Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl Modena: nuova denuncia dei sindacati sulle mancate tutele degli operatori sanitari

I sindacati Fp Cgil, Cisl Fp ed Uil Fpl intervengono sulle omissioni in tema di sorveglianza sanitaria in sanità.

La sorveglianza sanitaria è l’insieme di azioni che il datore di lavoro mette in atto sul posto di lavoro al fine di tutelare la salute e la sicurezza dei propri operatori in relazione ai rischi che corrono.
Se sono chiare le tutele che si attivano quando il lavoratore viene accertato come positivo al Covid-19, non sono assolutamente chiare le tutele che le Aziende sanitarie modenesi mettono in atto prima di quel momento. Anzi a giudizio dei sindacati di categoria della sanità, le azioni di controllo e sorveglianza attivate prima di riscontrare le positività sono assolutamente insufficienti.

“Non è possibile che un lavoratore che si rivolge alla sorveglianza sanitaria – spiegano Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl – per denunciare un contatto con un paziente Covid-19 sia sentito solo per telefono, rassicurato con qualche parola e rimesso a lavorare senza alcun tipo di controllo e registrazione di questa denuncia”.
In pratica l’operatore che vuole denunciare questo rischio, di cui tra l’altro non si conoscono al momento ancora le conseguenze su di sè e i propri famigliari, viene congedato dalla sorveglianza sanitaria aziendale dopo quattro chiacchiere al telefono e senza nessuna certificazione di idoneità, e non viene inserito in percorsi di sorveglianza attiva.

Il colloquio conoscitivo per la valutazione del rischio tra l’operatore coinvolto e la sorveglianza sanitaria non viene favorito in alcun modo, anzi, spesso addirittura sembrerebbe ostacolato dal responsabile di turno, che si sostituisce al servizio di prevenzione e protezione nella valutazione delle situazioni a rischio, sentenziando sulla necessità o meno di contattare il medico competente.

Nelle settimane scorse non sono mancate infatti le segnalazioni di operatori che sono stati a casa perché manifestavano febbre e sintomi respiratori, insorti successivamente a contatti con pazienti covid-19 positivi, al quale è stato negato il tampone, diversamente da quanto previsto dalle stesse procedure aziendali.
Di contro continuano le segnalazioni di accessi agevolati ai tamponi da parte di qualcuno, anche in assenza di sintomi. Molti lavoratori si chiedono se le procedure aziendali valgano per tutti e in cosa si nasconda la differente possibilità di accedere ai test diagnostici, oltre a chiedersi ancora dove siano finiti i referti di svariate decine di tamponi eseguiti ormai da un mese e che ancora non sono arrivati.

“Non ci stiamo e non staremo zitti – è il duro attacco di Fp Cgil, Cisl Fp ed Uil Fpl – non è un problema di interpretazione di leggi, ma di una scelta precisa: quella di indebolire il nesso causale tra malattia e luogo di lavoro, indispensabile in futuro per avere un eventuale risarcimento dei danni da infortunio o riconoscimento della malattia professionale”.
I sindacati chiedono che le denunce dei lavoratori, che si rivolgono alla sorveglianza sanitaria aziendale, siano registrate, valutate e gestite in maniera puntuale. Le aziende devono raccogliere le denunce dei lavoratori che hanno contatti con pazienti con sospetta o accertata infezione da covid-19 e mettere per iscritto la presa d’atto della denuncia, la valutazione del medico competente, con il rilascio di una certificazione che attesti l’eventuale idoneità a proseguire l’attività lavorativa oppure i provvedimenti intrapresi.

Qualora un domani questi lavoratori si dovessero ammalare chi riconoscerà che hanno contratto la malattia sul posto di lavoro?

Riteniamo che il dato sugli operatori positivi sia assolutamente sottostimato, per il semplice fatto che i controlli non sono eseguiti in maniera minuziosa, ma solo su coloro che hanno sintomi conclamati. Continua quindi la sequela di scelte sbagliate che espongono i lavoratori a enormi rischi di salute: dapprima, con i reparti ormai già pieni di pazienti positivi e ad emergenza già iniziata, si è detto agli operatori che le mascherine non servivano, e chi le indossava veniva redarguito perché procurava allarme e preoccupazione tra i cittadini e gli utenti. Si è proseguito con lo stravolgimento dei protocolli di sicurezza dove mascherine chirurgiche, considerate un presidio medico chirurgico e non un DPI, dalla sera alla mattina, sono diventati presidi che si potevano indossare 20 giorni di fila. Poi è arrivata la deroga alla sorveglianza sanitaria per la quale i lavoratori che avevano avuto contatti con i pazienti positivi potevano continuare a stare sul posto di lavoro; oggi si giunge all’ultimo atto: le denunce dei lavoratori che sono stati a contatto con pazienti positivi non vengono neppure più raccolte.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Covid-19: call di Civic Action per le migliori pratiche di senso civico
Civic Action va alla ricerca di tutte quelle esperienze e pratiche che hanno il potenziale per svilupparsi anche dopo l’emergenza, per costituire la base di un nuovo e più robusto tessuto civico.leggi tutto
Glocal
Quali Paesi danno il meglio nella lotta al Covid-19
Una ricerca realizzata da ECV, classifica gli Stati colpiti dal virus in tre categorie: Winning (vincenti), Nearly there (quasi arrivati) e Need action (bisogno di azione).leggi tutto
Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protetteleggi tutto
Glocal
Covid-19: i provvedimenti dell'UE per il rilancio dell'economia
La Commissione europea ha predisposto un piano che non ha precedenti: oltre 1.000 miliardi di euro per assistere imprese e famiglie nel contrasto al Covid19.leggi tutto
Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienzaleggi tutto
Glocal
Covid19: i Paesi con la migliore Sanità al mondo
La pandemia del virus Covid19 sta mettendo in crisi Paesi che vantano sistemi sanitari considerati tra i più eccellenti e performanti del mondo.leggi tutto
Glocal
Le imprese italiane impegnate contro il Coronavirus
Molte imprese italiane si sono messe a disposizione del Governo per rifornire il nostro sistema sanitario di strumenti per garantire la vita. Siamo in guerra, ma è una guerra diversa.leggi tutto
Consigli di salute
Bruxismo e digrignamento dei denti
Ad esempio, smettere di fumare o ridurre il consumo di alcol possono essere utili a tal proposito.leggi tutto
Glocal
Economia e coronavirus: come uscirne
Purtroppo le politiche che i governi hanno adottato per affrontare la pandemia e la crisi economica sono contraddittorie e rischiano un fallimento catastrofico a lungo termine.leggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - L'autismo ai tempi del Coronavirus
    Intervista a Cristina, mamma di Francesco e Lorenzo.[...]

    Curiosità

    Milano Marittima vieta gli addii al celibato e a lnubilato
    Milano Marittima vieta gli addii al celibato e a lnubilato
    Proibite anche l'arte e la musica di strada, l'uso di petardi, fischietti, megafoni, e trombette, e la distribuzione di volantini o materiale promozionale[...]
    Diabolik “di-vino”: l’ultimo fumetto colorato con il Lambrusco
    Diabolik “di-vino”: l’ultimo fumetto colorato con il Lambrusco
    I disegni del fumettista Giorgio Montorio sono “inchiostrati” con Lambrusco doc[...]
    Elicotteri in volo basso? È Enel che ispeziona le linee elettriche
    Elicotteri in volo basso? È Enel che ispeziona le linee elettriche
    L’ispezione eliportata durerà alcune settimane[...]
    Lo screenshot: su Wikipedia insulti a Mirandola
    Lo screenshot: su Wikipedia insulti a Mirandola
    Guardando lo screenshot viene da pensare che qualcuno che ha qualche problema con Mirandola e si crede spiritoso[...]
    La cannabis danneggia i polmoni più velocemente delle sigarette
    La cannabis danneggia i polmoni più velocemente delle sigarette
    Sono i risultati di uno studio dell'Università di Modena[...]
    Ottavio Pisani: la sua ricerca su Radio Wall Street e una nuova caccia al tesoro per San Felice
    Ottavio Pisani: la sua ricerca su Radio Wall Street e una nuova caccia al tesoro per San Felice
    Pisani prova a lanciare una nuova ricerca dalle pagine di Sul panaro, dopo il successo della prima[...]
    Il Centro il Pettirosso salva anatroccolo da morte certa in un depuratore
    Il Centro il Pettirosso salva anatroccolo da morte certa in un depuratore
    Un piccolo anatroccolo è stato recuperato e ora ha trovato una nuova famiglia[...]
    Ecco la guida ai nostri Appennini di Dario Ruscetta, per un'estate magica e senza paura
    Ecco la guida ai nostri Appennini di Dario Ruscetta, per un'estate magica e senza paura
    “MoBo' Stories: Guida di Viaggio nell'Ombelico Gastronomico di Modena e Bologna”, riconoscibile dal tipico Tortellino immortalato in copertina.[...]
    C'è un incendio, gattini si nascondono sotto al secchio: salvati
    C'è un incendio, gattini si nascondono sotto al secchio: salvati
    E' successo domenica, sul posto i Vigili del Fuoco[...]