Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
SulPanaro Expo SulPanaro Expo

L’economia del nostro territorio e la crisi ai tempi di internet

Quello che alle aziende (non) dicono

14.000 famiglie nel nostro territorio hanno un’attività di “micro” dimensioni, ovvero con meno di 10 dipendenti, o “piccola” fino a 50, dove per “micro” e “piccola” si intendono nei termini del gergo economico, perché sappiamo tutti quanto grandi, in realtà, siano nel loro impatto su chi ci lavora. Un rapido censimento ne conta circa 9.000 dirette al pubblico, 2.500 agricole, 2.500 di tipo industriale: di queste ultime 4/500 possono essere di piccole e medie dimensioni, il resto micro ma significative officine di lavorazione.
Questo quadro coinvolge almeno 30/40.000 famiglie e, in termini di singoli individui, indicativamente 80/90.000 persone. Questa bacino è all’interno di una demografia territoriale di circa 160/170.000 abitanti, all’interno dei comuni di cui ci occupiamo. Insomma: tra Panaro e Secchia, di fatto la metà circa della popolazione residente ha a che a fare con le attività commerciali, di qualunque tipo. E’ la loro vita, la nostra vita, perché è l’economia del nostro territorio e, di conseguenza, si parla di servizi e quotidianità: ecco perché le nostre aziende, a noi, interessano.

Cosa sta accadendo alle attività?

Oggi a caratterizzare il saldo negativo delle attività tra nate e cessate (il saldo negativo è certificato dal censimento CCIAA: 871 nuove iscritte contro 1080 cessate da gennaio a giugno 2019) non è più un effetto primario dell’implosione economica mondiale iniziata oltre quindici anni fa e conclamata solo a fine 2008. Non c’è solo la “crisi”, ma qualcosa di diverso. Cosa?
Considerando che in economia una “crisi” ha un ciclo complessivo globale di “rigenerazione” di circa 25 anni, ad oggi oltre una quindicina sono già andati, pertanto la contemporaneità è più vicina al compimento del processo che alla sua genesi. Questo significa che chi ha un’attività oggi o è sopravvissuto allo tsunami o è nato dopo il suo passaggio. Senza contare che il nostro territorio ha dovuto anche fare i conti, contestualmente, con il sisma e le sue conseguenze.
Ciò vuol dire che chi ha un’attività opera in un contesto che è configurato dal nuovo status, il day after, diverso dal precedente sostanzialmente sotto due aspetti:
1) la diminuzione drastica della capacità di spesa pro capite
2) l’esplosione esponenziale di Internet, sul quale la presenza effettiva è passata dai 2 miliardi e poco più di persone nel 2012 agli oltre 5 miliardi di oggi. Un aumento esponenziale anche di siti pubblicati: dai circa 700 milioni del 2012 ai quasi 2 miliardi di oggi.

Questo significa che la guerra commerciale sul web è spietata: si cerca su internet, si trova su internet. Solo che non ce n’è abbastanza per tutti, perché da un lato si trova un bacino di consumatori con capacità di spesa drasticamente ridotta, dall’altro l’utente singolo che oggi “vive” su internet può essere raggiunto da chiunque ne sia capace. Ecco, appunto: l’uomo più ricco al mondo attualmente è il signor Amazon. Non è un caso.

Perché è obbligatorio essere online

Internet è dove vivono le persone oggi, internet è dove deve essere presente un’attività, qualunque essa sia, è fin troppo banale la consequenzialità, ma è qui che si origina la causa della costante chiusura di attività, oggi a livelli che tutti dicono preoccupanti ma che ancora sono nulla in confronto a ciò che si sta sviluppando.
D’accordo allora, bisogna essere online. Qui però si assiste ad una semplificazione… semplicistica e autolesionista. A volte ci si ferma all’idea di esserci e basta. Come? Grazie a un figlio capace a smanettare, a un amico bravo, al me lo faccio da solo. O, ancora, a chi promette di farci essere i primi su Google, di aumentarci il fatturato o regalarvi migliaia di clienti grazie a Facebook. Tanti ce la vendono facile. Troppo facile.

Perché solo il 20% delle imprese è “realmente” on line?

La percezione generale, sopratutto delle piccole attività, rispetto alla realtà è troppo sfocata, nebulosa, perché è osservata da troppo lontano, e questo fa sì che solo il 18/20% siano “realmente” online.
Meglio guardarla da qui:
– se ci sono quasi 2 miliardi di siti pubblicati,
– se ogni giorno ci sono 6 miliardi di ricerche,
– se chi gestisce il 99% delle ricerche risponde ad ognuna in un tempo inferoire a mezzo secondo,
di quale livello di complessità saranno gli algoritmi di ricerca?

sonOnline è un servizio interamente gratuito e destinato alle realtà del nostro territorio, realizzato in collaborazione e con il patrocinio di sulPanaro.net, la Testata Giornalistica Online della Bassa Modenese.
Accesso libero ogni lunedì dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18 presso NetSet, la nostra struttura web, in via dei Mestieri 165 a San Felice sul Panaro.

LEGGI ANCHE

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017

Rubriche

Glocal
La responsabilità sociale fa bene ai conti aziendali
Il 74% degli italiani privilegia marchi aziendali che portano avanti azioni di valorizzazione delle diversità.leggi tutto
Glocal
L'economia del turpiloquio
Viviamo in una società dove il turpiloquio viene fin troppo (ab)usato come strumento per umiliare, opprimere e calpestare il prossimo, e che ha assunto un ruolo preponderante nella comunicazione tra gli individui.leggi tutto
Glocal
LA PAROLA AI MANAGER: l'Innovation Manager
Da alcuni giorni è stato pubblicato l’elenco dei consulenti dell’Albo del Mise per gli “Innovation Manager”.leggi tutto
Consigli di salute
Carie: un nemico silenzioso che può causare gravi malattie al cuore e ad altri organi
L’igiene orale? È più importante di quanto si possa immaginare. leggi tutto
Glocal
La parola ai manager: il Fractional Management
Il Fractional Manager non è che un Temporary Manager che in taluni casi opera part time.leggi tutto
Glocal
La parola ai manager: TEMPORARY MANAGEMENT, una opportunità per le PMI
Si può definire il TM come un manager a cui viene affidata la gestione temporanea di un determinato progetto, lavorando con un mandato operativo e integrandosi con la proprietà aziendale.leggi tutto
Consigli di salute
Insulino resistenza e alimentazione, il parere della dottoressa Federica Felicioni
L’invecchiamento stesso può predisporre alla insulino-resistenza con il conseguente aumento della glicemia.leggi tutto
Eco sisma bonus, tutto quel che bisogna sapere
Lo studio dell'architetto Malaguti di Concordia ci aiuta a capire cosa bisogna fare per ottenerlo.leggi tutto
Consigli di salute
Stress da rientro? L'alimentazione può dare una mano
Un’ importante strategia che consente di aumentare il livello di serotonina è effettuare un’attività fisica regolareleggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchCome mandare via le cimici da casa, parla l'esperto
    • WatchLe sfogline trap di Mirandola
    • WatchL'esplosione della bomba di San Felice ripresa da terra

    Curiosità

    Nido gigante al cimitero di Cavezzo, il web si mobilita e sentenzia: sono vespulae germanicae
    Nido gigante al cimitero di Cavezzo, il web si mobilita e sentenzia: sono vespulae germanicae
    Personale della ditta che ha in gestione le operazioni cimiteriali ha già provveduto a metterlo in sicurezza e rimuoverlo[...]
    A Gorghetto pescato un pesce siluro di oltre 2 metri
    A Gorghetto pescato un pesce siluro di oltre 2 metri
    Una volta fatta la foto di rito il pesce siluro è stato liberato[...]
    La piena del Panaro vista dal drone - FOTO E VIDEO
    La piena del Panaro vista dal drone - FOTO E VIDEO
    l Consorzio Bonifica Burana ha mandato in volo un drone per riprendere le immagini dell'ultima storica ondata di piena[...]
    A Medolla la parrocchia di Villafranca fa scuola: è la più seguita d'Europa su Instagram
    A Medolla la parrocchia di Villafranca fa scuola: è la più seguita d'Europa su Instagram
    Ha oltre 1200 fan digitali, niente male per una piattaforma web dove spopolano balletti e influencers, ricette e panorami [...]
    Alla Acetum Cavezzo 200 dipendenti a scuola di sicurezza
    Alla Acetum Cavezzo 200 dipendenti a scuola di sicurezza
    In occasione del primo Safety day dell'azienda prima produttrice di balsamico al mondo[...]
    Un novembre caldo e con tanta, tanta pioggia. E' nuovo record
    Un novembre caldo e con tanta, tanta pioggia. E' nuovo record
    Più di metà della pioggia del 2019 è caduta nei soli due mesi di maggio e di novembre[...]
    Voleva le caramelle e scappa di casa a 3 anni
    Voleva le caramelle e scappa di casa a 3 anni
    E' stata trovata al supermercato, in ciabatte e pigiama, che girovagava tra le corsie[...]