Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
SulPanaro Expo SulPanaro Expo

Rivara, c’è una sorpresa: il campanile ritorna… bicolore

SAN FELICE SUL PANARO – Ora che sono stati smontati i ponteggi e le protezioni che ne celavano le novità agli sguardi, la nuova tinta del campanile di Rivara – che verrà inaugurato, con la chiesa, il 29 giugno – è una sorpresa.

Una novità magari difficile da capire per chi ha meno di trent’anni, un ritorno al passato per chi ha qualche anno in più e si ricorda come, nella seconda metà del 1987, da un giorno all’altro il campanile della frazione diventò d’un tratto rosa.

L’articolo prosegue dopo la fotogallery

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il campanile negli anni ’70: il”bicolore” si nota già qui

Già, perché la torre campanaria di Rivara – eretta nel 1486 – è tornata bicolore. Detta con le definizioni cromatiche dell’uomo della strada (perché quelle ufficiali sono ben più precise, tecniche ed evocative) sarà sui toni del bianco e del rosso, in sintonia con le tinte della facciata della chiesa che verrà solennemente riaperta il prossimo 29 giugno. Un ritorno al passato, si diceva, perché di quei toni erano, di fatto, le tinte ottocentesche, quelle che poi nel corso del Novecento degradarono sino a diventare, per qualche decennio, una variazione cromatica del rossastro intaccato dalle polveri e del grigio scrostato.

Sino, appunto, al restauro del 1987, un consolidamento strutturale che ebbe notevoli effetti anche sull’estetica, con quel rosa che a tanti – diciamolo pure – sulle prime parve un pugno in un occhio. Allora venne ricollocato in sede anche l’orologio, che non funzionava da almeno trent’anni, scrostato anch’esso, e ripresero a suonare persino le campane.

“Il campanile di Rivara”, la copertina (1989)

Alcune immagini del campanile che fu e che, nell’idea, tornerà al passato, le pubblichiamo qui. Sono tratte dalla pubblicazione “Il campanile di Rivara”, redatta nel 1989 dallo storico parroco della frazione, don Giuseppe Paradisi, e illustrata da numerose immagini d’archivio e dalle fotografie di Graziano Maccaferri e Antonio Carli. Si tratta di una preziosa opera di storia locale che si affianca alle “Memorie storiche di Rivara”, scritte dal medesimo don Paradisi, Mauro Calzolari e Guido Ragazzi fra gli anni ’70 e gli anni ’80. Proprio nel libretto si leggono i motivi della precedente tinta rosa: “Il dato di partenza è stato la traccia di rosso sagramatura – scrisse l’architetto Sergio Piconi – riscontrato sulle cornici. La scelta della scansione dei colori ha privilegiato la figura settecentesca del campanile, così come valenza architettonica dominante, scegliendo toni cromatici di una stessa tinta poco contrastanti tra loro”. Il contrasto originario ora tornerà, e sarà, per Rivara, un singolare cambiamento in quello che da sempre è il più distintivo simbolo della frazione.

A proposito di Don Paradisi – originario di Castelnuovo Rangone, fu parroco a Rivara per 53 anni e morì nel 2010, proprio nel giorno della Natività di Maria, patrona di Rivara – è interessante ricordare come per il campanile (malridotto quando entrò in parrocchia, e che tale più o meno rimase sino al 1987, salvo un restauro del 1962) abbia sempre avuto una sorta di predilezione. Tanto nelle “Memorie storiche” quanto nell’opera ad esso dedicata, i cenni storiografici e gli aneddoti (su campanile e campanari) sono numerosi e articolati, scritti peraltro con una prosa particolarmente ricercata e che è ancora oggi piacevole leggere. Lo chiamava “questo campaniele”, citando letteralmente l’inizio dell’iscrizione che si trova nella targa sul lato sud della torre e che racconta della nascita del campanile stesso.

Il 29 giugno, dopo la Messa inaugurale, Davide Calanca, progettista e direttore dei lavori, spiegherà questa scelta come tante altre compiute sulla chiesa, comprese le importanti scoperte artistiche e archeologiche e i prossimi lavori su alcuni oggetti a corredo della chiesa che verranno inaugurati per la Sagra.

 

sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017

Rubriche

Consigli di salute
Stress da rientro? L'alimentazione può dare una mano
Un’ importante strategia che consente di aumentare il livello di serotonina è effettuare un’attività fisica regolareleggi tutto
Consigli di salute
Il rapporto tra denti e postura
Prima si va dal dentista, meglio è: sarà più semplice correggere un allineamento irregolare delle arcate e, quindi, un eventuale difetto della postura.leggi tutto
Glocal
Sud Italia in profonda crisi: cresce il divario tra Nord e Sud
Nel rapporto Svimez sul Mezzogiorno italiano, si delinea un quadro socio-economico sconcertante, a causa soprattutto della ormai consolidata incapacità delle istituzioni locali di erogare servizi che vadano verso il benessere di imprese e cittadini, e con una sempre maggiore presenza delle varie mafie locali all’interno delle istituzioni stesse.leggi tutto
Consigli di salute
I denti e la loro funzione: qual è la differenza fra incisivi, canini, premolari e molari?
Ogni tipo ha una posizione ben precisa lungo l’arcata dentale e svolge una funzione specificaleggi tutto
Glocal
Settore ICT: 45mila posti di lavoro nel triennio 2019 - 2021
Secondo un’indagine realizzata da Confindustria, su dati raccolti da Istat e Unioncamere, nel triennio 2019 – 2021, nel settore ICT si stima una offerta di lavoro che supererà le 45.000 unità.leggi tutto
Glocal
Il 50% della ricchezza mondiale in mano a pochi
Secondo una ricerca realizzata dalla Boston Consulting Group, denominata, “Global Wealth 2019: Reigniting Radical Growth”, la ricchezza finanziaria privata nel mondo a fine 2018 ha raggiunto i 206 mila miliardi di dollari: 1,9 volte il PIL mondiale.leggi tutto
Consigli di salute
Alzheimer, la salute di denti e gengive aiuta a ridurne il rischio
Uno studio ha dimostrato come parodontite e Alzheimer siano collegati: ecco perché prendersi cura dei denti è importante leggi tutto
Consigli di salute
Denti e postura, il legame è stretto
Tanti i disturbi correlati: emicrania, dolori nella masticazione, ma anche ernia del disco e tendiniti.leggi tutto
Glocal
Secondo trimestre del 2019: probabile PIL negativo
Il Rapporto annuale dell’Istat sulla situazione macroeconomica del Paese, sentenzia in modo chiaro che nel secondo trimestre dell’anno in corso è prevista una forte contrazione del PIL, al punto che si prevede una differenza negativa rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchDopo il sisma, tornano a suonare le campane della chiesa di Cavezzo
    • WatchNuova vita per le tartarughe abbandonate grazie alla Fattoria Bosco Saliceta
    • WatchL'esplosione della bomba di San Felice ripresa da terra

    Curiosità

    Ecco il volto della mummia in 3D
    Ecco il volto della mummia in 3D
    Appartiene alla collezione egizia dei Musei civici di Modena[...]
    Nasce il Centro di soccorso e cura delle tartarughe marine
    Nasce il Centro di soccorso e cura delle tartarughe marine
    Ha trovato casa nella sede di Arpae, dove sorgono due vasche ad hoc[...]
    C'è un po' di Emilia-Romagna nel nuovo Governo
    C'è un po' di Emilia-Romagna nel nuovo Governo
    Con i ministri Franceschini e De Micheli[...]
    Praticamente tutti i giorni sopra i 30 gradi, agosto da incubo quello del 2019
    Praticamente tutti i giorni sopra i 30 gradi, agosto da incubo quello del 2019
    La temperatura minima più bassa è risultata di 18.9°C il giorno 16, un fresco solo relativo, di poco sotto la media.[...]
    Perde i sensi da sola in casa, dopo 3 giorni la salva il dentista
    Perde i sensi da sola in casa, dopo 3 giorni la salva il dentista
    Non si era presentata a un appuntamento e l'uomo si era preoccupato[...]
    "Spostate quel cammello". Ubriaco crea scompiglio a San Felice
    "Spostate quel cammello". Ubriaco crea scompiglio a San Felice
    A bordo della sua auto si era fermato in mezzo alla strada e si era messo a suonare convulsamente il clacson[...]
    Troppa plastica nei mari, ce lo ricorda il container diventato opera d'arte a Novi
    Troppa plastica nei mari, ce lo ricorda il container diventato opera d'arte a Novi
    L'opera è stata ideata e realizzata da 3 artisti: Marcello Buganza in arte Cello, Emma Gandolfi (Zia Memmi) e Stefano Tincani.[...]
    Gattini abbandonati in un giardino, salvati
    Gattini abbandonati in un giardino, salvati
    Sono appena nati, hanno bisogno di molte cure poi saranno pronti per essere adottati[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: