Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Coronavirus, lavoro e scuole: le interrogazioni delle consigliere M5s Gibertoni e Piccinini

Sessanta mila posti di lavoro in pericolo. L’emergenza coronavirus rischia di avere un impatto elevatissimo sull’economia con una perdita di circa 3,9 miliardi di consumi. È il calcolo di Confesercenti che a fine febbraio parlava di «una stima conservativa, basata sull’ipotesi di una crisi limitata». Arrivano le conferme: in una settimana il fatturato di abbigliamento e ristorazione è crollato del 65%, quello dell’arredo casa e degli altri settori del 40% complici non solo l’emergenza sanitaria in corso ma anche il grande clima di paura. Sono i dati raccolti dalla base associativa di Confimprese (che nel retail rappresenta 154 mld fatturato, 40mila punti vendita, 700mila addetti). Il canale più colpito è sicuramente il travel, seguito da centri commerciali e outlet. Diversi gli interventi dalle consigliere Gibertoni e Piccinini del Movimento 5 Stelle sull’argomento lavoro.

“Individuare forme di sostegno economico per le piccole imprese che subiscono danni economici per effetto del coronavirus”. A chiederlo, con due atti rivolti al governo regionale (una risoluzione e un’interpellanza), è Giulia Gibertoni (M5s).
Qualora si protraesse l’emergenza, la consigliere chiede anche “l’attivazione di misure di sostegno rivolte ai professionisti che lavorano per le imprese italiane che esportano in Cina (quali, ad esempio, interpreti e traduttori della lingua cinese)”.
Misure necessarie, rimarca la pentastellata, “che devono comunque essere correlate a un’analisi accurata e dettagliata degli effetti del coronavirus sul nostro sistema produttivo”. A livello regionale, prosegue, “è infatti preoccupante la situazione di molte aziende medio-piccole che risentono negativamente del mancato ingresso di merci, essenziali per il sistema produttivo regionale (in particolare nel settore della meccanica e dell’elettronica), e della mancata esportazione in Cina di prodotti finiti e componenti industriali, oltre alla riduzione consistente delle esportazioni alimentari”.
La Regione Emilia-Romagna, sottolinea poi Giulia Gibertoni, “ha avviato da tempo attività per l’apertura del mercato cinese alle esportazioni di prodotti agricoli e agroalimentari del nostro territorio, con l’obiettivo di arrivare in tempi brevi al superamento delle barriere fitosanitarie”. Un percorso, conclude, “che deve essere portato a compimento”.

Sempre dalla Gibertoni arrivano richieste di tutele anche per gli “operatori servizi scolastici ed educativi e fattorini”. “Dare garanzie agli operatori dei servizi scolastici ed educativi e ai fattorini delle consegne a domicilio, esposti in modo particolarmente rilevante agli effetti prodotti dall’impatto dell’epidemia di coronavirus”. A chiederlo, con un’interrogazione rivolta al governo regionale, è Giulia Gibertoni (M5s).
“Sono migliaia – spiega la consigliera – le educatrici e gli educatori che rischiano di non vedersi riconosciute le ore di servizio e, di conseguenza, di restare senza stipendio”.
Nello stesso atto la pentastellata menziona anche le difficoltà in cui versano, sempre in questa fase emergenziale, i fattorini delle consegne a domicilio: “Non sono state previste- rimarca Giulia Gibertoni- misure di protezione per questa categoria di lavoratori”.

La consigliera Silvia Piccinini (M5s) chiede, in particolare, un confronto tra istituzioni regionali e statali “per definire soluzioni uniformi ed efficaci al fine di evitare che una condizione di oggettiva precarietà di questi lavoratori comporti un’inaccettabile discriminazione e un ulteriore danno”.
“Assicurare forme di tutela per non penalizzare i lavoratori che svolgono attività educative e socio-educative nell’ambito dei servizi gestiti attraverso appalti”. A chiederlo, con una risoluzione rivolta al governo regionale.
In questa categoria, rimarca la consigliera, “rientrano anche gli educatori, spesso soci o dipendenti delle cooperative appaltatrici, che svolgono servizi educativi specifici nelle scuole, come l’assistenza a bambini e studenti con disabilità o bisogni certificati, e che, a fronte della sospensione del servizio, non sono retribuiti”.
La pentastellata, quindi, chiede un confronto tra istituzioni regionali e statali “per definire soluzioni uniformi ed efficaci al fine di evitare che una condizione di oggettiva precarietà di questi lavoratori comporti un’inaccettabile discriminazione e un ulteriore danno”.

Nell’interrogazione la consigliera chiede anche “omogeneità nei comportamenti e nelle soluzioni messe in campo a livello locale”
Tutela del reddito dei dipendenti, che siano pubblici o privati, stop al pagamento delle rette per servizi non fruibili e omogeneità nei comportamenti e nelle soluzioni messe in campo a livello locale. Questo è quello che chiede Silvia Piccinini (M5s) alla nuova Giunta con un’interrogazione in cui mette in evidenza gli effetti dei provvedimenti per il contenimento del coronavirus sugli operatori delle attività educative per l’infanzia e per la prima infanzia e sui genitori dei bambini che vi prendono parte.
Le famiglie, scrive nell’atto la consigliera, “stanno sostenendo i costi delle rette assieme a quelli del baby-sitting” oppure stanno utilizzando le ferie per stare a casa con i figli. Mentre per quanto riguarda i dipendenti dei servizi per l’infanzia, la pentastella ricorda che “l’offerta dei servizi educativi è, sul piano della titolarità e della gestione, variegato e prevede servizi a proprietà e gestione pubblica, altri a proprietà pubblica e gestione privata e altri ancora a proprietà e gestione privata. Di conseguenza, sono differenti gli strumenti per non fare ricadere sugli operatori dei servizi educativi gli effetti della chiusura o della sospensione temporanea e straordinaria delle attività”.
Silvia Piccinini rimarca anche “la disomogeneità delle situazioni a livello locale” e porta, come esempio, il caso di Bologna e pochi altri Comuni che hanno deciso di esentare i genitori dal pagamento della retta del nido per il periodo di chiusura. Una misura che l’esponente dei 5 stelle reputa “senza dubbio comprensibile alla luce della straordinarietà della situazione, ma – specifica – da ricondurre al più presto a soluzioni uniformi in tutta la regione”.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Il miracolo di Marchionne: il modello della fabbrica piatta
Il modello della fabbrica “piatta”. Così Marchionne ha rivoluzionato FCAleggi tutto
Glocal
Le start up innovative in Italia, il nuovo report
Secondo l’ultimo “rapporto sulla situazione delle startup innovative in Italia”, le startup innovative iscritte all’apposito Albo, sono 11.899, il 3,2% di tutte le società di capitali di recente costituzione.leggi tutto
Invalidità e Pensioni, ecco le prestazioni possibili
Ce lo spiega l'esperta risorse umane Francesca Monari con la supervisione di Elisa Bergamaschi, impiegata presso uno studio di Consulenti del Lavoro di Mirandolaleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Lavoro e Ambiente. Un futuro "green" per le nuove generazioni.
Il treno della “rivoluzione verde” sta passando ora, non possiamo permetterci di perderloleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    La scienziata Laura Bassi Veratti protagonista del doodle di Google
    La scienziata Laura Bassi Veratti protagonista del doodle di Google
    Laura Bassi è stata la seconda donna a laurearsi in Italia e la prima a ottenere una cattedra universitaria. [...]
    Capriolo esausto salvato nel parcheggio di un'industria ceramica
    Capriolo esausto salvato nel parcheggio di un'industria ceramica
    L'animale è stato preso e curato dai volontari de Il Pettirosso[...]
    La banconota del Comune di Soliera: 50 centesimi del 1873
    La banconota del Comune di Soliera: 50 centesimi del 1873
    Pare ce ne siano in circolazione soltanto due esemplari.[...]
    A Nonantola apre la prima Biblioteca Condominiale
    A Nonantola apre la prima Biblioteca Condominiale
    Coinvolge 4 palazzine , 30 famiglie,4 scaffali e 156 libri divisi in 4 gruppi (39 libri per palazzina).[...]
    Rimesso al nuovo il "Grappolo d'uva" della rotonda modenese
    Rimesso al nuovo il "Grappolo d'uva" della rotonda modenese
    E' l’opera in vetro di Murano installata nell’anello centrale verde della rotatoria tra via Nuova Estense e via Vignolese.[...]
    Mirandola e le terre dei Pico sono online su un nuovo sito web
    Mirandola e le terre dei Pico sono online su un nuovo sito web
    Il sito che verrà aggiornato periodicamente, è ricco di immagini suggestive e si sviluppa in cinque aree tematiche - conosci, esplora, gusto, shopping e agenda - che rendono intuitiva la ricerca dei contenuti.[...]
    Mirandola, Pasta Dallari con i Piccoli Grandi Cuori per il Policlinico di Sant’Orsola
    Mirandola, Pasta Dallari con i Piccoli Grandi Cuori per il Policlinico di Sant’Orsola
    A sostegno di tutti i bambini cardiopatici congeniti e del personale medico ospedaliero che sta lottando contro il Covid.[...]
    Mirandola, alla scoperta dei territorio su tre diversi percorsi ciclabili
    Mirandola, alla scoperta dei territorio su tre diversi percorsi ciclabili
    Si guarda alla bella stagione nella città dei Pico con la tracciatura ed installazione delle indicazioni, avvenuta nei giorni scorsi di tre percorsi ciclabili di varia lunghezza, per appassionati, ma pure per semplici cicloamatori e per le famiglie.[...]
    “Favole al telefono” di Gianni Rodari: l'audiolibro dei record
    “Favole al telefono” di Gianni Rodari: l'audiolibro dei record
    L’audiolibro ha scalato le classifiche nazionali di podcast di racconti per bambini contando 30mila riproduzioni su Youtube e altre sette piattaforme streaming[...]