SulPanaro Expo SulPanaro Expo

Nuovo presidente per Arginiamo: è Vittorio Cajò, che lascia il Movimento 5 Stelle

BASTIGLIA – Nuovo presidente per Arginiamo: è Vittorio Cajò, che lascia il Movimento 5 Stelle. La nomina è arrivata nel corso dell’ultima riuinione del direttivo del comitato di cittadini ArginiaMO. L’ordine del giorno comprendeva parecchi punti, tra cui la nomina del nuovo presidente, dopo la tristissima dipartita di Stefano Brandoli.
Il neo-presidente è Vittorio Cajò, attivista molto noto e competente, che molti conoscono, soprattutto a Bastiglia e nel resto della Bassa per la sua recente corsa per una candidatura alle Europee con il Movimento 5 Stelle.
“Per onorare questa nomina, ma soprattutto per svolgere in maniera del tutto scevra da ombre di possibili conflitti di interesse per quanto praticamente inesistenti – spiega Vittorio Cajò in una nota – lasciaoda questo momento ogni forma di attivismo politico.
Il Comitato Cittadino ArginiaMO è prima di tutto infatti un soggetto apolitico. Ciò significa che il comitato si rivolge a qualsiasi amministratore della cosa pubblica, in quanto democraticamente eletto dai cittadini, al di là di qualsiasi colore politico.
Perciò, tutti i cittadini che si riconoscono nella battaglia portata avanti da ArginiaMO (e sono ogni giorno di più) per la messa in sicurezza reale e concreta del nostro nodo idraulico sappiano che essi saranno chiamati a fare ogni giorno di più “massa critica” per sopportare i nostri sindaci.
Solo così infatti, tutti assieme i sindaci con i cittadini che rappresentano, si potrà riuscire a sormontare ciò che ad oggi sembra insormontabile oltre ché irragionevole dopo ben cinque anni dalla tragedia del Secchia che ha spazzato via una vita umana, i beni di innumerevoli famiglie e impoverito la nostra terra svalutando grandemente i nostri beni immobili. Ciò, senza contare l’incredibile dose di stress che si impadronisce di noi tutti appena vediamo il cielo oscurarsi, la pioggia permanere e il livelli idrometrici dei nostri fiumi -soprattutto il Secchia- alzarsi per poi raggiungere quote di imminente pericolo e… paralizzarsi per giorni e giorni sottoponendo gli argini a pressioni continuative terrificanti”.

LA RIUNONE DEL DIRETTIVO DI ARGINIAMO

Il 12 giugno 2019 si è tenuta la riunione del direttivo di ArginiaMO, il comitato cittadino della Bassa Modenese sorto all’indomani dell’alluvione del fiume Secchia finalizzato alla messa in sicurezza di questo problematico nodo idraulico, e che oggi conta quasi 500 iscritti con una frequenza di visite alla propria pagina FaceBook sempre più diffusa (https://www.facebook.com/ArginiaMO.gennaio.2014/). L’Ordine del Giorno comprendeva parecchi punti, tra cui la nomina del nuovo presidente, dopo la tristissima dipartita di Stefano Brandoli. Il neo-presidente eletto è Vittorio Cajò, che molti conoscono, soprattutto a Bastiglia.
Per onorare questa nomina, ma soprattutto per svolgere in maniera del tutto scevra da ombre di possibili conflitti di interesse per quanto praticamente inesistenti, Vittorio Cajò lascia da questo momento ogni forma di attivismo politico. Il Comitato Cittadino ArginiaMO (comitato.arginiamo.gennaio2014@gmail.com) è prima di tutto infatti un soggetto apolitico. Ciò significa che il comitato si rivolge a qualsiasi amministratore della cosa pubblica, in quanto democraticamente eletto dai cittadini, al di là di qualsiasi colore politico.
Perciò, tutti i cittadini che si riconoscono nella battaglia portata avanti da ArginiaMO per la messa in sicurezza reale e concreta del nostro nodo idraulico devono sapere che essi sono chiamati a fare ogni giorno di più “massa critica” per sopportare anche grazie ad ArginiaMO i propri sindaci, che sono l’interlocutore con il potere centrale.
Solo così infatti, tutti assieme i sindaci con i cittadini che essi rappresentano, si potrà riuscire a sormontare ciò che ad oggi appare ancora insormontabile oltre ché irragionevole dopo beOn cinque anni dalla tragedia del Secchia che ha spazzato via una vita umana, i beni di innumerevoli famiglie e impoverito la nostra terra svalutando grandemente i nostri beni immobili. Ciò, senza contare l’incredibile dose di stress che si impadronisce di noi tutti appena vediamo il cielo oscurarsi, la pioggia permanere e il livelli idrometrici dei nostri fiumi -soprattutto il Secchia- alzarsi fino a raggiungere quote di imminente pericolo. Per poi assistere all’immobilità per giorni e giorni di questo vero e proprio mare, che sottopone gli argini a pressioni continuative terrificanti.

Nel direttivo del 12 giugno è stato anche deciso di varare due iniziative volte a creare maggiore rappresentatività ai cittadini e trasparenza sull’operato che concerne i nostri fiumi. Si tratta rispettivamente dei progetti “Cohesion Citizen Group” e “Board Transparency River”. Il primo si propone l’aggregazione dei comuni rivieraschi alla spinta risanatrice del nostro nodo idraulico con criteri d’eccellenza, di cui il comitato ArginiaMO si fa promotore; il secondo invece è teso alla creazione da parte degli enti di competenza di un semplice portale internet in cui i cittadini tutti potranno identificare in maniera intuitiva ed immediata qualsiasi punto del tracciato idraulico, vederne la situazione idrogeologica, la presenza di eventuali cantieri e soprattutto prendere conoscenza dei lavori programmati, del loro stato di avanzamento, del responsabile, del costo dell’intervento e della tempistica, compresi eventuali ritardi. È da 2014 che ArginiaMO questa innocente e legittima richiesta di chiarezza.NIAM

Il 12 giugno 2019 si è tenuta la riunione del direttivo di ArginiaMO, il comitato cittadino della Bassa Modenese sorto all’indomani dell’alluvione del fiume Secchia finalizzato alla messa in sicurezza di questo problematico nodo idraulico, e che oggi conta quasi 500 iscritti con una frequenza di visite alla propria pagina FaceBook sempre più diffusa (https://www.facebook.com/ArginiaMO.gennaio.2014/). L’Ordine del Giorno comprendeva parecchi punti, tra cui la nomina del nuovo presidente, dopo la tristissima dipartita di Stefano Brandoli. Il neo-presidente eletto è Vittorio Cajò, che molti conoscono, soprattutto a Bastiglia.
Per onorare questa nomina, ma soprattutto per svolgere in maniera del tutto scevra da ombre di possibili conflitti di interesse per quanto praticamente inesistenti, Vittorio Cajò lascia da questo momento ogni forma di attivismo politico. Il Comitato Cittadino ArginiaMO (comitato.arginiamo.gennaio2014@gmail.com) è prima di tutto infatti un soggetto apolitico. Ciò significa che il comitato si rivolge a qualsiasi amministratore della cosa pubblica, in quanto democraticamente eletto dai cittadini, al di là di qualsiasi colore politico.
Perciò, tutti i cittadini che si riconoscono nella battaglia portata avanti da ArginiaMO per la messa in sicurezza reale e concreta del nostro nodo idraulico devono sapere che essi sono chiamati a fare ogni giorno di più “massa critica” per sopportare anche grazie ad ArginiaMO i propri sindaci, che sono l’interlocutore con il potere centrale.
Solo così infatti, tutti assieme i sindaci con i cittadini che essi rappresentano, si potrà riuscire a sormontare ciò che ad oggi appare ancora insormontabile oltre ché irragionevole dopo ben cinque anni dalla tragedia del Secchia che ha spazzato via una vita umana, i beni di innumerevoli famiglie e impoverito la nostra terra svalutando grandemente i nostri beni immobili. Ciò, senza contare l’incredibile dose di stress che si impadronisce di noi tutti appena vediamo il cielo oscurarsi, la pioggia permanere e il livelli idrometrici dei nostri fiumi -soprattutto il Secchia- alzarsi fino a raggiungere quote di imminente pericolo. Per poi assistere all’immobilità per giorni e giorni di questo vero e proprio mare, che sottopone gli argini a pressioni continuative terrificanti.

Nel direttivo del 12 giugno è stato anche deciso di varare due iniziative volte a creare maggiore rappresentatività ai cittadini e trasparenza sull’operato che concerne i nostri fiumi. Si tratta rispettivamente dei progetti “Cohesion Citizen Group” e “Board Transparency River”. Il primo si propone l’aggregazione dei comuni rivieraschi alla spinta risanatrice del nostro nodo idraulico con criteri d’eccellenza, di cui il comitato ArginiaMO si fa promotore; il secondo invece è teso alla creazione da parte degli enti di competenza di un semplice portale internet in cui i cittadini tutti potranno identificare in maniera intuitiva ed immediata qualsiasi punto del tracciato idraulico, vederne la situazione idrogeologica, la presenza di eventuali cantieri e soprattutto prendere conoscenza dei lavori programmati, del loro stato di avanzamento, del responsabile, del costo dell’intervento e della tempistica, compresi eventuali ritardi. È da 2014 che ArginiaMO questa innocente e legittima richiesta di chiarezza.

Rubriche

Glocal
Il 50% della ricchezza mondiale in mano a pochi
Secondo una ricerca realizzata dalla Boston Consulting Group, denominata, “Global Wealth 2019: Reigniting Radical Growth”, la ricchezza finanziaria privata nel mondo a fine 2018 ha raggiunto i 206 mila miliardi di dollari: 1,9 volte il PIL mondiale.leggi tutto
Consigli di salute
Alzheimer, la salute di denti e gengive aiuta a ridurne il rischio
Uno studio ha dimostrato come parodontite e Alzheimer siano collegati: ecco perché prendersi cura dei denti è importante leggi tutto
Consigli di salute
Denti e postura, il legame è stretto
Tanti i disturbi correlati: emicrania, dolori nella masticazione, ma anche ernia del disco e tendiniti.leggi tutto
Glocal
Secondo trimestre del 2019: probabile PIL negativo
Il Rapporto annuale dell’Istat sulla situazione macroeconomica del Paese, sentenzia in modo chiaro che nel secondo trimestre dell’anno in corso è prevista una forte contrazione del PIL, al punto che si prevede una differenza negativa rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.leggi tutto
Glocal
Le elezioni dei numeri
La Lega, partito politico che non ha mai nascosto il proprio euroscetticismo, anzi ne ha fatto anche una sorta di portabandiera, è il primo partito italiano che occuperà più scranni nell’Europarlamento.leggi tutto
Glocal
Finanza alternativa – le banche aprono al crowdfunding?
Sebbene in forte ritardo rispetto al Regno Unito, che già nel 2012 presentava numeri da capogiro, in Italia l’equity crowdfunding sta crescendo molto.leggi tutto
Emergenza fiumi, cosa accade in montagna? -LO SPECIALE
Disboscamento e consumo di suolo hanno conseguenze pesanti sull'attività dei corsi d'acqua che poi arrivano da noileggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchDopo il sisma, tornano a suonare le campane della chiesa di Cavezzo
    • WatchNuova vita per le tartarughe abbandonate grazie alla Fattoria Bosco Saliceta
    • WatchL'esplosione della bomba di San Felice ripresa da terra

    Curiosità

    Da Mirandola ecco Raffy che ci porta a ballare Al Chiringuito
    Da Mirandola ecco Raffy che ci porta a ballare Al Chiringuito
    La giovane, al secolo Raffaella Maria Senese, è già nella Top 10 della classifica radio Airplay con il brano "Tortellini in Lamborghini".[...]
    È di Soliera il campione italiano di scacchi under 10
    È di Soliera il campione italiano di scacchi under 10
    Dall'1 all'11 agosto sarà con la Nazionale agli Europei di Bratislava[...]
    Passa un trasporto eccezionale, si deve rafforzare ponte Ciro Menotti
    Passa un trasporto eccezionale, si deve rafforzare ponte Ciro Menotti
    Per questo motivo nell’area sotto al ponte è vietata la sosta fino a lunedì 22 luglio[...]
    Il lambrusco al bar di Modena si paga con i bit coin
    Il lambrusco al bar di Modena si paga con i bit coin
    il titolare del wine shop Lambruscheria ha deciso di accettare in pagamento le monete virtuali[...]
    Schiuma nel fiume Panaro: sembra ammoniaca, ma non si sa da dove arriva
    Schiuma nel fiume Panaro: sembra ammoniaca, ma non si sa da dove arriva
    Grandi macchie di sostanza bianca erano comparse a pelo d'acqua nei giorni scorsi[...]
    Il politico Andrea Galli sposa Carlotta Corno
    Il politico Andrea Galli sposa Carlotta Corno
    Tra i partecipanti i politici forzisti della Bassa, da Giorgio Cavazzoli (consigliere comunale a Finale Emilia) a Marian Lugli (consigliere comunale a Mirandola)[...]
    Successo per i Giganti della Bassa, tra grandi alberi e grandissimi piatti
    Successo per i Giganti della Bassa, tra grandi alberi e grandissimi piatti
    Un cedro a Medolla, un pioppo a Cavezzo e una quercia a Soliera sono gli alberi più grandi della Bassa[...]
    Rivara, c'è una sorpresa: il campanile ritorna... bicolore
    Rivara, c'è una sorpresa: il campanile ritorna... bicolore
    Sabato l'inaugurazione: la novità sarà il ritorno, dopo oltre trent'anni in rosa, a tinte in sintonia con quelle della chiesa[...]
    La giunta di Bellelli si presenta... con gli effetti speciali
    La giunta di Bellelli si presenta... con gli effetti speciali
    Esilarante siparietto quello che è andato in scena su Facebook[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: