Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Cura del Coronavirus, risultati soddisfacenti a Modena dall’uso delle medicine per l’artrite

GIOVEDì 16 APRILE 2020 – Cura del Coronavirus, risultati soddisfacenti a Modena dall’uso delle medicine per l’artrite. E’ quanto emerge dal report settimane sull’andamento dell’epoidemai da Coronavirus dell’Azienda universitaria ospedaliera di Modena diramato giovedì 16 aprile (leggi il report) Spiega Paola Vandelli, Direttrice Servizio Formazione, Ricerca e Innovazione

In considerazione di quanto disposto dal DL 17 marzo 2020 n.18 all’Art. 17 (comma 5) relativo a Disposizioni urgenti in materia di sperimentazione dei medicinali per l’emergenza epidemiologica da COVID, l’Agenzia Italiana Farmaco (AIFA) ha adottato procedure straordinarie e semplificate per la presentazione e l’approvazione delle sperimentazioni e per la definizione delle modalità di adesione agli studi e di acquisizione dei dati. Con l’entrata in vigore di questo Decreto-Legge (18/2020) all’Agenzia Italiana del Farmaco e alla sua Commissione Tecnico Scientifica (CTS) è stato attribuito il compito di valutare i protocolli degli studi clinici dei farmaci utilizzati nei pazienti affetti da COVID-19, così come è stato identificato il Comitato Etico Unico nazionale presso l’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma. La celerità e la metodologia condivisa dei processi di approvazione rappresentano le basi di uno strumento di ricerca innovativo, in grado di coniugare la garanzia del trattamento in sicurezza dei pazienti con il necessario rigore scientifico, anche e soprattutto in un contesto di emergenza.

 

Vediamo adesso qual è lo stato dell’arte delle sperimentazioni negli sopedali modenesi.

 

il numero complessivo di ricerche attive è di 12 così suddivise:

 

-2 studi clinici interventistici con farmaco che studiano due diverse molecole (Studio clinico interventistico: qualsiasi studio sull’uomo finalizzato a scoprire o verificare gli effetti clinici, farmacologici e/o altri effetti farmacodinamici di uno o più medicinali sperimentali, e/o a individuare qualsiasi reazione avversa ad uno a più medicinali sperimentali, e/o a studiarne l’assorbimento, la distribuzione, il metabolismo e l’eliminazione, con l’obiettivo di accertarne la sicurezza e/o l’efficacia. Questa definizione include le sperimentazioni cliniche effettuate in un unico centro o in più centri, solo in Italia o anche in altri Stati membri dell’Unione europea (D. lgs. 211 del 24 Giugno 2003)

 

  • 1 Profit con il farmaco Sarilumab dal titolo: “Studio adattativo di fase 2/3, randomizzato, in doppio cieco, controllato verso placebo, per valutare l’efficacia e la sicurezza di sarilumab in pazienti ospedalizzati affetti da COVID-19” Promotore: Sanofi-Aventis
  • 1 non profit con il farmaco Tocilizumab dal titolo: “TOCIVID-19 –Studio multicentrico su efficacia e sicurezza di Tocilizumab nel trattamento della polmonite da COVID-19” Promotore l’Istituto Nazionale Tumori, IRCSS, Fondazione G. Pascale di Napoli

 

-2 Programmi di uso terapeutico di Novartis Farma per due diversi farmaci (Programma di uso terapeutico, anche detto «expanded access program»: impiego di medicinali nell’ambito dell’uso compassionevole in piu’ pazienti, sulla base di un protocollo clinico definito e identico per tutti i pazienti (DM 7 settembre 2017 – GU n.256 del 2-11-2017):

  • “Programma di uso terapeutico del Canakinumab nella sindrome da rilascio di citochine in pazienti con polmonite indotta da COVID-19”. Si tratta di un farmaco utilizzato per il trattamento della febbre periodica autoinfiammatoria, della malattia di Still e dell’artrite gottosa. Lo studio valuta come il farmaco agisce bloccando il gene che attiva la produzione di mediatori infiammatori.
  • Ruxolitinib Managed Access Program (MAP) per pazienti con diagnosi di COVID-19 e con patologie polmonari gravi/molto gravi” Ruxolitinib è un inibitore della via di trasmissione del segnale mediata da Jak, con effetti antinfiammatori legati all’inibizione del rilascio di citochine e quindi potrebbe essere in grado di mitigare gli effetti di una severa reazione infiammatoria (sindrome da rilascio di citochine) che può verificarsi in corso di COVID-19.

8 studi attivi no profit sia osservazionali che interventistici senza farmaco che riguardano pazienti COVID+

 

Il numero di ricerche in corso di approvazione è altro 14 così suddivise:

 

2 studi interventistici con farmaco, profit, in valutazione preliminare presso la Commissione Tecnico scientifica di AIFA che coinvolgeranno l’AOU come centro partecipante per i quali saremo in grado di dare più informazioni in un comunicato successivo;

2 studi interventistici con farmaco, no profit, in valutazione preliminare presso la Commissione Tecnico Scientifica di AIFA con Promotore l’AOU di Modena.

– 10 studi no profit sia osservazionali che interventistici senza farmaco in fase di valutazione o presso il Servizio Formazione, Ricerca, Innovazione o presso il Comitato Etico di Area Vasta Emilia Nord che riguardano sempre pazienti COVID+ e che vedono la presenza di promotori diversi.

 

Ricordiamo che la conduzione degli studi clinici deve essere gestita secondo principi di buon senso, nella massima tutela dei partecipanti agli studi e mantenendo l’adeguata supervisione da parte degli sperimentatori principali (PI).

 

La ricerca clinica sul COVID19 – la parola all’infettivologo su Tocilizumab e Sarilumab

Prof.ssa Cristina Mussini, Direttore Malattie Infettive

l Tocilizumab è un farmaco biotecnologico, già in uso soprattutto per il trattamento dell’artrite reumatoide, e dell’artrite idiopatica giovanile sistemica, una grave forma di artrite reumatoide dei bambini. Esso è un inibitore specifico dell’interleuchina 6, una citochina che gioca un ruolo importante nella risposta immunitaria ed è implicata nella patogenesi di molte malattie in cui vi è una importante risposta infiammatoria, in particolare le malattie autoimmuni. Ebbene, nelle più gravi polmoniti da COVID19, quelle che hanno la prognosi più severa, si è notato che il problema principale non è il virus ma l’abnorme risposta del sistema immunitario che produce una risposta infiammatoria esagerata, la così detta “tempesta citochinica”, responsabile del danno polmonare. Ebbene, questa eccessiva risposta immunitaria è in parte governata dalla interleuchina 6e la sua inibizione può quindi ridurre questa risposta immunitaria abnorme con eccessiva

Stiamo avendo risultati importanti sia su questo studio sia sullo studio relativo al Sarilumab che è un farmaco che agisce in modo analogo al Tocilizumab.

È fondamentale ricordare che è necessario selezionare i pazienti da sottoporre a queste terapie che possono avere effetti collaterali sulla presenza di altre infezioni diverse dal COVID19. Non tutti i pazienti, inoltre, reagiscono allo stesso modo. Il protocollo AIFA è stato condiviso con tutta la Provincia.

Stiamo mettendo in campo tutte le azioni necessarie per offrire ai nostri pazienti le terapie migliori a disposizione. Il nostro obiettivo è non solo far guarire le persone ma anche ridurre il più possibile il tempo in cui vengono sottoposti a terapie di supporto respiratorio invasivo opere ridurre i tempi di riabilitazione

LE NOTIZIE DELLE ULTIME 48 ORE

LEGGI ANCHE, IL NOSTRO SPECIALE CORONAVIRUS

 

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto
Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
Un paradiso terrestre per piante e uccelli: le Meleghine a Finale Emilia - La natura della Bassa che non ti aspetti
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta dell'oasi faunistica nata dall’impianto di fitodepurazioneleggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    "Cosa ci fanno quelli sull'albero?" E' la potatura acrobatica che si fa a Concordia
    "Cosa ci fanno quelli sull'albero?" E' la potatura acrobatica che si fa a Concordia
    La maestosità e il pregio delle piante richiede di intervenire in arrampicata, così si può intervenire esclusivamente sui rami con problematiche mantenendo la naturale conformazione della chioma.[...]
    Quando anche il semplice dormire diventa spettacolo: il dormitorio dei gufi a Medolla
    Quando anche il semplice dormire diventa spettacolo: il dormitorio dei gufi a Medolla
    Da qualche giorno gli abitanti di Medolla, genitori e bambini soprattutto, si trovano riuniti con il naso all’insù a scrutare tra le chiome di alcuni alberi del centro. La biologa finalese Eleonora Tomasini ci spiega che cosa sta accadendo[...]
    La Settimana della Cucina Italiana nel Mondo ha il sapore dell'Emilia-Romagna, con Pellegrino Artusi
    La Settimana della Cucina Italiana nel Mondo ha il sapore dell'Emilia-Romagna, con Pellegrino Artusi
    Sono oltre 60 gli eventi e le attività proposti da Regione Emilia-Romagna e Casa Artusi presentati in 31 Paesi di tutti i continenti[...]
    Monari Federzoni e Consorzio Opera presentano l’Aceto di Pere Non Filtrato
    Monari Federzoni e Consorzio Opera presentano l’Aceto di Pere Non Filtrato
    La storica azienda modenese porta avanti l’ampliamento della propria gamma di prodotti con una referenza pensata per valorizzare i piatti di ogni giorno con un tocco di gusto e originalità in più[...]
    Promossi Guglielmo Golinelli e Giuditta Pini, bocciato Emanuele Cestari: ecco le pagelle di Federconsumatori agli onorevoli
    Promossi Guglielmo Golinelli e Giuditta Pini, bocciato Emanuele Cestari: ecco le pagelle di Federconsumatori agli onorevoli
    L'indagine "Quel treno per Roma" analizza l'operato degli onorevoli del territorio, facendo riferimento alla loro attività parlamentare e alla presenza capillare nei problemi della nostra area. [...]
    Strage Bologna, un murale a Modena in zona stazione per ricordare il 2 agosto 1980
    Strage Bologna, un murale a Modena in zona stazione per ricordare il 2 agosto 1980
    L'opera sarà completata venerdì dall'artista modenese Luca Zamoc, che sta lavorando sulla facciata di una palazzina in viale Monte Kosica 56[...]
    Aperte le votazioni sul sito Fai per sostenere il Casino di caccia del duca a San Felice
    Aperte le votazioni sul sito Fai per sostenere il Casino di caccia del duca a San Felice
    E' tornata la nuova edizione de I luoghi del cuore del FAI che l'anno scorso vide lo strico edificio sanfeliciano arrivare primo tra i modenesi[...]
    Poliziotto di Mirandola salvò 3 ragazzi da incidente stradale, il web lo consacra
    Poliziotto di Mirandola salvò 3 ragazzi da incidente stradale, il web lo consacra
    Grazie a un post su Facebook di agente Lisa, la pagina più social friendly della Polizia italiana, che ne ha raccontato la storia domenica scorsa.[...]
    A Cavezzo scoperto l'asteroide 80652 ed è stato dedicato a... Alberto Angela
    A Cavezzo scoperto l'asteroide 80652 ed è stato dedicato a... Alberto Angela
    Il momento migliore per vederlo sarà a marzo. E chissà se anche il popolare presentatore verrà a Cavezzo per osservarlo dai telescopi del nostro Osservatorio[...]