Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

L’economia del turpiloquio

di Andrea Lodi

Viviamo in una società dove il turpiloquio viene fin troppo (ab)usato come strumento per umiliare, opprimere e calpestare il prossimo, e che ha assunto un ruolo preponderante nella comunicazione tra gli individui.

Ne fanno un uso smodato certi giornalisti, servitori di un “certo modo” di fare politica, incapaci di rispettare le regole minime della comunicazione e del rispetto degli altri. Incapaci proprio perché non ne conoscono nemmeno il significato: ignorantia ad imperium, dicevano i latini.

Ne fa un uso smodato la politica (o meglio un certo modo di fare politica), ormai incapace di parlare di sviluppo sociale, economia, benessere dei cittadini, occupazione e lavoro, e che ha spostato il luogo della propria inutile esistenza dalle sedi istituzionali alle piazze fisiche e mediatiche. Un certo modo di rappresentare una politica inutile che non dovremmo volere più.

Se ne sono accorte anche le sardine, che da semplici pesci ossei marini della famiglia dei Clupeidae, sono  assurte a unici baluardi difensori della democrazia, contro chi ha trasformato l’offesa ed il turpiloquio in un abile (?) strumento alla base dell’economia moderna: l’economia del turpiloquio.

Perché di economia si tratta. Ne è una conferma l’ascesa politica dei partiti cosiddetti “sovranisti” i cui rappresentanti hanno compreso fin troppo bene che il loro successo è direttamente proporzionale al basso livello della comunicazione: offendere l’interlocutore, diffondere panico tra i cittadini, spargere false notizie e soprattutto non avere alcuna competenza (e un elevato livello di ignoranza), ne fanno i paladini della moderna politica. Come se per alcuni cittadini, troppi, l’urlo prolungato di questi fomentatori di odio smorzasse il loro stato di infelicità. Come una droga. Una droga capace di fare passare in secondo piano misfatti che vanno dall’appropriazione indebita di soldi statali, che nessuno ha mai spiegato loro dove sono andati a finire, fino alla quasi totale assenza nelle sedi istituzionali. Ma gli italiani non si interessano di queste cose. Bazzecole, quisquilie, pinzellacchere, diceva Totò.

Fanno un uso smodato del turpiloquio i nostri figli. Con la scrittura, con le parole, spesso ignari delle orribili offese che riversano contro i loro coetanei. Non ne conoscono il significato, ma non sono nemmeno interessati a conoscerlo. L’importante è il terribile suono di parole come “puttana”,  “frocio”, “disadattato”, “negro”, “terrone”, “troia”, “pezzente”, “ritardato” e via turpiloquiando.

Parole che ascoltano in famiglia, a scuola, in palestra, in discoteca, in tutti i luoghi che frequentano. Parole che vengono propinate loro continuamente dai mass media. E’ sufficiente ascoltare un qualunque talkshow di una qualunque rete televisiva (alcune si sono addirittura specializzate) per costruirsi un ben nutrito patrimonio di parole offensive. Parole che sono entrate nel normale lessico di tutti i giorni.

Si è dovuto scomodare Tiziano Ferro, di professione cantante, molto amato anche dai giovani, per lanciare un appello proprio a quei giovani che tanto lo apprezzano, a cambiare rotta. A non lasciarsi catturare dalla falsa economia del turpiloquio, perché alla lunga, esattamente come una droga, ti lascia a terra, privo di forze, privo di ideali, incapace di comprendere quanto male ci sia dietro ad un uso improprio di un bene prezioso che l’uomo ha costruito in migliaia di anni: la parola. Quella che manca agli animali, che in fatto di rispetto, ne sanno molto più di noi umani. Perché leconomia del turpiloquio è distruttiva, rimpolpa soltanto le casse dei fomentatori di odio.

Le parole hanno un peso, dice Tiziano Ferro, “e certe ferite resistono nel tempo”.

“L’apologia dell’odio non è un reato che dovrebbe poter cadere in prescrizione”, continua il noto cantante.

Ed è proprio questo il punto. Dovremmo scomodarci tutti noi cittadini. Dovremmo pretendere dalle istituzioni di mettere al bando l’uso improprio delle parole, soprattutto quelle che fanno male. Dovremmo imparare a fare economia di parole. Tutte. Soprattutto quelle lì, quelle che fanno male. Tanto male. Non solo agli individui, ma ad un intero Paese. “Io intanto aspetto tempi migliori – continua Tiziano Ferro – nei quali le parole magari un giorno avranno un peso”.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Dall'emergenza sanitaria all'emergenza occupazionale
Sono in corso in questi giorni alcune misure per contrastare il danno occupazionale. Tra le misure: incentivi per far ripartire le assunzioni stabili, meno paletti sui contratti a termine, nuove risorse per la Cig e detassazione degli aumenti dei Ccnl.leggi tutto
Glocal
BTP Futura, il primo titolo di Stato interamente dedicato ai risparmiatori retail
Il Governo presenta una vera e propria novità per i risparmiatori italiani particolarmente affezionati ai titoli di Stato: il BTP Futura. Un nuovo Titolo di Stato dedicato esclusivamente ai risparmiatori individuali.leggi tutto
Glocal
Covid-19: call di Civic Action per le migliori pratiche di senso civico
Civic Action va alla ricerca di tutte quelle esperienze e pratiche che hanno il potenziale per svilupparsi anche dopo l’emergenza, per costituire la base di un nuovo e più robusto tessuto civico.leggi tutto
Glocal
Quali Paesi danno il meglio nella lotta al Covid-19
Una ricerca realizzata da ECV, classifica gli Stati colpiti dal virus in tre categorie: Winning (vincenti), Nearly there (quasi arrivati) e Need action (bisogno di azione).leggi tutto
Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protetteleggi tutto
Glocal
Covid-19: i provvedimenti dell'UE per il rilancio dell'economia
La Commissione europea ha predisposto un piano che non ha precedenti: oltre 1.000 miliardi di euro per assistere imprese e famiglie nel contrasto al Covid19.leggi tutto
Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienzaleggi tutto
Glocal
Covid19: i Paesi con la migliore Sanità al mondo
La pandemia del virus Covid19 sta mettendo in crisi Paesi che vantano sistemi sanitari considerati tra i più eccellenti e performanti del mondo.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - L'autismo ai tempi del Coronavirus
    Intervista a Cristina, mamma di Francesco e Lorenzo.[...]

    Curiosità

    Finale Emilia, torna alla Chiesa del Seminario lo "Sposalizio di Santa Caterina"
    Finale Emilia, torna alla Chiesa del Seminario lo "Sposalizio di Santa Caterina"
    In occasione della festa di San Zenone che si terrà giovedì 9 luglio ore 21, presso il Chiostro del Seminario, i cittadini potranno contemplare l'opera[...]
    Giugno 2020, mese mite e tanto piovoso: è caduta tanta pioggia come in 4 mesi
    Giugno 2020, mese mite e tanto piovoso: è caduta tanta pioggia come in 4 mesi
    “In giugno, in bene o in male, c'è sempre un temporale”, questo proverbio riepiloga il bilancio meteo del mese appena trascorso[...]
    Coronavirus, il grande cuore degli emiliano-romagnoli: donati alla sanità quasi 70 milioni di euro
    Coronavirus, il grande cuore degli emiliano-romagnoli: donati alla sanità quasi 70 milioni di euro
    Ora la grande generosità dei donatori viene raccolta e ‘raccontata’ in un sito, “Donazioni” [...]
    Coronavirus e il distretto del biomedicale in prima linea, è uscito il libro che racconta quei giorni
    Coronavirus e il distretto del biomedicale in prima linea, è uscito il libro che racconta quei giorni
    Scritto da Alberto Nicolini e dalla redazione di Innovabiomed Magazine racconta la storia del Distretto Biomedicale Mirandolese, e della sua straordinaria risposta all'emergenza Covid-19[...]
    Aceto Balsamico di Modena e McDonald's, la partnership continua con le nuove McChicken Variation
    Aceto Balsamico di Modena e McDonald's, la partnership continua con le nuove McChicken Variation
    Due nuovi panini all’insegna di innovazione, attenzione alla valorizzazione del gusto e del territorio italiano, passione per ingredienti di qualità[...]
    Il 2019 anno caldo, piovoso e pericoloso, con 133 allerte Protezione Civile
    Il 2019 anno caldo, piovoso e pericoloso, con 133 allerte Protezione Civile
    Il bilancio dell'anno passato, che indica lo sviluppo futuro, con temperature sempre più calde. Online il Rapporto Idrometeoclima di Arpae[...]
    Il balletto delle tasse a Medolla: vanno su, vanno giù ma alla fine il cittadino paga di più
    Il balletto delle tasse a Medolla: vanno su, vanno giù ma alla fine il cittadino paga di più
    L'ultimo taglio delle imposte comunali non copre il corposo aumento che c'era stato appena sei mesi fa[...]