SulPanaro Expo SulPanaro Expo

Rivara, c’è una sorpresa: il campanile ritorna… bicolore

SAN FELICE SUL PANARO – Ora che sono stati smontati i ponteggi e le protezioni che ne celavano le novità agli sguardi, la nuova tinta del campanile di Rivara – che verrà inaugurato, con la chiesa, il 29 giugno – è una sorpresa.

Una novità magari difficile da capire per chi ha meno di trent’anni, un ritorno al passato per chi ha qualche anno in più e si ricorda come, nella seconda metà del 1987, da un giorno all’altro il campanile della frazione diventò d’un tratto rosa.

L’articolo prosegue dopo la fotogallery

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il campanile negli anni ’70: il”bicolore” si nota già qui

Già, perché la torre campanaria di Rivara – eretta nel 1486 – è tornata bicolore. Detta con le definizioni cromatiche dell’uomo della strada (perché quelle ufficiali sono ben più precise, tecniche ed evocative) sarà sui toni del bianco e del rosso, in sintonia con le tinte della facciata della chiesa che verrà solennemente riaperta il prossimo 29 giugno. Un ritorno al passato, si diceva, perché di quei toni erano, di fatto, le tinte ottocentesche, quelle che poi nel corso del Novecento degradarono sino a diventare, per qualche decennio, una variazione cromatica del rossastro intaccato dalle polveri e del grigio scrostato.

Sino, appunto, al restauro del 1987, un consolidamento strutturale che ebbe notevoli effetti anche sull’estetica, con quel rosa che a tanti – diciamolo pure – sulle prime parve un pugno in un occhio. Allora venne ricollocato in sede anche l’orologio, che non funzionava da almeno trent’anni, scrostato anch’esso, e ripresero a suonare persino le campane.

“Il campanile di Rivara”, la copertina (1989)

Alcune immagini del campanile che fu e che, nell’idea, tornerà al passato, le pubblichiamo qui. Sono tratte dalla pubblicazione “Il campanile di Rivara”, redatta nel 1989 dallo storico parroco della frazione, don Giuseppe Paradisi, e illustrata da numerose immagini d’archivio e dalle fotografie di Graziano Maccaferri e Antonio Carli. Si tratta di una preziosa opera di storia locale che si affianca alle “Memorie storiche di Rivara”, scritte dal medesimo don Paradisi, Mauro Calzolari e Guido Ragazzi fra gli anni ’70 e gli anni ’80. Proprio nel libretto si leggono i motivi della precedente tinta rosa: “Il dato di partenza è stato la traccia di rosso sagramatura – scrisse l’architetto Sergio Piconi – riscontrato sulle cornici. La scelta della scansione dei colori ha privilegiato la figura settecentesca del campanile, così come valenza architettonica dominante, scegliendo toni cromatici di una stessa tinta poco contrastanti tra loro”. Il contrasto originario ora tornerà, e sarà, per Rivara, un singolare cambiamento in quello che da sempre è il più distintivo simbolo della frazione.

A proposito di Don Paradisi – originario di Castelnuovo Rangone, fu parroco a Rivara per 53 anni e morì nel 2010, proprio nel giorno della Natività di Maria, patrona di Rivara – è interessante ricordare come per il campanile (malridotto quando entrò in parrocchia, e che tale più o meno rimase sino al 1987, salvo un restauro del 1962) abbia sempre avuto una sorta di predilezione. Tanto nelle “Memorie storiche” quanto nell’opera ad esso dedicata, i cenni storiografici e gli aneddoti (su campanile e campanari) sono numerosi e articolati, scritti peraltro con una prosa particolarmente ricercata e che è ancora oggi piacevole leggere. Lo chiamava “questo campaniele”, citando letteralmente l’inizio dell’iscrizione che si trova nella targa sul lato sud della torre e che racconta della nascita del campanile stesso.

Il 29 giugno, dopo la Messa inaugurale, Davide Calanca, progettista e direttore dei lavori, spiegherà questa scelta come tante altre compiute sulla chiesa, comprese le importanti scoperte artistiche e archeologiche e i prossimi lavori su alcuni oggetti a corredo della chiesa che verranno inaugurati per la Sagra.

 

Rubriche

Glocal
Il 50% della ricchezza mondiale in mano a pochi
Secondo una ricerca realizzata dalla Boston Consulting Group, denominata, “Global Wealth 2019: Reigniting Radical Growth”, la ricchezza finanziaria privata nel mondo a fine 2018 ha raggiunto i 206 mila miliardi di dollari: 1,9 volte il PIL mondiale.leggi tutto
Consigli di salute
Alzheimer, la salute di denti e gengive aiuta a ridurne il rischio
Uno studio ha dimostrato come parodontite e Alzheimer siano collegati: ecco perché prendersi cura dei denti è importante leggi tutto
Consigli di salute
Denti e postura, il legame è stretto
Tanti i disturbi correlati: emicrania, dolori nella masticazione, ma anche ernia del disco e tendiniti.leggi tutto
Glocal
Secondo trimestre del 2019: probabile PIL negativo
Il Rapporto annuale dell’Istat sulla situazione macroeconomica del Paese, sentenzia in modo chiaro che nel secondo trimestre dell’anno in corso è prevista una forte contrazione del PIL, al punto che si prevede una differenza negativa rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.leggi tutto
Glocal
Le elezioni dei numeri
La Lega, partito politico che non ha mai nascosto il proprio euroscetticismo, anzi ne ha fatto anche una sorta di portabandiera, è il primo partito italiano che occuperà più scranni nell’Europarlamento.leggi tutto
Glocal
Finanza alternativa – le banche aprono al crowdfunding?
Sebbene in forte ritardo rispetto al Regno Unito, che già nel 2012 presentava numeri da capogiro, in Italia l’equity crowdfunding sta crescendo molto.leggi tutto
Emergenza fiumi, cosa accade in montagna? -LO SPECIALE
Disboscamento e consumo di suolo hanno conseguenze pesanti sull'attività dei corsi d'acqua che poi arrivano da noileggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchDopo il sisma, tornano a suonare le campane della chiesa di Cavezzo
    • WatchNuova vita per le tartarughe abbandonate grazie alla Fattoria Bosco Saliceta
    • WatchL'esplosione della bomba di San Felice ripresa da terra

    Curiosità

    Va a rapinare la farmacia vestito da cowboy
    Va a rapinare la farmacia vestito da cowboy
    Si tratta di un pregiudicato 50enne vecchia conoscenza dei Carabinieri[...]
    I successi dell'Emilia-Romagna raccontati dai francobolli del mondo
    I successi dell'Emilia-Romagna raccontati dai francobolli del mondo
    Presentata la nuova pubblicazione “Emilia-Romagna. Una Regione fra i dentelli europei”[...]
    Da Mirandola ecco Raffy che ci porta a ballare Al Chiringuito
    Da Mirandola ecco Raffy che ci porta a ballare Al Chiringuito
    La giovane, al secolo Raffaella Maria Senese, è già nella Top 10 della classifica radio Airplay con il brano "Tortellini in Lamborghini".[...]
    È di Soliera il campione italiano di scacchi under 10
    È di Soliera il campione italiano di scacchi under 10
    Dall'1 all'11 agosto sarà con la Nazionale agli Europei di Bratislava[...]
    Passa un trasporto eccezionale, si deve rafforzare ponte Ciro Menotti
    Passa un trasporto eccezionale, si deve rafforzare ponte Ciro Menotti
    Per questo motivo nell’area sotto al ponte è vietata la sosta fino a lunedì 22 luglio[...]
    Il lambrusco al bar di Modena si paga con i bit coin
    Il lambrusco al bar di Modena si paga con i bit coin
    il titolare del wine shop Lambruscheria ha deciso di accettare in pagamento le monete virtuali[...]
    Schiuma nel fiume Panaro: sembra ammoniaca, ma non si sa da dove arriva
    Schiuma nel fiume Panaro: sembra ammoniaca, ma non si sa da dove arriva
    Grandi macchie di sostanza bianca erano comparse a pelo d'acqua nei giorni scorsi[...]
    Il politico Andrea Galli sposa Carlotta Corno
    Il politico Andrea Galli sposa Carlotta Corno
    Tra i partecipanti i politici forzisti della Bassa, da Giorgio Cavazzoli (consigliere comunale a Finale Emilia) a Marian Lugli (consigliere comunale a Mirandola)[...]
    Successo per i Giganti della Bassa, tra grandi alberi e grandissimi piatti
    Successo per i Giganti della Bassa, tra grandi alberi e grandissimi piatti
    Un cedro a Medolla, un pioppo a Cavezzo e una quercia a Soliera sono gli alberi più grandi della Bassa[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: