Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
SulPanaro Expo SulPanaro Expo

Nevica e si posa, ecco le foto. Sulle strade i Vigili controllano se le auto hanno le catene a bordo

Nevica e si posa. Puntuale come annunciato, è arrivata la prima neve di questa stagione, che ci regala un Bianco Natale. Sulle strade della Bassa i Vigili controllano se le auto hanno le catene a bordo o le gomme termiche, obbligatorie per legge.

Non in tutti i Comuni è stata effettuata la salatura delle strade che ritarda la formazione del ghiaccio. Non si vedono ancora  – giovedì a mezzogiorno – gli spazzaneve al lavoro perchè occorre che la neve depositata raggiunga un’altezza tale da essere raggiunta dalle lame, quaindi almeno 4 centrimetri, e finora il passaggio delle auto ha tenuto le strade relativamente pulite. Ma le strade più isolate sono già un pericoloso pantano.

Spiegano dalla Provincia:

L’organizzazione del Piano neve della Provincia prevede l’uscita dei mezzi spartineve quando la neve al suolo supera i quattro centimetri; i mezzi devono raggiungere il tratto di strada assegnato entro 30 minuti.  Per garantire un efficace presidio della viabilità, il territorio è suddiviso in nove zone, a loro volta articolate in 72 lotti, 32 tratti e nove percorsi misti (dove è prevista la spalata e il sale anche in contemporanea) assegnati a 69 ditte private proprietarie dei mezzi e in alcuni casi gestiti in amministrazione diretta.

In caso di neve i tecnici provinciali e gli operatori privati verificano in tempo reale le esigenze sia di spalatura che di sparsa sale, assegnando un’attenzione particolare alle aree considerate più a rischio, come ponti o cavalcavia, e ai tratti perennemente all’ombra in montagna dove è necessario intervenire in modo specifico anche quando le precipitazioni sono terminate da giorni.

Anche quest’anno per tutti mezzi a disposizione della Provincia sarà in funzione la gestione satellitare attraverso un dispositivo gps installato su spartineve e spargisale per controllare gli spostamenti, snellendo anche tutte le procedure burocratiche.

Si prevede però che continui a nevicare per tutta la giornata e anche venerdì. Quindi il consiglio è di prestare particolare attenzione alla guida e di limitare al massimo gli spostamenti.

Ecco le foto realizzate dai nostri lettori (l’articolo prosegue dopo la forogallery)

Questo slideshow richiede JavaScript.

Spartineve in montagna, salature ripetute: strade percorribili, prudenza per rischio ghiaccio

I mezzi spartineve e spargisale della Provincia sono usciti dalla prima mattina di giovedì 12 dicembre sulla rete delle strade provinciali dell’Appennino, in particolare nelle zone più in alto, dove finora sono caduti in media oltre cinque centimetri di neve.

L’attività ha riguardato le provinciali tra Montefiorino, Frassinoro e il passo delle Radici, la provinciale 324 da Fanano al territorio di Pievepelago, la provinciale 30 nella zona di Poggioraso e la parte più alta della provinciale 4 Fondovalle Panaro.

Tutte le strade provinciali in Appennino sono percorribili con catene o gomme da neve; nei giorni scorsi sono state eseguite ripetutamente le salature preventive che proseguiranno nel pomeriggio di oggi in vista delle possibili gelate notturne in particolare nei tratti più a rischio; i tecnici del servizio provinciale Viabilità raccomandano comunque prudenza, perché in presenza di temperature particolarmente rigide l’effetto del sale si attenua fino a diventare nullo; in caso di neve e ghiaccio c’è l’obbligo di catene e o gomme da neve.

Per tenere pulita la rete di oltre mille chilometri di strade provinciali, la Provincia dispone quest’anno di 188 mezzi di cui 132 spartineve, tutti di ditte private convenzionate; di questi 65 sono in montagna e 67 in pianura.

I mezzi spargisale sono 32 (14 in montagna e 18 in pianura), più nove di proprietà della Provincia, oltre a 13 mezzi “combinati” cioè sia spartineve che spargisale; a questi si aggiungono due turbine di proprietà della Provincia utilizzate in genere per tenere aperte le strade provinciali sul crinale nella zona di Frassinoro in particolare al passo delle Radici.

In vista dell’inverno la Provincia ha acquistato per ora circa 500 tonnellate di sale, per una spesa di 40 mila euro, che si aggiungono ai quantitativi  distribuiti nei 45 depositi provinciali, presso le ditte che svolgono il servizio spargisale o nei magazzini di proprietà della Provincia.

I costi per la Provincia per ogni abbondante nevicata possono arrivare fino a 300 mila euro.

LEGGI ANCHE

Come guidare in caso di neve

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017

Rubriche

Ecco le novità della legge di Bilancio 2020
Tra le nuove misure, c'è il bonus facciateleggi tutto
Consigli di salute
Piorrea o parodontite: cause, sintomi e rimedi
Se non adeguatamente trattata, porta alla progressiva perdita dei denti a causa del riassorbimento dell’osso e del tessuto gengivale da cui sono sostenuti.leggi tutto
Glocal
La mafia non può rubarci il futuro
"La mafia è una montagna di merda” scriveva Giuseppe Impastato, meglio conosciuto come Peppino, poco prima di essere assassinato per le sue intense e forti posizioni contro la mafia.leggi tutto
Consigli di salute
La Salute viaggia sul Web. Oltre il 75% degli Italiani s'informano su Google e sui Social
Le persone sono più autonome nella ricerca attiva di informazioni legate al benessere e alla saluteleggi tutto
Glocal
La responsabilità sociale fa bene ai conti aziendali
Il 74% degli italiani privilegia marchi aziendali che portano avanti azioni di valorizzazione delle diversità.leggi tutto
Glocal
L'economia del turpiloquio
Viviamo in una società dove il turpiloquio viene fin troppo (ab)usato come strumento per umiliare, opprimere e calpestare il prossimo, e che ha assunto un ruolo preponderante nella comunicazione tra gli individui.leggi tutto
Glocal
LA PAROLA AI MANAGER: l'Innovation Manager
Da alcuni giorni è stato pubblicato l’elenco dei consulenti dell’Albo del Mise per gli “Innovation Manager”.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Curiosità

    Uno schermo led penetrabile dal corpo umano: è l'installazione artistica alla stazione di Bologna
    Uno schermo led penetrabile dal corpo umano: è l'installazione artistica alla stazione di Bologna
    Si intitola Morestalgia di Riccardo Benassi, a cura di Xing, è un ambiente composto da testo, suono e oggetti [...]
    La Ferrari è il brand più forte del mondo
    La Ferrari è il brand più forte del mondo
    Il valore del brand è pari a 9,1 miliardi di dollari, in crescita del 9% grazie al positivo andamento delle vendite e alla forza complessiva del marchio.[...]
    E a Bomporto c'è il cane più bello di tutta l'Esposizione canina
    E a Bomporto c'è il cane più bello di tutta l'Esposizione canina
    Si chiama Milo, il suo allenatore nonchè proprietario è il signor Fabrizio Ganzerli[...]
    Rapace ferito trovato a San Martino Carano
    Rapace ferito trovato a San Martino Carano
    E' stato notato da due assistenti civici, Giorgio e Gabriele Tellia di San Possidonio, che lo hanno salvato[...]
    Super pescata invernale a Bomporto per il Modena Catfish
    Super pescata invernale a Bomporto per il Modena Catfish
    Davide Poluzzi e Simone Solieri hanno sfidato pioggia e vento[...]
    Sette sindaci per Medolla, tutti in una foto
    Sette sindaci per Medolla, tutti in una foto
    Da Bruschi (1981) a Calciolari, tutti sotto al Gonfalone[...]
    Osservatorio Geofisico di Unimore, visite guidate per la fiera di Sant'Antonio
    Osservatorio Geofisico di Unimore, visite guidate per la fiera di Sant'Antonio
    Venerdì 17 gennaio dal mattino al pomeriggio sarà possibile salire sulla torre di Levante di Palazzo Ducale a Modena[...]
    Rimane incastrata in una canna fumaria, piccola civetta salvata dai pompieri a Soliera
    Rimane incastrata in una canna fumaria, piccola civetta salvata dai pompieri a Soliera
    Provava a uscire dal solo ma non ce la faceva, e le ali sbattevano facendo diversi rumori che hanno insospettito i residenti.[...]
    L'avvocata di Mirandola Elisabetta Aldrovandi tra le 100 donne più influenti per la rivista F
    L'avvocata di Mirandola Elisabetta Aldrovandi tra le 100 donne più influenti per la rivista F
    Il settimanale ha premiato le donne che combattono in prima linee per avere un mondo migliore [...]