Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
SulPanaro Expo SulPanaro Expo

Truffe agli anziani, stavolta l’hanno vinta i pensionati

Carpi – Truffe agli anziani, stavolta vincono i pensionati. È accaduto anche lunedì mattina in due distinti episodi, verificatisi entrambi a Carpi, nei quali però stavolta l’hanno avuta vinta la perspicacia e l’avvedutezza di due anziani, lei ottantatreenne e lui ottantaseienne, entrambi vedovi e pensionati.

Il primo episodio: due ragazze, qualificandosi come impiegate di una società che eroga gas-metano, si presentano a casa della donna, suonano il citofono e la convincono a scendere in strada. Le diranno che sono lì per verificare se all’interno delle tubature del suo appartamento c’è mercurio, sostanza questa capace di annerire l’oro e dunque rovinarle i ricordi di una vita.
L’anziana, tuttavia non si lascia irretire e prende tempo, rincasa e telefona al figlio: “ci sono due ragazze che vogliono entrare in casa ma secondo me vogliono fregarmi. Ho sentito raccontare di queste storie anche dal maresciallo dei Carabinieri al circolo”, gli dice.
Questa reminiscenza si rivelerà provvidenziale poiché grazie ad una telefonata al 112 fatta dal figlio, i Carabinieri interverranno tempestivamente presso l’abitazione della donna da dove le due ragazze, intuito il “pericolo”, si erano frettolosamente allontanate.

Il secondo episodio accade due ore più tardi, allorquando un uomo suonerà il campanello dell’abitazione dell’ottantaseienne, qualificandosi come Carabiniere. “Mi dica, brigadiere, in cosa posso aiutarla?”, chiederà il nonnetto. “Stiamo verificando la presenza di alcune fughe di gas in questa zona ed ho bisogno di entrare a casa sua per controllare le condutture. È opportuno che raccolga tutto il contante che custodisce e lo riponga nel frigorifero per evitare che le banconote si anneriscano e che perdano il loro valore”. L’anziano signore, a dispetto dell’età molto avanzata, si è però ricordato di aver letto sui giornali di questi truffatori e dopo essersi convinto della stranezza di quella richiesta, replica al finto Carabiniere di voler chiamare il 112 per ottenere conferma di quel insolito accertamento. Il truffatore, vedendosi scoperto, è scappato via.

Gli anziani – ricordano i Carabinieri – sono una risorsa preziosa per ogni comunità. Lo sono certamente per il nostro Paese. Lo sanno meglio di noi quanti ci hanno preceduto, cosi come lo sanno quelle culture ancora oggi capace di dare peso alla saggezza che viene dagli anni trascorsi. Un patrimonio grande e indispensabile che, come ogni vero tesoro, va difeso e protetto, quando necessario. Tocca anche a noi Carabinieri, che viviamo la straordinaria missione del servizio alla gente, lavorare concretamente per proteggerli da coloro che vogliono approfittare della loro condizione per derubarli. E cosi che l’Arma, forte della sua bicentenaria storia di prossimità ai cittadini, si impegna anzitutto a prevenire i crimini perpetrati in danno delle vittime più vulnerabili. Il controllo del territorio è certamente uno degli strumenti che può rivelarsi più efficace; ciò che si vede nel filmato rappresenta difatti la perfetta coniugazione tra l’aderenza dei servizi perlustrativi ed un efficacissimo spirito di osservazione sviluppato negli anni, capace questo di individuare, seppur in un contesto apparentemente innocuo, un potenziale pericolo. Si nota infatti una ragazza di bell’aspetto avvicinarsi ad una abitazione e richiamare l’attenzione di un anziano; i due parlano e la donna cerca di convincere l’uomo a farla entrare in casa. Il vecchietto, dopo qualche esitazione iniziale, si lascia abbindolare rientrando nell’androne per aprirle il cancello. Fortunatamente, prima che ciò avvenga, giunge una pattuglia di Carabinieri e la ragazza cerca di allontanarsi. I militari scopriranno che si tratta di una delinquente abituale, specializzata nelle truffe proprio in danno di persone anziane.
Fate attenzione: questi odiosi crimini non fanno rumore e spesso si nascondono dietro situazioni apparentemente innocue come questa. Ricordate: al verificarsi di incontri come questo, chiamate sempre il 112.
Proprio per questa “emergenza truffe” la Prefettura di Modena ha istituito e diretto una “task force” che vede Carabinieri, Polizia di Stato e Guardia di Finanza fare fronte comune con la Confartigianato LAPAM impegnata in attività preventive (riunioni informative in ogni comune) che repressive con la denuncia dei vari malviventi in tali attività.

 

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017

Rubriche

Ecco le novità della legge di Bilancio 2020
Tra le nuove misure, c'è il bonus facciateleggi tutto
Consigli di salute
Piorrea o parodontite: cause, sintomi e rimedi
Se non adeguatamente trattata, porta alla progressiva perdita dei denti a causa del riassorbimento dell’osso e del tessuto gengivale da cui sono sostenuti.leggi tutto
Glocal
La mafia non può rubarci il futuro
"La mafia è una montagna di merda” scriveva Giuseppe Impastato, meglio conosciuto come Peppino, poco prima di essere assassinato per le sue intense e forti posizioni contro la mafia.leggi tutto
Consigli di salute
La Salute viaggia sul Web. Oltre il 75% degli Italiani s'informano su Google e sui Social
Le persone sono più autonome nella ricerca attiva di informazioni legate al benessere e alla saluteleggi tutto
Glocal
La responsabilità sociale fa bene ai conti aziendali
Il 74% degli italiani privilegia marchi aziendali che portano avanti azioni di valorizzazione delle diversità.leggi tutto
Glocal
L'economia del turpiloquio
Viviamo in una società dove il turpiloquio viene fin troppo (ab)usato come strumento per umiliare, opprimere e calpestare il prossimo, e che ha assunto un ruolo preponderante nella comunicazione tra gli individui.leggi tutto
Glocal
LA PAROLA AI MANAGER: l'Innovation Manager
Da alcuni giorni è stato pubblicato l’elenco dei consulenti dell’Albo del Mise per gli “Innovation Manager”.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Curiosità

    Uno schermo led penetrabile dal corpo umano: è l'installazione artistica alla stazione di Bologna
    Uno schermo led penetrabile dal corpo umano: è l'installazione artistica alla stazione di Bologna
    Si intitola Morestalgia di Riccardo Benassi, a cura di Xing, è un ambiente composto da testo, suono e oggetti [...]
    La Ferrari è il brand più forte del mondo
    La Ferrari è il brand più forte del mondo
    Il valore del brand è pari a 9,1 miliardi di dollari, in crescita del 9% grazie al positivo andamento delle vendite e alla forza complessiva del marchio.[...]
    E a Bomporto c'è il cane più bello di tutta l'Esposizione canina
    E a Bomporto c'è il cane più bello di tutta l'Esposizione canina
    Si chiama Milo, il suo allenatore nonchè proprietario è il signor Fabrizio Ganzerli[...]
    Rapace ferito trovato a San Martino Carano
    Rapace ferito trovato a San Martino Carano
    E' stato notato da due assistenti civici, Giorgio e Gabriele Tellia di San Possidonio, che lo hanno salvato[...]
    Super pescata invernale a Bomporto per il Modena Catfish
    Super pescata invernale a Bomporto per il Modena Catfish
    Davide Poluzzi e Simone Solieri hanno sfidato pioggia e vento[...]
    Sette sindaci per Medolla, tutti in una foto
    Sette sindaci per Medolla, tutti in una foto
    Da Bruschi (1981) a Calciolari, tutti sotto al Gonfalone[...]
    Osservatorio Geofisico di Unimore, visite guidate per la fiera di Sant'Antonio
    Osservatorio Geofisico di Unimore, visite guidate per la fiera di Sant'Antonio
    Venerdì 17 gennaio dal mattino al pomeriggio sarà possibile salire sulla torre di Levante di Palazzo Ducale a Modena[...]
    Rimane incastrata in una canna fumaria, piccola civetta salvata dai pompieri a Soliera
    Rimane incastrata in una canna fumaria, piccola civetta salvata dai pompieri a Soliera
    Provava a uscire dal solo ma non ce la faceva, e le ali sbattevano facendo diversi rumori che hanno insospettito i residenti.[...]
    L'avvocata di Mirandola Elisabetta Aldrovandi tra le 100 donne più influenti per la rivista F
    L'avvocata di Mirandola Elisabetta Aldrovandi tra le 100 donne più influenti per la rivista F
    Il settimanale ha premiato le donne che combattono in prima linee per avere un mondo migliore [...]