Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Giallo a Mirandola: da dove vengono e dove sono finite quelle mascherine con il logo del Comune?

MIRANDOLA – Le foto ci sono, hanno girato e non sono un fake. Mostrano due scatoloni pieni di mascherine già imbustate e inscatolate, con la scritta “Comune di Mirandola”, pronte per essere distribuite: spariti nel nulla. Ma con il Comune di Mirandola – parola di assessore-  non c’entrano nulla. E il mistero si infittise: chi le ha fatte? A chi dovevano essere distribuite?

Eppure l’idea di fare delle macherine con il logo di Mirandola era nata proprio nel palazzo comunale, dove ora si afferma che di quella che appare come una vera e propria concretizzazione dell’idea loro non sanno niente. Ma guardiamo i fatti.
Era il 27 Aprile quando la giunta di Mirandola, con la delibera di Giunta comunale n° 41 (qui la sezione sul sito del comune  dove scaricarla) decideva di prelevare 15.000 euro dal fondo di riserva ordinario e di destinarli a spese legate all’emergenza generata dal virus COVID-19, nello specifico all’acquisto di mascherine, in modo da integrare le 10.750 inviate dalla regione Emilia Romagna nella prima metà del mese.
Queste mascherine, secondo la suddetta delibera, dovevano essere di materiale lavabile e recare il logo del comune e la scritta “Comune di Mirandola, città dal 1957”.
Ad oggi di queste mascherine di cui si parla nella delibera non abbiamo ancora visto nulla e l’assessore alle politiche economiche e benessere sociale Giuseppe Forte, interrogato in merito ad esse dalla consigliera Donati del PD durante il consiglio comunale di Lunedì 18 Maggio, ha dichiarato: “la gara su MEPA (il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione) fatta per realizzarle è andata deserta, le mascherine non le abbiamo”.
Se non che.
Se non che intorno al 9 di Maggio sono circolate sui social delle foto (vedi sotto) di alcuni cartoni pieni di mascherine lavabili recanti il logo del comune di Mirandola, già pronte, imbustate e corredate con quello che sembra un foglio di istruzioni.

(l’articolo prosegue dopo le immagini)

 

Le domande sorgono spontanee: chi ha realizzato, imbustato e pagato queste mascherine, e dove sono finite? Dalle foto, che mostrano due cartoni pieni, si evince che non si tratta di un campione di prova, ma di almeno un migliaio o due di pezzi. Se il comune, come dichiarato dall’assessore Forte, non ha conferito ad alcuna ditta l’incarico di realizzarle, come mai queste recano lo stemma di Mirandola (ricordiamo che usare il logo di un comune senza autorizzazione comporta una violazione del codice civile). Queste domande non possono che delineare i contorni di quello che sembra un piccolo giallo, ma sopratutto (e purtroppo) anche un notevole spreco: se delle mascherine funzionanti e già pronte alla distribuzione sono state lasciate dentro a dei cartoni in chissà quale magazzino, invece che venire distribuite alla popolazione, di certo ci abbiamo perso tutti.

Le domande le abbiamo girate all’assessore Giuseppe Forte,che ha stretto giro ci ha risposto:

“Anzitutto ringrazio per la puntualità con cui viene sollecitata una risposta in merito ad una questione sicuramente degna di delucidazioni, in particolar modo verso i cittadini. Mi preme, prima di tutto, ribadire nuovamente quanto già esposto in occasione del Consiglio comunale del 18 maggio scorso, in risposta a precisa domanda avanzata dalla Consigliera Francesca Donati.. E cioè che “la gara sul MEPA (il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione) fatta per realizzare le mascherine è andata deserta, in quanto l’unica offerta presentata non risultava rispondente ai requisiti richiesti”. Pertanto non è stato adottato alcun atto di affidamento riguardo alla fornitura delle mascherine, non è stato assunto alcun impegno di spesa, non è stato inviato alcun ordinativo a qualsivoglia ditta.

Rispetto alla circolazione sui social di immagini in cui sono presenti scatole contenti mascherine recanti il logo del Comune di Mirandola, non abbiamo alcuna notizia al riguardo: ovviamente sarà nostra cura vigiliare affinché non vi siano comportamenti tali da creare danni all’Ente.

Doverosa una precisazione riguardo ai mezzi di informazione ed alle notizie in essi pubblicati. Il Comune, voglio ribadirlo, ha i suoi canali istituzionali sulle piattaforme social – su Facebook, “Mirandola Città dal 1597”, su Youtube “Comune di Mirandola”, su Telegram “ComuneDiMirandola” – con cui comunica in modo ufficiale le proprie disposizioni ed azioni, oltre al sito web www.comunedimirandola.mo.it, aggiornato giornalmente. Canali e piattaforme in cui le notizie riportate sono verificate dal Comune stesso prima della loro divulgazione.”

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Lavoro e Ambiente. Un futuro "green" per le nuove generazioni.
Il treno della “rivoluzione verde” sta passando ora, non possiamo permetterci di perderloleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto
Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Danneggiato il grande faggio di Pratignana: i forestali valutano i danni
    Danneggiato il grande faggio di Pratignana: i forestali valutano i danni
    Una grossa branca della chioma si è troncata, probabilmente a seguito del peso della neve caduta durante l’inverno [...]
    Mirandola, in attesa di tempi migliori, l'arrivederci dello storico circolo Aquaragia
    Mirandola, in attesa di tempi migliori, l'arrivederci dello storico circolo Aquaragia
    L'emergenza sanitaria mette in crisi Aquaragia, storica realtà associativa mirandolese. Quale futuro per il circolo? Ne discutiamo con Roberto Ganzerli. [...]
    Concordia, i bambini della Gasparini trasformano un parco in una galleria d’arte naturale
    Concordia, i bambini della Gasparini trasformano un parco in una galleria d’arte naturale
    Nota di Irene Salvaterra sul progetto “A scuola in natura” a cura del CEAS La Raganella[...]
    Mirandola, Letizia Borella racconta la magia del body painting: "Sono una tela viva, indosso l'arte"
    Mirandola, Letizia Borella racconta la magia del body painting: "Sono una tela viva, indosso l'arte"
    "Body painting significa essenzialmente vestirsi di emozioni diverse, le quali, trasposte cromaticamente sul corpo dell'interprete, si trasformano in arte": è così che Letizia Borella, mirandolese classe 1985, ci introduce ai segreti di quella che lei definisce "un'arte effimera".[...]
    Cavezzo, tutti pazzi per il Carnevale con la Pro Loco Cavezzese
    Cavezzo, tutti pazzi per il Carnevale con la Pro Loco Cavezzese
    Sui loro social hanno mostrato in una gallery i travestimenti dei cittadini[...]
    Barbie svela la nuova linea di bambole Fashionistas 2021
    Barbie svela la nuova linea di bambole Fashionistas 2021
    Barbie viene nominata Property n.1 al Mondo del mercato del giocattolo per il 2020 [...]
    Good Morning Secchia, i problemi del fiume affrontati attraverso un format ironico
    Good Morning Secchia, i problemi del fiume affrontati attraverso un format ironico
    Il Pool Comitati, che raggruppa diverse organizzazioni attente alle tematiche legate all'ambiente e in particolare, relative al fiume Secchia ha diffuso un nuovo episodio di Good Morning Secchia[...]
    Alle Tattoo, opere d'arte su tela per raccontare la storia del tatuaggio
    Alle Tattoo, opere d'arte su tela per raccontare la storia del tatuaggio
    "Factory MAT75 è un progetto che coinvolge giovani artisti che vogliono rappresentare la storia di questo mondo", spiega Alessandro Bonacorsi[...]
    Meteo, gennaio freddo, ma non da record. In linea con la media 1991-2020
    Meteo, gennaio freddo, ma non da record. In linea con la media 1991-2020
    Il giorno più freddo del mese è stato il giorno 19 con una temperatura pari a -1.7°C, non particolarmente rigido se paragonato al 28 febbraio 2018 con i suoi -5.2°C o al 7 gennaio 2017 con -4.2°C[...]
    Tortellini, Lambrusco e Duomo di Modena, una moneta celebra l'Emilia-Romagna e la modenesità
    Tortellini, Lambrusco e Duomo di Modena, una moneta celebra l'Emilia-Romagna e la modenesità
    La Zecca dello Stato ha presentano la nuova Collezione Numismatica 2021[...]