Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Pochi posti e costi da infarto: ecco come si prospettano i centri estivi per i i bambini della Bassa

MIRANDOLA, SAN FELICE, CONCORDIA, FINALE EMILIA, SAN PROSPERO, CAMPOSANTO, SAN POSSIDIONO, MEDOLLA, CAVEZZO – Pochi posti e costi da infarto: ecco come si prospettano i centri estivi per i i bambini. Il D-day è lunedì 8 giugno, tra due settimane. Allora riapriranno i primi centri estivi per bambini e ragazzini, e altri si aggiungeranno il primo luglio. Il tempo stringe e la prima valutazione di quello che ci aspetta è pesante.

Si, perchè le nuove prescrizioni per evitare il diffondersi del Coronavirus emanate da Governo e Regione sono costosissime, e non tanto perchè si dovranno comprare termoscanner per misurare la febbre all’ingresso o gel disinfettante per le mani. Ma perchè il prezzo alto di adeguamento alle nuove disposizioni fa il paio con la necessità di dover tenere distanziati i bambini e garantire un certo numero di educatori per ogni gruppetto. In soldoni, i genitori dei bimbi più piccoli potrebbero trovarsi a spendere fino a 700 euro al mese. Per un solo figlio.

I posti, dicevamo. Il primo Comune che nella Bassa ha aperto il bando per le iscrizioni al centro estivo, San Possidonio, prevede appena 38 posti per i bimbi delle elemntari e 10 per i piccoli della materna. Per fare un altro esempio: in una scuola di medie dimensioni dove ci sono 7 aule, ci possono stare al massimo 35 bimbi, 5 per aula perchè queste sono le previsioni di gruppetti previste dalle linee guida per la fascia di età 3-6 anni. Via via che si cresce, i gruppetti aumentano, ma le nostre scuole sono pensate per gruppi da 20-25 anche 30 studenti, quindi le aule sono grandi e poche. Un bel problema quello dei pochi posti. Anche se si potrebbe arginare ponendo vincoli  (tutti discutibili, certo) all’iscrizione, ad esempio il fatto di avere entrambi i genitori che lavorano.

C’è poi la questione degli educatori: devono essere tanti, uno per gruppo e ognuno di loro – questa è una novità introdotta adesso – deve avere un sostituto a disposizione in caso di bisogno. Ma il suo sostituto è esclusivo, non può andare a sostituire un altro educatore. Così, al piccolo drappello di educatori si aggiunge a libro paga di chi gestisce i centri estivi un secondo, analogo, drappello di sostituti.

I pasti. Per garantire la maggiore sicurezza possibile, devono uscire dalle cucine porzionati e incellofanati: un servizio da grande mensa, che costa.

Anche solo per andare in pari coi costi, i gestori hanno calcolato che alle famiglie – abituate a spendere sui 60 euro a settimana, spesso rimborsate anche –  dovranno chiedere cifre altissime. Rimandendo all’esempio dei 35 bambini totali, c’è chi ha calcolato 150 euro a settimana più 30 per i pasti. Ovvero 720 euro al mese, 1500 per due mesi d’estate.
Per i più grandi, che staranno in gruppi più numerosi e in situazioni in cui gli spazi permettono di raccogliere molti più bimbi, si scende un po’, 100 euro a settimana. 400 al mese è comunque una bella batosta per le famiglie, specie per chi ha più figli.

Una speranza di calmierare i prezzi, almeno qui nella Bassa, è riposta nell’Unione Comuni Area Nord. I gestori dei centri estivi sono convocati oggi in riunione per fare il punto della situazione. Si spera che ci siano fondi a disposizione per ridurre i costi per le famiglie, o che si recuperino bussando a Roma o a Bologna.

Di certo, i gestori fanno di tutto per offrirci il migliore servizio possibile, a prezzo accessibile, per i nostri figli.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Dall'emergenza sanitaria all'emergenza occupazionale
Sono in corso in questi giorni alcune misure per contrastare il danno occupazionale. Tra le misure: incentivi per far ripartire le assunzioni stabili, meno paletti sui contratti a termine, nuove risorse per la Cig e detassazione degli aumenti dei Ccnl.leggi tutto
Glocal
BTP Futura, il primo titolo di Stato interamente dedicato ai risparmiatori retail
Il Governo presenta una vera e propria novità per i risparmiatori italiani particolarmente affezionati ai titoli di Stato: il BTP Futura. Un nuovo Titolo di Stato dedicato esclusivamente ai risparmiatori individuali.leggi tutto
Glocal
Covid-19: call di Civic Action per le migliori pratiche di senso civico
Civic Action va alla ricerca di tutte quelle esperienze e pratiche che hanno il potenziale per svilupparsi anche dopo l’emergenza, per costituire la base di un nuovo e più robusto tessuto civico.leggi tutto
Glocal
Quali Paesi danno il meglio nella lotta al Covid-19
Una ricerca realizzata da ECV, classifica gli Stati colpiti dal virus in tre categorie: Winning (vincenti), Nearly there (quasi arrivati) e Need action (bisogno di azione).leggi tutto
Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protetteleggi tutto
Glocal
Covid-19: i provvedimenti dell'UE per il rilancio dell'economia
La Commissione europea ha predisposto un piano che non ha precedenti: oltre 1.000 miliardi di euro per assistere imprese e famiglie nel contrasto al Covid19.leggi tutto
Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienzaleggi tutto
Glocal
Covid19: i Paesi con la migliore Sanità al mondo
La pandemia del virus Covid19 sta mettendo in crisi Paesi che vantano sistemi sanitari considerati tra i più eccellenti e performanti del mondo.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - L'autismo ai tempi del Coronavirus
    Intervista a Cristina, mamma di Francesco e Lorenzo.[...]

    Curiosità

    Ritrovamento hot durante la pulizia degli argini a Finale. Tra i rifiuti spunta una bambola gonfiabile
    Ritrovamento hot durante la pulizia degli argini a Finale. Tra i rifiuti spunta una bambola gonfiabile
    E' stata tanta la sorpesa -mista anche a un bel po' di schifo - dei volontari  di Mani pulite che l'altro giorno stavano raccogliendo i rifiuti lasciati in giro per il paese dai maleducati.[...]
    Guida autonoma, una sfida che richiede intelligenza umana e artificiale
    Guida autonoma, una sfida che richiede intelligenza umana e artificiale
    Tra i relatori rappresentanti di Maserati Spa, dell’Università di Modena[...]
    Finale Emilia, torna alla Chiesa del Seminario lo "Sposalizio di Santa Caterina"
    Finale Emilia, torna alla Chiesa del Seminario lo "Sposalizio di Santa Caterina"
    In occasione della festa di San Zenone che si terrà giovedì 9 luglio ore 21, presso il Chiostro del Seminario, i cittadini potranno contemplare l'opera[...]
    Giugno 2020, mese mite e tanto piovoso: è caduta tanta pioggia come in 4 mesi
    Giugno 2020, mese mite e tanto piovoso: è caduta tanta pioggia come in 4 mesi
    “In giugno, in bene o in male, c'è sempre un temporale”, questo proverbio riepiloga il bilancio meteo del mese appena trascorso[...]
    Coronavirus, il grande cuore degli emiliano-romagnoli: donati alla sanità quasi 70 milioni di euro
    Coronavirus, il grande cuore degli emiliano-romagnoli: donati alla sanità quasi 70 milioni di euro
    Ora la grande generosità dei donatori viene raccolta e ‘raccontata’ in un sito, “Donazioni” [...]
    Coronavirus e il distretto del biomedicale in prima linea, è uscito il libro che racconta quei giorni
    Coronavirus e il distretto del biomedicale in prima linea, è uscito il libro che racconta quei giorni
    Scritto da Alberto Nicolini e dalla redazione di Innovabiomed Magazine racconta la storia del Distretto Biomedicale Mirandolese, e della sua straordinaria risposta all'emergenza Covid-19[...]