Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

San Felice e i bimbi delle materne “dimenticati”. La preside: “Ora nuove indicazioni, la situazione cambierà”

Da un mese e mezzo le scuole materne, quelle per i bambini dai 3 ai 6 anni, sono chiuse. E’ così anche per le elementari, le medie e le superiore, ma se per le scuole dei “grandi” si sono subito attivati – chi più e chi meno – le piattaforme di elearning per fare le lezioni a distanza, nulla di simile è stato fatto per i bimbi più piccoli. Non è  scuola dell’obbligo la materna, così come non lo è l’asilo nido, per questo probabilmente tutti gli sforzi del sistema scuola si sono concentrati sui “grandi”.
Eppure anche per i piccoli, così come per i bimbi degli asili, da 1 a tre anni, la scuola è importante. Il confronto con adulti di riferimento diversi dai familiari, con persone appositamente formate e con i coetanei, è essenziale per garantire uno sviluppo psicofisoco adeguato. Tutto questo è venuto meno all’improvviso, e non è stato sostuito da nulla. I piccoli da un giorno all’altro hanno visto rivoluzionata la loro quotidianità e hanno perso punti di riferimento importantissimi. Nessuno si è curato di loro, e a parte qualche caso sporadico di maestra che nella chat dei genitori mandava qualche video saluto, la scuola e dei bimbi più piccoli è letteralmente scomparsa.
Il problema è emerso anche a San Felice e a Camposanto, dove il nostro giornaleha raccolto il grido d’aiuto dei genitori che vedevano giorno dopo giorno la situazione nello stallo coi loro figli  “dimenticati” dalla scuola.  La situazione a San Felice e Camposanto ricalca quella naizonale. Qui ci sono dunque voci di consenso e di plauso per la gestione dell’emergenza alle elementari e alle medie, mentre arrivano segnalazioni non in linea da parte dei genitori della materna, che da quando le scuole sono chiuse hanno visto di fatto interrompersi quasi del tutto i rapporti maestre/bambini.
Secondo i genitori questo è stato divuto dalla mancanza di indicazioni certe da parte della dirigenza sul da farsi, con le maestre che non sapevano se fosse possibile mandare video messaggi o no, organizzare altre forme di contatto e di didattica virtuale. E’ vero che la materna non è scuola dell’obbligo, ma – denunciano i genitori – in Comuni vicini le attività con le materne continuano senza problemi, con saluti quotidiani in chat, istituzione di pagine Facebook e altro.
“Ora nuove indicazioni, la situazione cambierà”, ci ha risposto la dirignete scolastica Maria Paola Paini, che guida l’intero istituto comprensivo e centinaia di classi e bambini.
Scrive la Maini:
Anche a San Felice e Camposanto continua l’impegno della scuola, in particolare dei
docenti, con l’obiettivo di offrire agli studenti, mediante lezioni a distanza, non solo una
continuità didattica nei modi e nelle forme che si sono rese possibili, ma anche con quello
di alimentare un senso di vicinanza e di comunità, prezioso per i ragazzi per meglio
affrontare questo durissimo periodo.
Specialmente significativo è stato l’impegno profuso verso gli studenti della scuola
dell’obbligo, anche grazie al coordinamento e alla collaborazione vicendevole dei docenti,
al sostegno e all’interazione con le famiglie e al raccordo con la Dirigenza scolastica.
Particolare attenzione è stata posta alla individuazione di percorsi didattici specifici,
dosando la frequenza delle lezioni on-line e dei compiti assegnati, nell’intento di non
sovraccaricare il lavoro dei ragazzi, con l’obiettivo di stimolare l’interazione tra gli studenti
e tra gli studenti e i loro docenti, di stimolare la creatività e la capacità critica, tutto questo
in un ambiente capace di conservare il benessere psico-fisico degli alunni.
Importante è stata la risposta delle famiglie che hanno subito compreso la valenza del
lavoro svolto, non solo per “non perdere l’anno scolastico”, ma soprattutto nella
consapevolezza di quanto importante sia per i loro ragazzi, sentirsi parte di quella stessa
comunità che per anni hanno vissuto, ricostituire una quotidianità che è già stata
abbastanza sconvolta.
Certo non mancano le difficoltà. Anzi, tutti i giorni siamo chiamati ad affrontarne di nuove.
Particolare attenzione viene rivolta ai ragazzi con disabilità e alle loro famiglie,
comprendendo appieno l’enormità del lavoro che devono svolgere, oltre a quello
straordinario al quale ognuno di noi è stato chiamato in questa situazione.
Non da ultimo, il nostro pensiero è rivolto a tutte quelle famiglie che non hanno la
possibilità di dotarsi dei necessari strumenti informatici per poter assicurare ai loro figli il
medesimo diritto allo studio che è pietra fondante della nostra stessa civiltà. A loro
desidero dire che non ci siamo dimenticati e che stiamo lavorando perché ogni ragazzo
possa essere messo in condizione di accedere a questo sostanziale diritto.
E, infine, il mio pensiero va ai nostri piccoli che frequentano la scuola dell’infanzia e alle
loro famiglie che, pur non essendo scuola dell’obbligo, parimenti hanno tutto il diritto di
continuare a sentirsi parte di una comunità educante.
Paradossalmente in questo caso, l’intervento didattico educativo è apparso più complicato,
anche per la mancanza iniziale di più specifiche Linee guida circa la migliore di approccio
a questa delicata fascia di età. In questo senso le recenti indicazioni costruite in ore di
lavoro comune dei Dirigenti scolastici di area (Ambito 10 della Provincia di Modena e del
Distretto scolastico Area Nord), si sono rilevate preziose nella operatività quotidiana, tra
l’altro omogeneizzando l’intervento formativo ed educativo delle Scuole in tutto il nostro
territorio. Le maestre hanno mostrato di accoglierle con grande favore e quindi, già dai
prossimi giorni, le famiglie, alle quali chiedo la necessaria collaborazione, potranno notare
un diverso e meglio strutturato coinvolgimento dei nostri bimbi.
IL DIRIGENTE SCOLASTICO
Maria Paola Maini
Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
Un paradiso terrestre per piante e uccelli: le Meleghine a Finale Emilia - La natura della Bassa che non ti aspetti
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta dell'oasi faunistica nata dall’impianto di fitodepurazioneleggi tutto
Glocal
Crisi economica: l'innovazione tecnologica come cura
La crisi economica da Covid-19 ci impone di riprogettare il modello imprenditoriale delle nostre imprese, mentre in alcuni casi si dovrà riprendere il primordiale concetto di “innovazione di prodotto e di processo”.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    "Cosa ci fanno quelli sull'albero?" E' la potatura acrobatica che si fa a Concordia
    "Cosa ci fanno quelli sull'albero?" E' la potatura acrobatica che si fa a Concordia
    La maestosità e il pregio delle piante richiede di intervenire in arrampicata, così si può intervenire esclusivamente sui rami con problematiche mantenendo la naturale conformazione della chioma.[...]
    Quando anche il semplice dormire diventa spettacolo: il dormitorio dei gufi a Medolla
    Quando anche il semplice dormire diventa spettacolo: il dormitorio dei gufi a Medolla
    Da qualche giorno gli abitanti di Medolla, genitori e bambini soprattutto, si trovano riuniti con il naso all’insù a scrutare tra le chiome di alcuni alberi del centro. La biologa finalese Eleonora Tomasini ci spiega che cosa sta accadendo[...]
    La Settimana della Cucina Italiana nel Mondo ha il sapore dell'Emilia-Romagna, con Pellegrino Artusi
    La Settimana della Cucina Italiana nel Mondo ha il sapore dell'Emilia-Romagna, con Pellegrino Artusi
    Sono oltre 60 gli eventi e le attività proposti da Regione Emilia-Romagna e Casa Artusi presentati in 31 Paesi di tutti i continenti[...]
    Monari Federzoni e Consorzio Opera presentano l’Aceto di Pere Non Filtrato
    Monari Federzoni e Consorzio Opera presentano l’Aceto di Pere Non Filtrato
    La storica azienda modenese porta avanti l’ampliamento della propria gamma di prodotti con una referenza pensata per valorizzare i piatti di ogni giorno con un tocco di gusto e originalità in più[...]
    Promossi Guglielmo Golinelli e Giuditta Pini, bocciato Emanuele Cestari: ecco le pagelle di Federconsumatori agli onorevoli
    Promossi Guglielmo Golinelli e Giuditta Pini, bocciato Emanuele Cestari: ecco le pagelle di Federconsumatori agli onorevoli
    L'indagine "Quel treno per Roma" analizza l'operato degli onorevoli del territorio, facendo riferimento alla loro attività parlamentare e alla presenza capillare nei problemi della nostra area. [...]
    Strage Bologna, un murale a Modena in zona stazione per ricordare il 2 agosto 1980
    Strage Bologna, un murale a Modena in zona stazione per ricordare il 2 agosto 1980
    L'opera sarà completata venerdì dall'artista modenese Luca Zamoc, che sta lavorando sulla facciata di una palazzina in viale Monte Kosica 56[...]
    Aperte le votazioni sul sito Fai per sostenere il Casino di caccia del duca a San Felice
    Aperte le votazioni sul sito Fai per sostenere il Casino di caccia del duca a San Felice
    E' tornata la nuova edizione de I luoghi del cuore del FAI che l'anno scorso vide lo strico edificio sanfeliciano arrivare primo tra i modenesi[...]
    Poliziotto di Mirandola salvò 3 ragazzi da incidente stradale, il web lo consacra
    Poliziotto di Mirandola salvò 3 ragazzi da incidente stradale, il web lo consacra
    Grazie a un post su Facebook di agente Lisa, la pagina più social friendly della Polizia italiana, che ne ha raccontato la storia domenica scorsa.[...]
    A Cavezzo scoperto l'asteroide 80652 ed è stato dedicato a... Alberto Angela
    A Cavezzo scoperto l'asteroide 80652 ed è stato dedicato a... Alberto Angela
    Il momento migliore per vederlo sarà a marzo. E chissà se anche il popolare presentatore verrà a Cavezzo per osservarlo dai telescopi del nostro Osservatorio[...]