Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Coronavirus, previsioni 2020: entrate in calo di 10 milioni di euro

PROVINCIA DI MODENA – «Il nostro bilancio risentirà pesantemente dell’emergenza Covid-19 e dalle nostre stime prevediamo un calo per tutto il 2020 di quasi 10 milioni di euro».

Lo ha affermato Gian Domenico Tomei, presidente della Provincia di Modena, nel corso della discussione del consuntivo 2019 del Consiglio provinciale che si è svolto in videoconferenza lunedì 27 aprile.

Dai dati relativi all’Ipt, l’imposta provinciale di trascrizione che si applica sulle vendite di auto nuove e sui passaggi di proprietà dell’usato, è emerso che nel solo mese di marzo le compravendite di auto sono diminuite dalle 5.798 dello stesso periodo del 2019 ai 1.851 del 2020 (le auto nuove da 2.382 a 422); da gennaio e con parte del mese di aprile, la Provincia ha accertato un calo delle entrate di quasi tre milioni di euro per l’Ipt e di quasi un milione per la quota sulla Rcauto.

«Le Province e i Comuni hanno già chiesto al Governo – ha aggiunto Tomei – le risorse necessarie per sopperire al calo delle entrate che proseguirà anche nei prossimi mesi in base alle previsioni sul mercato dell’auto. Abbiamo avuto rassicurazioni positive per garantire, con lo sblocco dei cantieri, gli investimenti pubblici che rappresentano una componente fondamentale per la ripresa. Nel frattempo stiamo facendo tutte le verifiche per ripartire al più presto con i cantieri stradali e sulle scuole sospesi a causa dell’emergenza Covid-19».

Dal consuntivo è emerso che nel 2019 le entrate tributarie, Ipt e Rc auto ammontano a quasi 60 milioni in linea con il dato del 2018; risorse che per quasi la metà (circa 27 milioni di euro) sono state versante allo Stato, come peraltro avvenuto negli ultimi anni e avverrà nel 2020: dal 2014 al 2019 la Provincia ha girato a Roma quasi  170 milioni di euro.

«Una sorta di “federalismo al contrario” – ha sottolineato Gian Domenico Tomei, presidente della Provincia – che ha ridotto le risorse versate dai cittadini e automobilisti modenesi che dovrebbero essere impiegate in primo luogo per migliorare la qualità della rete stradale provinciale e per avviare nuove opere per garantire collegamenti sempre più efficienti e sostenere gli investimenti pubblici in questa fase difficile».

Dal consuntivo emerge anche che la Provincia ha avviato nel 2019, e in parte concluso, investimenti per oltre 35 milioni di euro su strade, ponti ed edilizia scolastica superiore, finanziati in gran parte con risorse provenienti da altri enti.

La Provincia, infine, sempre nel 2019 ha effettuato tutti i pagamenti, compresi quelli in conto capitale, nei tempi contrattualmente previsti.

L’indebitamento è stato ulteriormente ridotto e nel quadriennio 2015-2019, non sono stati contratti nuovi prestiti e l’ente ha rispettato i vincoli di finanza pubblica, mantenendo il bilancio in equilibrio.

Nel corso della discussione sul consuntivo è stato fatto il punto sugli interventi realizzati lo scorso anno dalla Provincia, lungo la rete degli oltre mille chilometri di strade provinciali e sulle scuole superiori.

Sulle scuole nel 2019, con l’inaugurazione della sede del Venturi in via dei Servi a Modena e la ristrutturazione a Mirandola della sede ex Galilei, destinata al liceo Pico, la Provincia ha completato gli interventi sull’edilizia scolastica superiore per i danni dovuti dal sisma del 2012.

Con finanziamenti statali e regionali per la messa in sicurezza degli edifici sono eseguiti o accantierati lavori complessivi per oltre 20 milioni di euro, tra cui gli ampliamenti del polo Corni-Selmi a Modena, del polo Levi-Paradisi a Vignola e sull’edificio ex Messieri per lo Spallanzani di Castelfranco Emilia che ripartiranno nei prossimi giorni.

Sulla viabilità, tra gli interventi principali spiccano quelli sui ponti lungo le strade provinciali a Montese e Pavullo e Castelnuovo Rangone, e sulla sicurezza lungo la provinciale 623 tra Modena e Spilamberto, oltre a diversi interventi sulle frane come quelli che hanno consentito la riapertura della provinciale 26, interrotta dal dissesto in un tratto vicino a castagneto di Pavullo.

La manutenzione invernale ha pesato sul bilancio provinciale per circa un milione e 400 mila euro, mentre per le manutenzioni stradali sono stati spesi oltre sei milioni di euro, «cifra praticamente doppia rispetto al 2018 – ha precisato il presidente Tomei – grazie a finanziamenti statali e regionali straordinari, ma ancora inadeguata rispetto al fabbisogno accumulato».

 

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Lavoro e Ambiente. Un futuro "green" per le nuove generazioni.
Il treno della “rivoluzione verde” sta passando ora, non possiamo permetterci di perderloleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto
Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Danneggiato il grande faggio di Pratignana: i forestali valutano i danni
    Danneggiato il grande faggio di Pratignana: i forestali valutano i danni
    Una grossa branca della chioma si è troncata, probabilmente a seguito del peso della neve caduta durante l’inverno [...]
    Mirandola, in attesa di tempi migliori, l'arrivederci dello storico circolo Aquaragia
    Mirandola, in attesa di tempi migliori, l'arrivederci dello storico circolo Aquaragia
    L'emergenza sanitaria mette in crisi Aquaragia, storica realtà associativa mirandolese. Quale futuro per il circolo? Ne discutiamo con Roberto Ganzerli. [...]
    Concordia, i bambini della Gasparini trasformano un parco in una galleria d’arte naturale
    Concordia, i bambini della Gasparini trasformano un parco in una galleria d’arte naturale
    Nota di Irene Salvaterra sul progetto “A scuola in natura” a cura del CEAS La Raganella[...]
    Mirandola, Letizia Borella racconta la magia del body painting: "Sono una tela viva, indosso l'arte"
    Mirandola, Letizia Borella racconta la magia del body painting: "Sono una tela viva, indosso l'arte"
    "Body painting significa essenzialmente vestirsi di emozioni diverse, le quali, trasposte cromaticamente sul corpo dell'interprete, si trasformano in arte": è così che Letizia Borella, mirandolese classe 1985, ci introduce ai segreti di quella che lei definisce "un'arte effimera".[...]
    Cavezzo, tutti pazzi per il Carnevale con la Pro Loco Cavezzese
    Cavezzo, tutti pazzi per il Carnevale con la Pro Loco Cavezzese
    Sui loro social hanno mostrato in una gallery i travestimenti dei cittadini[...]
    Barbie svela la nuova linea di bambole Fashionistas 2021
    Barbie svela la nuova linea di bambole Fashionistas 2021
    Barbie viene nominata Property n.1 al Mondo del mercato del giocattolo per il 2020 [...]
    Good Morning Secchia, i problemi del fiume affrontati attraverso un format ironico
    Good Morning Secchia, i problemi del fiume affrontati attraverso un format ironico
    Il Pool Comitati, che raggruppa diverse organizzazioni attente alle tematiche legate all'ambiente e in particolare, relative al fiume Secchia ha diffuso un nuovo episodio di Good Morning Secchia[...]
    Alle Tattoo, opere d'arte su tela per raccontare la storia del tatuaggio
    Alle Tattoo, opere d'arte su tela per raccontare la storia del tatuaggio
    "Factory MAT75 è un progetto che coinvolge giovani artisti che vogliono rappresentare la storia di questo mondo", spiega Alessandro Bonacorsi[...]
    Meteo, gennaio freddo, ma non da record. In linea con la media 1991-2020
    Meteo, gennaio freddo, ma non da record. In linea con la media 1991-2020
    Il giorno più freddo del mese è stato il giorno 19 con una temperatura pari a -1.7°C, non particolarmente rigido se paragonato al 28 febbraio 2018 con i suoi -5.2°C o al 7 gennaio 2017 con -4.2°C[...]
    Tortellini, Lambrusco e Duomo di Modena, una moneta celebra l'Emilia-Romagna e la modenesità
    Tortellini, Lambrusco e Duomo di Modena, una moneta celebra l'Emilia-Romagna e la modenesità
    La Zecca dello Stato ha presentano la nuova Collezione Numismatica 2021[...]