Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Fratelli d’Italia: “Macchè baricentrico, Mirandola merita un ospedale di alto livello”

Fratelli d’Italia: “Mirandola merita un ospedale di alto livello”, e respinge l’ipotesi di ospedale baricentrico da condividere con Carpi che invece sostiene la Lega.

La posizione è stata espressa alla presentazione dei candidati della Bassa del partito di Giorgia Meloni. Qui le indicazioni di voto sono di scrivere “Barcaiuolo” e “Zagnoli” sulla scheda elettorale. Il primo, Michele Barcaiuolo, è leader modenese del partito, la seconda è Maria Grazia Zagnoli, storica esponente della destra a Mirandola e attiva nel volontariato con l’Ant.

Alla presentazione c’erano anche Massimo Marchesi, già esponente del Popolo della famiglia che ha messo a disposizione la bellissima sede a tre vetrine su via Fulvia, e Gianluca Borgatti, assessore di Finale Emilia che era con la collega di Giunta Beatrice Ferrarini. Esponente di spicco di Fratelli d’Italia lui,  nè iscritta nè militante lei, che si definisce “civica”.
Marian Lugli, ex di Forza Italia, è l’anima del partito mirandolese e ha creato  questo gruppo coeso con radici ben salde nella destra ex An che si presenta alle elezioni nella coalizione che sostiene la leghista Lucia Borgonzoni. Alleati della Lega, sì, ma anche alternativi su certi temi come ad esempio l’ospedale di Mirandola.

Spiega Marian Lugli: “Fratelli d’Italia cresce e conosce persone nuove e valorizza le persone del passato. Persone oneste e per bene del territorio. Persone che conoscono la sanità, il volontariato, i giovani. Noi vogliamo un ospedale di Mirandola di alto livello, non baricentrico. Finchè non ci saranno opere e infratrutture consone per il nostro territorio, non siamo dell’avviso di fare un ospedale baricentrico”.

Aggiunge Borgatti: “Maria Grazia Zagnoli è la candidata del territorio, di tutti i paesi della Bassa, Barcaiuolo è uno degli uomini di fiducia della Meloni, lui è leader modenese.
Zagnoli è figlia di un consigliere comunale, ed è stata consigliera comunale dal ’90 fino al 2004, e anche candidata sindaca per An. Ha affrontato la platea del Consiglio comunale in anni ben più difficili di questi.
È donna indipendente, combattiva e coraggiosa molto attiva nel volontariato, attività che porta avanti con passione.
Noi a Finale abbiamo il problema enorme della discarica, diventerebbe la più grossa di rifiuti speciali del nord italia, li dove c’è stata alluvione e terremoto: tratterebbe 1.300 mila tonnellate di rifiuti speciali che valgono 300 euro a tonnellata, in totale sono 400 milioni di euro che vanno ad Hera, cimitero degli elefanti della sinistra.
È notevole l’ostinazione di Bonaccini, ha voluto la discarica a tutti i costi, nonostante aperte violazioni di legge, gli dò atto del coraggio ma è assurdo. Insistere è un atto criminale.
Non è una discarica cittadina per raccogliere i nostri rifiuti, ormai non esistono più. I rifiuti urbani vanno negli inceneritori. Ma nella discarica di Finale Emilia ci andrebbero solo i rifiuti da impianti industriali che non sono bruciabili ma che vanno stoccati e seppelliti. Hanno un bel dire che sarà a regola d’arte…
Intanto, lì ci sono terreni comprati a 800 milioni di lire e venduti a 2 miliardi e 400 mila lire, 8 giorni dopo: interessi enormi coperti dal piano regionale dei rifiuti”

Maria Grazia Zagnoli si è detta “fiera ed onorata della candidatura, per me politica è passione e passione di servizio. Qui  – ha aggiunto – non si vive male, ma il merito è dei cittadini che si rimboccano le mani non di chi ci governa”. Inoltre “l’ospedale baricentrico non ha senso, Carpi vuole il suo ospedale, ma anche noi”. Zagnoli contesta poi la scelta di realizzare l’hospice di San Possidonio, progetto intercomunale da 5 milioni di euro. “È un’idea da anni 70, altrove gli hospice li stanno smantellando perché sono ghetti in cui si va a morire.
Un medico che va a casa del malato costa 30 euro al giorno, in ospedale costa 700 euro al giorno. Noi all’hospice preferiamo un nuovo reparto nell’ospedale di Mirandola per 10-12 persone”. Poi il tema della liste d’attesa: “io è 3 mesi che aspetto una scintigrafia “, fa sapere, delle case di riposo per anziani, “care e insufficienti”, e della sicurezza: “Io sono stata scippata in piazza a Mirandola- ha ricordato Zagnoli – è un tema imprescindibile”.
Barcaiuolo ha spiegato che “la Bassa è avanguardia politica della provincia di Modena, governiamo a Finale e Mirandola e nel Consiglio Area Nord
Non saremo la sorpresa, saremo la notizia delle elezioni: ce ne accorgiamo di quanto sia cambiato il vento nei nostri confronti.
Noi siamo gli unici coerenti, non siamo mai stati al governo. Al governo ci si va con gli alleati come accaduto recentemente con i Cinque Stelle e il Pd.
Se vinciamo è la prima alternanza dal 1970 a oggi. E, rivolto alla Lega aggiunge: “Basta torcicollo degli alleati verso 5 stelle ed ex PD. Avremmo piacere che Salvini si sbilanciasse di piu, non ci sono piaciute le strizzatine d’occhio a Renzi, la nostra alleanza deve essere forte come lo è qui”
Poi la stoccata a Bonaccini: “in Emilia in 6 anni sono stati tagliati 400 posti letto nella nostra provincia, proprio mentre la popolazione è aumentata e invecchiata. La nostra sanità è d’eccellenza per i medici i tecnici e gli infermieri, non per i dirigenti scelti dal Pd.
Mirandola deve avere suo ospedale con cardiologia e neurochirurgia, le nascite, il primo soccorso salva vita (dove i secondi fanno la differenza) non ci possono essere zone di serie A e di serie B”.
Poi le infrastrutture “grande fallimento di Bonaccini. La Canaletto da quando esiste non è mai stata modificata, la Panaria è messa uguale. Serve una superstrada che colleghi  il capoluogo all’Area nord e collegamenti migliori tra i paesi della Bassa”
Famiglia: “è tempo di una rivoluzione copernicana, sugli asili nido serve un intervento pesante, devono essere aperti fino a 19 e aperti d’estate sennò la loro è una funzione parziale. I costi non sono impossibili”.
Barcaiuolo aggiunge poi che le vicende Veleno e Bibbiano meritano altri approfondimenti, “non una finta commissione d’inchiesta. Attendiamo la magistratura e le responsabilità penali. Ma è evidente che i protocolli non funzionano e che quel sistema Val d’Enza per anni vantato come sistema modello per tutta la regione poi è diventato “un raffreddore” come lo ha definito il Pd Boschini”.

Prossimi appuntamenti di Fratelli d’Italia nella Bassa:
Sabato 11 ore 11 45 inaugurazione della sede di Mirandola
13 gennaio cena Area nord a Cavezzo
Venerdi 17  Giorgia Meloni a Modena alla camera di commercio
Ogni sabato banchetti  in piazza

 

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
Un paradiso terrestre per piante e uccelli: le Meleghine a Finale Emilia - La natura della Bassa che non ti aspetti
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta dell'oasi faunistica nata dall’impianto di fitodepurazioneleggi tutto
Glocal
Crisi economica: l'innovazione tecnologica come cura
La crisi economica da Covid-19 ci impone di riprogettare il modello imprenditoriale delle nostre imprese, mentre in alcuni casi si dovrà riprendere il primordiale concetto di “innovazione di prodotto e di processo”.leggi tutto
Glocal
Dall'emergenza sanitaria all'emergenza occupazionale
Sono in corso in questi giorni alcune misure per contrastare il danno occupazionale. Tra le misure: incentivi per far ripartire le assunzioni stabili, meno paletti sui contratti a termine, nuove risorse per la Cig e detassazione degli aumenti dei Ccnl.leggi tutto
Glocal
BTP Futura, il primo titolo di Stato interamente dedicato ai risparmiatori retail
Il Governo presenta una vera e propria novità per i risparmiatori italiani particolarmente affezionati ai titoli di Stato: il BTP Futura. Un nuovo Titolo di Stato dedicato esclusivamente ai risparmiatori individuali.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    A Mirandola la laicità dello Stato resta un valore? - LA RIFLESSIONE
    A Mirandola la laicità dello Stato resta un valore? - LA RIFLESSIONE
    La Giunta leghista all'inaugurazione della nuova sede dei Vigili Urbani ha invitato un cardinale anticomunista. Attorno a lui si è svolta gran parte della cerimonia[...]
    Modena Motor Gallery, una scommessa vinta
    Modena Motor Gallery, una scommessa vinta
    La manifestazione motoristica torna a far battere forte il cuore degli appassionati e dei semplici curiosi[...]
    Pit, dalla Spagna a Modena, cane antidroga al servizio della Polizia Locale
    Pit, dalla Spagna a Modena, cane antidroga al servizio della Polizia Locale
    Il sindaco Gian Carlo Muzzarelli al Comando per augurare buon lavoro alla nuova Unità cinofila che sarà impiegata anche nell’ambito del progetto Scuole sicure[...]
    Consiglieri comunali indisciplinati a Finale, la reprimenda del presidente Saletti
    Consiglieri comunali indisciplinati a Finale, la reprimenda del presidente Saletti
    In nemmeno un anno che siede sullo scranno più importante dell'assise ne ha visto di tutte i colori[...]
    La compagnia delle Mo.re torna in scena: da Nonantola, Ravarino e Bomporto ai teatri emiliani
    La compagnia delle Mo.re torna in scena: da Nonantola, Ravarino e Bomporto ai teatri emiliani
    Il cast è formato da ragazzi e ragazze,guidati dal fondatore Maicol Piccinini, di Nonantola[...]
    Le immagini più belle di #EViaggioItaliano, il tour nazionale su veicoli elettrici
    Le immagini più belle di #EViaggioItaliano, il tour nazionale su veicoli elettrici
    Il progetto che rilancia il turismo sostenibile per valorizzare il patrimonio enogastronomico, culturale e imprenditoriale italiano[...]
    Da Berlino a Finale per visitare le Meleghine
    Da Berlino a Finale per visitare le Meleghine
    Paolo Saletti ha condiviso sul proprio profilo Facebook un incontro curioso e inaspettato avvenuto durante un sopralluogo alle Meleghine[...]
    Alessandro Bergonzini, la passione per la storia al servizio della narrazione
    Alessandro Bergonzini, la passione per la storia al servizio della narrazione
    Intervista all'autore di Camposanto de "Nel giardino della salamandra" e "Naamah"[...]
    Il coraggio di cambiare lavoro, la storia di Arianna Gamberini
    Il coraggio di cambiare lavoro, la storia di Arianna Gamberini
    Si è messa in proprio come consulente di immagine lasciando il posto da dipendente: l'esperta di lavoro Francesca Monari l'ha intervistata[...]