Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Stefano Lugli, che delusione. L’Altra Emilia-Romagna perde i consiglieri regionali

Stefano Lugli, che delusione. L’Altra Emilia-Romagna perde i consiglieri regionali. Il partito che prende in assoluto meno voti in tutta la regione è quello che proponeva presidente Stefano Lugli da Finale Emilia. Arrivato alle urne con una eredità del 3,72% incassata alle regionali del 2014, ha sperperato tutto, e ha ottenuto appeno lo 0,36%, 7.830 voti.
L’appello al voto disgiunto qui ha avuto molta presa: infatti il candidato presidente (il nostro finalese Lugli, per l’appunto), ha avuto quasi duemila voti in meno della sua lista (5.983). Vuol dire che in tantissimi hanno votato Stefano Bonaccini presidente,  per arginare il rischio di una vittoria della Lega.
Ma se questo è il sentire comune degli elettori di sinistra, perchè non aderire direttamente alla coalizione con tutti gli altri? Lo ha fatto Emilia Romagna Coraggiosa, anch’essa eredità de L’Altra Emilia-Romagna 2004-2019 e di Sel, che alle ultime elezioni prese il  3,23%:  in coalizione con Bonaccini tocca oggi un 3,77% regionale, e porta a casa due seggi.

La frammentazione, poi, non aiuta nessuno se si ragiona su questi numeri così bassi. Lo stesso esito de L’Altra Emilia-Romagna, ovvero zero seggi, l’hanno avuto gli altri due partiti di sinistra che andavano da soli. Percentuali da prefisso telefonico sia per Laura Bergamini del Partito Comunista (0.44% per 10.262 voti) e Marta Collot (0,30 per 7.029 voti). I tre partuiti di sinistra, messi insieme, fanno a malapena l’1,8%. Un disastro.
Nel caso della Collot c’è stato molto voto disgiunto, circa mille elettori della sua lista hanno poi votato un altro presidente. Duri e puri invece i Comunisti della Bergamini: a fare il voto disgiunto sono stati appena in 18.

La sinistra-sinistra ha perso appeal, ha perso voti, ha perso rappresentanza. E’ l’inevitabile effetto di una polarizzazione in due grandi movimenti, centro destra e centro sinistra, che taglia fuori gli estremi. Ma ecco, dopo l’immagine, l’analisi politica dello stesso Stefano Lugli.

 

A scrutinio concluso il nostro primo ringraziamento va agli elettori e alle elettrici che si sono recati alle urne recuperando la tradizionale partecipazione democratica che ha sempre contraddistinto questa regione legittimando pienamente il voto.

In tutta la campagna elettorale abbiamo detto che il nostro principale avversario era la destra e il fatto che la Lega abbia subito una battuta d’arresto è un fatto positivo, ma è l’unico dato rincuorante di una campagna elettorale priva di contenuti e vissuta come un derby e che porta l’amaro risultato della espulsione della sinistra antiliberista e comunista dal consiglio regionale.

Il risultato de L’Altra Emilia-Romagna è sicuramente negativo. Schiacciati tra il voto utile da un lato e la frammentazione a sinistra dall’altro non siamo riusciti a rendere evidente la necessità di un’opposizione antiliberista e ambientalista nel prossimo consiglio regionale. Proseguendo l’esperienza de L’Altra Emilia-Romagna avviata 5 anni fa abbiamo unito quattro partiti (Rifondazione Comunista, Partito Comunista Italiano, Partito del Sud e Partito Umanista) e siamo convinti che un’unica lista antiliberista avrebbe avuto un altro appeal nei confronti degli elettori, ma il nostro appello all’unità fatto a ottobre non è stato sufficiente a restituire credibilità ad una sinistra che si presenta frammentata pur avendo programmi sovrapponibili.

L’Altra Emilia-Romagna continuerà fuori dai banchi del consiglio regionale l’opposizione alla precarizzazione del lavoro, alla privatizzazione della sanità, ai finanziamenti alla scuola privata, alle inutili e dannose autostrade, alla cementificazione del territorio, alla autonomia differenziata. Più in generale continueremo ad opporci alle politiche di un centrosinistra che ha fatto una campagna elettorale all’insegna della continuità di quelle politiche sbagliate che hanno reso per la prima volta contendibile l’Emilia-Romagna ad una forza come la Lega che nulla ha a che vedere con la storia di questa regione.

Il dato di queste elezioni non sta tanto nella vittoria di Bonaccini quanto nella fatica con cui è stata ottenuta questa vittoria di fronte ad una candidatura inconsistente come quella della Borgonzoni. Un dato impensabile anche solo 5 anni fa. Bonaccini viene rieletto con il 51,4% dei voti al presidente rispetto al 43,66% dei consensi assegnati alla Borgonzoni e quindi con una significativa di dote di voti disgiunti visto che le coalizioni di centrodestra e centrosinistra hanno un distacco di appena il 2,7%. Questo dato ci auguriamo faccia riflettere.

La narrazione di un’Emilia-Romagna isola felice non è stata percepita come tale e anzi è risultata escludente nei confronti di quella larga fetta di cittadini e cittadine con condizioni lavorative precarie e vivono nelle periferie impoverite di servizi e opportunità. È al voto di queste popolazioni che occorre guardare se vogliamo recuperare quell’Emilia-Romagna rossa che oggi si trova smarrita.

Segreteria L’Altra Emilia-Romagna

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto
Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Francesco Totti e Luca Toni, due campioni del mondo a Modena per mangiare le crescentine
    Francesco Totti e Luca Toni, due campioni del mondo a Modena per mangiare le crescentine
    L'incontro è stato documentato dall'attaccante modenese sul proprio profilo Instagram, attraverso una story[...]
    Recuperato l'antico manoscritto che venne rubato dall'Abbazia di Nonantola
    Recuperato l'antico manoscritto che venne rubato dall'Abbazia di Nonantola
    Era stato messo in vendita sul web, sul mercato antiquario. Il 22 gennaio, venerdì, si terrà una cerimonia pubblica per la riconsegna del manoscritto recuperato.[...]
    Con le "Storie a domicilio", il progetto TiPì riparte nella Bassa
    Con le "Storie a domicilio", il progetto TiPì riparte nella Bassa
    Ripartono le attività di TiPì – Stagione di Teatro Partecipato, il progetto che dal 2016 anima la vita culturale dell'Area Nord della provincia di Modena, con l'iniziativa TPCM – Storie a domicilio.[...]
    Da Eurosets a Medolla la riunione è in stile giapponese
    Da Eurosets a Medolla la riunione è in stile giapponese
    Inaugurata l’innovativa sala Obeya, di tradizione nipponica, per migliorare i processi decisionali, la creatività e il lavoro di squadra[...]
    I bimbi vanno in sala operatoria con la Bmw al Policlinico di Modena
    I bimbi vanno in sala operatoria con la Bmw al Policlinico di Modena
    AutoClub, storica concessionaria BMW di Modena ha donato due BMW I8 Spyder Toy Car che accompagneranno il bimbo in sala operatoria. [...]
    Il Comune di Medolla forma le liste di leva per i nati del 2004, chiamata alle armi in vista?
    Il Comune di Medolla forma le liste di leva per i nati del 2004, chiamata alle armi in vista?
    E' un atto burocratico perché il servizio militare obbligatorio non è scomparso, ma sospeso. E periodicamente si parla di renderlo operativo, come adesso per il Coronavirus[...]
    Già diversi casi di pettirossi incollati, colpa della colla per topi in ambienti esterni
    Già diversi casi di pettirossi incollati, colpa della colla per topi in ambienti esterni
    L'allarme dell'associazione "Il Pettirosso" che si trova a curare gli uccellini rimasti incollati[...]
    Giovane, laureato, impiegato e ama i social media: ecco chi va ai festival cinematografici
    Giovane, laureato, impiegato e ama i social media: ecco chi va ai festival cinematografici
    I dati di un'indagine sul pubblico condotta da Regione e DamsLab, attraverso l'analisi di 25 manifestazioni di settore in Emilia-Romagna[...]
    I personaggi illustri della Bassa: Gregorio Agnini di Finale, deputato e pioniere del socialismo italiano
    I personaggi illustri della Bassa: Gregorio Agnini di Finale, deputato e pioniere del socialismo italiano
    La Bassa territorio di personaggi illustri, oggi si parla del deputato finalese Gregorio Agnini: pioniere del socialismo italiano e fondatore delle leghe dei braccianti in Emilia.[...]
    Domenica attesa la neve anche nella Bassa
    Domenica attesa la neve anche nella Bassa
    Durerà poco ma dovrebbe poggiarsi[...]