Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Sanità, per Mirandola 32,5 milioni di euro: la soddisfazione dei sindacati

Per l’ospedale e i servizi socio sanitari del distretto di Mirandola 32,5 milioni di euro, la soddisfazione dei sindacati. Si legge in una nota:

Il 13 dicembre 2019 la Conferenza Socio Sanitaria Territoriale di Modena ha ratificato il piano di investimenti, proposto dalla Regione Emilia Romagna, che destina al potenziamento dei servizi socio-sanitari del Distretto di Mirandola, risorse per 32.464 milioni di euro. Tra gli obiettivi più importanti figurano: il rafforzamento dei servizi territoriali, il miglioramento delle strutture ospedaliere e l’acquisto di nuove attrezzature, oltre  che l’assunzione di personale.

Va, innanzitutto, sottolineato il fatto che tutti i sindaci dell’Area Nord hanno condiviso questo programma di interventi, riuscendo a trovare una sintesi comune di fronte ai bisogni della cittadinanza; cosa per nulla scontata, in presenza di una costante polemica pre-elettorale, spesso concentrata solo sul tema sanità.

Un impegno, che ancora pochi conoscono, serve per dare alcune risposte concrete a quelle criticità che, da tempo, le Organizzazioni Sindacali Cgil Cisl Uil dell’Area Nord modenese, insieme alle categorie dei pensionati, portano all’attenzione delle Istituzioni locali e regionali, nell’ambito della Contrattazione Sociale Territoriale.

Proposte che, oggi, sono anche il frutto di un rinnovato percorso di ascolto/confronto con i cittadini, messo in campo da molte forze politiche e dai Sindaci del territorio.

E’ l’innovazione dei servizi il valore aggiunto del progetto perché guarda al futuro e fa crescere la sanità, partendo da una corretta logica di integrazione fra ospedale e territorio, elemento che permette la quotidiana presa in carico delle persone. La prevenzione, la fase acuta della malattia ma anche il post-ricovero trovano così il giusto spazio nella rete assistenziale, che si sviluppa in primo luogo all’interno del distretto ma prosegue, per i casi più gravi, in ambito provinciale nel rispetto del principio di universalità che solo il servizio pubblico può garantire con la qualità necessaria. Il valore dell’investimento già deliberato per l’Osco (ospedale di comunità) di Mirandola ammonta a 2,8 milioni di euro a cui si aggiungono 4.360 milioni per la nuova Casa della Salute, mentre per la rifunzionalizzazione dell’Ospedale di Mirandola l’importo complessivo arriva a 12.250 milioni, di cui 3.800 da fondi dell’Azienda USL.

Per il Centro Servizi vengono stanziati 474.000 mila euro e alla Casa della Salute di Finale Emilia, compreso l’Ospedale di Comunità, andranno 9.309 milioni.

Il secondo stralcio relativo alla Casa della Salute di Cavezzo, prevede una spesa di 275.000 mila euro, mentre per quella di San Felice l’investimento complessivo è di 1.900.000 euro, con progetto ed esecuzione lavori a carico del Comune.

A Concordia arrivano 696.000 euro per la struttura presente e, infine, la Regione ha stanziato il milione di euro che mancava per la costruzione dell’Hospice (struttura per malati terminali) a San Possidonio.

Risorse che garantiscono la realizzazione del progetto complessivo, basato sull’analisi dei bisogni di lavoratori e pensionati, che delinea, da un lato, un percorso diagnostico-terapeutico capace di seguire al meglio la persona nell’intero arco della vita, dalle broncopneumopatie alle cardiopatie, dalla demenza al diabete, dalla gravidanza alla pediatria, dalle dipendenze ai problemi psicologici; dall’altro il potenziamento dell’assistenza domiciliare e la riduzione delle liste d’attesa, senza scordare la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro.

Il nuovo disegno della sanità nella Bassa modenese si fonda su un cospicuo investimento nelle degenze ospedaliere, con l’aumento dei posti letto mirati alle nuove esigenze e l’apertura di nuovi servizi come l’Osservazione Breve Pediatrica, la Terapia Semintensiva (Aspo), la Medicina d’urgenza e la Cardiologia riabilitativa, ma anche l’acquisto di una tac di ultima generazione, l’assunzione di nuovi Primari e, sopratutto, l’assunzione di personale infermieristico ed assistenziale. Personale, in questi mesi troppe volte denigrato da affermazioni superficiali, che invece merita di essere valorizzato perché è garanzia di professionalità, efficace nei risultati di cura e da sempre punto di riferimento per l’intera provincia.

La proposta di organizzare un Ospedale di Primo Livello su due Sedi (Mirandola e Carpi) con unica Direzione, ma con funzioni specifiche per ciascuno stabilimento, appare utile per garantire quella sostenibilità di sistema a lungo termine, di cui il territorio ha bisogno.

Naturalmente questo piano straordinario di investimenti, in parte già in fase esecutiva per effetto di atti deliberativi adottati e consolidato da accordi sindacali sottoscritti da CGIL CISL e UIL sul Bilancio regionale 2019/2021 e per l’assunzione del personale (12 milioni di euro), va costantemente monitorato per assicurare che la gestione in capo all’Azienda USL, proceda in modo rapido e coerente.

Le Organizzazioni Sindacali dell’Area Nord esprimono soddisfazione per questo primo risultato, pur sapendo che il benessere della nostra comunità deriva da un lavoro che va ben oltre il momento elettorale e che, l’alto livello raggiunto dal Servizio Sanitario Regionale, si mantiene soltanto se tutte le parti continueranno a credere nel rilancio dell’offerta pubblica, quale elemento indispensabile per l’affermazione di un sistema di welfare veramente inclusivo.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
Un paradiso terrestre per piante e uccelli: le Meleghine a Finale Emilia - La natura della Bassa che non ti aspetti
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta dell'oasi faunistica nata dall’impianto di fitodepurazioneleggi tutto
Glocal
Crisi economica: l'innovazione tecnologica come cura
La crisi economica da Covid-19 ci impone di riprogettare il modello imprenditoriale delle nostre imprese, mentre in alcuni casi si dovrà riprendere il primordiale concetto di “innovazione di prodotto e di processo”.leggi tutto
Glocal
Dall'emergenza sanitaria all'emergenza occupazionale
Sono in corso in questi giorni alcune misure per contrastare il danno occupazionale. Tra le misure: incentivi per far ripartire le assunzioni stabili, meno paletti sui contratti a termine, nuove risorse per la Cig e detassazione degli aumenti dei Ccnl.leggi tutto
Glocal
BTP Futura, il primo titolo di Stato interamente dedicato ai risparmiatori retail
Il Governo presenta una vera e propria novità per i risparmiatori italiani particolarmente affezionati ai titoli di Stato: il BTP Futura. Un nuovo Titolo di Stato dedicato esclusivamente ai risparmiatori individuali.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Pit, dalla Spagna a Modena, cane antidroga al servizio della Polizia Locale
    Pit, dalla Spagna a Modena, cane antidroga al servizio della Polizia Locale
    Il sindaco Gian Carlo Muzzarelli al Comando per augurare buon lavoro alla nuova Unità cinofila che sarà impiegata anche nell’ambito del progetto Scuole sicure[...]
    Consiglieri comunali indisciplinati a Finale, la reprimenda del presidente Saletti
    Consiglieri comunali indisciplinati a Finale, la reprimenda del presidente Saletti
    In nemmeno un anno che siede sullo scranno più importante dell'assise ne ha visto di tutte i colori[...]
    La compagnia delle Mo.re torna in scena: da Nonantola, Ravarino e Bomporto ai teatri emiliani
    La compagnia delle Mo.re torna in scena: da Nonantola, Ravarino e Bomporto ai teatri emiliani
    Il cast è formato da ragazzi e ragazze,guidati dal fondatore Maicol Piccinini, di Nonantola[...]
    Le immagini più belle di #EViaggioItaliano, il tour nazionale su veicoli elettrici
    Le immagini più belle di #EViaggioItaliano, il tour nazionale su veicoli elettrici
    Il progetto che rilancia il turismo sostenibile per valorizzare il patrimonio enogastronomico, culturale e imprenditoriale italiano[...]
    Da Berlino a Finale per visitare le Meleghine
    Da Berlino a Finale per visitare le Meleghine
    Paolo Saletti ha condiviso sul proprio profilo Facebook un incontro curioso e inaspettato avvenuto durante un sopralluogo alle Meleghine[...]
    Alessandro Bergonzini, la passione per la storia al servizio della narrazione
    Alessandro Bergonzini, la passione per la storia al servizio della narrazione
    Intervista all'autore di Camposanto de "Nel giardino della salamandra" e "Naamah"[...]
    Il coraggio di cambiare lavoro, la storia di Arianna Gamberini
    Il coraggio di cambiare lavoro, la storia di Arianna Gamberini
    Si è messa in proprio come consulente di immagine lasciando il posto da dipendente: l'esperta di lavoro Francesca Monari l'ha intervistata[...]
    Sono arrivati i fenicotteri nelle valli mirandolesi
    Sono arrivati i fenicotteri nelle valli mirandolesi
    Sono stati immortalati in tutta la loro bellezza da Raffaele Gemmato mentre facevano sosta nella Bassa nel loro lungo volo verso Sud[...]