Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Biometano a Concordia, per il Consiglio Comunale “Governo e Parlamento devono assumersi le proprie responsabilità”

CONCORDIA SULLA SECCHIA – Nuovo capitolo nella vicenda biometano a Concordia. Nella seduta del 16 luglio il Consiglio Comunale ha votato – come definito dal capogruppo Pd Paolo Negro – un atto “politico significativo votato, incentrato su una delle più gravi criticità e motivi di contrarietà alla realizzazione a Concordia del progetto di impianto per la produzione di biometano presentato da privati, la società Bio-Bibimat”.

“Il fatto – spiega ancora Negro – che questo impianto, se mai fosse realizzato, dovrebbe vivere della materia prima (rifiuti organici) prodotti in larga parte da fuori territorio provinciale e regionale. Un non senso rispetto ai principi dell’economia circolare, alla logica della sostenibilità ambientale, agli indirizzi comunitari di garantire l’autosufficienza nel trattamento dei rifiuti”.

Come annunciato nella prima seduta di insediamento del Consiglio Comunale, per iniziativa del gruppo consiliare di maggioranza, a firma del capogruppo Paolo Negro, il Consiglio Comunale ha votato, a maggioranza, una mozione che verte su questo vuoto legislativo ritenuto “grave” e chiede al governo gialloverde di sanarlo.

Scrive Negro in una nota:

“Chiediamo alla Regione Emilia-Romagna di proseguire e rafforzare, insieme alle Regioni Lombardia e Veneto, l’azione politica verso il Governo per ottenere, nell’ambito dell’autonomia differenziata ex art. 116 della Costituzione, anche il potere che stanno chiedendo di limitare e governare la proliferazione indiscriminata di impianti per la produzione di biometano che non corrispondo al reale fabbisogno del territorio in cui vanno a insediarsi, come nel caso di Concordia. Dopo il voto di ieri sera, scriveremo al Governo e a tutti i parlamentari della Repubblica, a partire da quelli eletti nella nostra Regione, perché convergano verso la rapida attribuzione di questo potere alle Regioni, travalicando i confini dell’attuale maggioranza e minoranza parlamentare, nel nome dell’interesse superiore delle comunità locali e dei cittadini. L’attuale modalità di ‘concessione a pioggia’ degli incentivi per la produzione di biometano nulla ha a che fare con l’economia circolare: premia come se fosse ‘ecologico’ anche il biometano prodotto spostando rifiuti coi camion da tutta Italia.

Le Regioni devono avere quindi il potere di non autorizzare la realizzazione di impianti che esorbitino la produzione di rifiuti organici, ossia della materiale prima, sul territorio in cui si insediano, il potere cioè di subordinare la realizzazione di nuovi impianti di gestione dei rifiuti al fabbisogno regionale, al fine anche di garantire la piena attuazione del principio comunitario dell’autosufficienza nella gestione dei rifiuti.

La Bassa Modenese è già dotata degli impianti per trattare e trasformare in energia i rifiuti organici, sfasci e potature, raccolti in modo differenziato sul territorio, che assommano a 30.000 tonnellate annue e la quantità di materia prima che affluirebbe a questo nuovo impanio proposto da Bio Bimat è 3 volte quella prodotta nella nostra area vasta. Spiace che la minoranza consiliare abbia votato contro questa iniziativa, senza proporre alcun emendamento ed asserendo, in sostanza, che non serve ‘disturbare Governo e Parlamento’. Ci dispiace, ma ognuno deve fare la propria parte ed assumersi la propria responsabilità. Dobbiamo agire ed agiremo su tutte le leve possibili, nessuna esclusa, per realizzare la volontà dei cittadini di Concordia che non si realizzi questo impianto, fra le quali anche quella di ‘scomodare’ Governo e Parlamento chiamandoli ad assumersi la propria responsabilità. La politica delle energie rinnovabili è una politica nazionale: non possiamo far finta di non sapere che se privati vogliono realizzare questo impianto a Concordia, pur non servendo al nostro territorio, è proprio perché c’è questo vuoto nell’impostazione legislativa nazionale, un vuoto che va rapidamente colmato.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto
Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Recuperato l'antico manoscritto che venne rubato dall'Abbazia di Nonantola
    Recuperato l'antico manoscritto che venne rubato dall'Abbazia di Nonantola
    Era stato messo in vendita sul web, sul mercato antiquario. Il 22 gennaio, venerdì, si terrà una cerimonia pubblica per la riconsegna del manoscritto recuperato.[...]
    Con le "Storie a domicilio", il progetto TiPì riparte nella Bassa
    Con le "Storie a domicilio", il progetto TiPì riparte nella Bassa
    Ripartono le attività di TiPì – Stagione di Teatro Partecipato, il progetto che dal 2016 anima la vita culturale dell'Area Nord della provincia di Modena, con l'iniziativa TPCM – Storie a domicilio.[...]
    Da Eurosets a Medolla la riunione è in stile giapponese
    Da Eurosets a Medolla la riunione è in stile giapponese
    Inaugurata l’innovativa sala Obeya, di tradizione nipponica, per migliorare i processi decisionali, la creatività e il lavoro di squadra[...]
    I bimbi vanno in sala operatoria con la Bmw al Policlinico di Modena
    I bimbi vanno in sala operatoria con la Bmw al Policlinico di Modena
    AutoClub, storica concessionaria BMW di Modena ha donato due BMW I8 Spyder Toy Car che accompagneranno il bimbo in sala operatoria. [...]
    Il Comune di Medolla forma le liste di leva per i nati del 2004, chiamata alle armi in vista?
    Il Comune di Medolla forma le liste di leva per i nati del 2004, chiamata alle armi in vista?
    E' un atto burocratico perché il servizio militare obbligatorio non è scomparso, ma sospeso. E periodicamente si parla di renderlo operativo, come adesso per il Coronavirus[...]
    Già diversi casi di pettirossi incollati, colpa della colla per topi in ambienti esterni
    Già diversi casi di pettirossi incollati, colpa della colla per topi in ambienti esterni
    L'allarme dell'associazione "Il Pettirosso" che si trova a curare gli uccellini rimasti incollati[...]
    Giovane, laureato, impiegato e ama i social media: ecco chi va ai festival cinematografici
    Giovane, laureato, impiegato e ama i social media: ecco chi va ai festival cinematografici
    I dati di un'indagine sul pubblico condotta da Regione e DamsLab, attraverso l'analisi di 25 manifestazioni di settore in Emilia-Romagna[...]
    I personaggi illustri della Bassa: Gregorio Agnini di Finale, deputato e pioniere del socialismo italiano
    I personaggi illustri della Bassa: Gregorio Agnini di Finale, deputato e pioniere del socialismo italiano
    La Bassa territorio di personaggi illustri, oggi si parla del deputato finalese Gregorio Agnini: pioniere del socialismo italiano e fondatore delle leghe dei braccianti in Emilia.[...]
    Domenica attesa la neve anche nella Bassa
    Domenica attesa la neve anche nella Bassa
    Durerà poco ma dovrebbe poggiarsi[...]