Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Clarissa Martinelli shock: “Ho avuto il Coronavirus e vi dico: non basta restare a casa”

Clarissa Martinelli shock: “Ho avuto il Coronavirus e ne sono uscita. E vi dico: non basta restare a casa”.

E’ un lungo sfogo quella che la popolare e bravissima conduttrice carpigiana di Radio Bruno affida ai social per raccontare quello che le è successo a inzio marzo. Quella che sembrava una semplice febbre si è rivelata, a tampone, il temibile Coronavirus.

La conduttrice ora sta bene, ma riflette sull’accaduto e sulle misure di prevenzione messe (e non messe) in campo per contenere il diffondersi dell’epidemia.

Scrive Clarissa Martinelli:

E ora che il mio collega Enrico finalmente sta bene e ha salutato tutti, anche in diretta radio, posso raccontare meglio la mia situazione.
Mercoledì 4 marzo chiacchiero come sempre con Enrico prima di andare in onda, la sua scrivania è dietro la mia. Mi dice ‘Ho preso freddo domenica, secondo me oggi ho la febbre’. Dal giorno dopo non lo vedo, è a casa ammalato. Io sto bene, lavoro fino a venerdì. Fine settimana da trascorrere in casa, con il Dani, per non correre rischi. La domenica pomeriggio inizio a tossire un po’. Il lunedì mattina mi sveglio per andare al lavoro e ho la testa pesantissima, emicrania, Dani mi tocca la fronte. Alle 7 del mattino ho la febbre a 37.6. Nel corso della giornata tosse, grande spossatezza, la febbre si alza, quasi a 39. I due giorni successivi sono simili, il Brufen mi fa star meglio della Tachipirina. Enrico viene ricoverato in ospedale, tampone positivo al coronavirus. Io perdo gusto e olfatto. Niente più febbre, la tosse resiste, forti emicranie. L’Asl decide di fare il tampone anche a me, contatto stretto col malato e sintomi. E il mio tampone risulta positivo. Non ho mai avuto problemi respiratori. Dal 7 marzo il Dani e io non siamo più usciti quindi non abbiamo fatto danni, ma a lui nessun tampone.

Niente sintomi, niente tampone. Avrebbe potuto andare ovunque indisturbato ed essere magari asintomatico. Non lo sapremo mai, ma la quarantena l’ha finita. Ho segnalato ad Asl i nomi di due persone a contatto con me fino a venerdì 6. Nessun tampone a loro, i sintomi lievi non bastano. Si sono messi in quarantena, ma non sanno se hanno avuto il virus.

La sede di lavoro è stata sanificata più volte, presenze ridotte all’osso, niente contagi. Intanto, i medici di base non vengono informati e aggiornati da nessuno su dettagli e sintomi. Molti prescrivono spray per la sinusite a chi ha febbricola e anosmia (mancanza di gusto e olfatto): è il Covid 19 trattato da raffreddore, chi non lo intuisce resta in giro, contagioso e contagia i famigliari, magari anziani. Ignaro.
Io sto bene già da diversi giorni, il 26 ne sono passati 15 dal tampone e il contatto con il ‘positivo’ risale ormai al 4 marzo, ma aspetto i due tamponi negativi e continuo a restare in casa. Non vedo i miei dal 24 febbraio, la spesa ce l’hanno portata a casa in sicurezza, siamo riusciti a organizzarci da soli senza mettere a rischio nessuno mai.
Tanti altri, con sintomi lievi e contatti a rischio, sono stati lasciati liberi di fare tutto, lavorare, fare la spesa, restare coi famigliari, anche dopo aver interpellato scrupolosamente i numeri del Ministero o delle Asl. Pochi tamponi, anche a medici, infermieri e Oss che hanno contagiato in molti casi degenti in ospedale e anziani nelle case di riposo, mascherine introvabili anche per loro, contano su donazioni private ancora adesso per calzari, camici monouso e tutto il resto.
Una situazione complicata e difficile da gestire, nessuna accusa.
Ma cambiamo strategia, questa non funziona e non basta ‘restare in casa’ se chi esce per forza, per lavorare, non ha modo di sapere se è sano o se può contagiare. E uccidere, suo malgrado qualcuno. Potenziare le consegne a domicilio per gli over 65, addirittura imporle: non devono avere alcuna scusa per uscire tre volte al giorno a comprare un po’ di salame e due mozzarelle, come mi riferiscono molte cassiere. È dura per tutti, ma al momento niente alibi, cerchiamo di percorrere la strada giusta.
O non ne usciamo.

Tutte le nostre notizie sull’epidemia da Coronavirus

 

 

LEGGI ALTRO SUL NOSTRO SPECIALE CORONAVIRUS

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Quali Paesi danno il meglio nella lotta al Covid-19
Una ricerca realizzata da ECV, classifica gli Stati colpiti dal virus in tre categorie: Winning (vincenti), Nearly there (quasi arrivati) e Need action (bisogno di azione).leggi tutto
Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protetteleggi tutto
Glocal
Covid-19: i provvedimenti dell'UE per il rilancio dell'economia
La Commissione europea ha predisposto un piano che non ha precedenti: oltre 1.000 miliardi di euro per assistere imprese e famiglie nel contrasto al Covid19.leggi tutto
Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienzaleggi tutto
Glocal
Covid19: i Paesi con la migliore Sanità al mondo
La pandemia del virus Covid19 sta mettendo in crisi Paesi che vantano sistemi sanitari considerati tra i più eccellenti e performanti del mondo.leggi tutto
Glocal
Le imprese italiane impegnate contro il Coronavirus
Molte imprese italiane si sono messe a disposizione del Governo per rifornire il nostro sistema sanitario di strumenti per garantire la vita. Siamo in guerra, ma è una guerra diversa.leggi tutto
Consigli di salute
Bruxismo e digrignamento dei denti
Ad esempio, smettere di fumare o ridurre il consumo di alcol possono essere utili a tal proposito.leggi tutto
Glocal
Economia e coronavirus: come uscirne
Purtroppo le politiche che i governi hanno adottato per affrontare la pandemia e la crisi economica sono contraddittorie e rischiano un fallimento catastrofico a lungo termine.leggi tutto
Consigli di salute
Cosa fare per il mal di denti col coronavirus?
Dal dentista solo per necessità non rinviabili. Le indicazioni sono chiare, solo urgenze. leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - L'autismo ai tempi del Coronavirus
    Intervista a Cristina, mamma di Francesco e Lorenzo.[...]

    Curiosità

    C'è un incendio, gattini si nascondono sotto al secchio: salvati
    C'è un incendio, gattini si nascondono sotto al secchio: salvati
    E' successo domenica, sul posto i Vigili del Fuoco[...]
    Fine lockdown e ritorno alla 'vita da cani'
    Fine lockdown e ritorno alla 'vita da cani'
    Il consiglio di veterinari esperti su come affrontare la fine del lockdown, il ritorno agli spazi aperti e il contatto con soggetti esterni, assieme al proprio cane[...]
    Forbes elegge l'Emilia Romagna regione dove si mangia meglio al mondo
    Forbes elegge l'Emilia Romagna regione dove si mangia meglio al mondo
    Il noto mensile americano Forbes ha premiato la cucina dell’Emilia-Romagna[...]
    Rimborsi per le imprese, la beffa del click day: Mirandola resta fuori
    Rimborsi per le imprese, la beffa del click day: Mirandola resta fuori
    E' di Mirandola la prima dei non ammessi al bando Impresa Sicura. Possibili bari nel "click day"?[...]
    Il governatore Bonaccini: "Non escludo mia candidatura a primo ministro"
    Il governatore Bonaccini: "Non escludo mia candidatura a primo ministro"
    Ha risposto così a chi gli ha chiesto di una ipotetica sfida con il presidente leghista del Veneto, Luca Zaia.[...]
    Un video per celebrare la natura dell'Oasi Val di Sole di Concordia
    Un video per celebrare la natura dell'Oasi Val di Sole di Concordia
    Il video lo si può visualizzare sulla pagina ufficiale del Comune di Concordia[...]
    Giallo a Mirandola: da dove vengono e dove sono finite quelle mascherine con il logo del Comune?
    Giallo a Mirandola: da dove vengono e dove sono finite quelle mascherine con il logo del Comune?
    Il bando di gara promosso dal comune, per il quale è stata stanziata una cifra di 15.000 euro, è andato deserto, ma sui social sono girate foto di mascherine con il logo di Mirandola. Dove sono finite? Per l'amministrazione comunale non esistono. [...]
    Quando l'Acqua Santa arriva a domicilio
    Quando l'Acqua Santa arriva a domicilio
    E' il pensiero gentile che si sono ritrovati i fedeli rivaresi nella cassetta delle lettere in questi giorni. [...]