Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

“Ma l’amore c’entra?”, il documentario sugli uomini maltrattanti di Elisabetta Lodoli

Il documentario “Ma l’amore c’entra”, girato dalla regista Elisabetta Lodoli che vede la collaborazione del Centro Liberiamoci dalla violenza dell’Azienda USL di Modena è visibile online, gratuitamente, fino al 30 aprile, all’indirizzo https://docacasa.it/film-della-settimana/ma-l-amore-c-entra/.

Un’occasione per ribadire un fermo NO alla violenza contro le donne che spesso – e ancor di più in questo periodo di limitazioni dei contatti interpersonali – si consuma nel silenzio delle mura domestiche. Ma anche per comprendere più a fondo un fenomeno complesso, andando oltre gli stereotipi, e per osservare, attraverso lo sguardo della regista, i comportamenti e i pensieri degli uomini maltrattanti e il loro percorso di crescita, verso una presa di consapevolezza del loro agire.

Il documentario, visibile da alcuni giorni, è ospitato sulla piattaforma “Doc a casa – una rassegna visibile al tempo di un nemico invisibile”, che raccoglie le opere degli autori di documentari emiliano-romagnoli (riuniti nella rete DER). I lavori – otto ogni settimana – sono disponibili gratuitamente per tutti, con l’obiettivo di promuoverli e favorire il contatto tra i documentaristi e il loro pubblico.

“Mi è sembrata un’ottima occasione – racconta Elisabetta Lodoli – non solo per consentire a chi è a casa in quarantena di vedere il documentario, ma soprattutto per tenere alta l’attenzione sul tema della violenza contro le donne, sapendo che in questo periodo possono aumentare le occasioni di maltrattamenti entro le mura domestiche. La speranza è che guardandolo, sempre più persone possano rendersi conto che questo tema tocca tutti noi molto da vicino. Voglio anche ribadire che ci sono percorsi e prospettive per uscirne, una vera e propria rete non solo a disposizione delle donne, ma anche degli uomini che vogliano cambiare il proprio comportamento”.

Il documentario racconta infatti tre storie di uomini che si sono rivolti al Centro LDV dell’Azienda USL di Modena, il primo Centro in Italia gestito da un’istituzione pubblica a proporre un percorso agli uomini autori di maltrattamento e che anche in questo tempo di coronavirus sta lavorando incessantemente.

“Ringraziamo di cuore Elisabetta Lodoli per questa opportunità – dichiara Monica Dotti, coordinatrice del Centro – perché ci consente di mettere al centro ancora una volta l’importanza di prevenire e di intervenire per arginare il fenomeno della violenza contro le donne. Rivolgo inoltre un invito a chi si trova a subire o anche ad agire comportamenti violenti: non aspettate e chiedete aiuto, l’Azienda USL c’è, e con protagonista di comportamenti violenti: non aspettate e chiedete aiuto, l’Azienda USL c’è, e con l’AUSL le tante associazioni che in provincia lavorano in sinergia per offrire supporto a 360 gradi”.

In particolare si ricorda che l’AUSL ha ampliato, nei Consultori Familiari, l’attività di consulenza psicologica telefonica a disposizione delle donne maltrattate, mentre il Centro “Liberiamoci dalla violenza” dedicato agli uomini maltrattanti ha prodotto materiali dedicati alla gestione del momento di stress da coronavirus. Esiste una pagina dedicata, www.ausl.mo.it/violenzadomesticacovid che riunisce, distretto per distretto, tutti i numeri utili a disposizione di chi intenda chiedere aiuto.

Ma l’amore centra?

La violenza contro le donne nelle relazioni affettive. Ne parlano tre uomini che cercano un cambiamento.

Paolo, Luca, Giorgio (nomi di fantasia) hanno avuto comportamenti violenti contro la moglie o la compagna, ma della propria violenza si sono spaventati.  Sono tre uomini “normali”, le loro sono storie quotidiane eppure sconvolgenti, diverse ma legate da un problema comune, e che per questo si sono incontrati nel luogo in cui i tre hanno cercato aiuto: il centro LDV (Liberiamoci dalla Violenza) ­ Azienda USL di Modena.

Non è però un documentario sulla terapia, piuttosto è una riflessione sui meccanismi individuali e sociali che portano ad agire violenza, sugli stereotipi culturali e sull’educazione sentimentale che spesso è alla base della cultura maschile.

cast: Lorenzo Ansaloni, Andrea Lupo, Andrea Santonastaso
sceneggiatura: Federica Iacobelli, Elisabetta Lodoli
fotografia: Andrea Dalpian
montaggio: Paolo Marzoni, Pietro D’Onofrio
musica: Daniele Furlati
produzione esecutiva: Roberta Barboni
produzioneMaxMan Coop, con il contributo del MiBACT

Il documentario è stato presentato per la prima volta alla Festa Internazionale del Cinema di Roma nel 2017, successivamente riproposto con successo in varie parti d’Italia e all’estero: Montreal, Washington DC, Taipei, Hong Kong; Beirut, Strasburgo.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
Un paradiso terrestre per piante e uccelli: le Meleghine a Finale Emilia - La natura della Bassa che non ti aspetti
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta dell'oasi faunistica nata dall’impianto di fitodepurazioneleggi tutto
Glocal
Crisi economica: l'innovazione tecnologica come cura
La crisi economica da Covid-19 ci impone di riprogettare il modello imprenditoriale delle nostre imprese, mentre in alcuni casi si dovrà riprendere il primordiale concetto di “innovazione di prodotto e di processo”.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    La Settimana della Cucina Italiana nel Mondo ha il sapore dell'Emilia-Romagna, con Pellegrino Artusi
    La Settimana della Cucina Italiana nel Mondo ha il sapore dell'Emilia-Romagna, con Pellegrino Artusi
    Sono oltre 60 gli eventi e le attività proposti da Regione Emilia-Romagna e Casa Artusi presentati in 31 Paesi di tutti i continenti[...]
    Monari Federzoni e Consorzio Opera presentano l’Aceto di Pere Non Filtrato
    Monari Federzoni e Consorzio Opera presentano l’Aceto di Pere Non Filtrato
    La storica azienda modenese porta avanti l’ampliamento della propria gamma di prodotti con una referenza pensata per valorizzare i piatti di ogni giorno con un tocco di gusto e originalità in più[...]
    Promossi Guglielmo Golinelli e Giuditta Pini, bocciato Emanuele Cestari: ecco le pagelle di Federconsumatori agli onorevoli
    Promossi Guglielmo Golinelli e Giuditta Pini, bocciato Emanuele Cestari: ecco le pagelle di Federconsumatori agli onorevoli
    L'indagine "Quel treno per Roma" analizza l'operato degli onorevoli del territorio, facendo riferimento alla loro attività parlamentare e alla presenza capillare nei problemi della nostra area. [...]
    Strage Bologna, un murale a Modena in zona stazione per ricordare il 2 agosto 1980
    Strage Bologna, un murale a Modena in zona stazione per ricordare il 2 agosto 1980
    L'opera sarà completata venerdì dall'artista modenese Luca Zamoc, che sta lavorando sulla facciata di una palazzina in viale Monte Kosica 56[...]
    Aperte le votazioni sul sito Fai per sostenere il Casino di caccia del duca a San Felice
    Aperte le votazioni sul sito Fai per sostenere il Casino di caccia del duca a San Felice
    E' tornata la nuova edizione de I luoghi del cuore del FAI che l'anno scorso vide lo strico edificio sanfeliciano arrivare primo tra i modenesi[...]
    Poliziotto di Mirandola salvò 3 ragazzi da incidente stradale, il web lo consacra
    Poliziotto di Mirandola salvò 3 ragazzi da incidente stradale, il web lo consacra
    Grazie a un post su Facebook di agente Lisa, la pagina più social friendly della Polizia italiana, che ne ha raccontato la storia domenica scorsa.[...]
    A Cavezzo scoperto l'asteroide 80652 ed è stato dedicato a... Alberto Angela
    A Cavezzo scoperto l'asteroide 80652 ed è stato dedicato a... Alberto Angela
    Il momento migliore per vederlo sarà a marzo. E chissà se anche il popolare presentatore verrà a Cavezzo per osservarlo dai telescopi del nostro Osservatorio[...]
    A la Mirandula, un contributo del Coro Città di Mirandola per la città
    A la Mirandula, un contributo del Coro Città di Mirandola per la città
    Alcune scene del video sono state registrate prima del DPCM dell'8 marzo 2020[...]