino e Elena Terzi della Lista Civica per Finale Emilia, Andrea Ratti del Pd, Stefano Lugli di Sinistra Civica per Finale Emilia, Andrea Pavani e Mattia Veronesi del M5S – che attaccano il primo cittadino in una nota congiunta:

A 7 anni dal sisma che colpì i nostri territori, ci aspettavamo dal Sindaco di Finale Emilia, paese simbolo di quella devastazione, un evento solenne che commemorasse quei drammatici attimi. Invece il Sindaco Palazzi proprio il 20 maggio ha depositato un esposto in Prefettura contro i Consiglieri Comunali colpevoli, secondo lui, di richiedere troppi atti pubblici agli uffici in modo da “costringere – parole sue – gli uffici a disattendere” le proprie funzioni.
Nonostante ci sia una consolidata giurisprudenza che tutela il diritto dei Consiglieri di poter accedere agli atti della pubblica amministrazione per svolgere il proprio ruolo con disciplina e onore, secondo Palazzi sono i Consiglieri Comunali che, con le loro richieste, paralizzano il lavoro degli uffici – in particolare, come segnalato dal nostro primo cittadino, l’Area Lavori Pubblici e Manutenzioni – e la ricostruzione del nostro paese.
I Consiglieri Comunali devono vigilare sull’operato e la trasparenza dell’amministrazione pubblica e l’unico strumento che hanno per farlo è proprio quello di chiedere gli atti che producono gli uffici. Senza questo diritto di accesso, il ruolo del Consigliere si ridurrebbe a quello di burattino che alza la mano in Consiglio Comunale e vota a scatola chiusa ogni singolo provvedimento proposto dall’Amministrazione.
Non vogliamo ricordare a Palazzi le centinaia e centinaia di documenti che lui e la sua compagine politica pretendevano quando erano all’opposizione, in un momento drammatico in cui gli uffici erano in piena emergenza, ma non accettiamo che venga scaricata la colpa dell’incapacità di questa Amministrazione sui Consiglieri Comunali che svolgono solamente il ruolo per cui sono stati votati.
La verità è che a 7 anni dal sisma e dopo 3 anni di governo Palazzi non solo i Consiglieri Comunali ma tutti i cittadini sono allarmati per lo stato in cui versa il nostro paese, in cui le manutenzioni su strade, parchi e edifici sono completamente assenti e la ricostruzione pubblica è ferma al palo.
Consigliamo Palazzi di smettere di indirizzare esposti alla Prefettura contro i suoi avversari politici (lo faceva quando era all’opposizione, non ha perso il vizio di farlo ora che è diventato Sindaco) e dedicare il tempo così risparmiato a rispondere alle esigenze di questo paese, che in teoria dovrebbe amministrare, e ai bisogni dei cittadini che giorno dopo giorno sono sempre più esasperati e lasciati soli.
E se non è in grado di amministrare e di risolvere i problemi per cui è stato votato che si faccia da parte una volta per tutte.

 

Rubriche

Glocal
Le elezioni dei numeri
La Lega, partito politico che non ha mai nascosto il proprio euroscetticismo, anzi ne ha fatto anche una sorta di portabandiera, è il primo partito italiano che occuperà più scranni nell’Europarlamento.leggi tutto
Glocal
Finanza alternativa – le banche aprono al crowdfunding?
Sebbene in forte ritardo rispetto al Regno Unito, che già nel 2012 presentava numeri da capogiro, in Italia l’equity crowdfunding sta crescendo molto.leggi tutto
Emergenza fiumi, cosa accade in montagna? -LO SPECIALE
Disboscamento e consumo di suolo hanno conseguenze pesanti sull'attività dei corsi d'acqua che poi arrivano da noileggi tutto
Glocal
L’economia italiana non cresce perché è poco libera
Libertà economica bassa in Italia, dove lo stato continua ad assumere un peso rilevante, frenando la crescita. Gli stati più liberi, al contrario, mostrano maggiore dinamicità economica.leggi tutto
Glocal
L'OCSE boccia l'Italia
L'OCSE boccia le politiche economiche e sociali dell'attuale governo.leggi tutto
Glocal
Italia in recessione
Italia in recessione, come Argentina e Turchia: PIL a -0,2% nel 2019.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchDopo il sisma, tornano a suonare le campane della chiesa di Cavezzo
    • WatchNuova vita per le tartarughe abbandonate grazie alla Fattoria Bosco Saliceta
    • WatchL'esplosione della bomba di San Felice ripresa da terra

    Curiosità

    L'ex sindaco di Medolla Filippo Molinari braccio destro del presidente Bonaccini
    L'ex sindaco di Medolla Filippo Molinari braccio destro del presidente Bonaccini
    E' diventato capo della segreteria politica del presidente della Regione[...]
    Uno a destra, uno a sinistra: i fratelli Carlo e Giuliano Tassi divisi in Consiglio a Mirandola
    Uno a destra, uno a sinistra: i fratelli Carlo e Giuliano Tassi divisi in Consiglio a Mirandola
    Carlo era uno dei papabili assessori se avesse vinto Ganzerli. Giuliano è tra i fedelissimi della Lega[...]
    Torna su strada la Ferrari 512 Modulo Concept
    Torna su strada la Ferrari 512 Modulo Concept
    Al Concorso d'Eleganza Villa d'Este[...]
    Emergenza fiumi, ecco cosa succede nel groviglio di Modena Nord - LO SPECIALE
    Emergenza fiumi, ecco cosa succede nel groviglio di Modena Nord - LO SPECIALE
    All'interno dell'area golenale ricade l'importante svincolo autostradale A1 Autosole con l'A22 Autobrennero.[...]
    Il maggio più piovoso da 189 anni
    Il maggio più piovoso da 189 anni
    Lo dice l’Osservatorio Geofisico del DIEF - Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di Unimore[...]
    Camion cade nel torrente di montagna, è lì da giorni e perde gasolio in acqua
    Camion cade nel torrente di montagna, è lì da giorni e perde gasolio in acqua
    Il mezzo era posteggiato in un terreno che è stato eroso dalla piena facendolo precipitare nel torrente, affluente del Secchia[...]
    La Ferrari si fa ibrida, la SF90 Stradale è la più veloce di sempre
    La Ferrari si fa ibrida, la SF90 Stradale è la più veloce di sempre
    Nel nome richiama la Scuderia Ferrari di cui ricorrono i 90 anni[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: