SulPanaro Expo SulPanaro Expo

Emergenza fiumi, ecco cosa succede nel groviglio di Modena Nord – LO SPECIALE

SulPanaro.net ha realizzato 4 puntate sulle criticità del nodo idraulico modenese
In questa quarta e ultima puntata si affrontano le problematiche dell’area golenale fra Modena nord e Campogalliano, in cui ricade lo svincolo autostradale A1 A22 e il futuro collegamento con la Bretella Campogalliano – Sassuolo

L’area di espansione naturale del Secchia – chiamata anche golena – si trova immediatamente a valle della cassa di espansione di Campogalliano. E’ un’area enorme, pari a 1300 campi da calcio, e all’interno si trovano i Laghi Curiel nati dalle ex cave estrattive degli anni ’60 diventate oggi zone faunistiche, ma anche terreni a uso agricolo, abitazioni e attività commerciali.

Sempre all’interno dell’area golenale ricade inoltre l’importante svincolo autostradale A1 Autosole con l’A22 Autobrennero. Partendo da qui, il progetto della società concessionaria sbloccato dal Governo è quello di costruire il raccordo autostradale Bretella Capogalliano Sassuolo di 16 km, fino a raggiungere il comprensorio ceramico. Facendo un esempio, l’area golenale funziona come una sorta di valvola di sfogo del fiume. In questo modo l’acqua, quando il fiume è in piena, oltre a essere regolata dalle casse di espansione più a monte, può espandersi naturalmente all’interno dell’area golenale. Ma negli ultimi 20 anni la frequenza annuale degli eventi di piena e aumentata in modo considerevole, come il 20 gennaio 2014, il 29 febbraio 2016; per poi ripetersi nel 2017, nel 2018 e nel 2019 con le piene di febbraio e in successione quelle del 13 e del 28 maggio. “Io son venuto ad abitare qua dal 1987 e il Secchia non ha mai bagnato perchè forse era pulito, l’alveo era più fondo. In questi anni è un disastro. L’anno scorso quest’area si è allagata cinque volte, quest’anno due”, spiega un agricoltore al lavoro sui terreni all’interno dell’area golenale. “La situazione è molto pericolosa quando il fiume è in piena, e qui si allaga tutto l’area, tutti gli anni 2 volte all’anno. Una volta l’acqua ha superato di 50 cm l’argine che abbiamo intorno alla casa”, osserva un residente. Che l’intera area sia un punto critico del Secchia lo dimostrano due documenti, uno di Aipo e uno dell’Università di Parma realizzato per conto di una multinazionale presente a Modena. Il documento di Aipo fatto nel 2018 riguarda l’adeguamento strutturale e funzionale del sistema arginale del fiume Secchia, con lo scopo “di adeguare il fiume alla piena con il tempo di ritorno di 20 anni”. Aipo, interpellata diverse volte con sms e mail, non ha risposto alle domande di Sulpanaro.net relative alle elaborazioni di natura idrologica e idraulica riguardo l’area golenale presente a Campogalliano. Una zona, come detto, monitorata anche da una multinazionale di imballaggi alimentari con una filiale a Modena ovest. Nel 2014 la multinazionale commissiona al DICATeA dell’Università di Parma uno studio con due simulazioni sugli effetti della piena del Secchia “nella fascia ovest della città”, nella zona in cui ha sede l’azienda.

 

GUARDA TUTTO IL NOSTRO SPECIALE EMERGENZA FIUMI

Puntata numero1 : cosa accade in montagna?

Puntata numero 2: Secchia e Panaro, l’erosione delle sponde e quegli argini insufficienti 

Puntata numero 3: come funzionano le casse di espansione?

Puntata numero 4: ecco cosa succede nel groviglio di Modena Nord

Rubriche

Glocal
Le elezioni dei numeri
La Lega, partito politico che non ha mai nascosto il proprio euroscetticismo, anzi ne ha fatto anche una sorta di portabandiera, è il primo partito italiano che occuperà più scranni nell’Europarlamento.leggi tutto
Glocal
Finanza alternativa – le banche aprono al crowdfunding?
Sebbene in forte ritardo rispetto al Regno Unito, che già nel 2012 presentava numeri da capogiro, in Italia l’equity crowdfunding sta crescendo molto.leggi tutto
Emergenza fiumi, cosa accade in montagna? -LO SPECIALE
Disboscamento e consumo di suolo hanno conseguenze pesanti sull'attività dei corsi d'acqua che poi arrivano da noileggi tutto
Glocal
L’economia italiana non cresce perché è poco libera
Libertà economica bassa in Italia, dove lo stato continua ad assumere un peso rilevante, frenando la crescita. Gli stati più liberi, al contrario, mostrano maggiore dinamicità economica.leggi tutto
Glocal
L'OCSE boccia l'Italia
L'OCSE boccia le politiche economiche e sociali dell'attuale governo.leggi tutto
Glocal
Italia in recessione
Italia in recessione, come Argentina e Turchia: PIL a -0,2% nel 2019.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchDopo il sisma, tornano a suonare le campane della chiesa di Cavezzo
    • WatchNuova vita per le tartarughe abbandonate grazie alla Fattoria Bosco Saliceta
    • WatchL'esplosione della bomba di San Felice ripresa da terra

    Curiosità

    L'aereo di Fulvio Setti torna a rinnovata bellezza con il sorvolo delle Frecce Tricolori
    L'aereo di Fulvio Setti torna a rinnovata bellezza con il sorvolo delle Frecce Tricolori
    Cerimonia di inaugurazione del restaurato monumento che è diventato simbolo di Modena[...]
    L'ex sindaco di Medolla Filippo Molinari braccio destro del presidente Bonaccini
    L'ex sindaco di Medolla Filippo Molinari braccio destro del presidente Bonaccini
    E' diventato capo della segreteria politica del presidente della Regione[...]
    Uno a destra, uno a sinistra: i fratelli Carlo e Giuliano Tassi divisi in Consiglio a Mirandola
    Uno a destra, uno a sinistra: i fratelli Carlo e Giuliano Tassi divisi in Consiglio a Mirandola
    Carlo era uno dei papabili assessori se avesse vinto Ganzerli. Giuliano è tra i fedelissimi della Lega[...]
    Torna su strada la Ferrari 512 Modulo Concept
    Torna su strada la Ferrari 512 Modulo Concept
    Al Concorso d'Eleganza Villa d'Este[...]
    Emergenza fiumi, ecco cosa succede nel groviglio di Modena Nord - LO SPECIALE
    Emergenza fiumi, ecco cosa succede nel groviglio di Modena Nord - LO SPECIALE
    All'interno dell'area golenale ricade l'importante svincolo autostradale A1 Autosole con l'A22 Autobrennero.[...]
    Il maggio più piovoso da 189 anni
    Il maggio più piovoso da 189 anni
    Lo dice l’Osservatorio Geofisico del DIEF - Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di Unimore[...]
    Camion cade nel torrente di montagna, è lì da giorni e perde gasolio in acqua
    Camion cade nel torrente di montagna, è lì da giorni e perde gasolio in acqua
    Il mezzo era posteggiato in un terreno che è stato eroso dalla piena facendolo precipitare nel torrente, affluente del Secchia[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: