Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Discarica di Medolla, Aimag: “Apporterà miglioramenti ambientali al sito esistente”

MEDOLLA – Discarica di Medolla, Aimag: “Apporterà miglioramenti ambientali al sito esistente”. Così la multiutility illustra alla stampa il progetto per la riapertura della discarica di Medolla, che venne chiusa 6 anni fa e che si vuole riaprire nel giro di qualche mese. La notizia è trapelata da una denuncia dell’opposizione con la leghista Lavinia Zavatta, e dopo la sua denuncia, a giochi ormai chiusi, il Comune prima, Aimag adesso danno spiegazioni ai cittadini.

Ecco cosa scrive Aimag

 

IL PROGETTO DI RACCORDO MORFOLOGICO FRA AREA EST ED AREA OVEST DELLA DISCARICA DI MEDOLLA

Per quanto riguarda la discarica di Medolla, AIMAG intende illustrare il progetto nella sua completezza e fornire tutti gli approfondimenti tecnici del caso.

La discarica è oggi suddivisa in tre parti: la parte ad est che comprende la discarica originaria, con una superficie di circa 100.000 mq la cui coltivazione è iniziata negli anni ’70 e in cui i conferimenti sono terminati nel 2000;  l’area ovest che comprende 4 lotti per una superficie di 78.000 mq ed una volumetria assestata pari a 600.000 mc di rifiuti;  i lotti A e B,  nell’Area Est, di ripristino a seguito dello stoccaggio di macerie del terremoto, per una superficie di 30.000 mq, circa 115.000 t, i cui conferimenti sono terminati nel 2017.

Le parti dell’area ovest e i lotti A ed B risultano attualmente sopraelevate rispetto alla parte mediana conferendo all’intero corpo della discarica la configurazione “valle ad U”.

 

 

Il nuovo progetto nasce con l’idea di regolarizzare la morfologia della discarica, con un intervento che armonizzi i profili, creando un unico cumulo finale e consentendo a tutto l’impianto una copertura impermeabile conforme al DLgs. 36/03.

 

L’intervento viene eseguito per sopraelevazione della parte centrale della discarica già esistente, senza occupazione di nuovo suolo.  La superficie interessata è di 60.000 mq che potrà accogliere 245.000 tonnellate di rifiuti speciali non pericolosi nell’arco di 4 anni (2021-2025). I rifiuti speciali provengono dagli impianti di recupero di AIMAG (impianto di compostaggio, CARE e TMB di Carpi, Impianto di compostaggio di Massa Finalese), la parte di scarti che devono necessariamente andare a smaltimento.  In un ciclo integrato dei rifiuti, come AIMAG lo gestisce, sono infatti necessari impianti di prossimità che consentano di gestire i flussi di smaltimento una volta che i rifiuti sono stati trattati, garantendo in questo modo l’autosufficienza del territorio.

Il progetto è stato concepito adottando criteri improntati al rispetto dell’impianto esistente, al conseguimento della massima garanzia contro eventuali inquinamenti, alla riduzione degli impatti ambientali. In particolare sono stati sviluppati tutti i criteri richiesti dall’attuale normativa sulle discariche, rispettando le indicazioni tecniche del DLgs 36/2003 per l’applicazione delle migliori tecniche disponibili in materia di prevenzione integrata dell’inquinamento.

Le principali azioni di mitigazione degli impatti ambientali riguardano le acque, con l’utilizzo di tutti gli accorgimenti per poter impermeabilizzare l’invaso e porre particolare cura nel limitare la produzione di percolato; l’atmosfera, per cui non si prevedono impatti odorigeni essendo il rifiuto a basso contenuto organico e con una copertura giornaliera dei conferimenti; il rumore, a basso impatto in quanto le produzioni di rifiuti conferite giornalmente saranno davvero esigue e così il traffico di mezzi che li trasporta, senza creare appesantimenti nella circolazione veicolare; I mezzi seguiranno percorsi extraurbani e AIMAG si farà inoltre carico della manutenzione del manto delle strade al servizio dell’impianto. A fine utilizzo della discarica sono stati progettati interventi di mitigazione e la valorizzazione paesaggistica con alberi e verde.

Il percorso autorizzativo svolto da AIMAG è iniziato il 27 dicembre 2018, con la presentazione di attivazione del procedimento ad ARPAE e Regione Emilia Romagna; la Regione accoglie la domanda il 20 febbraio 2019 e pubblicato l’atto per 60 giorni, come da procedura, sul sito come avviso pubblico e come progetto in libera consultazione per gli interessati; il Comune di Medolla pubblica il 20 febbraio 2019 l’avviso sull’albo on line. A seguire si aprono 4 Conferenze dei Servizi in Provincia, di cui fanno parte ARPAE, Provincia, Comune, Unione Area Nord, Regione, Soprintendenza: il 20 settembre, il 22 ottobre, il 15 novembre e quella decisoria il 3 dicembre 2019.

AIMAG ritiene dunque che per i bassi impatti ambientali e per le tipologie di rifiuti non pericolosi che verranno conferiti, l’opera costituirà un importante tassello al servizio del territorio per lo smaltimento dei rifiuti e apporterà miglioramenti ambientali al sito esistente.

 

 

LEGGI ANCHE

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
Un paradiso terrestre per piante e uccelli: le Meleghine a Finale Emilia - La natura della Bassa che non ti aspetti
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta dell'oasi faunistica nata dall’impianto di fitodepurazioneleggi tutto
Glocal
Crisi economica: l'innovazione tecnologica come cura
La crisi economica da Covid-19 ci impone di riprogettare il modello imprenditoriale delle nostre imprese, mentre in alcuni casi si dovrà riprendere il primordiale concetto di “innovazione di prodotto e di processo”.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    "Cosa ci fanno quelli sull'albero?" E' la potatura acrobatica che si fa a Concordia
    "Cosa ci fanno quelli sull'albero?" E' la potatura acrobatica che si fa a Concordia
    La maestosità e il pregio delle piante richiede di intervenire in arrampicata, così si può intervenire esclusivamente sui rami con problematiche mantenendo la naturale conformazione della chioma.[...]
    Quando anche il semplice dormire diventa spettacolo: il dormitorio dei gufi a Medolla
    Quando anche il semplice dormire diventa spettacolo: il dormitorio dei gufi a Medolla
    Da qualche giorno gli abitanti di Medolla, genitori e bambini soprattutto, si trovano riuniti con il naso all’insù a scrutare tra le chiome di alcuni alberi del centro. La biologa finalese Eleonora Tomasini ci spiega che cosa sta accadendo[...]
    La Settimana della Cucina Italiana nel Mondo ha il sapore dell'Emilia-Romagna, con Pellegrino Artusi
    La Settimana della Cucina Italiana nel Mondo ha il sapore dell'Emilia-Romagna, con Pellegrino Artusi
    Sono oltre 60 gli eventi e le attività proposti da Regione Emilia-Romagna e Casa Artusi presentati in 31 Paesi di tutti i continenti[...]
    Monari Federzoni e Consorzio Opera presentano l’Aceto di Pere Non Filtrato
    Monari Federzoni e Consorzio Opera presentano l’Aceto di Pere Non Filtrato
    La storica azienda modenese porta avanti l’ampliamento della propria gamma di prodotti con una referenza pensata per valorizzare i piatti di ogni giorno con un tocco di gusto e originalità in più[...]
    Promossi Guglielmo Golinelli e Giuditta Pini, bocciato Emanuele Cestari: ecco le pagelle di Federconsumatori agli onorevoli
    Promossi Guglielmo Golinelli e Giuditta Pini, bocciato Emanuele Cestari: ecco le pagelle di Federconsumatori agli onorevoli
    L'indagine "Quel treno per Roma" analizza l'operato degli onorevoli del territorio, facendo riferimento alla loro attività parlamentare e alla presenza capillare nei problemi della nostra area. [...]
    Strage Bologna, un murale a Modena in zona stazione per ricordare il 2 agosto 1980
    Strage Bologna, un murale a Modena in zona stazione per ricordare il 2 agosto 1980
    L'opera sarà completata venerdì dall'artista modenese Luca Zamoc, che sta lavorando sulla facciata di una palazzina in viale Monte Kosica 56[...]
    Aperte le votazioni sul sito Fai per sostenere il Casino di caccia del duca a San Felice
    Aperte le votazioni sul sito Fai per sostenere il Casino di caccia del duca a San Felice
    E' tornata la nuova edizione de I luoghi del cuore del FAI che l'anno scorso vide lo strico edificio sanfeliciano arrivare primo tra i modenesi[...]
    Poliziotto di Mirandola salvò 3 ragazzi da incidente stradale, il web lo consacra
    Poliziotto di Mirandola salvò 3 ragazzi da incidente stradale, il web lo consacra
    Grazie a un post su Facebook di agente Lisa, la pagina più social friendly della Polizia italiana, che ne ha raccontato la storia domenica scorsa.[...]
    A Cavezzo scoperto l'asteroide 80652 ed è stato dedicato a... Alberto Angela
    A Cavezzo scoperto l'asteroide 80652 ed è stato dedicato a... Alberto Angela
    Il momento migliore per vederlo sarà a marzo. E chissà se anche il popolare presentatore verrà a Cavezzo per osservarlo dai telescopi del nostro Osservatorio[...]