Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

“Ci sono altri frammenti di stella cadente”, a Cavezzo domenica di ricerche

CAVEZZO -“Ci sono altri frammenti di stella cadente”, a Cavezzo è stata una domenica di ricerche, purtroppo infruttuose, dopo la straordinaria scoperta fatta dal mirandolese Davide Gaddi che ha trovato due frammenti del meteorite caduto nei campi tra Disvetro e Rovereto òa notte di Capodanno.

La stella cadente di Capodanno era stata ripresa da diversi telescopi (guarda il video)  Era caduta in tutta la sua bellezza nel tardo pomeriggio, poco dopo le 18 del 1 gennaio 2020.

La sua caduta è stata seguta passo passo  e grazie a una serie di calcoli matematici è stata individuata l’area in cui è caduta grazie alle previsioni della rete Prisma (Prima Rete Italiana per la Sorveglianza sistematica di Meteore e dell’Atmosfera), una collaborazione promossa e coordinata dall’Istituto nazionale di astrofisica (Inaf).

La notizia è stata diffusa giovedì 3 gennaio. Prisma chiedeva ai residenti e agli appassionati di cercare i frammenti del meteorite sul terreno tra Disvetro e Rovereto sul Secchia. Un appello che è stato rilanciato anziatutto dal nostro giornale, poi dal Comune di Cavezzo.

Meno di 24 ore dopo Davide Gaddi, magazziniere di Mirandola noto come ciclista per le sue imprese no limits e solidali, contatta la nostra redazione. Ci chiede se quegli strani sassi che aveva trovato col suo cane Pimpa potessero essere frammenti di meteorite oppure no. Il direttore, Antonella Cardone, gli dice che sembravano proprio dei frammenti di meteorite, e dà le indicazioni sul da farsi. Ovvero, contattare i ricercatori di Prisma.

Gaddi manda una mail e spiega che era fuori per una passeggiata col cane, che proprio Pimpa si era incuriosita per il riverbero del sole sulla superificie liscia di una strana pietra che forse faceva anche un particolare odoroe di zolfo. I ricercatori guardano le foto che lui ha inviato loro e capiscono subito di cosa si tratta. Mandano gli esperti sul posto e ariva la conferma: “Sono frammenti della stella cadente di Capodanno“.

Da lì parte la corsa al frammento. Decine di appassionati si attivano e chiamano in Comune e al giornale per avere più informazioni. I primi ad  arrivare, sabato, sono gli emiliani. Domenica sono arrivati appassionati ed esperti dal Nord Italia, accompagnati dall’efficiente servizio dei volontaridi Protezione Civile.

Febbrile l’entusiasmo, il ritrovamento è di portata eccezionale. I due frammenti di Davide Gaddi sono parte di un bolide di circa un chilo – un chilo e mezzo di peso, che ha viggiato alla velocità di 30 mila km l’ora. Il frammento  più grande – che pesa circa 50 grammi – e ha un’età di circa 4 miliardi e mezzo di anni, è più antico di qualunque cosa esista sulla Terra

“Abbiamo tra le mani un oggetto straordinario, che arriva dalla profondità dello spazio e del tempo”, spiega Romano Serra del Dipartimento di fisica e astronomia dell’Università di Bologna. “Un colpo di fortuna incredibile, visto che è caduto in mezzo ai campi e al fango, come trovare un ago in un pagliaio”.

Con lui tanti ricercatori sono sul campo. La base è vicino la cimitero di Disvetro ma la mossa è tutta sull’argine del Secchia a Ponte Motta, su via Cantone domenica mattina sono decine le auto parcheggiate. Si sale a piedi sull’argine e ci si stringe per ammirare lo straordinario frammento che adesso è nelle mani dei ricercatori.

Ma non c’è tempo da perdere, si deve andare alla ricerca di altri frammenti, è pressochè certo che ce ne siano. “E’ più che probabile che ce ne siano altri – spiega Albino Carbognani ricercatore dell’Inaf, osservatorio astrofisico e dello spazio di Bologna – infatti quello che è stato trovato è un frammento spezzato, che si è rotto nel momento della caduta. E’ probabile che qui e verso Cavezzo ci siano altri frammenti: ne abbiamo osservato la disintegrazione dalle nostre telecamere. Ce ne sono tanti in zona”. Non saranno grandissimi, mettono le mani avanti gli esperti, perchè la cometa stata proprio vista frantumarsi in pezzi piccolissimi dalle oltre 50 telecamere che la seguivano. Ma saranno abbastanza grandi da essere visibili a occhio nudo?

Lo scopriremo presto.

 

Leggi anche:

 

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto
Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Recuperato l'antico manoscritto che venne rubato dall'Abbazia di Nonantola
    Recuperato l'antico manoscritto che venne rubato dall'Abbazia di Nonantola
    Era stato messo in vendita sul web, sul mercato antiquario. Il 22 gennaio, venerdì, si terrà una cerimonia pubblica per la riconsegna del manoscritto recuperato.[...]
    Con le "Storie a domicilio", il progetto TiPì riparte nella Bassa
    Con le "Storie a domicilio", il progetto TiPì riparte nella Bassa
    Ripartono le attività di TiPì – Stagione di Teatro Partecipato, il progetto che dal 2016 anima la vita culturale dell'Area Nord della provincia di Modena, con l'iniziativa TPCM – Storie a domicilio.[...]
    Da Eurosets a Medolla la riunione è in stile giapponese
    Da Eurosets a Medolla la riunione è in stile giapponese
    Inaugurata l’innovativa sala Obeya, di tradizione nipponica, per migliorare i processi decisionali, la creatività e il lavoro di squadra[...]
    I bimbi vanno in sala operatoria con la Bmw al Policlinico di Modena
    I bimbi vanno in sala operatoria con la Bmw al Policlinico di Modena
    AutoClub, storica concessionaria BMW di Modena ha donato due BMW I8 Spyder Toy Car che accompagneranno il bimbo in sala operatoria. [...]
    Il Comune di Medolla forma le liste di leva per i nati del 2004, chiamata alle armi in vista?
    Il Comune di Medolla forma le liste di leva per i nati del 2004, chiamata alle armi in vista?
    E' un atto burocratico perché il servizio militare obbligatorio non è scomparso, ma sospeso. E periodicamente si parla di renderlo operativo, come adesso per il Coronavirus[...]
    Già diversi casi di pettirossi incollati, colpa della colla per topi in ambienti esterni
    Già diversi casi di pettirossi incollati, colpa della colla per topi in ambienti esterni
    L'allarme dell'associazione "Il Pettirosso" che si trova a curare gli uccellini rimasti incollati[...]
    Giovane, laureato, impiegato e ama i social media: ecco chi va ai festival cinematografici
    Giovane, laureato, impiegato e ama i social media: ecco chi va ai festival cinematografici
    I dati di un'indagine sul pubblico condotta da Regione e DamsLab, attraverso l'analisi di 25 manifestazioni di settore in Emilia-Romagna[...]
    I personaggi illustri della Bassa: Gregorio Agnini di Finale, deputato e pioniere del socialismo italiano
    I personaggi illustri della Bassa: Gregorio Agnini di Finale, deputato e pioniere del socialismo italiano
    La Bassa territorio di personaggi illustri, oggi si parla del deputato finalese Gregorio Agnini: pioniere del socialismo italiano e fondatore delle leghe dei braccianti in Emilia.[...]
    Domenica attesa la neve anche nella Bassa
    Domenica attesa la neve anche nella Bassa
    Durerà poco ma dovrebbe poggiarsi[...]