Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
SulPanaro Expo SulPanaro Expo

A Soliera la musica di sabato è nel segno del Mediterraneo

SOLIERA – Si sviluppa nel segno del Mar Mediterraneo, il grande continente liquido” secondo la definizione di Fernand Braudel, culla di civiltà e teatro di naufragi, la giornata di sabato 6 luglio ad Arti Vive Festival, a Soliera. Tutto a ingresso gratuito. Si comincia alle 19 in piazza Fratelli Sassi con Takoua Ben Mohamed, fumettista nata in Tunisia e approdata a Roma da bambina con la famiglia, una brillante rappresentante della cosiddetta “seconda generazione”. Nel suo ultimo graphic novel “La rivoluzione dei gelsomini”, pubblicato da becco Giallo, Takoua racconta le vicende che hanno costretto il popolo tunisino a ricorrere alla Rivoluzione per riprendersi un Paese in declino e abbandonato a se stesso.
Alle 20.30, in piazza Lusvardi, prenderà avvio il programma musicale live. A salire sul palco saranno per primi i musicisti del progetto “Marinai”, l’espressione artistica di una felie interazione tra ragazzi migranti e coetanei italiani. La musica e la costruzione di strumenti musicali realizzati con materiali di scarto sono il mezzo per creare relazioni. Il progetto Marinai è a cura di SPRAR Reggio Emilia e Banda Rulli Frulli.
Alle 22 toccherà all’evento clou della serata: Mediterraneo. Undici musicisti su un unico palco, per una sola volta, per creare un’irripetibile performance di improvvisazione musicale: così come il Mar Mediterraneo rappresenta da millenni un luogo di incontro di popoli e di culture, il progetto “Mediterraneo” nasce per mettere in musica, con coraggio e orgoglio, il valore e l’importanza della coesistenza e della contaminazione. Con James Holden, Emma-Jean Thackray, Populous, Any Other, Machweo, Bienoise, Flu (Inude), Laura Agnusdei, Giulio Stermieri, Antonio Rapa e Dario Martorana, per un evento ideato dal circolo Mattatoyo di Carpi.
Alle 20.45, in piazza Sitti, va in scena “Stanno tutti male”, lo spettacolo che vede insieme Stefano Cenci, Riccardo Goretti e il cantautore Colapesce, per quella che gli autori definiscono “uno studio collettivo sull’infelicità individuale”. Lo spettacolo ha debuttato in inverno con successo al Teatro Fabbricone di Prato. Un affresco teatrale sull’uomo contemporaneo, per sentire in cosa crede, di cosa ha paura, cosa lo fa stare bene e cosa male e possibilmente riderne, riderne molto, smisuratamente.
Poi, da mezzanotte in poi, il Dopo Festival al Dude, presso Habitat (via Berlinguer 201).

A far da contorno conviviale ci saranno anche il Soliera Street Food e il mercatino handmade: da giovedì 4 a domenica 7 luglio il centro di Soliera sarà popolato da bancarelle originali, stand e food-truck pieni di prodotti tipici da tutta Italia.
Arti Vive Festival ama l’ambiente. In collaborazione con gli esercenti del centro storico, l’organizzazione si impegna in modo attivo, anche quest’anno, affinché durante i giorni di Festival vengano utilizzati, in tutti i punti di somministrazione, esclusivamente bicchieri riutilizzabili ecosostenibili, riducendo al minimo il consumo di plastica e la produzione di rifiuti.
www.artivivefestival.it

Questo slideshow richiede JavaScript.

Mediterraneo: undici artisti per una jam session irripetibile
Il concerto di sabato 6 luglio, alle 22, in piazza Lusvardi a Soliera. Ingresso libero.

Arti Vive Festival fa incontrare i musicisti fra loro: accadrà sabato 6 luglio con Mediterraneo, una serata unica fra elettronica, performance artistica e jam session che vedrà esibirsi undici artisti: James Holden, Populous, Any Other, Emma-Jean Thackray, Machweo, Bienoise, Flu (Inude), Laura Agnusdei, Giulio Stermieri, Antonio Rapa Dario MartoranaL’ingresso sarà gratuito.

Dieci musicisti che si ritroveranno su un unico palco in piazza Lusvardi, per una sola volta, per creare un’irripetibile performance di improvvisazione musicale: così come il Mar Mediterraneo rappresenta da millenni un luogo di incontro di popoli e di culture, il progetto “Mediterraneo” nasce per mettere in musica, con coraggio e orgoglio, il valore e l’importanza della coesistenza e della contaminazione. In un un’epoca storica in cui si assiste alla diffusione quotidiana e sistematica di messaggi di egoismo e di paura, di isolamento e chiusura, è necessario reagire creando momenti di dialogo ed apertura, densi di significato: l’idea della performance è infatti maturata all’interno del circolo Mattatoyo di Carpi, attraverso un lungo periodo di discussione sulla necessità di rappresentare l’attuale momento storico. Le ragazze e i ragazzi dell’associazione culturale da mesi portano avanti un ambizioso progetto di promozione culturale prima che musicale, che ha l’obiettivo di andare in controtendenza alle attuali logiche di predominio dell’individualità. La performance in programma ad Arti Vive Festival sarà il coronamento di quel percorso. La sera di sabato 6 luglio, diretta dal musicista Giorgio Spedicato aka Machweo, andrà infatti in scena un’improvvisazione musicale dall’alto valore simbolico: gli undici artisti coinvolti non porteranno sul palco la loro musica, ma lavoreranno alla creazione di qualcosa di nuovo, unico ed estemporaneo.
I protagonisti del progetto sono di enorme valore: ci sarà James Holden, autentico alfiere della sperimentazione elettronica contemporanea; ci sarà Emma-Jean Thackray, tra le migliori compositrici e producer del new jazz inglese; ci saranno Populous e Bienoise, nomi di punta della scena elettronica italiana; ci sarà Laura Agnusdei, sassofonista sperimentale, conosciuta anche per la collaborazione con i Julie’s Haircut e Any Other; ci sarà Flu degli Inude, band in ascesa nel panorama italiano; ci sarà Giulio Stermieri al piano, uno dei migliori pianisti del panorama jazz italiano; ci saranno Antonio Rapa, batterista eclettico, e Dario Martorana, chitarrista sperimentale, entrambi collaboratori di Machweo. E ci sarà la bravissima Any Other, in concerto solista nella giornata di domenica 7 luglio.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017

Rubriche

Glocal
L'economia del turpiloquio
Viviamo in una società dove il turpiloquio viene fin troppo (ab)usato come strumento per umiliare, opprimere e calpestare il prossimo, e che ha assunto un ruolo preponderante nella comunicazione tra gli individui.leggi tutto
Glocal
LA PAROLA AI MANAGER: l'Innovation Manager
Da alcuni giorni è stato pubblicato l’elenco dei consulenti dell’Albo del Mise per gli “Innovation Manager”.leggi tutto
Consigli di salute
Carie: un nemico silenzioso che può causare gravi malattie al cuore e ad altri organi
L’igiene orale? È più importante di quanto si possa immaginare. leggi tutto
Glocal
La parola ai manager: il Fractional Management
Il Fractional Manager non è che un Temporary Manager che in taluni casi opera part time.leggi tutto
Glocal
La parola ai manager: TEMPORARY MANAGEMENT, una opportunità per le PMI
Si può definire il TM come un manager a cui viene affidata la gestione temporanea di un determinato progetto, lavorando con un mandato operativo e integrandosi con la proprietà aziendale.leggi tutto
Consigli di salute
Insulino resistenza e alimentazione, il parere della dottoressa Federica Felicioni
L’invecchiamento stesso può predisporre alla insulino-resistenza con il conseguente aumento della glicemia.leggi tutto
Eco sisma bonus, tutto quel che bisogna sapere
Lo studio dell'architetto Malaguti di Concordia ci aiuta a capire cosa bisogna fare per ottenerlo.leggi tutto
Consigli di salute
Stress da rientro? L'alimentazione può dare una mano
Un’ importante strategia che consente di aumentare il livello di serotonina è effettuare un’attività fisica regolareleggi tutto
Consigli di salute
Il rapporto tra denti e postura
Prima si va dal dentista, meglio è: sarà più semplice correggere un allineamento irregolare delle arcate e, quindi, un eventuale difetto della postura.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchCome mandare via le cimici da casa, parla l'esperto
    • WatchLe sfogline trap di Mirandola
    • WatchL'esplosione della bomba di San Felice ripresa da terra

    Curiosità

    Nido gigante al cimitero di Cavezzo, il web si mobilita e sentenzia: sono vespulae germanicae
    Nido gigante al cimitero di Cavezzo, il web si mobilita e sentenzia: sono vespulae germanicae
    Personale della ditta che ha in gestione le operazioni cimiteriali ha già provveduto a metterlo in sicurezza e rimuoverlo[...]
    A Gorghetto pescato un pesce siluro di oltre 2 metri
    A Gorghetto pescato un pesce siluro di oltre 2 metri
    Una volta fatta la foto di rito il pesce siluro è stato liberato[...]
    La piena del Panaro vista dal drone - FOTO E VIDEO
    La piena del Panaro vista dal drone - FOTO E VIDEO
    l Consorzio Bonifica Burana ha mandato in volo un drone per riprendere le immagini dell'ultima storica ondata di piena[...]
    A Medolla la parrocchia di Villafranca fa scuola: è la più seguita d'Europa su Instagram
    A Medolla la parrocchia di Villafranca fa scuola: è la più seguita d'Europa su Instagram
    Ha oltre 1200 fan digitali, niente male per una piattaforma web dove spopolano balletti e influencers, ricette e panorami [...]
    Alla Acetum Cavezzo 200 dipendenti a scuola di sicurezza
    Alla Acetum Cavezzo 200 dipendenti a scuola di sicurezza
    In occasione del primo Safety day dell'azienda prima produttrice di balsamico al mondo[...]
    Un novembre caldo e con tanta, tanta pioggia. E' nuovo record
    Un novembre caldo e con tanta, tanta pioggia. E' nuovo record
    Più di metà della pioggia del 2019 è caduta nei soli due mesi di maggio e di novembre[...]
    Voleva le caramelle e scappa di casa a 3 anni
    Voleva le caramelle e scappa di casa a 3 anni
    E' stata trovata al supermercato, in ciabatte e pigiama, che girovagava tra le corsie[...]