Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Mirandola, Medici del Pronto Soccorso in sciopero dal 10 al 12 dicembre

MIRANDOLA E CARPI- dal 10 al 12 dicembre i Medici di Emergenza Sanitaria territoriale che lavorano nei PS della provincia di Modena, compreso Mirandola e Carpi, saranno in sciopero dalle ore 8 di martedì 10 alle ore 8 di giovedì 12 dicembre. Garantiranno solo il servizio di automedica, dove presente. Potrebbero quindi esserci dei disservizi per l’utenza.

Spiegano i medici del sindacato Est Snami Modena:

Una delle motivazioni del contenzioso con l’ Azienda USL di Modena, è l’utilizzo di personale convenzionato nell’A.C.N. della Medicina Generale, per l’ assolvimento di compiti propri dell’Assistenza Ospedaliera, compiti che le vigenti norme, riservano ai soli medici specialisti regolarmente assunti ed inquadranti mediante pubblico concorso per titoli ed esami della specifica disciplina concorsuale o di inquadramento convenzionale specialistico “Medicina e Chirurgia d’ Accettazione e Urgenza”

Il Decreto Ministeriale 70, Regolamento sugli standard di assistenza ospedaliera recita infatti al punto 9.2.2.: “un pronto soccorso presidiato da un organico medico dedicato all’Emergenza-Urgenza, inquadrato nella disciplina specifica così come prevista dal D.M. 30.01.98 (Medicina e Chirurgia d’Accettazione e d’Urgenza) e, da un punto di vista organizzativo, integrata alla struttura complessa del DEA di riferimento che garantisce il servizio e l’aggiornamento relativo”.

Nella provincia di Modena invece, la specifica e anomala situazione organizzativa da anni e anni contestata dalla scrivente organizzazione sindacale ha visto i Medici convenzionati per l’emergenza sanitaria territoriale essere utilizzati come sostitutivi ed equivalenti del personale dipendente specialista, ovviamente senza alcuna equiparazione delle tutele tipiche del lavoro dipendente, con contributi pensionistici ampiamente inferiori, TFR, malattia, etc.

Frequentemente si trovano a dover lavorare in doppio mandato: contemporaneamente si trovano a lavorare in Pronto Soccorso, su tutti i tipi di codice colore in base alle necessità del momento, per poi lasciare l’ambulatorio se attivati su un servizio in emergenza extra ospedaliera. Questa modalità di lavoro aumenta il rischio clinico per il paziente e medico legale per il professionista.

Molti medici oggi operanti come medici convenzionati nell’emergenza territoriale nell’ AUSL di Modena sono stati convinti e sollecitati a ivi rimanere, anche per oltre 10 anni, con la promessa di una futura ammissione alle procedure concorsuali di stabilizzazione, come già fatto in passato, che regolarizzerebbero le posizioni lavorative di fatto ricoperte. Ad oggi ogni intervento e proposta di intervento normativo hanno visto il diniego per tutti questi medici di partecipare alle regolari procedure di reclutamento per i compiti che stanno svolgendo, che conseguentemente appaiono non in linea con i vigenti dettati normativi.

La conferenza delle Regioni ha inoltre dato parere ritenuto vincolante dalla Regione Emilia-Romagna, che ha inibito a questi medici anche la sola possibilità di partecipare ai concorsi pubblici per la disciplina oggetto, proprio in quanto carenti di titolo di formazione specialistica.

La stessa politica gestionale dell’assessorato alla salute della Regione Emilia Romagna, ha inteso non attivare gli strumenti normativi e organizzativi, quale la formazione part time, compatibile con il lavoro, già esistente dal 2006. Tale dispositivo avrebbe quanto meno consentito a tutti questi professionisti di completare a la Formazione Specifica in Medicina Generale, necessaria e imprescindibile per la stabilizzazione dei contratti di lavoro convenzionale oggi in essere. Da quelle decisioni oltre che un buco formativo deriva anche che i professionisti di cui trattasi sono nella quasi totalità dei casi  precari e in cronico ed indeterminato rinnovo, così configurando la figura del medico “precario a tempo indeterminato”.

Gli accordi aziendali, oggi portati all’attenzione del tribunale da parte dei medici iscritti alla scrivente O.S., risultano non condivisi con il sindacato maggiormente rappresentativo del settore e inoltre, e, relativamente ai precedenti, era ben esplicitata la temporaneità conseguente al fatto che non vi fosse intenzione di proseguire oltre, senza il pieno e completo riconoscimento giuridico ed economico spettante a tali professionisti.

Per tale motivo, i medici intendono garantire, come previsto dal vigente ACN, tutti i compiti propri dell’incarico così come esplicitati nell’ACN relativamente al soccorso urgente, mentre le funzioni proprie dell’assistenza ospedaliera non si ritiene siano in alcun modo compiti propri di questi professionisti non inquadrati nella disciplina medicina e chirurgia d’accettazione e urgenza (es. turnazioni di pronto soccorso qualora il medico non sia in turno sul mezzo di soccorso)

Qualora nelle prossime ore il Prefetto ritenesse, sarà necessaria formale ordinanza e precettazione per far svolgere forzatamente compiti e funzioni a questi medici che oggi, nell’ambito della regolamentazione della medicina convenzionata di branca e del pubblico impiego non potrebbero legittimamente evadere.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
Un paradiso terrestre per piante e uccelli: le Meleghine a Finale Emilia - La natura della Bassa che non ti aspetti
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta dell'oasi faunistica nata dall’impianto di fitodepurazioneleggi tutto
Glocal
Crisi economica: l'innovazione tecnologica come cura
La crisi economica da Covid-19 ci impone di riprogettare il modello imprenditoriale delle nostre imprese, mentre in alcuni casi si dovrà riprendere il primordiale concetto di “innovazione di prodotto e di processo”.leggi tutto
Glocal
Dall'emergenza sanitaria all'emergenza occupazionale
Sono in corso in questi giorni alcune misure per contrastare il danno occupazionale. Tra le misure: incentivi per far ripartire le assunzioni stabili, meno paletti sui contratti a termine, nuove risorse per la Cig e detassazione degli aumenti dei Ccnl.leggi tutto
Glocal
BTP Futura, il primo titolo di Stato interamente dedicato ai risparmiatori retail
Il Governo presenta una vera e propria novità per i risparmiatori italiani particolarmente affezionati ai titoli di Stato: il BTP Futura. Un nuovo Titolo di Stato dedicato esclusivamente ai risparmiatori individuali.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Il coraggio di cambiare lavoro, la storia di Arianna Gamberini
    Il coraggio di cambiare lavoro, la storia di Arianna Gamberini
    Si è messa in proprio come consulente di immagine lasciando il posto da dipendente: l'esperta di lavoro Francesca Monari l'ha intervistata[...]
    Sono arrivati i fenicotteri nelle valli mirandolesi
    Sono arrivati i fenicotteri nelle valli mirandolesi
    Sono stati immortalati in tutta la loro bellezza da Raffaele Gemmato mentre facevano sosta nella Bassa nel loro lungo volo verso Sud[...]
    Unimore nella classifica Times Higher Education 2021
    Unimore nella classifica Times Higher Education 2021
    l giudizio complessivo della rivista britannica assegna all’ateneo emiliano una posizione di classifica compresa tra 401 e 500 a livello mondiale[...]
    Anime Manga, a Modena la mostra con le storie di maghette, calciatori e robottoni
    Anime Manga, a Modena la mostra con le storie di maghette, calciatori e robottoni
    Fondazione Modena Arti Visive ospita dal 12 settembre al 10 gennaio[...]
    Bronzo per il sanfeliciano Francesco Calì al campionato italiano Juniores su strada
    Bronzo per il sanfeliciano Francesco Calì al campionato italiano Juniores su strada
    Per Francesco, la conferma di un ottimo stato di forma a una settimana dalle ottime performance fatte registrare al Giro del Friuli[...]
    "21 lettere": la scommessa controcorrente della casa editrice indipendente di Soliera
    "21 lettere": la scommessa controcorrente della casa editrice indipendente di Soliera
    Fondata da Alberto Bisi, propone sei titoli l'anno, una copertina scevra da inutili descrizioni e trame, un logo in negativo e temi tra i più disparati[...]
    Il coraggio di cambiare lavoro. E avere successo. La storia di Simona Annino di Mirandola, dalla contabilità alla cucina
    Il coraggio di cambiare lavoro. E avere successo. La storia di Simona Annino di Mirandola, dalla contabilità alla cucina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari racconta esempi positivi e concreti di donne coraggiose nel mondo del lavoro[...]
    Riapre il museo Ferruccio Lamborghini
    Riapre il museo Ferruccio Lamborghini
    Per tutto il mese di settembre l'ingresso è ridotto per tutti i residenti dell'Emilia-Romagna, e gratuito per i bambini fino ai 12 anni. [...]