Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Assemblea legislativa: venerdì 6 marzo seduta straordinaria sull’emergenza Coronavirus

Si terrà venerdì 6 marzo dalle 9.15 alle 14 la seduta straordinaria dell’Assemblea legislativa dedicata all’emergenza Coronavirus. Questa la decisione, in deroga al Regolamento assembleare, assunta all’unanimità dall’Ufficio di presidenza sentiti i gruppi assembleari.

“Ritengo necessario il confronto fra tutte le forze politiche sulla comunicazione che terrà in Aula il presidente della Regione Stefano Bonaccini, con il quale ho accolto le sollecitazioni pervenuteci dai gruppi” dichiara la presidente dell’Assemblea legislativa Emma Petitti. “È importante – ha sottolineato la presidente – il confronto sull’impatto del coronavirus sulla comunità regionale e i conseguenti effetti sanitari, sociali ed economici, unitamente alle misure messe in campo. I cittadini devono sapere che l’Assemblea legislativa c’è e si è immediatamente attivata”.

Nel frattempo, le diverse parti politiche si esprimono sull’argomento Coronavirus, rendendo noti dubbi, sollevando domande e avanzando richieste di chiarimenti e azioni che permettano, in un modo o nell’altro, di comprendere appieno la situazione e appianare contraddizioni e affrontare la situazione. “Stiamo vivendo un momento delicato, sia sotto il profilo sociale che quello economico, pertanto è necessario che la Giunta Bonaccini dia risposte immediate e certe ai cittadini” dichiarano dal Carroccio.

La Lega si chiede se il sistema sia adeguato a fronteggiare emergenze. Borgonzoni, Marchetti e Facci vogliono quindi sapere “come si stia muovendo la Regione Emilia-Romagna per non trovarsi impreparata nel caso dovessero essere necessari nuovi posti di terapia intensiva”. “Quanti sono i posti di terapia intensiva in regione e quanti sono già occupati?”. A chiederlo, con un’interrogazione rivolta al governo regionale, sono Lucia Borgonzoni, Daniele Marchetti e Michele Facci della Lega.

“Il servizio sanitario regionale”, spiegano Borgonzoni, Marchetti e Facci, “potrebbe necessitare di ulteriori posti di terapia intensiva per superare il momento di emergenza”. Come segnalato dalla Regione Lombardia, proseguono i leghisti, “in riferimento al cosiddetto coronavirus ‘se la diffusione si estende, gli ospedali andranno in grave crisi non solo per i ricoveri collegati al virus ma per tutti i pazienti: sono numerose, infatti, le patologie che richiedono il ricorso alle cure intensive ma i posti disponibili sono limitati’”.

Il consigliere regionale Giancarlo Tagliaferri (Fratelli D’Italia) interroga invece la Giunta  sui centri massaggi cinesi, che non sono soggetti ad alcuna ordinanza di chiusura emanata per fronte all’epidemia coronavirus:

«Siamo di fronte a un’epidemia che si sta sviluppando senza che sia ancora stato individuato chiaro quale sia il cosiddetto “paziente zero”, – dichiara il consigliere – e pare una vera e propria contraddizione in termini il fatto che nessun provvedimento sia stato assunto per sospendere o limitare l’attività dei cosiddetti “centri massaggi” cinesi. Lungi dal criminalizzare una comunità o un’attività, va comunque ricordato che, in passato, è emerso che alcuni di essi fungessero da paravento ad attività illegali legate allo sfruttamento di donne orientali, spesso irregolarmente presenti sul territorio nazionale. Sul web, con tanto di fotografie di ragazze orientali mezze nude, abbondano annunci sin troppo espliciti”. Sarebbe opportuno porsi il problema anche di centri massaggi dove si pratica il “massaggio corpo su corpo” (per citare un altro annuncio tratto dal web) 24 ore su 24.

Le misure adottate per tutelare la salute dei cittadini stanno comportando sacrifici per molti operatori economici; Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto rappresentano il 40,8% del PIL nazionale ed il 32,2% dell’export agro-alimentare. I provvedimenti influiranno negativamente su questi dati in una misura che solo nell’arco dei prossimi anni potremo valutare appieno, pare quindi una contraddizione che proprio nel valutare casi come i centri massaggi ci si comporti col massimo lassismo.

Ho quindi chiesto alla Giunta regionale – conclude Tagliaferri – quali considerazioni intenda formulare in merito, e se non ritenga una drammatica incongruenza quanto riportato in premessa. Infine, se intenda sollecitare misure in tal senso o, quantomeno, attente verifiche da parte delle competenti autorità”.

Giulia Gibertoni del Movimento 5 Stelle denuncia invece la mancanza di dispositivi di protezione per i medici. La circolare ministeriale, sottolinea la pentastellata, “contiene linee guida molto chiare per la gestione di un caso sospetto, prevedendo l’uso dei dispositivi di protezione individuale”. La Gibertoni lancia l’allarme, riportando una dichiarazione del segretario regionale della Federazione italiana dei medici di medicina generale (Fimmg), con un’interrogazione rivolta al governo regionale:

“Mancano i dispositivi di protezione individuale per i camici bianchi del territorio, tra cui i medici di famiglia, i pediatri di libera scelta e i medici di continuità assistenziale, ma anche per il personale dipendente degli studi medici, come infermieri e segretarie”.

La richiesta dei medici, spiega la consigliera, “riguarda specifiche mascherine (con il filtro), camici monouso, occhiali e guanti”. Per l’organizzazione sindacale, prosegue, “occorrerebbe, inoltre, prevedere accessi controllati nelle sedi della guardia medica, così come negli studi dei pediatri di famiglia e dei medici di famiglia (peraltro i pazienti sono costretti a recarsi direttamente negli studi medici per il rilascio delle certificazioni di malattia)”.

La circolare ministeriale, sottolinea quindi la pentastellata, “contiene linee guida molto chiare per la gestione di un caso sospetto, prevedendo l’uso di dispositivi di protezione individuale”. I medici preposti alle cure primarie, rimarca, “sono i primi che le famiglie contattano in caso sospetto contagio e sono i professionisti che svolgono un ruolo centrale per la sostenibilità dell’intera filiera di trattamento del virus; per questo dovrebbero essere garantite loro particolari tutele”. Per lo stesso motivo, conclude la consigliera, “è stato deciso il blocco delle visite fiscali da parte dell’Inps, in attesa, appunto, dei dispositivi di sicurezza individuale”.

Gibertoni vuole quindi sapere dall’esecutivo regionale “quali azioni siano state messe in atto per risolvere questi problemi”.

Tutte le nostre notizie sull’epidemia da Coronavirus

*********************************

******************************

************************

Per maggiori informazioni

Consulta il sito del Ministero della Salute
FAQ – Domande e risposte sull’infezione da nuovo coronavirus
La situazione internazionale
Il portale OMS
La diffusione nel mondo

***********************************

E’ stato attivato il numero verde regionale Emilia Romagna per il coronavirus
800033033

 

 

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Quali Paesi danno il meglio nella lotta al Covid-19
Una ricerca realizzata da ECV, classifica gli Stati colpiti dal virus in tre categorie: Winning (vincenti), Nearly there (quasi arrivati) e Need action (bisogno di azione).leggi tutto
Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protetteleggi tutto
Glocal
Covid-19: i provvedimenti dell'UE per il rilancio dell'economia
La Commissione europea ha predisposto un piano che non ha precedenti: oltre 1.000 miliardi di euro per assistere imprese e famiglie nel contrasto al Covid19.leggi tutto
Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienzaleggi tutto
Glocal
Covid19: i Paesi con la migliore Sanità al mondo
La pandemia del virus Covid19 sta mettendo in crisi Paesi che vantano sistemi sanitari considerati tra i più eccellenti e performanti del mondo.leggi tutto
Glocal
Le imprese italiane impegnate contro il Coronavirus
Molte imprese italiane si sono messe a disposizione del Governo per rifornire il nostro sistema sanitario di strumenti per garantire la vita. Siamo in guerra, ma è una guerra diversa.leggi tutto
Consigli di salute
Bruxismo e digrignamento dei denti
Ad esempio, smettere di fumare o ridurre il consumo di alcol possono essere utili a tal proposito.leggi tutto
Glocal
Economia e coronavirus: come uscirne
Purtroppo le politiche che i governi hanno adottato per affrontare la pandemia e la crisi economica sono contraddittorie e rischiano un fallimento catastrofico a lungo termine.leggi tutto
Consigli di salute
Cosa fare per il mal di denti col coronavirus?
Dal dentista solo per necessità non rinviabili. Le indicazioni sono chiare, solo urgenze. leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - L'autismo ai tempi del Coronavirus
    Intervista a Cristina, mamma di Francesco e Lorenzo.[...]

    Curiosità

    Fine lockdown e ritorno alla 'vita da cani'
    Fine lockdown e ritorno alla 'vita da cani'
    Il consiglio di veterinari esperti su come affrontare la fine del lockdown, il ritorno agli spazi aperti e il contatto con soggetti esterni, assieme al proprio cane[...]
    Forbes elegge l'Emilia Romagna regione dove si mangia meglio al mondo
    Il noto mensile americano Forbes ha premiato la cucina dell’Emilia-Romagna[...]
    Rimborsi per le imprese, la beffa del click day: Mirandola resta fuori
    Rimborsi per le imprese, la beffa del click day: Mirandola resta fuori
    E' di Mirandola la prima dei non ammessi al bando Impresa Sicura. Possibili bari nel "click day"?[...]
    Il governatore Bonaccini: "Non escludo mia candidatura a primo ministro"
    Il governatore Bonaccini: "Non escludo mia candidatura a primo ministro"
    Ha risposto così a chi gli ha chiesto di una ipotetica sfida con il presidente leghista del Veneto, Luca Zaia.[...]
    Un video per celebrare la natura dell'Oasi Val di Sole di Concordia
    Un video per celebrare la natura dell'Oasi Val di Sole di Concordia
    Il video lo si può visualizzare sulla pagina ufficiale del Comune di Concordia[...]
    Giallo a Mirandola: da dove vengono e dove sono finite quelle mascherine con il logo del Comune?
    Giallo a Mirandola: da dove vengono e dove sono finite quelle mascherine con il logo del Comune?
    Il bando di gara promosso dal comune, per il quale è stata stanziata una cifra di 15.000 euro, è andato deserto, ma sui social sono girate foto di mascherine con il logo di Mirandola. Dove sono finite? Per l'amministrazione comunale non esistono. [...]
    Quando l'Acqua Santa arriva a domicilio
    Quando l'Acqua Santa arriva a domicilio
    E' il pensiero gentile che si sono ritrovati i fedeli rivaresi nella cassetta delle lettere in questi giorni. [...]
    Sempre più caldo e sempre meno pioggia. Ecco il clima che verrà: proiezioni climatiche al 2050 in Emilia-Romagna
    Sempre più caldo e sempre meno pioggia. Ecco il clima che verrà: proiezioni climatiche al 2050 in Emilia-Romagna
    Lo studio è stato condotto da Regione Emilia-Romagna, Osservatorio Clima di Arpae e Art-ER (Attrattività Ricerca Territorio Emilia-Romagna),[...]
    Craccavano il software dei distributori e li svaligiavano
    Craccavano il software dei distributori e li svaligiavano
    Una banda composta da due moldavi e un rumeno aveva prelavato prodotti del valore di oltre 800 euro[...]