Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
SulPanaro Expo SulPanaro Expo

Rompe l’Idice, centinaia di sfollati. Piene importanti anche nel modenese

Rimane rossa l’allerta per alcuni fiumi in Emilia-Romagna. Nella  Bassa Modenese il livello si allerta è arancione, più basso.

Grave la situazione invece altrove: il torrente Idice ha rotto un argine ed è esondato nella zona di Budrio, nel Bolognese. Sono in corso le operazioni di evacuazione che riguardano circa 200 persone.
Il Comune raccomanda ai cittadini di non andare sul posto e di usare “la massima prudenza negli spostamenti sulle strade segnalate come punti critici”. Si sta allestendo un centro di soccorso nel Palasport comunale.

Anche il fiume Savena ha tracimato a Malalbergo, nella pianura bolognese: in via Boschi, all’altezza della Torre di Uberseto. “I mezzi operativi stanno intervenendo per arginare la falla. Sono in azione uomini e mezzi della Protezione Civile, dei Carabinieri e della Polizia Locale”, informa il sindaco Monia Giovannini su Facebook.

Nel pomeriggio è passata senza danni la piena del Reno. “La situazione sta migliorando, anche se l’allerta rossa rimane e stiamo seguendo con attenzione l’evoluzione”, dice all’ANSA l’assessore regionale alla Protezione Civile Paola Gazzolo, dalla sala operativa regionale. Nelle prossime ore il colmo è atteso nel Ferrarese.

IL PUNTO IN REGIONE

La Protezione civile regionale ieri aveva diramato una allerta rossa per le aree centro orientali della regione, per problemi legati alle piene dei fiumi ingrossati dalle abbondanti piogge previste.

E le previsioni si sono confermate, con le piene importanti che si sono verificate sui fiumi Secchia, Panaro, Naviglio, Tiepido nel modenese e Samoggia, Sillaro, Savena, Savena abbandonato, Idice, Navile, Quaderna, Santerno e Senio nel bolognese e ravennate.

Le situazioni più critiche si sono verificate a Budrio, nel bolognese, dove l’Idice ha rotto l’argine per una estensione di oltre 40 metri, facendo defluire verso la campagna -si calcola- circa 1 milione di metri cubi d’acqua. Già sono in corso le operazioni per riuscire a ricostruire l’argine collassato, con una previsione di lavori la cui durata è stimata in circa 3 giorni. A seguito della rotta, è stato necessario evacuare circa 200 persone, che sono accolte in strutture già rese disponibili.

Altre rotture, già ripristinate, si sono verificate sul Quaderna e sul Santerno, dovute presumibilmente alla presenza di tane di animali.

I colmi di piena, sui diversi reticoli idraulici, si stanno ora spostando verso le province di Ferrara e Ravenna.

Tra ieri e oggi si sono verificati circa 20mila distacchi dalle utenze elettriche, soprattutto in Appennino, e i gestori della rete ne hanno già ripristinate 10mila circa, e contano di ultimare i lavori di ripristino entro sera.

L’allerta rossa rimane in vigore, anche perché nella tarda giornata di domani si prevedono nuove piogge, anche se di intensità minore rispetto a quelle cadute nelle ultime ore. Va considerato però, puntualizzano i tecnici, che comunque i volumi d’acqua si andranno ad aggiungere alle piene di oggi, in via di smaltimento.

La Regione Emilia-Romagna, non appena è stato diramata l’allerta, ha mobilitato tutti i servizi necessari per fronteggiare emergenze di questo tipo, dai servizi tecnici della Protezione civile ai servizi sanitari, dai volontari alle strutture locali comunali della Protezione civile alle attrezzature necessarie in questi casi.

“Intanto un ringraziamento ai sindaci dei Comuni interessati dalle piene- ha detto il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini– ai tecnici della Protezione civile e ai volontari che, come sempre, hanno dato il loro straordinario ed essenziale contributo. Sono stato prima a Budrio, con dove c’è stata la rottura dell’Idice, per valutare, assieme all’assessore alla protezione civile Paola Gazzolo, le cose da fare; ho parlato con il sindaco Maurizio Mazzanti, per capire le implicazioni di questo evento per la popolazione e per mettere a disposizione quanto la Regione potrà fare per affrontare la situazione. Successivamente, con l’assessore Gazzolo, ci siamo recati al centro di protezione civile di Bologna, per fare un punto più generale insieme ai tecnici, in particolare sulle condizioni del Reno, certamente le più critiche e monitorate passo passo. Non appena sarà chiaro il quadro dei danni causati, faremo  richiesta di stato di emergenza nazionale, anche per i risarcimenti necessari in tutti i territori colpiti, dalle città,  penso a Modena,  alle aree appenniniche, fino alla litorale“.

“Siamo ancora pienamente operativi- ha aggiunto l’assessore regionale alla Protezione civile, Paola Gazzolo– perché l’allerta rossa continua. Siamo costantemente in contatto con i sindaci dei Comuni interessati dalla piena dei fiumi e stiamo collaborando in modo stretto con i Consorzi di Bonifica, i cui corsi d’acqua sono fondamentali per risolvere i problemi dei fiumi. Già nelle prossime ore avremo un quadro più chiaro dei danni, compresi quelli derivanti da ciò che avvenuto nei giorni scorsi sulla costa, per poi valutare eventuali azioni sul piano nazionale”.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017

Rubriche

Glocal
La responsabilità sociale fa bene ai conti aziendali
Il 74% degli italiani privilegia marchi aziendali che portano avanti azioni di valorizzazione delle diversità.leggi tutto
Glocal
L'economia del turpiloquio
Viviamo in una società dove il turpiloquio viene fin troppo (ab)usato come strumento per umiliare, opprimere e calpestare il prossimo, e che ha assunto un ruolo preponderante nella comunicazione tra gli individui.leggi tutto
Glocal
LA PAROLA AI MANAGER: l'Innovation Manager
Da alcuni giorni è stato pubblicato l’elenco dei consulenti dell’Albo del Mise per gli “Innovation Manager”.leggi tutto
Consigli di salute
Carie: un nemico silenzioso che può causare gravi malattie al cuore e ad altri organi
L’igiene orale? È più importante di quanto si possa immaginare. leggi tutto
Glocal
La parola ai manager: il Fractional Management
Il Fractional Manager non è che un Temporary Manager che in taluni casi opera part time.leggi tutto
Glocal
La parola ai manager: TEMPORARY MANAGEMENT, una opportunità per le PMI
Si può definire il TM come un manager a cui viene affidata la gestione temporanea di un determinato progetto, lavorando con un mandato operativo e integrandosi con la proprietà aziendale.leggi tutto
Consigli di salute
Insulino resistenza e alimentazione, il parere della dottoressa Federica Felicioni
L’invecchiamento stesso può predisporre alla insulino-resistenza con il conseguente aumento della glicemia.leggi tutto
Eco sisma bonus, tutto quel che bisogna sapere
Lo studio dell'architetto Malaguti di Concordia ci aiuta a capire cosa bisogna fare per ottenerlo.leggi tutto
Consigli di salute
Stress da rientro? L'alimentazione può dare una mano
Un’ importante strategia che consente di aumentare il livello di serotonina è effettuare un’attività fisica regolareleggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchCome mandare via le cimici da casa, parla l'esperto
    • WatchLe sfogline trap di Mirandola
    • WatchL'esplosione della bomba di San Felice ripresa da terra

    Curiosità

    Nido gigante al cimitero di Cavezzo, il web si mobilita e sentenzia: sono vespulae germanicae
    Nido gigante al cimitero di Cavezzo, il web si mobilita e sentenzia: sono vespulae germanicae
    Personale della ditta che ha in gestione le operazioni cimiteriali ha già provveduto a metterlo in sicurezza e rimuoverlo[...]
    A Gorghetto pescato un pesce siluro di oltre 2 metri
    A Gorghetto pescato un pesce siluro di oltre 2 metri
    Una volta fatta la foto di rito il pesce siluro è stato liberato[...]
    La piena del Panaro vista dal drone - FOTO E VIDEO
    La piena del Panaro vista dal drone - FOTO E VIDEO
    l Consorzio Bonifica Burana ha mandato in volo un drone per riprendere le immagini dell'ultima storica ondata di piena[...]
    A Medolla la parrocchia di Villafranca fa scuola: è la più seguita d'Europa su Instagram
    A Medolla la parrocchia di Villafranca fa scuola: è la più seguita d'Europa su Instagram
    Ha oltre 1200 fan digitali, niente male per una piattaforma web dove spopolano balletti e influencers, ricette e panorami [...]
    Alla Acetum Cavezzo 200 dipendenti a scuola di sicurezza
    Alla Acetum Cavezzo 200 dipendenti a scuola di sicurezza
    In occasione del primo Safety day dell'azienda prima produttrice di balsamico al mondo[...]
    Un novembre caldo e con tanta, tanta pioggia. E' nuovo record
    Un novembre caldo e con tanta, tanta pioggia. E' nuovo record
    Più di metà della pioggia del 2019 è caduta nei soli due mesi di maggio e di novembre[...]
    Voleva le caramelle e scappa di casa a 3 anni
    Voleva le caramelle e scappa di casa a 3 anni
    E' stata trovata al supermercato, in ciabatte e pigiama, che girovagava tra le corsie[...]