Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Coronavirus, la situazione nel modenese: ancora in calo i ricoveri, negli ospedali ci si riorganizza

Coronavirus, la situazione nel modenese: ancora incalo i ricoveri, negli ospedali ci si riorganizza.

 

Situazione ricoveri casi sospetti e accertati

 

Il grafico illustra l’andamento dei volumi di pazienti COVID positivi ricoverati presso i due stabilimenti dell’Azienda Ospedaliero Universitaria. Prosegue una progressiva diminuzione dei casi, dopo il picco registrato a fine marzo. I casi COVID accertati ricoverati si sono mantenuti stabili negli ultimi giorni, con una parallela diminuzione dei pazienti ricoverati in Terapia Intensiva.

La situazione vede nel complesso ricoverati in Azienda Ospedaliero -Universitaria 58 pazienti COVID positivi: 21 all’Ospedale Civile e 37 al Policlinico. Di questi, sono in terapia intensiva 16 pazienti, dei quali 2 nella terapia intensiva del Policlinico di Modena e 14 presso l’Ospedale Civile, e 2 pazienti in sub intensiva al Policlinico. In degenza ordinaria sono seguiti 40 pazienti, 7 all’Ospedale Civile di Baggiovara e 33 al Policlinico.

 

 

TEMA DELLA SETTIMANA – LA RIORGANIZZAZIONE DELLE MEDICINE

 

Prof. Antonello Pietrangelo, Direttore del Dipartimento di Medicina Interna Generale, d’Urgenza e post-Acuzie

 

In queste settimane abbiamo lavorato per preparare quella che possiamo chiamare la Fase 2 degli ospedali. Con la riapertura progressiva delle strutture diventa fondamentale il filtro all’ingresso che deve intercettare pazienti positivi e sospetti per indirizzarli nei percorsi più adeguati.

 

I Pronto Soccorso dei due ospedali svolgono l’importante compito di screening e filtro. I pazienti che all’ingresso manifestano i sintomi e segni della malattia Covid-19 vengono ricoverati direttamente in Malattie Infettive. Tutti gli altri pazienti ricoverati dal Pronto Soccorso vengo inviati nell’area filtro in attesa dell’esito del tampone. Se l’esito del tampone è positivo i pazienti sono inviati nelle Aree COVID delle Medicine, se negativo sono trasferiti nei reparti competenti per la patologia che ha condotto al ricovero.

 

Proprio per gestire al meglio questi percorsi sono stati decisi alcuni trasferimenti e accorpamenti di degenze che verranno portati a termine nelle prossime settimane. Tra questi spostamenti è da segnalare lo “scambio” tra la Medicina Post- Acuzie – oggi al Padiglione Beccaria – e le Malattie dell’Apparato Respiratorio – oggi al V piano del Policlinico. Questo doppio spostamento consentirà la riattivazione della Unità di Terapia Subintensiva Respiratoria, prima collocata al primo piano del corpo centrale, nei locali oggi occupati dalla Terapia Intensiva dedicata ai pazienti COVID. La necessità di porre “in quarantena” i pazienti della Medicina Post- Acuzie ha accelerato un trasferimento, già previsto, che consideriamo di concludere entro il mese di maggio.

 

Le aree filtro per lo stabilimento Policlinico saranno attive presso il 3° piano, con 17 posti letto utilizzabili, e successivamente presso il 1 piano con altri 24 posti disponibili.

 

Verranno mantenute, fino a decremento ulteriore dei pazienti COVID positivi ricoverati, anche alcune aree dei reparti internistici che potranno gestire questi pazienti. A regime, lo stabilimento Policlinico diventerà COVID free e l’unico settore dedicato alla degenza dei pazienti COVID sarà presso la palazzina di Malattie Infettive.

 

Stesso tipo di percorso con individuazione di aree filtro verrà attivato presso l’Ospedale Civile di Baggiovara, che a regime non dovrebbe essere più sede di ricovero per pazienti COVID-19.

 

Nonostante tutte queste misure volte a prevenire la presenza pazienti con Sars-CoV 2 nei reparti di ricovero non dedicati, può capitare, purtroppo, che un paziente asintomatico e con uno o più tamponi negativi possa risultare in seguito positivo. È infatti un caso infrequente ma possibile che la presenza di una bassa carica virale possa non essere sempre rilevata dai metodi diagnostici. È quanto successo ad esempio nei giorni scorsi in Medicina Post-Acuzie evento che è stato individuato effettuando un secondo tampone di controllo propedeutico ad un eventuale trasferimento in struttura esterna, ad un paziente positivo che non era risultato tale ai tamponi precedenti

 

Per concludere è importante ricordare che in questo contesto epidemiologico è possibile che, nonostante tutti i controlli all’accesso, e i protocolli adottati il caso di positività possa manifestarsi in un paziente o in un operatore. Noi siamo pronti a gestire questi casi con la massima tempestività come accaduto per l’evento della Medicina Post-Acuzie.

 

Dott. Athos Borghi, Direttore Medicina Post-Acuzie del Policlinico

 

La Medicina Post-Acuzie si rivolge a quei pazienti che, terminata la fase acuta di malattia, necessitano di rimanere ancora ricoverati in ospedale per completare il proprio piano di cure. Il nostro compito è quello di adottare il miglior approccio clinico in relazione alla tipologia dei pazienti, anche tenendo conto che dovrà essere programmato e gestito al meglio il ritorno a casa.

Per questo motivo, pur nella generale riduzione delle attività, l’MPA non si è mai fermata, applicando tutti i protocolli di sicurezza previsti per contenere il contagio.

Purtroppo, come è già stato comunicato, nei giorni scorsi un paziente di 92 anni, già ricoverato in un reparto internistico e mai risultato positivo al Sars Cov 2, è stato trasferito in Medicina Post Acuzie del Policlinico per completare il suo periodo di ricovero. Il paziente, ad un successivo controllo ai fini di un eventuale trasferimento, è risultato positivo al tampone.

Successivamente al riscontro della positività, come da prassi, è stato tempestivamente avviato un approfondimento epidemiologico sui contatti stretti che ha portato all’individuazione di altri due pazienti positivi, suoi compagni di stanza. Per ulteriore cautela lo screening – che periodicamente si esegue nei reparti proprio al fine di ridurre il rischio di contagio – è stato immediatamente esteso a tutti i pazienti presenti.

In totale sono risultati positivi al tampone 7 pazienti. Per due di questi si tratta di una ripositivizzazione: ciò significa che, pur avendo avuto in precedenza coronavirus, seguita poi da due tamponi negativi effettuati dopo la guarigione clinica, sono state riscontrate tracce di RNA virale nelle mucose, in quantità tale da non poter affermare che si tratti di una ricaduta della malattia. Sono state comunque adottate per tutti i pazienti le misure previste e il trasferimento in reparto Covid.

Due dei sette pazienti, già affetti da patologie croniche di grave entità, sono purtroppo deceduti – cinque giorni dopo – per cause correlate verosimilmente allo stato di malattia preesistente. Gli altri pazienti sono in condizioni stabili compatibilmente con le loro patologie pregresse e non presentano peggioramenti riconducibili alla infezione Sars CoV 2.

Per concludere è fondamentale ricordare che i pazienti che al momento sono in isolamento vengono comunque seguiti al meglio anche per le patologie per cui erano stati ricoverati in Medicina Post-Acuzie.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
Un paradiso terrestre per piante e uccelli: le Meleghine a Finale Emilia - La natura della Bassa che non ti aspetti
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta dell'oasi faunistica nata dall’impianto di fitodepurazioneleggi tutto
Glocal
Crisi economica: l'innovazione tecnologica come cura
La crisi economica da Covid-19 ci impone di riprogettare il modello imprenditoriale delle nostre imprese, mentre in alcuni casi si dovrà riprendere il primordiale concetto di “innovazione di prodotto e di processo”.leggi tutto
Glocal
Dall'emergenza sanitaria all'emergenza occupazionale
Sono in corso in questi giorni alcune misure per contrastare il danno occupazionale. Tra le misure: incentivi per far ripartire le assunzioni stabili, meno paletti sui contratti a termine, nuove risorse per la Cig e detassazione degli aumenti dei Ccnl.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Su questa mascherina il virus non si attacca, a Nonantola la propone la Fanny
    Su questa mascherina il virus non si attacca, a Nonantola la propone la Fanny
    E' coperta da una sostanza idro oleofobica che fa scivolare le goccioline con il virus che tentano di attaccarsi alla mascherina[...]
    Spotify, arriva in Italia Radar, tra gli artisti emergenti il carpigiano Bautista
    Spotify, arriva in Italia Radar, tra gli artisti emergenti il carpigiano Bautista
    Bautista collabora da aprile 2019 con il producer salentino Machweo[...]
    L'invenzione degli studenti del Galilei di Mirandola la racconta la Rai
    L'invenzione degli studenti del Galilei di Mirandola la racconta la Rai
    I giovani mirandolesi alla trasmissione Rob-O-Cod, un game show televisivo italiano dedicato al "coding" e alla robotica[...]
    Viaggio attraverso la realtà virtuale nel mondo dell'Aceto Balsamico di Modena
    Viaggio attraverso la realtà virtuale nel mondo dell'Aceto Balsamico di Modena
    La tecnologia accorcia le distanze tra Modena ed i Paesi in cui non è ancora possibile tornare a viaggiare per promuovere il prodotto[...]
    Red Ronnie a processo per diffamazione contro Roberto Burioni
    Red Ronnie a processo per diffamazione contro Roberto Burioni
    E' arrivata in udienza a Bologna la polemica tra il conduttore televisivo e il virologo [...]
    La canzone più amata di sempre? E' Albachiara di Vasco Rossi
    La canzone più amata di sempre? E' Albachiara di Vasco Rossi
    Eì stata votata dagli ascoltatori delle radio italiane. Uscì il 30 aprile 1979 sul lato B dell'album "Non siamo mica gli Americani", poi ristampata proprio con il titolo di Albachiara a causa del suo immediato successo.[...]
    Anche la finalese Azzurra Mazzara sul podio del concorso nazionale di bellezza "Miss Lady Virginia"
    Anche la finalese Azzurra Mazzara sul podio del concorso nazionale di bellezza "Miss Lady Virginia"
    Andrà insieme alle altre che hanno vinto un titolo alla finale nazionale a Salsomaggiore nel prossimo maggio 2021, nella sede di Miss Italia.[...]
    Un corso di formazione per gli interventi assistiti con animali all'Accademia militare di Modena
    Un corso di formazione per gli interventi assistiti con animali all'Accademia militare di Modena
    Primo corso di formazione per operatori in interventi assistiti con gli animali[...]
    From Mud, un film che dà voce alla musica alternativa modenese
    From Mud, un film che dà voce alla musica alternativa modenese
    Al termine le riprese del documentario musicale, co-prodotto dal Centro Musica di Modena[...]
    C'è San Prospero a X Factor, con la musica de "I trillici"
    C'è San Prospero a X Factor, con la musica de "I trillici"
    Due chiacchiere surreali con la band indie rock in corsa per le selezioni del popolare reality show[...]