Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

La Festa della Liberazione ai tempi del Coronavirus: immagini e video da Cavezzo e Medolla

SABATO 25 APRILE 2020 .- La Festa della Liberazione ai tempi del Coronavirus: immagini e video da Cavezzo e Medolla

QUI CAVEZZO

Il discorso della sindaca Lisa Luppi:

il 25 aprile di questo 2020 viene celebrato in modo particolare, senza la partecipazione dei cittadini, a causa delle restrizioni a cui siamo tutti sottoposti.

Questo però non ci impedisce di ribadire con inalterata forza e convinzione quelli che sono gli ideali e i valori di cui la Festa della Liberazione si è fatta portatrice, fin dalla sua istituzione.

Una giornata che non deve essere di una parte politica o di un partito, ma di tutti gli italiani, perché tutti noi, indipendentemente dalle appartenenze, dalle convinzioni e dalle storie personali, godiamo oggi dei frutti di quella stagione, che portò l’Italia a liberarsi dalla dittatura fascista, e a diventare quella che è oggi: un Paese libero, nel quale le persone godono di pieni diritti civili e politici.

Alla Liberazione e alla lotta partigiana non contribuirono infatti solo donne e uomini degli allora partiti di sinistra, ma vi presero parte in modo determinante tra gli altri cattolici, monarchici, militari, fascisti della prima ora, e tutti quanti vollero coraggiosamente ribellarsi, a rischio della propria vita e di quella dei propri cari, a una dittatura crudele, che aveva trascinato l’Italia e gli italiani nel baratro della guerra e della miseria, nella vergogna delle leggi razziali.

Una stagione che lasciò una scia d’odio con cui forse il nostro Paese non ha mai fatto davvero i conti fino in fondo. Come per tutte le guerre, tanti furono gli episodi di violenza, di vendetta, di cattiveria, che si susseguirono negli anni a venire. Ed è per fare luce anche sugli aspetti più controversi di quei mesi, di quegli anni che seguirono l’arrivo delle truppe alleate nelle nostre città, nei nostri paesi, accolte dagli italiani in festa, perché finalmente liberi, che non bisogna stancarsi di studiare, di indagare, di trasmettere e tramandare, in sintesi di esercitare quella meravigliosa attività umana, culturale e civile che è la Memoria.

È infatti attraverso la Memoria che si può arrivare in forma piena a quel traguardo a cui tutti noi, come esseri umani, aspiriamo nel corso della nostra vita: la Giustizia. Certo, più passano gli anni, più la Memoria non potrà portare alla giustizia dei tribunali, delle leggi, ma potrà comunque conseguire un risultato di valore almeno pari: la Giustizia della Storia, che, a differenza di quella dei tribunali, non conosce prescrizioni o date di scadenza.
Ogni anno questo compito diventa più difficile, la distanza temporale che ci separa da quegli eventi complica non solo l’esercizio della Memoria, ma anche il coinvolgimento emotivo rispetto al 25 aprile.

Io invece mi auguro che questa ritorni ad essere una festa capace di emozionarci, di commuoverci, com’era in passato, quando alle celebrazioni potevano partecipare in gran numero, perché ancora in vita, familiari e amici di quei coraggiosi partigiani i cui nomi e i cui volti oggi possiamo ritrovare sui cippi ai quali oggi rendiamo omaggio, o nei nomi delle nostre vie e delle nostre piazze.

Questi giorni ci stanno insegnando che la tecnologia e i nuovi linguaggi possono contribuire ad aprirci nuove possibilità, a trasmettere conoscenza in modo nuovo, anche e soprattutto a beneficio delle nuove generazioni, cui tocca raccogliere il pesante testimone rappresentato dai valori della civile convivenza, della liberà, della democrazia, del dialogo, della pace.

Mi auguro davvero che di questa capacità di reinventarsi e di trovare sempre nuove soluzioni possa beneficiare anche questa ricorrenza, che deve diventare sempre di più la festa di tutto un popolo, quello italiano, che, come 75 anni fa, dice no, ancora una volta, a ogni forma di fascismo e totalitarismo.

Viva l’Italia!
Viva il 25 aprile!
Viva la Liberazione!

Foto di Gianni Greco

 

Buon 25 aprile con l’Inno di Mameli eseguito dai giovani musicisti della Banda giovanile “J. Lennon” .

QUI MEDOLLA

L’intervento del sindaco Alberto Calciolari in occasione della Festa della Liberazione.

L’intervento in occasione della Festa della Liberazione di Alessandro Fregni, sindaco del Consiglio dei Ragazzi.

Festa della Liberazione: l’omaggio di questa mattina dell’amministrazione comunale ai cippi dei Caduti Partigiani.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Lavoro e Ambiente. Un futuro "green" per le nuove generazioni.
Il treno della “rivoluzione verde” sta passando ora, non possiamo permetterci di perderloleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto
Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Danneggiato il grande faggio di Pratignana: i forestali valutano i danni
    Danneggiato il grande faggio di Pratignana: i forestali valutano i danni
    Una grossa branca della chioma si è troncata, probabilmente a seguito del peso della neve caduta durante l’inverno [...]
    Mirandola, in attesa di tempi migliori, l'arrivederci dello storico circolo Aquaragia
    Mirandola, in attesa di tempi migliori, l'arrivederci dello storico circolo Aquaragia
    L'emergenza sanitaria mette in crisi Aquaragia, storica realtà associativa mirandolese. Quale futuro per il circolo? Ne discutiamo con Roberto Ganzerli. [...]
    Concordia, i bambini della Gasparini trasformano un parco in una galleria d’arte naturale
    Concordia, i bambini della Gasparini trasformano un parco in una galleria d’arte naturale
    Nota di Irene Salvaterra sul progetto “A scuola in natura” a cura del CEAS La Raganella[...]
    Mirandola, Letizia Borella racconta la magia del body painting: "Sono una tela viva, indosso l'arte"
    Mirandola, Letizia Borella racconta la magia del body painting: "Sono una tela viva, indosso l'arte"
    "Body painting significa essenzialmente vestirsi di emozioni diverse, le quali, trasposte cromaticamente sul corpo dell'interprete, si trasformano in arte": è così che Letizia Borella, mirandolese classe 1985, ci introduce ai segreti di quella che lei definisce "un'arte effimera".[...]
    Cavezzo, tutti pazzi per il Carnevale con la Pro Loco Cavezzese
    Cavezzo, tutti pazzi per il Carnevale con la Pro Loco Cavezzese
    Sui loro social hanno mostrato in una gallery i travestimenti dei cittadini[...]
    Barbie svela la nuova linea di bambole Fashionistas 2021
    Barbie svela la nuova linea di bambole Fashionistas 2021
    Barbie viene nominata Property n.1 al Mondo del mercato del giocattolo per il 2020 [...]
    Good Morning Secchia, i problemi del fiume affrontati attraverso un format ironico
    Good Morning Secchia, i problemi del fiume affrontati attraverso un format ironico
    Il Pool Comitati, che raggruppa diverse organizzazioni attente alle tematiche legate all'ambiente e in particolare, relative al fiume Secchia ha diffuso un nuovo episodio di Good Morning Secchia[...]
    Alle Tattoo, opere d'arte su tela per raccontare la storia del tatuaggio
    Alle Tattoo, opere d'arte su tela per raccontare la storia del tatuaggio
    "Factory MAT75 è un progetto che coinvolge giovani artisti che vogliono rappresentare la storia di questo mondo", spiega Alessandro Bonacorsi[...]
    Meteo, gennaio freddo, ma non da record. In linea con la media 1991-2020
    Meteo, gennaio freddo, ma non da record. In linea con la media 1991-2020
    Il giorno più freddo del mese è stato il giorno 19 con una temperatura pari a -1.7°C, non particolarmente rigido se paragonato al 28 febbraio 2018 con i suoi -5.2°C o al 7 gennaio 2017 con -4.2°C[...]
    Tortellini, Lambrusco e Duomo di Modena, una moneta celebra l'Emilia-Romagna e la modenesità
    Tortellini, Lambrusco e Duomo di Modena, una moneta celebra l'Emilia-Romagna e la modenesità
    La Zecca dello Stato ha presentano la nuova Collezione Numismatica 2021[...]