Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
SulPanaro Expo SulPanaro Expo

Premio Louis-Jeantet 2020 a Graziella Pellegrini e Michele De Luca

Premio Louis-Jeantet 2020 a Graziella Pellegrini e Michele De Luca: il prestigioso premio internazionale è stato assegnato ai ricercatori di Unimore per la medicina traslazionale. Premiata, oltre a loro, anche la ricercatrice americana Erin Schuman, direttrice del Max Planck Institute for Brain Research di Francoforte. La cerimonia di premiazione si terrà il 22 aprile a Ginevra, ma la notizia dell’assegnazione dei due premi, di 500.000 franchi svizzeri ciascuno, è stata data oggi.

La Fondazione Louis-Jeantet ha come obiettivo il progresso della medicina e la difesa dell’identità e del posto della ricerca biomedica europea nella competizione internazionale. Voluta da Louis Jeantet, uomo d’affari francese e svizzero d’adozione, e istituita in seguito alla sua scomparsa, l’istituzione scientifica ha sede a Ginevra (Svizzera) ed ha avviato la sua attività nel 1983.

La Fondazione destina ogni anno circa 3 milioni di franchi svizzeri, ripartiti tra progetti di ricerca europei e locali, per sostenere la ricerca biomedica. In ambito svizzero, la Fondazione sostiene lo sviluppo dell’insegnamento e della ricerca presso la Facoltà di Medicina dell’Università di Ginevra ed incoraggia inoltre, attraverso il finanziamento di progetti di ricerca, la cooperazione tra questa Facoltà e le grandi scuole e gli ospedali universitari della regione del Lago di Ginevra.

I Premi Louis-Jeantet sono assegnati ogni anno a ricercatori di spicco che svolgono la propria attività in uno dei paesi membri del Consiglio d’Europa.

Tra i più consistenti in Europa, i Premi Louis-Jeantet incoraggiano e sostengono l’eccellenza scientifica. Non sono destinati a ricompensare studi già ultimati, bensì a finanziare la prosecuzione di progetti di ricerca innovativi.

In medicina rigenerativa, le cellule staminali offrono prospettive molto promettenti per il trattamento e la prevenzione di malattie. Graziella Pellegrini e Michele De Luca hanno svolto un ruolo decisivo nello sviluppo di terapie basate su cellule staminali epiteliali, nonché nella loro combinazione con la terapia genica. Le loro scoperte nei campi della rigenerazione corneale e delle terapie di sostituzione della pelle hanno aiutato a curare centinaia di pazienti.

“Impiegheremo i fondi ottenuti grazie a questo premio per continuare le nostre ricerche sulle nuove terapie cellulari e geniche mirate alla ricostruzione di tessuti e organi irrimediabilmente danneggiati sia in pazienti con lesioni corneali sia per curare pazienti affetti da devastanti malattie genetiche della pelle” hanno dichiarato Graziella Pellegrini e Michele De Luca.

Da quando è stato indetto nel 1986 fino ad oggi, i Premi Louis-Jeantet sono stati attribuiti a 93 ricercatori: 27 in Gran Bretagna, 17 in Svizzera, 16 in Germania, 14 in Francia, 4 in Svezia e in Italia, 3 nei Paesi Bassi, 2 in Austria, 2 in Belgio, 2 in Finlandia, e 2 in Norvegia. Tra i 93 ricercatori premiati, 13 hanno successivamente ricevuto il Premio Nobel per la fisiologia o la medicina, o il Premio Nobel per la chimica.

“Il premio destinato ai colleghi Graziella Pellegrini e Michele De Luca conferma il valore internazionale delle loro ricerche – ha affermato il Magnifico Rettore di Unimore Carlo Adolfo Porro – e l’importanza dei risultati scientifici raggiunti nella cura di malattie rare altrimenti senza rimedio. La decisione della Fondazione Louis-Jeantet ci riempie dunque di orgoglio e sostiene ulteriormente il nostro impegno a favore dell’attività del Centro di Medicina Rigenerativa “Stefano Ferrari”, una vera e propria eccellenza mondiale nel campo della ricerca biomedica. A Graziella e Michele rivolgo i complimenti dell’Ateneo per questo ulteriore prestigioso riconoscimento”.

Graziella Pellegrini

Nata a Genova nel 1961, Graziella Pellegrini si è laureata in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche all’Università di Genova, e successivamente in Farmacia presso la stessa Università, dove ha terminato i suoi studi nel 1989. Ha svolto la sua esperienza post-dottorale presso il Centro di Biotecnologie Avanzate di Genova, è stata coordinatrice del Laboratorio di Ingegneria dei Tessuti presso l’IRCCS IDI di Roma e direttrice del Laboratorio del Centro Regionale di Ricerca sulle Cellule Staminali Epiteliali della Fondazione Banca degli Occhi del Veneto. È docente di Biologia Applicata all’Università di Modena e Reggio Emilia e coordinatrice della terapia cellulare al Centro di Medicina Rigenerativa “Stefano Ferrari”.

Michele De Luca

Michele De Luca è nato a Savona nel 1956. Si è laureato in Medicina presso l’Università di Catania e si è specializzato in Endocrinologia presso l’Università di Roma. Parte quindi per Bethesda, negli Stati Uniti, dove si unisce al National Institute of Health prima di continuare la sua carriera alla Harvard Medical School. Si trasferisce quindi a Genova all’Istituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro, poi dirige il Laboratorio di Ingegneria dei tessuti dell’IDI di Roma e si trasferisce a Venezia come direttore scientifico della Fondazione banca degli occhi del Veneto. È docente di Biochimica all’Università di Modena e Reggio Emilia nonché direttore e coordinatore della terapia genica al Centro di Medicina Rigenerativa “Stefano Ferrari” dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia.

Graziella e Michele hanno fondato a Modena lo spin off universitario Holostem Terapie Avanzate, di cui sono rispettivamente direttore R&D e direttore scientifico.

Cellule staminali epiteliali nella terapia cellulare e genica

È ampiamente riconosciuto che le cellule staminali hanno un enorme potenziale per la medicina rigenerativa. Tuttavia, nonostante il numero sempre crescente di rapporti sui trattamenti con cellule staminali, il successo di queste terapie rimane marginale. Graziella Pellegrini e Michele De Luca hanno dedicato le loro carriere scientifiche alla ricerca di base sulle cellule staminali epiteliali finalizzata all’applicazione clinica nella medicina rigenerativa. In quest’area, il loro lavoro è stato determinante. Nel 2015, l’Agenzia europea per i medicinali raccomanda l’approvazione di Holoclar, sviluppato da Pellegrini e De Luca, nell’Unione europea. Holoclar, il primo farmaco per terapia avanzata a base di cellule staminali, è un prodotto di ingegneria dei tessuti per terapie avanzate su pazienti con deficit di cellule staminali limbari (LSCD), le cellule che si trovano in una ristretta zona tra la cornea e la congiuntiva. Ustioni oculari, termiche o chimiche, possono distruggere il limbus, causando un LSCD con conseguente opacizzazione della cornea e perdita della capacità visiva. Holoclar ha già permesso il recupero della vista a centinaia di pazienti. Per raggiungere questo obiettivo, Pellegrini e De Luca hanno caratterizzato i meccanismi molecolari che regolano il potenziale proliferativo di lungo termine delle cellule staminali epiteliali, la loro evoluzione clonale e la capacità di autorinnovamento.

Questa ricerca di base è stata il fondamento per sviluppare la terapia. ll loro lavoro pionieristico sull’uso delle cellule staminali epidermiche umane in coltura ha anche permesso il trattamento di pazienti affetti da vitiligine e piebaldismo, nonché da ustioni di terzo grado. Hanno inoltre combinato terapia cellulare e terapia genica per trattare con successo un paziente affetto da una grave malattia della pelle, l’Epidermolisi Bollosa o “Sindrome dei Bambini Farfalla” mediante trapianto autologo di lembi di pelle ottenuti in laboratorio dalla coltivazione di cellule staminali epidermiche geneticamente modificate. In un caso pediatrico, il trattamento si è rivelato salvavita, consentendo il pieno recupero della qualità della vita al piccolo paziente. Hanno potuto dimostrare che l’intera rigenerazione dell’epidermide umana è sostenuta da un piccolo pool di cellule staminali epidermiche dotate di capacità di autorinnovamento, clonogenicità e di potenziale prolifierativo di lungo termine. Questi “olocloni” sono in grado di permanere stabilmente nell’individuo generando continuamente pool di progenitori che si differenziano nel tessuto da rigenerare. Grazie al loro rigoroso lavoro di ricerca fondamentale, De Luca e Pellegrini hanno sviluppato nuove terapie avanzate a base di cellule staminali ora applicate in tutto il mondo. Il loro approccio terapeutico combinante cellule staminali adulte in coltura e terapia genica fornisce un modello per il trattamento di altre malattie genetiche.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017

Rubriche

Consigli di salute
Impianto dentale con poco osso
Le uniche soluzioni sono le protesi rimovibili o innesti di osso per via chirurgica.leggi tutto
Glocal
Temporary management: cosa dice il mercato
Il 16 gennaio, a Milano si è tenuto il Convegno dall’inequivocabile titolo “Temporary e Fractional Management in PMI e start up” organizzato da AIDP (Associazione Italiana Direzione Personale) e ANDAF (Associazione Nazionale Direttori Amministrativi e Finanziari) con il contributo di AISOM, BFF Banking Group e Temporary Management & Capital Advisors. leggi tutto
Disabilità e lavoro, intervista a Enrica Quaglio, manager risorse umane
Integrare ed includere una risorsa diversamente abile con successo si puòleggi tutto
Consigli di salute
Implantologia a carico immediato
L'età non conta, in mancanza di uno o più denti la reazione più diffusa è la perdita di sicurezza e autostima, aggravate dal disagio nella masticazione.leggi tutto
Consigli di salute
La buona alimentazione è amica dei denti
Semaforo rosso, invece, per alcol e fumoleggi tutto
Glocal
Laurea o diploma: questo è il dilemma
Il diploma di istruzione tecnica e professionale garantisce maggiori possibilità occupazionali rispetto alla laurea.leggi tutto
Consigli di salute
Impianto dentale, protesi e ponte dentale: Ecco come sostituire i denti mancanti
Ci sono delle soluzioni per rimpiazzare i denti mancanti? La risposta è sicuramente sìleggi tutto
Disabilità e diritto al lavoro. In scadenza il prospetto informativo disabili 2020
L'esperta di risorse umane e formazione Francesca Monari parla della scadenza del prossimo 31 gennaioleggi tutto
Ecco le novità della legge di Bilancio 2020
Tra le nuove misure, c'è il bonus facciateleggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disabilità e lavoro, intervista a Enrica Quaglio, manager risorse umane
    Integrare ed includere una risorsa diversamente abile con successo si può[...]
    Disabilità e diritto al lavoro. In scadenza il prospetto informativo disabili 2020
    L'esperta di risorse umane e formazione Francesca Monari parla della scadenza del prossimo 31 gennaio[...]

    Curiosità

    "Guida e basta", appello degli artisti di Sanremo per la sicurezza stradale
    "Guida e basta", appello degli artisti di Sanremo per la sicurezza stradale
    Hanno aderito anche Piero Pelù, Tosca, Irene Grandi, Raphael Gualazzi, Bobby Solo, Fiorello, Francesco Gabbani, Levante, Michele Zarrillo, Alba Parietti[...]
    Cavezzo contro l'esibizione di Junior Cally a Sanremo
    Cavezzo contro l'esibizione di Junior Cally a Sanremo
    Amministrare - spiega la sindaca Lisa Luppi - significa anche prendere posizione su questioni non prettamente locali, per promuovere un certo tipo di valori etici.[...]
    Da Ravarino a Parigi con le celle a idrogeno inventate già 20 anni fa
    Da Ravarino a Parigi con le celle a idrogeno inventate già 20 anni fa
    E' la storia di Roberto Pizzi, professione artigiano[...]
    A Zocca festa grande per il compleanno di Vasco Rossi
    A Zocca festa grande per il compleanno di Vasco Rossi
    Ci saranno le luminarie con il testo di 'Albachiara' una delle canzoni più celebri del rocker modenese.[...]
    Infarti, ictus e mortalità e quel legame col ventricolo destro: a Modena la scoperta
    Infarti, ictus e mortalità e quel legame col ventricolo destro: a Modena la scoperta
    Le malattie cardiovascolari sono fra i determinanti delle malattie dell’invecchiamento, producendo disabilita fisica e disturbi della capacità cognitiva.[...]
    "La matematica del cuore", il nuovo libro di Eliselle e Pellizzari
    "La matematica del cuore", il nuovo libro di Eliselle e Pellizzari
    I due scrittori si confrontano su un sentimento complesso come l'amore[...]
    San Geminiano, il santo di Modena che viene da lontano
    San Geminiano, il santo di Modena che viene da lontano
    Gabriele Sorrentino, storico e scrittore, ci rivela curiosità su San Geminiano[...]
    Vasco Rossi, ringraziamenti via social per la medaglia al padre
    Vasco Rossi, ringraziamenti via social per la medaglia al padre
    A ritirare la medaglia, il figlio di Vasco, Luca Rossi, e la mamma Novella[...]
    I sondaggi elettorali erano sbagliati, sottostimavano Pd e Bonaccini
    I sondaggi elettorali erano sbagliati, sottostimavano Pd e Bonaccini
    Si è sempre parlato di un testa a testa con la Borgonzoni, ma alla fine il distacco è stato molto ampio[...]