Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Riapertura discarica a Medolla: scontro tra comitato e amministrazione

MEDOLLA – Non è stata, com’è prevedibile quando si trattano argomenti così scottanti, una serata facile quella di lunedì sera al teatro Facchini di Medolla, dove è stato presentato il progetto di riapertura della discarica di Via Campana, nella frazione di Villafranca: qui nei prossimi cinque anni arriveranno 245 mila tonnellate di rifiuti speciali.

Il progetto, denominato ufficialmente “Raccordo Morfologico tra area est e area ovest della discarica per rifiuti non pericolosi di Medolla”, ha incontrato una feroce opposizione da parte dei comitati “No Discarica” e “Ora tocca a noi”, i consiglieri di minoranza del consiglio comunale di Medolla e numerosi residenti delle zone limitrofe al sito, che hanno rigettato le posizioni di AIMAG, ARPAE e USL, presenti sul palco con diversi tecnici (tra cui il direttore generale di AIMAG Davide de Battisti e il dirigente USL Stefano Galavotti).

I nodi del problema per i comitati e i residenti sono molteplici, sia burocratici sia ambientali. Dal punto di vista burocratico il comune viene accusato di aver pubblicato tardivamente la delibera di giunta comunale relativa al progetto, risalente a Novembre ma all’albo pretorio informatico solo da Gennaio, con anche l’aggravante, sottolinea la consigliera Lavinia Zavatti (Lega) di aver fatto questo in periodo elettorale.

Un altro problema burocratico, fonte di attrito tra le due parti politiche, è emerso nella relazione iniziale fatta dalla assessora Sgarbi, che ha ammesso che il febbraio scorso è stata omessa per errore la pubblicazione sull’albo pretorio del comune della comunicazione regionale del progetto, nella quale venivano forniti sessanta giorni di tempo per presentare le osservazioni relative all’opera (anche se questa comunicazione è stata regolarmente pubblicata sul sito della regione).

La risposta a questa omissione da parte della giunta medollese, che ha sospeso l’intera opera in modo da dare luogo ai sessanta giorni di apertura ad eventuali osservazioni, non ha però soddisfatto la minoranza, che si intesta il merito di aver fatto emergere questa irregolarità.
Oltre a queste critiche di forma sono state avanzate pesanti critiche anche dal punto di vista progettuale da parte dei comitati, che si sono avvalsi di Marina Lechis, padovana e tecnico specializzato in discariche che, pur ammettendo di non aver avuto ancora tempo di studiare il progetto (è stata coinvolta dal comitato molto di recente) ne ha contestato la struttura fondamentale, ossia l’essere stata costruita (decine di anni fa) in un territorio a rischio sismico e idrogeologico.

Il rischio sismico e idrogeologico è stato ripreso anche da Maurizo Poletti, finalese del comitato “ora tocca a noi”, autore dell’intervento più caustico della serata.

Dopo aver definito la discarica di Medolla come un caso di “gravità inaudita e di portata nazionale” Poletti ha avanzato pesanti sospetti circa la composizione e la pericolosità dei rifiuti che verranno stoccati a Villafranca, etichettati come non pericolosi sono ai fini di legge ma, sempre secondo la sua opinione, potenzialmente consistenti in scarti di lavorazione industriale ricchi di metalli pesanti. A poco sono servite le repliche dei tecnici di USL e ARPAE, che hanno più volte ribadito il loro ruolo di controllori del rispetto delle leggi (attraverso controlli diretti sul sito e sui terreni circostanti con carotaggi e analisi) e la storica non-problematicità del sito medollese che emerge dai dati storici.

La serata si è conclusa con due momenti degni di nota: il primo è stata la lettura, da parte del comitato, di una serie di nomi di persone decedute e abitanti nei pressi della discarica, morti bollate come sospette. Il secondo è stata la dichiarazione finale del sindaco Calciolari che si è dichiarato soddisfatto del fatto che con lo stop di sessanta giorni per l’attesa di eventuali osservazioni, la questione della discarica diventa pienamente in capo alla sua amministrazione che, ha promesso, opererà nella massima trasparenza e rispetto della legge.

Non è mancata, nel discorso finale del sindaco, la sottolineatura che se le osservazioni arriveranno dovranno avere fondamenta scientifiche, basate su dati tangibili, e non su semplici sensazioni.

GALLERIA IMMAGINI

IL COMUNICATO STAMPA DEL COMUNE DI MEDOLLA

L’amministrazione comunale di Medolla, nel corso del partecipato incontro pubblico che si tenuto ieri sera al Teatro Facchini sul progetto di Aimag riguardante la discarica di via Campana, ha annunciato, come anticipato nei giorni scorsi, la pubblicazione in data 10 febbraio all’Albo Pretorio del Comune (sezione “Edilizia, opere pubbliche, PRG, catasto”) dell’avviso al pubblico della presentazione dell’istanza per l’avvio del procedimento autorizzatorio, grazie al quale si aprono i sessanta giorni di tempo per eventuali osservazioni al progetto stesso. Durante l’incontro di ieri sera hanno nuovamente ripercorso i contenuti del progetto e del suo iter amministrativo, oltre a rispondere alle domande dei presenti, il sindaco, l’assessore all’Ambiente, tre tecnici di Aimag, che ha proposto il progetto, due tecnici di Arpae e uno dell’Ausl, enti che hanno controllato e dato parere positivo al progetto stesso nella sua fase istruttoria, dal punto di vista di eventuali impatti sull’ambiente e sulla salute. Contestualmente, è stata annunciata la pubblicazione sul sito del Comune di Medolla (sezione “Notiziario”) dei codici, con relativa descrizione, dei rifiuti classificati come “speciali non pericolosi”, e contemplati nel progetto di Aimag.

LEGGI ANCHE

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Lavoro e Ambiente. Un futuro "green" per le nuove generazioni.
Il treno della “rivoluzione verde” sta passando ora, non possiamo permetterci di perderloleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto
Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Danneggiato il grande faggio di Pratignana: i forestali valutano i danni
    Danneggiato il grande faggio di Pratignana: i forestali valutano i danni
    Una grossa branca della chioma si è troncata, probabilmente a seguito del peso della neve caduta durante l’inverno [...]
    Mirandola, in attesa di tempi migliori, l'arrivederci dello storico circolo Aquaragia
    Mirandola, in attesa di tempi migliori, l'arrivederci dello storico circolo Aquaragia
    L'emergenza sanitaria mette in crisi Aquaragia, storica realtà associativa mirandolese. Quale futuro per il circolo? Ne discutiamo con Roberto Ganzerli. [...]
    Concordia, i bambini della Gasparini trasformano un parco in una galleria d’arte naturale
    Concordia, i bambini della Gasparini trasformano un parco in una galleria d’arte naturale
    Nota di Irene Salvaterra sul progetto “A scuola in natura” a cura del CEAS La Raganella[...]
    Mirandola, Letizia Borella racconta la magia del body painting: "Sono una tela viva, indosso l'arte"
    Mirandola, Letizia Borella racconta la magia del body painting: "Sono una tela viva, indosso l'arte"
    "Body painting significa essenzialmente vestirsi di emozioni diverse, le quali, trasposte cromaticamente sul corpo dell'interprete, si trasformano in arte": è così che Letizia Borella, mirandolese classe 1985, ci introduce ai segreti di quella che lei definisce "un'arte effimera".[...]
    Cavezzo, tutti pazzi per il Carnevale con la Pro Loco Cavezzese
    Cavezzo, tutti pazzi per il Carnevale con la Pro Loco Cavezzese
    Sui loro social hanno mostrato in una gallery i travestimenti dei cittadini[...]
    Barbie svela la nuova linea di bambole Fashionistas 2021
    Barbie svela la nuova linea di bambole Fashionistas 2021
    Barbie viene nominata Property n.1 al Mondo del mercato del giocattolo per il 2020 [...]
    Good Morning Secchia, i problemi del fiume affrontati attraverso un format ironico
    Good Morning Secchia, i problemi del fiume affrontati attraverso un format ironico
    Il Pool Comitati, che raggruppa diverse organizzazioni attente alle tematiche legate all'ambiente e in particolare, relative al fiume Secchia ha diffuso un nuovo episodio di Good Morning Secchia[...]
    Alle Tattoo, opere d'arte su tela per raccontare la storia del tatuaggio
    Alle Tattoo, opere d'arte su tela per raccontare la storia del tatuaggio
    "Factory MAT75 è un progetto che coinvolge giovani artisti che vogliono rappresentare la storia di questo mondo", spiega Alessandro Bonacorsi[...]
    Mario Veronesi come Bill Gates e Steve Jobs: ecco come si racconta il biomedicale di Mirandola
    Mario Veronesi come Bill Gates e Steve Jobs: ecco come si racconta il biomedicale di Mirandola
    Come quelli americani, è un sogno nato in un garage, racconta il professor Simone Ferriani per spiegare l'incredibile ascesa del distretto[...]
    Meteo, gennaio freddo, ma non da record. In linea con la media 1991-2020
    Meteo, gennaio freddo, ma non da record. In linea con la media 1991-2020
    Il giorno più freddo del mese è stato il giorno 19 con una temperatura pari a -1.7°C, non particolarmente rigido se paragonato al 28 febbraio 2018 con i suoi -5.2°C o al 7 gennaio 2017 con -4.2°C[...]