Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Zone franche urbane, la rabbia degli esclusi a Mirandola: pagate fino a 26 mila euro in più di tasse

MIRANDOLA, FINALE EMILIA, SAN FELICE, CONCORDIA, MEDOLLA, CAVEZZO, CAMPOSANTO, SAN PROSPERO, SAN POSSIDONIO, BOMPORTO, BASTIGLIA, NOVI –  Era una misura che voleva aiutare i piccoli imprenditori della Bassa  terremotati o alluvionati a rialzarsi, e in molti casi lo ho fatto. Ma in altri casi ha lasciato indietro altri imprenditori, colpevoli solo di non avere il codice Ateco giusto. Stiamo parlando delle Zone Franche Urbane (Zfu), istituite dal Ministero dello Sviluppo Economico nei territori dell’Emilia colpiti dall’alluvione del 17 gennaio 2014 e nei comuni colpiti dal sisma del 20 e 29 maggio 2012.

Chi avesse una piccola attività in questi territori, una larga fetta di provincia che copriva tutta la Bassa con Bomporto e Bastiglia, una parte di Modena e Carpi e si allargava oltre fino a Mirabello, Creavlcore e Reggiolo e aveva diritto a una esenzione dalle tasse fino a 26.751 euro spalmati su cinque anni, dal 2015 fino a 2019. Le agevolazioni concesse riguardavano:
a) esenzione dalle imposte sui redditi;
b) esenzione dall’imposta regionale sulle attività produttive;
c) esenzione dall’imposta municipale propria.
Niente male evitare di pagare le tasse per cinque anni.

Peccato però che non tutti ne abbiano usufruito. Infatti  la Zfu è stata concessa soltanto ad alcune imprese con certi codici Ateco, una serie di numeri che l’agenzia entrate assegna a ogni attività a seconda dell’attività che porta avanti.
Con casi limite. Come quello della attività di pulizie di Mirandola che non ha ricevuto fondi, o come un’altra azienda di sabbiatura che ha fatto domanda e a cui è stato risposto picche, o come il meccanico che non ha visto un euro mentre poco distante il titolare di una officina – praticamente lo stesso lavoro – ha avuto tutto. Non si sa neanche quante persone potevano in teoria avere diritto: le storie si sommano mano male che siamo andati a cercarle.

Un trattamento impari che si è perpetuato per ben cinque anni all’insegna di “Aspettiamo e vediamo cosa cambia”.
E in effetti due anni dopo l’avvio della misura qualcosa è cambiato. Il Ministero aveva infatti visto che gli oltre 39 milioni di euro che erano stati messi sul piatto non erano stati richiesti tutti. Era avanzato del denaro, si poteva quindi dare questo aiuto ad altri imprenditori terremotati ed alluvionati che non lo avevano ricevuto.
Invece no. Si è deciso di prolungare la misura per altri tre anni, assegnando il contributo a chi già lo aveva avuto nei due anni precedenti. Che beffa.

Qualcuno ha protestato? Praticamente no. I Comuni hanno taciuto, salvo qualche vaga promessa di impegno. Dalla Regione silenzio. Si sono registate solo flebili prese di posizione da parte della associazioni di categoria, che invece avrebbero dovuto raccogliere il malcontento e fare pressing politico con più forza. In questi cinque anni si sono fatti sentire giusto i commercianti ambulanti (“Basta trattamento impari per gli ambulanti che lavorano nelle zfu della Bassa”) che avevano la surreale situazione di vedere tra le bancarelle del mercato  gomito a gomito imprenditori che avevano l’esezione e chi non ce l’aveva, e quelli del Movimento 5 Stelle. Per il resto, nulla.

E ora cosa resta? La misura non è stata rinnovata, chi ha avuto ha avuto, chi ha dato ha dato Ma c’è rabbia, specie a Mirandola, per chi si è trovato in cinque anni a pagare fino a 26 mila euro di tasse che, invece, sarebbe stato giusto che non pagasse.

 

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
Un paradiso terrestre per piante e uccelli: le Meleghine a Finale Emilia - La natura della Bassa che non ti aspetti
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta dell'oasi faunistica nata dall’impianto di fitodepurazioneleggi tutto
Glocal
Crisi economica: l'innovazione tecnologica come cura
La crisi economica da Covid-19 ci impone di riprogettare il modello imprenditoriale delle nostre imprese, mentre in alcuni casi si dovrà riprendere il primordiale concetto di “innovazione di prodotto e di processo”.leggi tutto
Glocal
Dall'emergenza sanitaria all'emergenza occupazionale
Sono in corso in questi giorni alcune misure per contrastare il danno occupazionale. Tra le misure: incentivi per far ripartire le assunzioni stabili, meno paletti sui contratti a termine, nuove risorse per la Cig e detassazione degli aumenti dei Ccnl.leggi tutto
Glocal
BTP Futura, il primo titolo di Stato interamente dedicato ai risparmiatori retail
Il Governo presenta una vera e propria novità per i risparmiatori italiani particolarmente affezionati ai titoli di Stato: il BTP Futura. Un nuovo Titolo di Stato dedicato esclusivamente ai risparmiatori individuali.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    A Mirandola la laicità dello Stato resta un valore? - LA RIFLESSIONE
    A Mirandola la laicità dello Stato resta un valore? - LA RIFLESSIONE
    La Giunta leghista all'inaugurazione della nuova sede dei Vigili Urbani ha invitato un cardinale anticomunista. Attorno a lui si è svolta gran parte della cerimonia[...]
    Modena Motor Gallery, una scommessa vinta
    Modena Motor Gallery, una scommessa vinta
    La manifestazione motoristica torna a far battere forte il cuore degli appassionati e dei semplici curiosi[...]
    Pit, dalla Spagna a Modena, cane antidroga al servizio della Polizia Locale
    Pit, dalla Spagna a Modena, cane antidroga al servizio della Polizia Locale
    Il sindaco Gian Carlo Muzzarelli al Comando per augurare buon lavoro alla nuova Unità cinofila che sarà impiegata anche nell’ambito del progetto Scuole sicure[...]
    Consiglieri comunali indisciplinati a Finale, la reprimenda del presidente Saletti
    Consiglieri comunali indisciplinati a Finale, la reprimenda del presidente Saletti
    In nemmeno un anno che siede sullo scranno più importante dell'assise ne ha visto di tutte i colori[...]
    La compagnia delle Mo.re torna in scena: da Nonantola, Ravarino e Bomporto ai teatri emiliani
    La compagnia delle Mo.re torna in scena: da Nonantola, Ravarino e Bomporto ai teatri emiliani
    Il cast è formato da ragazzi e ragazze,guidati dal fondatore Maicol Piccinini, di Nonantola[...]
    Le immagini più belle di #EViaggioItaliano, il tour nazionale su veicoli elettrici
    Le immagini più belle di #EViaggioItaliano, il tour nazionale su veicoli elettrici
    Il progetto che rilancia il turismo sostenibile per valorizzare il patrimonio enogastronomico, culturale e imprenditoriale italiano[...]
    Da Berlino a Finale per visitare le Meleghine
    Da Berlino a Finale per visitare le Meleghine
    Paolo Saletti ha condiviso sul proprio profilo Facebook un incontro curioso e inaspettato avvenuto durante un sopralluogo alle Meleghine[...]
    Alessandro Bergonzini, la passione per la storia al servizio della narrazione
    Alessandro Bergonzini, la passione per la storia al servizio della narrazione
    Intervista all'autore di Camposanto de "Nel giardino della salamandra" e "Naamah"[...]
    Il coraggio di cambiare lavoro, la storia di Arianna Gamberini
    Il coraggio di cambiare lavoro, la storia di Arianna Gamberini
    Si è messa in proprio come consulente di immagine lasciando il posto da dipendente: l'esperta di lavoro Francesca Monari l'ha intervistata[...]