Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Filt, Filcams, Nidil Cgil Modena: i rider hanno bisogno di sicurezza e diritti

MODENA – Riguardo alla figura del rider, CGIL esprime soddisfazione per l’ordinanza del Tribunale di Firenze. Riportiamo la nota ufficiale del sindacato:

Lo diciamo da tempo e oggi lo riaffermiamo con ancora più forza.

Da dicembre 2017 la figura del rider – cioè i fattorini che, con biciclette scooter o motocicli, che consegnano le merci a casa, perlopiù attraverso specifiche piattaforme digitali – ha diritto alle medesime tutele dei lavoratori subordinati.

La recente ordinanza del Tribunale di Firenze del 5 maggio scorso lo ha confermato una volta di più, riconoscendo il diritto alla sicurezza del rider e l’applicabilità della disciplina del rapporto di lavoro subordinato.

In questa fase emergenziale dovuta al Coronavirus è apparso ancor più evidente il ruolo essenziale del comparto dei servizi e della logistica delle merci, anche al minuto, e dunque anche la figura del rider, direttamente esposto e spesso senza le dovute tutele.

Questo è dovuto al fatto che le piattaforme che controllano queste tipologie di servizio non vogliono riconoscere la qualità di lavoratori subordinati ai rider, esposti dunque sia dal punto di vista della sicurezza, che dal punto di vista contrattuale non vedendosi riconosciuti i giusti diritti.

Sono due anni che rivendichiamo la giusta applicazione contrattuale e i giusti diritti per questi lavoratori.

In tal senso da luglio del 2018 è stato sottoscritto un accordo nazionale che riconosce pienamente il “lavoro” di queste persone e il suo carattere di subordinazione dando, in tal modo, a questi lavoratori un pieno riconoscimento contrattuale e una cornice di diritti chiari e definiti. Ma tale accordo non viene riconosciuto naturalmente dalle piattaforme digitali.

Il Governo a tutt’oggi, nonostante vari annunci, non è intervenuto sulla materia.

Ma rileviamo positivamente che sempre di più – Corte d’appalto di Torino a gennaio e ora anche il Tribunale di Firenze – la giurisprudenza dà un chiaro orientamento di merito.

È tempo di attivare una piena rivendicazione contrattuale e di diritto per i rider.

La Cgil di Modena è pronta ad effettuare i ricorsi per i rider modenesi al fine di perseguire il corretto inquadramento degli stessi e dare diritti e tutele anche a questo settore, ancora oggi considerato alla stregua di un lavoretto agli occhi dell’opinione pubblica, ma che si è rivelato ancor più in questo periodo un’attività essenziale e che, come tale, ha necessità di avere tutte le tutele e tutte le sicurezze di un inquadramento subordinato. I rider, nello svolgimento della loro mansione, sono doppiamente esposti al rischio di contagiare e di essere contagiati se non vengono adeguatamente equipaggiati per mettere in sicurezza se stessi e i fruitori dei servizi. È dunque compito del datore di lavoro fornire i presidi sanitari e relativi rifornimenti ai lavoratori. Esattamente con la stessa celerità con la quale forniscono zainetti e supporti per il trasporto delle merci, i gestori delle piattaforme di consegna a domicilio dovrebbero dotare i rider anche dei necessari dispositivi di sicurezza.

La Cgil ritiene inoltre che il passo successivo consista nella piena implementazione degli accordi esistenti a partire da un patto specifico, anche a livello politico locale, con l’apertura di un tavolo di confronto che, sulla scorta di esperienze analoghe effettuate in altri territori, dia pieno riconoscimento e dignità anche a questa forma di lavoro.

Nei prossimi giorni, come CGIL Modena, rafforzeremo i contatti e le interlocuzioni con i rider al fine di veicolare nel modo più massivo possibile tali contenuti, al fine di richiederne contestualmente la piena applicazione e garantire in tal modo le dovute tutele contrattuali anche a questi lavoratori a partire da una integrale rivendicazione sull’applicazione contrattuale.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Lavoro e Ambiente. Un futuro "green" per le nuove generazioni.
Il treno della “rivoluzione verde” sta passando ora, non possiamo permetterci di perderloleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto
Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Luciano Ligabue al Vox di Nonantola, sul palco in silenzio per salvare la musica live
    Luciano Ligabue al Vox di Nonantola, sul palco in silenzio per salvare la musica live
    E' il messaggio lanciato con un video pubblicato su Facebook ad un anno dallo stop alla musica dal vivo con il pubblico.[...]
    Le mascherine trasparenti di Mirandola sbarcano a Sanremo 2021
    Le mascherine trasparenti di Mirandola sbarcano a Sanremo 2021
    Le indossano, tra gli altri, quelli de La strana coppia di Radio Bruno. Sono prodotte da Renometal e commercializzate dalla mirandolese Encaplast [...]
    Danneggiato il grande faggio di Pratignana: i forestali valutano i danni
    Danneggiato il grande faggio di Pratignana: i forestali valutano i danni
    Una grossa branca della chioma si è troncata, probabilmente a seguito del peso della neve caduta durante l’inverno [...]
    Mirandola, in attesa di tempi migliori, l'arrivederci dello storico circolo Aquaragia
    Mirandola, in attesa di tempi migliori, l'arrivederci dello storico circolo Aquaragia
    L'emergenza sanitaria mette in crisi Aquaragia, storica realtà associativa mirandolese. Quale futuro per il circolo? Ne discutiamo con Roberto Ganzerli. [...]
    Concordia, i bambini della Gasparini trasformano un parco in una galleria d’arte naturale
    Concordia, i bambini della Gasparini trasformano un parco in una galleria d’arte naturale
    Nota di Irene Salvaterra sul progetto “A scuola in natura” a cura del CEAS La Raganella[...]
    Mirandola, Letizia Borella racconta la magia del body painting: "Sono una tela viva, indosso l'arte"
    Mirandola, Letizia Borella racconta la magia del body painting: "Sono una tela viva, indosso l'arte"
    "Body painting significa essenzialmente vestirsi di emozioni diverse, le quali, trasposte cromaticamente sul corpo dell'interprete, si trasformano in arte": è così che Letizia Borella, mirandolese classe 1985, ci introduce ai segreti di quella che lei definisce "un'arte effimera".[...]
    Cavezzo, tutti pazzi per il Carnevale con la Pro Loco Cavezzese
    Cavezzo, tutti pazzi per il Carnevale con la Pro Loco Cavezzese
    Sui loro social hanno mostrato in una gallery i travestimenti dei cittadini[...]
    Barbie svela la nuova linea di bambole Fashionistas 2021
    Barbie svela la nuova linea di bambole Fashionistas 2021
    Barbie viene nominata Property n.1 al Mondo del mercato del giocattolo per il 2020 [...]
    Good Morning Secchia, i problemi del fiume affrontati attraverso un format ironico
    Good Morning Secchia, i problemi del fiume affrontati attraverso un format ironico
    Il Pool Comitati, che raggruppa diverse organizzazioni attente alle tematiche legate all'ambiente e in particolare, relative al fiume Secchia ha diffuso un nuovo episodio di Good Morning Secchia[...]
    Alle Tattoo, opere d'arte su tela per raccontare la storia del tatuaggio
    Alle Tattoo, opere d'arte su tela per raccontare la storia del tatuaggio
    "Factory MAT75 è un progetto che coinvolge giovani artisti che vogliono rappresentare la storia di questo mondo", spiega Alessandro Bonacorsi[...]