Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Tra ospedali e Case della salute interventi straordinari da oltre 300 milioni di euro in regione

Oltre 300 milioni di euro per un programma straordinario di interventi che rafforzi la sanità dell’Emilia-Romagna, guardando all’oggi e anche al futuro. Con ospedali all’avanguardia capaci di rispondere alle nuove esigenze organizzative, funzionali per chi ci lavora e, prima ancora, pensati per i pazienti. Dunque, strutture, costruite ex novo o da riqualificare, che saranno dotate delle più moderne tecnologie e di tutti i comfort; nuovi reparti ospedalieri e, ancora, Case della salute e Hospice per le cure palliative.

Lo rende noto la Regione Emilia -Romagna. Il 9 maggio scorso, a Roma, la Conferenza Stato-Regioni ha raggiunto l’intesa sulla delibera del Comitato interministeriale per lo sviluppo economico (Cipe) che ripartisce a livello nazionale 4 miliardi di euro per il programma straordinario di investimenti in sanità; a soli pochi giorni di distanza, la Giunta ha messo a punto il piano di interventi da realizzare con i 302 milioni di fondi statali assegnati all’Emilia-Romagna.

Il programma è stato presentato oggi alla stampa a Bologna, in viale Aldo Moro, dal presidente della Regione, dall’assessore alle Politiche per la salute e dalla direttrice generale Cura della persona, salute e welfare.

Una proposta di utilizzo delle risorse – che passerà per l’esame dell’Assemblea legislativa unitamente all’utilizzo del cofinanziamento regionale del 5%, pari a circa 16 milioni – fatta dalla Regione secondo un preciso criterio e obiettivo: raccogliere i fabbisogni dei territori e individuare gli interventi necessari, prioritari e in alcuni casi urgenti, per dare risposte adeguate alle esigenze dei cittadini e della moderna sanità.
Si parla, quindi, di un programma che va ad arricchire e a completare i singoli Piani di investimento delle Aziende; queste risorse, infatti, si sommano agli altri canali di finanziamento già previsti, regionali e statali, con cui in tutta l’Emilia-Romagna, da Piacenza a Riminidal 2015 ad oggi sono stati realizzati o programmati per il futuro molteplici interventi di edilizia sanitaria e di ammodernamento tecnologico per oltre 380 milioni, senza considerare la realizzazione del nuovo ospedale di Cesena per il quale è previsto un finanziamento statale di 156 milioni.

Il programma illustrato oggi consentirà dunque di realizzare nuove strutture ospedaliere (174 milioni destinati a sostenere il finanziamento degli ospedali di Piacenza e di Carpi), di proseguire la realizzazione delle Case della salute (20 milioni) e degli Hospice (6,5 milioni), di compiere i necessari adeguamenti strutturali e sismici (67 milioni) e il rinnovamento e ammodernamento tecnologico (35 milioni).

Il nuovo programma nel dettaglio

I principali interventi riguardano la costruzione dei nuovi ospedali di Piacenza e di Carpi, che saranno finanziati in parte attraverso le risorse di questo programma e in parte attraverso altre fonti di finanziamento. Al nuovo ospedale di Piacenza saranno destinati 114 milioni di euro e 60 milioni al nuovo ospedale di Carpi.

Inoltre, la provincia di Piacenza potrà contare su quasi 10 milioni di euro (9 milioni e 950 mila): 6,1 per le Case della salute di BettolaFiorenzuolaBobbioLugagnano; 2 milioni per la ristrutturazione e l’ampliamento del blocco operatorio dell’ospedale di Fiorenzuola; 1 milione e 450 mila euro per l’adeguamento strutturale e sismico dell’ospedale di Bobbio e, infine, 400mila euro per lavori di manutenzione straordinaria del primo piano dell’ospedale di Castel San Giovanni.

10 milioni di euro, di cui 7 all’Azienda sanitaria e 3 all’Azienda ospedaliera, sono previsti per Parma, per l’adeguamento e il rinnovo delle apparecchiature tecnologiche, come ad esempio tac e risonanza magnetica.

12 milioni sono destinati all’Azienda sanitaria di Reggio Emilia per il completamento del terzo stralcio di lavori del Polo Materno Infantile.

Modena e provincia possono contare complessivamente su oltre 84 milioni di euro: ai 60 destinati alla costruzione del nuovo ospedale di Carpi se ne sommano 24, tra Azienda Usl e Azienda ospedaliera, per interventi di adeguamento strutturale e rinnovo tecnologico del Policlinico (5 milioni e 600 mila euro), la realizzazione delle Case della Salute nell’area Nord e Sud (quasi 10,5 milioni), la creazione di due hospice per le cure palliative (6,5 milioni), sempre nell’area Sud e nell’Area Modena e, infine, l’adeguamento delle sedi di neuropsichiatria infantile sul territorio provinciale (1,8 milioni).

A Bologna andranno 52 milioni di euro. La maggior parte dei fondi, 31 milioni, è destinata alla realizzazione della nuova ostetricia-ginecologia dell’ospedale Maggiore; i rimanenti (21 milioni) serviranno per l’adeguamento e il rinnovo tecnologico dell’Istituto Ortopedico Rizzoli, dell’Azienda Usl e dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria.

Per l’Azienda sanitaria di Imola sono previsti 3 milioni di euro per una nuova Casa della salute.

Alla provincia di Ferrara, che attraverso altri canali di finanziamento ha potuto vedere realizzato sul proprio territorio il nuovo ospedale di Cona, sono destinati 17 milioni: 13 (all’Ausl) per la riqualificazione della Casa della salute ex anello San Rocco, 4 (all’Azienda ospedaliera) per l’adeguamento e il rinnovo delle apparecchiature tecnologiche.

Per quanto riguarda la Romagna, il finanziamento del nuovo ospedale di Cesena con fondi statali (156 milioni di euro) ha liberato risorse aziendali che potranno essere utilizzate per ulteriori investimenti sul territorio e per il rinnovo delle apparecchiature. Non è stato quindi necessario programmare specifici interventi in questo nuovo programma straordinario.

Piano di rafforzamento del personale

Investire risorse sulle strutture, senza smettere di investire sulle persone: a questo programma di interventi si affianca, infatti, il piano avviato da inizio legislatura di rafforzamento del personale, reso possibile grazie allo stanziamento, da parte della Regione, di oltre 24 milioni di euro. Solo nel triennio 2016-2018 sono state effettuate 10.300 assunzioni nel servizio sanitario regionale tra medici, infermieri, ostetriche, tecnici e operatori, tutti a tempo indeterminato, con percentuali di turn over fino al 150%, che collocano l’Emilia-Romagna ai vertici in Italia. E nei primi tre mesi dell’anno si è già toccata quota 1.200, con una media di 400 nuovi assunti al mese. Un impegno, quello per il continuo reperimento delle migliori professionalità e il rafforzamento degli organici, che ha portato anche ad un altro risultato significativo sul versante anagraficose nel 2009, infatti, il personale medico con meno di 44 anni rappresentava il 30% della forza lavoro, a fine 2018 sfiora il 40%.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
Un paradiso terrestre per piante e uccelli: le Meleghine a Finale Emilia - La natura della Bassa che non ti aspetti
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta dell'oasi faunistica nata dall’impianto di fitodepurazioneleggi tutto
Glocal
Crisi economica: l'innovazione tecnologica come cura
La crisi economica da Covid-19 ci impone di riprogettare il modello imprenditoriale delle nostre imprese, mentre in alcuni casi si dovrà riprendere il primordiale concetto di “innovazione di prodotto e di processo”.leggi tutto
Glocal
Dall'emergenza sanitaria all'emergenza occupazionale
Sono in corso in questi giorni alcune misure per contrastare il danno occupazionale. Tra le misure: incentivi per far ripartire le assunzioni stabili, meno paletti sui contratti a termine, nuove risorse per la Cig e detassazione degli aumenti dei Ccnl.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    San Felice "ed 'na volta", i detti e le espressioni dialettali della tradizione
    San Felice "ed 'na volta", i detti e le espressioni dialettali della tradizione
    Grazie alla collaborazione di tanti sanfeliciani sul gruppo "Sei di San Felice se"[...]
    Su questa mascherina il virus non si attacca, a Nonantola la propone la Fanny
    Su questa mascherina il virus non si attacca, a Nonantola la propone la Fanny
    E' coperta da una sostanza idro oleofobica che fa scivolare le goccioline con il virus che tentano di attaccarsi alla mascherina[...]
    Spotify, arriva in Italia Radar, tra gli artisti emergenti il carpigiano Bautista
    Spotify, arriva in Italia Radar, tra gli artisti emergenti il carpigiano Bautista
    Bautista collabora da aprile 2019 con il producer salentino Machweo[...]
    L'invenzione degli studenti del Galilei di Mirandola la racconta la Rai
    L'invenzione degli studenti del Galilei di Mirandola la racconta la Rai
    I giovani mirandolesi alla trasmissione Rob-O-Cod, un game show televisivo italiano dedicato al "coding" e alla robotica[...]
    Viaggio attraverso la realtà virtuale nel mondo dell'Aceto Balsamico di Modena
    Viaggio attraverso la realtà virtuale nel mondo dell'Aceto Balsamico di Modena
    La tecnologia accorcia le distanze tra Modena ed i Paesi in cui non è ancora possibile tornare a viaggiare per promuovere il prodotto[...]
    Red Ronnie a processo per diffamazione contro Roberto Burioni
    Red Ronnie a processo per diffamazione contro Roberto Burioni
    E' arrivata in udienza a Bologna la polemica tra il conduttore televisivo e il virologo [...]
    La canzone più amata di sempre? E' Albachiara di Vasco Rossi
    La canzone più amata di sempre? E' Albachiara di Vasco Rossi
    Eì stata votata dagli ascoltatori delle radio italiane. Uscì il 30 aprile 1979 sul lato B dell'album "Non siamo mica gli Americani", poi ristampata proprio con il titolo di Albachiara a causa del suo immediato successo.[...]
    Anche la finalese Azzurra Mazzara sul podio del concorso nazionale di bellezza "Miss Lady Virginia"
    Anche la finalese Azzurra Mazzara sul podio del concorso nazionale di bellezza "Miss Lady Virginia"
    Andrà insieme alle altre che hanno vinto un titolo alla finale nazionale a Salsomaggiore nel prossimo maggio 2021, nella sede di Miss Italia.[...]
    Un corso di formazione per gli interventi assistiti con animali all'Accademia militare di Modena
    Un corso di formazione per gli interventi assistiti con animali all'Accademia militare di Modena
    Primo corso di formazione per operatori in interventi assistiti con gli animali[...]
    From Mud, un film che dà voce alla musica alternativa modenese
    From Mud, un film che dà voce alla musica alternativa modenese
    Al termine le riprese del documentario musicale, co-prodotto dal Centro Musica di Modena[...]