Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Nella case di riposo modenesi il Coronavirus ha già ucciso 58 persone

La morte della giovane operatrici che prestava il suo servizo in una casa di riposo modenese ha posto il primo piano quello che da giorni sta acacdendo, in silenzio, nei luoghi dove vivono tanti dei nostri anziani parenti. Si scopre così che nella case di riposo modenesi il Coronavirus ha già ucciso 58 persone: in meno di due mesi è stato falcidiato l’8% degli anziani ospiti.

I dati sono emersi nel corso della Conferenza territoriale sociale e sanitaria della provincia di Modena (Ctss) che si è riunita in videoconferenza giovedì 9 aprile.

Ecco il comunicato stampa della Provincia di Modena:

 Il piano dedicato alle residenze per anziani avviato dall’Ausl di Modena dall’inizio dell’epidemia ha garantito una gestione uniforme e il supporto alle 52 strutture pubbliche e private del territorio modenese.

Nelle strutture per anziani accreditate su un totale di 3254 posti letto si sono verificati, fino al 7 aprile, 282 casi di Covid-19 accertati (l’otto per cento del totale) scaturiti da 508 tamponi eseguiti; gli ospiti deceduti sono finora 58; tra i 2500 operatori impegnati nelle strutture, i casi positivi, sempre alle data del 7 aprile,  sono 95 con 177 tamponi eseguiti; finora è risultato un decesso, l’operatrice di Villa Margherita Anna Caracciolo, deceduta  mercoledì 8 aprile.

Complessivamente su 52 strutture, quelle interessate da casi positivi sono 16.

«Per tutte le vittime esprimiamo il cordoglio ai familiari – ha affermato Gian Carlo Muzzarelli, presidente della Conferenza – e un pensiero particolare va all’operatrice della Cra strappata dalla malattia dall’affetto dei suoi cari e, nel suo ricordo, siamo vicini ai tanti suoi colleghi in prima linea, insieme ai lavoratori di tutta la sanità, per sconfiggere questa epidemia».

Sui temi della Conferenza, Muzzarelli ha precisato che  «abbiamo voluto fare il punto della situazione complessiva della risposta che il sistema sanitario modenese sta fornendo nell’affrontare questa emergenza, comprese le strutture per anziani. La nostra sanità sta reggendo grazie all’impegno di migliaia di operatori che stanno offrendo una prova di grande efficienza e capacità. Anche se emergono i primi dati di una inversione dell’epidemia, non dobbiamo assolutamente abbassare la guardia, anzi proprio ora serve il massimo sforzo e l’impegno di tutti per non vanificare i sacrifici fatti finora».

Nella relazione di Federica Rolli, direttrice socio-sanitaria Ausl, dedicata alle residenze per anziani è emerso anche fin dall’inizio dell’emergenza l’Azienda ha avviato un piano per garantire una gestione omogenea dal punto di vista assistenziale e sanitario in tutte le residenze pubbliche e private a partire dalla formazione e supporto per gli operatori.

Sono stati effettuati incontri frontali e videoconferenze in tutte le strutture, definendo condotte omogenee, incrementando le presenze mediche e approntando team di infettivologi, igienisti ospedalieri, geriatri e palliativisti, oltre ad avviare progetti di telemedicina, la consulenza farmacologica fino alle linee per la gestione delle salme.

Nel piano sono contenute anche le linee per la gestione dei casi Covid-19:  dagli accertamenti dei casi dalla rilevazione dei sintomi,  alla programmazione del tampone fino alla eventuale modifica degli spazi con stanze e personale dedicato con il supporto dell’Ausl.

Alle strutture tra Regione, Protezione civile e Ausl sono state distribuite, dall’11 marzo al 6 aprile, quasi 90 mila mascherine; l’Ausl, inoltre, sebbene i dispositivi fossero a carico delle strutture come previsto dal contratto di servizio e un obbligo del datore di lavoro, ha distribuito 638 occhiali e visiere, 5.270 camici, 6.800 copriscarpe e gambali e 66.20 copricapi.

 

 

Introducendo la discussione durante la Conferenza Gian Carlo Muzzarelli, a nome di tutti i sindaci e dei componenti l’organismo, ha voluto ringraziare operatori sanitari, forze dell’ordine, volontari per l’impegno e lo sforzo di queste settimane per combattere l’epidemia.

Alberto Bellelli, sindaco di Carpi, ha posto il tema «dei contagi familiari e delle dimissioni ospedaliere protette, in una fase cruciale in cui non si deve abbassare la guardia».

Anche Alberto Greco, sindaco di Mirandola, ha chiesto informazioni sulle caratteristiche dei nuovi contagi, un tema sul quale ha risposto Antonio Brambilla, direttore dell’Ausl di Modena, affermando che «i nuovi contagi non solo sono in calo, ma dalle informazioni dei Pronto soccorso si riducono anche i casi più gravi».

Giovanni Gargano, sindaco Castelfranco Emilia, dopo essersi unito ai ringraziamenti di tutti per gli sforzi compiuti finora dalla sanità modenese, ha aggiunto che «occorre ora consolidare i risultati ottenuti, senza abbassare la guardia. Nel nostro territorio – ha aggiunto – abbiamo una Cra sulla quale siamo intervenuti subito insieme all’Ausl e ora la situazione è sotto controllo».

La Conferenza era stata convocata su richiesta dei sindacati per fare il punto sulla situazione in particolare nelle residenze per anziani.

Luigi Tollari (Uil) ha lamentato che sulle residenze per anziani «c’è stata una sottovalutazione iniziale, ira occorre rafforzare le iniziative dell”Ausl», mentre Fabio De Santis (Cgil) ha posto il problema della carenza di dispositivi nelle strutture e chiesto uno «screening su tutto il personale, attenzione anche alle dimissioni protette per le quali serve una strategia sulla organizzazione degli spazi e la formazione», temi ripresi da Sauro Serri, sempre della Cgil.

Andrea Sirianni e Adelmo Lasagni (Cisl), infine, dopo aver parlato delle dimissioni protette, hanno chiesto «maggiori controlli sui gestori per arrivare a una condotta efficace ed omogenea a tutela di ospiti e operatori».

LE NOTIZIE DELLE ULTIME 48 ORE

 

TUTTE LE NOTIZIE SUL NOSTRO SPECIALE CORONAVIRUS

 

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Lavoro e Ambiente. Un futuro "green" per le nuove generazioni.
Il treno della “rivoluzione verde” sta passando ora, non possiamo permetterci di perderloleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto
Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Luciano Ligabue al Vox di Nonantola, sul palco in silenzio per salvare la musica live
    Luciano Ligabue al Vox di Nonantola, sul palco in silenzio per salvare la musica live
    E' il messaggio lanciato con un video pubblicato su Facebook ad un anno dallo stop alla musica dal vivo con il pubblico.[...]
    Le mascherine trasparenti di Mirandola sbarcano a Sanremo 2021
    Le mascherine trasparenti di Mirandola sbarcano a Sanremo 2021
    Le indossano, tra gli altri, quelli de La strana coppia di Radio Bruno. Sono prodotte da Renometal e commercializzate dalla mirandolese Encaplast [...]
    Danneggiato il grande faggio di Pratignana: i forestali valutano i danni
    Danneggiato il grande faggio di Pratignana: i forestali valutano i danni
    Una grossa branca della chioma si è troncata, probabilmente a seguito del peso della neve caduta durante l’inverno [...]
    Mirandola, in attesa di tempi migliori, l'arrivederci dello storico circolo Aquaragia
    Mirandola, in attesa di tempi migliori, l'arrivederci dello storico circolo Aquaragia
    L'emergenza sanitaria mette in crisi Aquaragia, storica realtà associativa mirandolese. Quale futuro per il circolo? Ne discutiamo con Roberto Ganzerli. [...]
    Concordia, i bambini della Gasparini trasformano un parco in una galleria d’arte naturale
    Concordia, i bambini della Gasparini trasformano un parco in una galleria d’arte naturale
    Nota di Irene Salvaterra sul progetto “A scuola in natura” a cura del CEAS La Raganella[...]
    Mirandola, Letizia Borella racconta la magia del body painting: "Sono una tela viva, indosso l'arte"
    Mirandola, Letizia Borella racconta la magia del body painting: "Sono una tela viva, indosso l'arte"
    "Body painting significa essenzialmente vestirsi di emozioni diverse, le quali, trasposte cromaticamente sul corpo dell'interprete, si trasformano in arte": è così che Letizia Borella, mirandolese classe 1985, ci introduce ai segreti di quella che lei definisce "un'arte effimera".[...]
    Cavezzo, tutti pazzi per il Carnevale con la Pro Loco Cavezzese
    Cavezzo, tutti pazzi per il Carnevale con la Pro Loco Cavezzese
    Sui loro social hanno mostrato in una gallery i travestimenti dei cittadini[...]
    Barbie svela la nuova linea di bambole Fashionistas 2021
    Barbie svela la nuova linea di bambole Fashionistas 2021
    Barbie viene nominata Property n.1 al Mondo del mercato del giocattolo per il 2020 [...]
    Good Morning Secchia, i problemi del fiume affrontati attraverso un format ironico
    Good Morning Secchia, i problemi del fiume affrontati attraverso un format ironico
    Il Pool Comitati, che raggruppa diverse organizzazioni attente alle tematiche legate all'ambiente e in particolare, relative al fiume Secchia ha diffuso un nuovo episodio di Good Morning Secchia[...]
    Alle Tattoo, opere d'arte su tela per raccontare la storia del tatuaggio
    Alle Tattoo, opere d'arte su tela per raccontare la storia del tatuaggio
    "Factory MAT75 è un progetto che coinvolge giovani artisti che vogliono rappresentare la storia di questo mondo", spiega Alessandro Bonacorsi[...]