Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
SulPanaro Expo SulPanaro Expo

Domato del tutto l’incendio alla Alba di Finale. Ma restano le perplessità dei cittadini

FINALE EMILIA – Domato del tutto l’incendio alla Alba di Finale scoppiato venerdì 6 settembre a causa di un fulmine che ha centato una rotoballa. Ci sono voluti diversi giorni perchè l’incendio ha attecchito su decine e decine di rotoballe,continuando a bruciare all’interno di esse per molto tempo.  A sei giorni di sistanza si ritiene “che l’incendio ormai si ritiene pressochè domato. Nella notte scorsa è rimasto attivo un presidio del Comando dei Vigili del Fuoco di Modena per permettere lo smassamento e spegnimento degli ultimi residui focolai”.

Intanto però l’Osservatorio Civico Ora Tocca a Noi punta il dito contro Arpae che non ha reso noti i dati relativi all’ozono che si è sprigionato nell’aria durante l’incendio. Scrive il portavoce Maurizio Poletti:

Gli incendi e l’Ozono.
L’Ozono è tra le principali sostanze che contribuiscono all’inquinamento atmosferico.
L’Ozono è un gas con capacità irritanti per gli occhi, le vie respiratorie e per le
mucose in genere.
Elevate concentrazioni di questo inquinante favoriscono l’insorgenza di disturbi
sanitari nella popolazione, in particolare per ciò che riguarda le malattie respiratorie.
L’Ozono è un inquinante fotochimico che si forma quando la radiazione solare
reagisce con gli inquinanti presenti nell’aria.
Gli inquinanti che favoriscono la produzione di ozono sono gli ossidi di azoto e i
COV (composti organici volatili) e guarda caso sono proprio gli inquinanti che si
originano a seguito di processi di combustione.
Quindi gli ossidi di azoto e i Cov sono considerati precursori dell’Ozono.
È proprio il parametro Ozono, che può indicarci il livello delle variazioni degli
inquinanti dopo un incendio.
Per cui sarà interessante verificare il dato analitico dell’Ozono della stazione di
Gavello (stazione più vicina al luogo dell’ennesimo incendio verificatosi in territorio
di Finale Emilia), dal 6 settembre (data dell’inizio incendio) in avanti.
Il fatto che Arpae non abbia ancora diramato il dato dell’Ozono della stazione di
Gavello (mentre è presente per altre stazioni), ci fa pensare e ci preoccupa.
Non dimentichiamo poi che nell’ultima rilevazione del 5 settembre i dati dell’Ozono
relativi sempre alla stazione di Gavello, erano i più alti di tutta la provincia di
Modena e questo testimonia la difficoltà ambientale in cui viviamo.
Sui giornali tra i parametri citati non c’è l’Ozono .
È l’Ozono il massimo inquinante in questo periodo dell’anno nel nostro territorio ed è
sempre l’Ozono che è la cartina di tornasole dei livelli di inquinamento post incendio.
Allora intanto vogliamo sapere quale è il valore dell’Ozono! Qui da noi si sfora
continuamente l’Ozono: è questo il dato che ci dice che viviamo in un luogo inquinato
!Lo ribadisco, qui da noi sforiamo continuamente il livello delle Pm in inverno e
sforiamo il livello dell’Ozono in estate !

Interpellato in merito, dal Resto del Carlino, il dottor Stefano Folli di Arpae dichiara che «in effetti la centralina di Gavello è guasta: il giorno 6, martedì, si è verificato un calo di tensione e di conseguenza abbiamo subito chiamato un tecnico. Il guasto è in corso di riparazione, e da oggi la centralina entrerà in funzione. Il giorno dell’incendio, tuttavia – spiega Folli – i venti tiravano verso sud est, in direzione opposta alla centralina».

Questo slideshow richiede JavaScript.

sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017

Rubriche

Consigli di salute
Stress da rientro? L'alimentazione può dare una mano
Un’ importante strategia che consente di aumentare il livello di serotonina è effettuare un’attività fisica regolareleggi tutto
Consigli di salute
Il rapporto tra denti e postura
Prima si va dal dentista, meglio è: sarà più semplice correggere un allineamento irregolare delle arcate e, quindi, un eventuale difetto della postura.leggi tutto
Glocal
Sud Italia in profonda crisi: cresce il divario tra Nord e Sud
Nel rapporto Svimez sul Mezzogiorno italiano, si delinea un quadro socio-economico sconcertante, a causa soprattutto della ormai consolidata incapacità delle istituzioni locali di erogare servizi che vadano verso il benessere di imprese e cittadini, e con una sempre maggiore presenza delle varie mafie locali all’interno delle istituzioni stesse.leggi tutto
Consigli di salute
I denti e la loro funzione: qual è la differenza fra incisivi, canini, premolari e molari?
Ogni tipo ha una posizione ben precisa lungo l’arcata dentale e svolge una funzione specificaleggi tutto
Glocal
Settore ICT: 45mila posti di lavoro nel triennio 2019 - 2021
Secondo un’indagine realizzata da Confindustria, su dati raccolti da Istat e Unioncamere, nel triennio 2019 – 2021, nel settore ICT si stima una offerta di lavoro che supererà le 45.000 unità.leggi tutto
Glocal
Il 50% della ricchezza mondiale in mano a pochi
Secondo una ricerca realizzata dalla Boston Consulting Group, denominata, “Global Wealth 2019: Reigniting Radical Growth”, la ricchezza finanziaria privata nel mondo a fine 2018 ha raggiunto i 206 mila miliardi di dollari: 1,9 volte il PIL mondiale.leggi tutto
Consigli di salute
Alzheimer, la salute di denti e gengive aiuta a ridurne il rischio
Uno studio ha dimostrato come parodontite e Alzheimer siano collegati: ecco perché prendersi cura dei denti è importante leggi tutto
Consigli di salute
Denti e postura, il legame è stretto
Tanti i disturbi correlati: emicrania, dolori nella masticazione, ma anche ernia del disco e tendiniti.leggi tutto
Glocal
Secondo trimestre del 2019: probabile PIL negativo
Il Rapporto annuale dell’Istat sulla situazione macroeconomica del Paese, sentenzia in modo chiaro che nel secondo trimestre dell’anno in corso è prevista una forte contrazione del PIL, al punto che si prevede una differenza negativa rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchDopo il sisma, tornano a suonare le campane della chiesa di Cavezzo
    • WatchNuova vita per le tartarughe abbandonate grazie alla Fattoria Bosco Saliceta
    • WatchL'esplosione della bomba di San Felice ripresa da terra

    Curiosità

    Ecco il volto della mummia in 3D
    Ecco il volto della mummia in 3D
    Appartiene alla collezione egizia dei Musei civici di Modena[...]
    Nasce il Centro di soccorso e cura delle tartarughe marine
    Nasce il Centro di soccorso e cura delle tartarughe marine
    Ha trovato casa nella sede di Arpae, dove sorgono due vasche ad hoc[...]
    C'è un po' di Emilia-Romagna nel nuovo Governo
    C'è un po' di Emilia-Romagna nel nuovo Governo
    Con i ministri Franceschini e De Micheli[...]
    Praticamente tutti i giorni sopra i 30 gradi, agosto da incubo quello del 2019
    Praticamente tutti i giorni sopra i 30 gradi, agosto da incubo quello del 2019
    La temperatura minima più bassa è risultata di 18.9°C il giorno 16, un fresco solo relativo, di poco sotto la media.[...]
    Perde i sensi da sola in casa, dopo 3 giorni la salva il dentista
    Perde i sensi da sola in casa, dopo 3 giorni la salva il dentista
    Non si era presentata a un appuntamento e l'uomo si era preoccupato[...]
    "Spostate quel cammello". Ubriaco crea scompiglio a San Felice
    "Spostate quel cammello". Ubriaco crea scompiglio a San Felice
    A bordo della sua auto si era fermato in mezzo alla strada e si era messo a suonare convulsamente il clacson[...]
    Troppa plastica nei mari, ce lo ricorda il container diventato opera d'arte a Novi
    Troppa plastica nei mari, ce lo ricorda il container diventato opera d'arte a Novi
    L'opera è stata ideata e realizzata da 3 artisti: Marcello Buganza in arte Cello, Emma Gandolfi (Zia Memmi) e Stefano Tincani.[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: