Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Laurea o diploma: questo è il dilemma

di Andrea Lodi

Secondo l’Osservatorio dell’OCSE sull’educazione, che analizza i sistemi dell’istruzione di 34 Paesi nel mondo, comparandoli con le richieste del mercato del lavoro, in Italia il diploma di istruzione tecnica e professionale garantisce maggiori possibilità occupazionali rispetto alla laurea.

Poco più del 40% dei giovani italiani è iscritto ad una scuola superiore a indirizzo tecnico-professionale, contro circa il 30% che ha scelto un liceo. Circa il 15% in più rispetto alla media OCSE.

Laurea o diploma?

Il 70% circa dei giovani che escono da un percorso di studi tecnici e professionali riesce a trovare un impiego entro l’anno dal diploma. Il restante 30% è rappresentato da giovani che intraprendono gli studi universitari, altri che scelgono percorsi lavorativi diversi dalle competenze acquisite ed infine da diplomati che hanno scelto competenze meno spendibili sul mercato del lavoro. Si tratta soprattutto dei diplomi tecnico-amministrativi. Esiste ovviamente anche il fenomeno, tutto italiano, del “poltronismo”, ovvero la propensione di alcun giovani a non decidere “cosa fare nella vita”, e a vivere a spese dei genitori. Fenomeno che interessa soprattutto i laureati.

Lo skill mismatch

Secondo l’OCSE, infatti, l’orientamento dei neolaureati in Italia è poco legato ai bisogni emergenti dell’economia: circa il 40% dei laureati proviene da facoltà umanistiche o artistiche, rispetto al 25% laureatosi in una disciplina tecnico-scientifica o al 14% in economia, che garantirebbero maggiore occupazione. Con conseguenze negative per il tasso di occupazione dei laureati.

Ovvio che non si può pensare ad una società costituita soltanto da competenze tecniche. Occorrono anche umanisti, sociologhi, politologi, filosofi, insomma una nutrita schiera di pensatori, che se guardiamo al passato, sono stati i capisaldi delle moderne democrazie.

Il problema dello skill mismatch, ovvero il gap esistente tra domanda e offerta di lavoro (che in realtà si traduce come la differenza tra le competenze delle persone e quelle che le persone dovrebbero avere per fare bene il proprio lavoro) però esiste, ed è un fenomeno, purtroppo, ben radicato in Italia.

Secondo l’OCSE in Italia è evidente che è necessario da un lato accompagnare i giovani verso scelte di orientamento più consapevoli dei bisogni emergenti e rinforzare i legami tra insegnamento universitario ed economia sul territorio, e dall’altro rafforzare un sistema di riqualificazione professionale per i meno giovani, al fine di aggiornarli sui cambiamenti che interessano il mercato del lavoro.

Per raggiungere questo obiettivo è evidente che occorre anche un maggiore legame tra le Pubbliche Amministrazioni e la società. Inteso come coerenza tra bisogni emergenti e spesa pubblica.

Quanto spende l’Italia per l’istruzione

Secondo l’OCSE l’Italia destina circa il 7% della spesa pubblica alla voce istruzione, contro il 10% circa dell’Europa e l’11% dell’area OCSE. E’ evidente che per i nostri governanti l’istruzione non è poi così importante. Così come è evidente che lo skill mismatch riguarda in particolare la classe politica. In questo caso da leggersi come “mancanza di competenze”. E’ chiaro che non si può fare di tutta un’erba un fascio, come dicevano i nostri saggi antenati contadini. Però il problema esiste. Non sarebbe male quindi, che, così come per poter svolgere la professione medica è necessario conseguire un diploma di laurea in medicina, per poter svolgere la funzione di “politico” occorresse frequentare appositi corsi di qualificazione, aggiungendo anche un sistema di regole e comportamenti alla stessa stregua del giuramento di Ippocrate per i medici.

Un tempo esistevano le scuole di partito, che garantivano amministratori pubblici seri e competenti. Chiuse da un finto riformismo che ha di fatto barbarizzato il sistema. Rendendolo anche facile preda di fenomeni altamente corruttivi.

In conclusione: per i Paesi OCSE l’istruzione è importante, è alla base del mantenimento di una società consapevole e partecipativa. Un sistema d’istruzione che sappia aggiornarsi ai cambiamenti dell’economia e della società, e che sappia proiettarsi verso il futuro.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Lavoro e Ambiente. Un futuro "green" per le nuove generazioni.
Il treno della “rivoluzione verde” sta passando ora, non possiamo permetterci di perderloleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto
Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Luciano Ligabue al Vox di Nonantola, sul palco in silenzio per salvare la musica live
    Luciano Ligabue al Vox di Nonantola, sul palco in silenzio per salvare la musica live
    E' il messaggio lanciato con un video pubblicato su Facebook ad un anno dallo stop alla musica dal vivo con il pubblico.[...]
    Le mascherine trasparenti di Mirandola sbarcano a Sanremo 2021
    Le mascherine trasparenti di Mirandola sbarcano a Sanremo 2021
    Le indossano, tra gli altri, quelli de La strana coppia di Radio Bruno. Sono prodotte da Renometal e commercializzate dalla mirandolese Encaplast [...]
    Danneggiato il grande faggio di Pratignana: i forestali valutano i danni
    Danneggiato il grande faggio di Pratignana: i forestali valutano i danni
    Una grossa branca della chioma si è troncata, probabilmente a seguito del peso della neve caduta durante l’inverno [...]
    Mirandola, in attesa di tempi migliori, l'arrivederci dello storico circolo Aquaragia
    Mirandola, in attesa di tempi migliori, l'arrivederci dello storico circolo Aquaragia
    L'emergenza sanitaria mette in crisi Aquaragia, storica realtà associativa mirandolese. Quale futuro per il circolo? Ne discutiamo con Roberto Ganzerli. [...]
    Concordia, i bambini della Gasparini trasformano un parco in una galleria d’arte naturale
    Concordia, i bambini della Gasparini trasformano un parco in una galleria d’arte naturale
    Nota di Irene Salvaterra sul progetto “A scuola in natura” a cura del CEAS La Raganella[...]
    Mirandola, Letizia Borella racconta la magia del body painting: "Sono una tela viva, indosso l'arte"
    Mirandola, Letizia Borella racconta la magia del body painting: "Sono una tela viva, indosso l'arte"
    "Body painting significa essenzialmente vestirsi di emozioni diverse, le quali, trasposte cromaticamente sul corpo dell'interprete, si trasformano in arte": è così che Letizia Borella, mirandolese classe 1985, ci introduce ai segreti di quella che lei definisce "un'arte effimera".[...]
    Cavezzo, tutti pazzi per il Carnevale con la Pro Loco Cavezzese
    Cavezzo, tutti pazzi per il Carnevale con la Pro Loco Cavezzese
    Sui loro social hanno mostrato in una gallery i travestimenti dei cittadini[...]
    Barbie svela la nuova linea di bambole Fashionistas 2021
    Barbie svela la nuova linea di bambole Fashionistas 2021
    Barbie viene nominata Property n.1 al Mondo del mercato del giocattolo per il 2020 [...]
    Good Morning Secchia, i problemi del fiume affrontati attraverso un format ironico
    Good Morning Secchia, i problemi del fiume affrontati attraverso un format ironico
    Il Pool Comitati, che raggruppa diverse organizzazioni attente alle tematiche legate all'ambiente e in particolare, relative al fiume Secchia ha diffuso un nuovo episodio di Good Morning Secchia[...]
    Alle Tattoo, opere d'arte su tela per raccontare la storia del tatuaggio
    Alle Tattoo, opere d'arte su tela per raccontare la storia del tatuaggio
    "Factory MAT75 è un progetto che coinvolge giovani artisti che vogliono rappresentare la storia di questo mondo", spiega Alessandro Bonacorsi[...]