Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Covid e centri estetici: lo sfogo di un’estetista tra disappunto e passione per la professione

FINALE EMILIA E SAN FELICE – La storia di Jennifer Palma- titolare di un centro estetico a San Felice da 5 anni-  racconta meglio di tante dichiarazioni ufficiali, le difficoltà di una categoria di lavoratori che si sente abbandonata dal Governo e dalle misure di sostegno attivate per le piccole imprese. Una condizione che accomuna tristemente la maggior parte degli imprenditori del settore e che fa eco alla lettera di Gabriella Garofalo, pubblicata proprio sul nostro giornale qualche giorno fa.

Jennifer ha 32 anni, due figli e una passione viscerale per il suo lavoro: si percepisce dall’eccitazione con cui parla dei nuovi macchinari, dal tempo che dedica ai corsi di formazione e dagli investimenti che continua a fare nonostante le circostanze avverse. “Ultimamente ho pensato di mollare”- racconta- ” Ma questo lavoro mi piace così tanto che non potrei mai fare altro”.

Ma la passione purtroppo non paga i conti a fine mese e quelli del centro estetico di Jennifer sono presto fatti: “Ogni mese devo far fronte a 800 euro di mutuo e all’affitto dei miei macchinari che ammonta a 600 euro. A queste spese fisse devo aggiungere tutte quelle di gestione”. Ma la giovane estetista non è rimasta con le mani in mano in queste settimane di lockdown forzato e nonostante le preoccupazioni, i sacrifici e un bimbo di sei mesi si è organizzata come ha potuto:” In queste settimane ho pianificato delle consegne a domicilio (più per servizio alle mie clienti che per profitto), acquistato una nuova tecnologia per il mio centro e sto familiarizzando con l’agenda online per gli appuntamenti. Cosa avrei detto alle mie clienti alla riapertura, non ho nulla da offrirvi?”

Il Governo ha segnalato le direttive per far ripartire il settore in completa sicurezza: documento per il rischio biologico che costerà 600 euro alle imprese senza dipendenti ( e molto di più per quelle invece che ne hanno), svolgimento dell’attività esclusivamente su appuntamento, presenza di un solo cliente per volta in area reception, posizionamento di soluzioni disinfettanti all’ingresso e in corrispondenza di tutte le postazioni lavoro a disposizione di operatori e clientela, paraschizzi per reception e postazione manicure e ovviamente l’utilizzo di mascherine chirurgiche e FFP2 e visiere.

Anche sull’impennata di abusivismo che già di norma affligge il settore, la ragazza ha le idee molto chiare:” Se vogliono lavorare in casa va bene, ma che aprano almeno la patita Iva”- puntualizza- ” Chi come me ha scelto di aprire un centro estetico si preoccupa ogni giorno di utilizzare prodotti di qualità e rispettare tutte le normative igienico-sanitarie. Le prestazioni fatte in casa possono anche costare un po’ meno, ma non si può mai essere certi sul rispetto delle norme e sui prodotti che vengono usati”.

 

 

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Invalidità e Pensioni, ecco le prestazioni possibili
Ce lo spiega l'esperta risorse umane Francesca Monari con la supervisione di Elisa Bergamaschi, impiegata presso uno studio di Consulenti del Lavoro di Mirandolaleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Lavoro e Ambiente. Un futuro "green" per le nuove generazioni.
Il treno della “rivoluzione verde” sta passando ora, non possiamo permetterci di perderloleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto
Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Avis, festa della donna: una donazione speciale delle donne in divisa
    Avis, festa della donna: una donazione speciale delle donne in divisa
    Il giorno 8 marzo, dalle ore 8.30 alle 10.30 presso l’Avis Provinciale di Modena, donne della Polizia di Stato e dei Vigili del Fuoco doneranno il sangue. [...]
    Cgil Cisl Uil Modena:"L'8 marzo festa importante, non rinunciamo a festeggiarla"
    Cgil Cisl Uil Modena:"L'8 marzo festa importante, non rinunciamo a festeggiarla"
    I coordinamenti di Cgil-Cisl-Uil di Modena propongono un’iniziativa on-line per martedì 10 marzo[...]
    All'asta un dipinto dei Pico di Mirandola di importanza storica e artistica
    All'asta un dipinto dei Pico di Mirandola di importanza storica e artistica
    Il quadro rappresenta il Duca Alessandro I con la moglie Laura d'Este[...]
    Luciano Ligabue al Vox di Nonantola, sul palco in silenzio per salvare la musica live
    Luciano Ligabue al Vox di Nonantola, sul palco in silenzio per salvare la musica live
    E' il messaggio lanciato con un video pubblicato su Facebook ad un anno dallo stop alla musica dal vivo con il pubblico.[...]
    Le mascherine trasparenti di Mirandola sbarcano a Sanremo 2021
    Le mascherine trasparenti di Mirandola sbarcano a Sanremo 2021
    Le indossano, tra gli altri, quelli de La strana coppia di Radio Bruno. Sono prodotte da Renometal e commercializzate dalla mirandolese Encaplast [...]
    Danneggiato il grande faggio di Pratignana: i forestali valutano i danni
    Danneggiato il grande faggio di Pratignana: i forestali valutano i danni
    Una grossa branca della chioma si è troncata, probabilmente a seguito del peso della neve caduta durante l’inverno [...]
    Mirandola, in attesa di tempi migliori, l'arrivederci dello storico circolo Aquaragia
    Mirandola, in attesa di tempi migliori, l'arrivederci dello storico circolo Aquaragia
    L'emergenza sanitaria mette in crisi Aquaragia, storica realtà associativa mirandolese. Quale futuro per il circolo? Ne discutiamo con Roberto Ganzerli. [...]
    Concordia, i bambini della Gasparini trasformano un parco in una galleria d’arte naturale
    Concordia, i bambini della Gasparini trasformano un parco in una galleria d’arte naturale
    Nota di Irene Salvaterra sul progetto “A scuola in natura” a cura del CEAS La Raganella[...]
    Mirandola, Letizia Borella racconta la magia del body painting: "Sono una tela viva, indosso l'arte"
    Mirandola, Letizia Borella racconta la magia del body painting: "Sono una tela viva, indosso l'arte"
    "Body painting significa essenzialmente vestirsi di emozioni diverse, le quali, trasposte cromaticamente sul corpo dell'interprete, si trasformano in arte": è così che Letizia Borella, mirandolese classe 1985, ci introduce ai segreti di quella che lei definisce "un'arte effimera".[...]
    Cavezzo, tutti pazzi per il Carnevale con la Pro Loco Cavezzese
    Cavezzo, tutti pazzi per il Carnevale con la Pro Loco Cavezzese
    Sui loro social hanno mostrato in una gallery i travestimenti dei cittadini[...]