SulPanaro Expo SulPanaro Expo

La Bassa isolata dai fiumi in piena, ecco come funziona la sanità in questi casi

Martedi mattina è successo che tutti i ponti modenesi sul Secchia, tranne Sozzigalli, fossero chiusi. E che il traffico a Sozzigalli disincentivasse molti dal mettersi in viaggio. Il che è la cosa in assoluto più saggia da fare quando c’è un allarme rosso della Protezione Civile.
Ma cosa accade se c’è una emergenza sanitaria? Se qualcuno nella Bassa avesse bisogno di visite specialistiche urgenti che Mirandola non ha? O semplicemente, se qualcuno aveva una visita medica in programma a Carpi?

La Bassa è di fatto isolata verso ovest quando il Secchia è in piena e i ponti vengono chiusi uno dopo l’altro. Una situazione che col cambiamento climatico in atto, è sempre più frequente.
I ponti vengono chiusi se c’è troppa acqua nei fiumi, e chi non lo sa e se li trova chiusi,  si ritrova a  fare un bel giro dell’oca alla ricerca di alternative. Per raggungere l’ospedale di Carpi da San Felice o Mirandola, ad esempio, con ponte Motta, ponte Bacchello e ponte San Martino chiusi si potrebbe percorrere tutta la Panaria, arrivare a Modena e poi risalire in autostrada uscendo a Carpi. Oppure andare nel mantovano e passare il fiume al ponte di Bondanello. La simulazione fatta da Francesco Pullè nella cartina qui sotto è molto chiara.

Ma davvero avere i ponti chiusi per le piene limita il servizio di emergenza sanitaria? La risposta è no. Ecco come si è organizzata l’Ausl in questi giorni di piena:

In relazione alla particolare situazione idrogeologica degli ultimi giorni, l’Azienda USL è in costante coordinamento con la Protezione civile e, già dalla giornata di lunedì e fino alla mezzanotte di oggi (salvo ulteriori aggiornamenti), ha potenziato il Sistema di Emergenza-Urgenza aumentando i mezzi disponibili nelle zone più a rischio di isolamento.

   Ciò al fine di raggiungere i cittadini in eventuali condizioni di emergenza garantendo il mantenimento dei tempi appropriati di intervento. Quanto ai percorsi dei mezzi di soccorso verso gli ospedali, i collegamenti sono garantiti e il sistema di emergenza territoriale è organizzato per poter raggiungere la struttura ritenuta più appropriata in base alla valutazione clinica del paziente che viene effettuata sul posto. Ciò può avvenire sia attraverso la viabilità ordinaria, che al momento non presenta criticità rilevanti per i mezzi di soccorso, sia – qualora particolari condizioni ambientali lo rendano necessario – attraverso la collaborazione della Protezione civile e l’individuazione di vie, mezzi o in ultima istanza sedi alternative. Anche di fronte al rischio idrogeologico l’assistenza in emergenza alla popolazione dell’intero territorio modenese è dunque in ogni momento pienamente garantita.

E chi aveva una visita dall’altre parte del fiume e non è risucito ad arrivarci? In questo caso l’Ausl prevede che la visita possa essere spostata e che non ci siano sanzioni per chi non va.

GUARDA ANCHE: LE PIENE DI SECCHIA E PANARO RIPRESE DALL’ALTO

 

 

Rubriche

Glocal
Finanza alternativa – le banche aprono al crowdfunding?
Sebbene in forte ritardo rispetto al Regno Unito, che già nel 2012 presentava numeri da capogiro, in Italia l’equity crowdfunding sta crescendo molto.leggi tutto
Emergenza fiumi, cosa accade in montagna? -LO SPECIALE
Disboscamento e consumo di suolo hanno conseguenze pesanti sull'attività dei corsi d'acqua che poi arrivano da noileggi tutto
Glocal
L’economia italiana non cresce perché è poco libera
Libertà economica bassa in Italia, dove lo stato continua ad assumere un peso rilevante, frenando la crescita. Gli stati più liberi, al contrario, mostrano maggiore dinamicità economica.leggi tutto
Glocal
L'OCSE boccia l'Italia
L'OCSE boccia le politiche economiche e sociali dell'attuale governo.leggi tutto
Glocal
Italia in recessione
Italia in recessione, come Argentina e Turchia: PIL a -0,2% nel 2019.leggi tutto
Glocal
L'Italia leader in Europa nell'economia circolare
Il tasso di riciclaggio dei rifiuti in Italia è fra i più alti del mondo: circa il 45% dei rifiuti urbani ed il 65% dei rifiuti speciali viene recuperato.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchA Massa Finalese successo per la Giornata Fai di primavera
    • WatchNuova vita per le tartarughe abbandonate grazie alla Fattoria Bosco Saliceta
    • WatchL'esplosione della bomba di San Felice ripresa da terra

    Curiosità

    Mirabolanti promesse e ricchi premi e cotillons. Ecco Candidato Anonimo, per ridere a San Felice
    Mirabolanti promesse e ricchi premi e cotillons. Ecco Candidato Anonimo, per ridere a San Felice
    Negli ultimi giorni è spuntata una Pagina Facebook in cui c'è un personaggio inventato che fa campagna elettorale[...]
    Si perde in vacanza a Carpi e torna a casa grazie alla Municipale
    Si perde in vacanza a Carpi e torna a casa grazie alla Municipale
    Protagonista del fatto un anziano turista tedesco che aveva perso il pullman[...]
    Il Panaro in piena, le foto aeree esclusive del 13 maggio 2019
    Il Panaro in piena, le foto aeree esclusive del 13 maggio 2019
    Particolarmente interessanti sono le immagini della cassa di espansione del fiume[...]
    Le foto esclusive fatte dall'alto della piena del Secchia del 13 maggio 2019
    Le foto esclusive fatte dall'alto della piena del Secchia del 13 maggio 2019
    Le immagini riprendono il nostro grande fiume in piena da Magreta a Bastiglia.[...]
    Secchia e Panaro, l'erosione delle sponde e quegli argini insufficienti - LO SPECIALE
    Secchia e Panaro, l'erosione delle sponde e quegli argini insufficienti - LO SPECIALE
    Le altezze degli argini non sono sufficienti per Aipo, che dopo l'alluvione del 2014 ha avviato dei lavori. Ma ci sono dei limiti con cui fare i conti[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: