Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
SulPanaro Expo SulPanaro Expo

L’economia del turpiloquio

di Andrea Lodi

Viviamo in una società dove il turpiloquio viene fin troppo (ab)usato come strumento per umiliare, opprimere e calpestare il prossimo, e che ha assunto un ruolo preponderante nella comunicazione tra gli individui.

Ne fanno un uso smodato certi giornalisti, servitori di un “certo modo” di fare politica, incapaci di rispettare le regole minime della comunicazione e del rispetto degli altri. Incapaci proprio perché non ne conoscono nemmeno il significato: ignorantia ad imperium, dicevano i latini.

Ne fa un uso smodato la politica (o meglio un certo modo di fare politica), ormai incapace di parlare di sviluppo sociale, economia, benessere dei cittadini, occupazione e lavoro, e che ha spostato il luogo della propria inutile esistenza dalle sedi istituzionali alle piazze fisiche e mediatiche. Un certo modo di rappresentare una politica inutile che non dovremmo volere più.

Se ne sono accorte anche le sardine, che da semplici pesci ossei marini della famiglia dei Clupeidae, sono  assurte a unici baluardi difensori della democrazia, contro chi ha trasformato l’offesa ed il turpiloquio in un abile (?) strumento alla base dell’economia moderna: l’economia del turpiloquio.

Perché di economia si tratta. Ne è una conferma l’ascesa politica dei partiti cosiddetti “sovranisti” i cui rappresentanti hanno compreso fin troppo bene che il loro successo è direttamente proporzionale al basso livello della comunicazione: offendere l’interlocutore, diffondere panico tra i cittadini, spargere false notizie e soprattutto non avere alcuna competenza (e un elevato livello di ignoranza), ne fanno i paladini della moderna politica. Come se per alcuni cittadini, troppi, l’urlo prolungato di questi fomentatori di odio smorzasse il loro stato di infelicità. Come una droga. Una droga capace di fare passare in secondo piano misfatti che vanno dall’appropriazione indebita di soldi statali, che nessuno ha mai spiegato loro dove sono andati a finire, fino alla quasi totale assenza nelle sedi istituzionali. Ma gli italiani non si interessano di queste cose. Bazzecole, quisquilie, pinzellacchere, diceva Totò.

Fanno un uso smodato del turpiloquio i nostri figli. Con la scrittura, con le parole, spesso ignari delle orribili offese che riversano contro i loro coetanei. Non ne conoscono il significato, ma non sono nemmeno interessati a conoscerlo. L’importante è il terribile suono di parole come “puttana”,  “frocio”, “disadattato”, “negro”, “terrone”, “troia”, “pezzente”, “ritardato” e via turpiloquiando.

Parole che ascoltano in famiglia, a scuola, in palestra, in discoteca, in tutti i luoghi che frequentano. Parole che vengono propinate loro continuamente dai mass media. E’ sufficiente ascoltare un qualunque talkshow di una qualunque rete televisiva (alcune si sono addirittura specializzate) per costruirsi un ben nutrito patrimonio di parole offensive. Parole che sono entrate nel normale lessico di tutti i giorni.

Si è dovuto scomodare Tiziano Ferro, di professione cantante, molto amato anche dai giovani, per lanciare un appello proprio a quei giovani che tanto lo apprezzano, a cambiare rotta. A non lasciarsi catturare dalla falsa economia del turpiloquio, perché alla lunga, esattamente come una droga, ti lascia a terra, privo di forze, privo di ideali, incapace di comprendere quanto male ci sia dietro ad un uso improprio di un bene prezioso che l’uomo ha costruito in migliaia di anni: la parola. Quella che manca agli animali, che in fatto di rispetto, ne sanno molto più di noi umani. Perché leconomia del turpiloquio è distruttiva, rimpolpa soltanto le casse dei fomentatori di odio.

Le parole hanno un peso, dice Tiziano Ferro, “e certe ferite resistono nel tempo”.

“L’apologia dell’odio non è un reato che dovrebbe poter cadere in prescrizione”, continua il noto cantante.

Ed è proprio questo il punto. Dovremmo scomodarci tutti noi cittadini. Dovremmo pretendere dalle istituzioni di mettere al bando l’uso improprio delle parole, soprattutto quelle che fanno male. Dovremmo imparare a fare economia di parole. Tutte. Soprattutto quelle lì, quelle che fanno male. Tanto male. Non solo agli individui, ma ad un intero Paese. “Io intanto aspetto tempi migliori – continua Tiziano Ferro – nei quali le parole magari un giorno avranno un peso”.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017

Rubriche

Glocal
Economia e coronavirus: come uscirne
Purtroppo le politiche che i governi hanno adottato per affrontare la pandemia e la crisi economica sono contraddittorie e rischiano un fallimento catastrofico a lungo termine.leggi tutto
Consigli di salute
Cosa fare per il mal di denti col coronavirus?
Dal dentista solo per necessità non rinviabili. Le indicazioni sono chiare, solo urgenze. leggi tutto
Consigli di salute
Alito pesante, le cause
La visita dello specialista potrebbe rilevare una carie o un ascesso dentale su cui potrà intervenireleggi tutto
Consigli di salute
L'igiene orale ai tempi del coronavirus
La pulizia dei denti per i bambini segue un metodo diverso rispetto al quello indicato per gli adulti.leggi tutto
Consigli di salute
Le funzioni dei denti
La loro funzione primaria è quella di masticare il cibo che mangiamo. Ma c'è anche altroleggi tutto
Glocal
Emergenza Coronavirus: Piano promozione Made in Italy 2020
Presentato presso la sede del Ministero degli Affari Esteri il nuovo Piano straordinario per la promozione del Made in Italy 2020.leggi tutto
Disabilità e diritto al lavoro - "Non impariamo per la scuola, ma per la vita" Seneca
Parliamo di formazione con Irina Sansò, responsabile di area presso ForModenaleggi tutto
Consigli di salute
Perdita dei denti, le conseguenze
Nelle persone adulte la perdita di un dente e la sua mancata sostituzione può essere un danno più grave di quello che si pensaleggi tutto
Glocal
Gli effetti del Coronavirus sull'economia
Secondo gli analisti l’impatto economico del Coronavirus sarà di molto superiore a quello della Sars: la sindrome del 2003 ebbe un impatto sul PIL cinese di 25,3 miliardi di dollari, il coronavirus ha già superato quota 40 miliardi in pochi giorni.leggi tutto
Disabilità e lavoro, la storia di Giulia di Concordia e della sua malattia rara
Integrare ed includere una risorsa diversamente abile con successo si puòleggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disabilità e diritto al lavoro - "Non impariamo per la scuola, ma per la vita" Seneca
    Parliamo di formazione con Irina Sansò, responsabile di area presso ForModena[...]
    Disabilità e lavoro, la storia di Giulia di Concordia e della sua malattia rara
    Integrare ed includere una risorsa diversamente abile con successo si può[...]
    Disabilità e lavoro, intervista a Enrica Quaglio, manager risorse umane
    Integrare ed includere una risorsa diversamente abile con successo si può[...]

    Curiosità

    Te c'hanno mai... ? L'appello anti Coronavirus dei bikers emiliani
    Te c'hanno mai... ? L'appello anti Coronavirus dei bikers emiliani
    Infermieri e medici sono i veri eroi di questa emergenza, spiegano[...]
    A spasso senza motivo, ora i controlli si fanno anche con il drone
    A spasso senza motivo, ora i controlli si fanno anche con il drone
    E' già in azione e ha coadiuvato le pattuglie della Polizia locale in auto e in moto[...]
    Azzardo: a Modena in un anno giocati 23 milioni in meno
    Azzardo: a Modena in un anno giocati 23 milioni in meno
    Nel 2019 sono diminuite le cifre spese in slot e videolottery. L’assessore Bosi: “Si cominciano a vedere gli effetti della riduzione degli orari e delle chiusure”[...]
    Ferrara felice eccezione nell'incubo Coronavirus, ora si studia perchè
    Ferrara felice eccezione nell'incubo Coronavirus, ora si studia perchè
    A differenza delle altre province emiliane dove si contano a migliaia, è largamente la provincia meno colpita dell'Emilia-Romagna con poco più di 300 contagiati [...]
    "Un grazie a chi ci aiuta": messaggio di sostegno per operatori sanitari con grazie@ausl.fe.it
    "Un grazie a chi ci aiuta": messaggio di sostegno per operatori sanitari con grazie@ausl.fe.it
    I messaggi verranno recapitati agli operatori e - raccolti in maniera sintetica – messi a disposizione dei cittadini[...]
    Salvataggio di un micino da parte dei Vigili del Fuoco di Mirandola
    Salvataggio di un micino da parte dei Vigili del Fuoco di Mirandola
    Dopo numerosi tentativi, gli uomini sono riusciti a convincere e a portare in salvo il micio[...]
    Coronavirus, su Fb il gruppo che abbraccia la regione Emilia-Romagna
    Coronavirus, su Fb il gruppo che abbraccia la regione Emilia-Romagna
    Il gruppo Facebook "Emilia-Romagna Responsabile" che riunisce migliaia di cittadini di tutta la regione, da Piacenza a Rimini[...]
    Costringe il cane all'ennesima passeggiatina per potere uscire, intervengono i Carabinieri
    Costringe il cane all'ennesima passeggiatina per potere uscire, intervengono i Carabinieri
    La situazione rasenta il reato di “maltrattamento di animali”[...]