Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Poste Italiane e Microsoft insieme per accelerare la ripresa dell’Italia

Poste Italiane e Microsoft Italia insieme per accelerare l’innovazione del Gruppo e la competitività dell’intero Paese. Le due aziende hanno annunciato un nuovo accordo che da un lato punta a proseguire il percorso di trasformazione digitale avviato da Poste e dall’altro favorisce la fornitura di servizi avanzati e digitali per le imprese italiane e la Pubblica Amministrazione, oltre ad attività congiunte di formazione sulle nuove competenze tecnologiche, sempre più richieste dal mondo del lavoro.

La partnership coincide con il lancio da parte di Microsoft di un importante investimento sull’infrastruttura cloud nel Paese e su un piano di rilancio – Ambizione Italia #DigitalRestart – che darà un nuovo impulso alla collaborazione tra i due Gruppi per la creazione di innovativi servizi digitali sui quali le aziende pubbliche e private potranno far leva per crescere.

L’accordo si inserisce in modo coerente e integrato nel piano di Poste Italiane Deliver 2022.  Poste Italiane è impegnata da tempo in un percorso di trasformazione digitale che ha consentito all’Azienda di raggiungere importanti obiettivi di modernizzazione dell’infrastruttura e dei servizi offerti.  Nel corso degli ultimi anni, Poste Italiane ha puntato sulle piattaforme tecnologiche Microsoft per migliorare produttività e collaborazione, oltre a rinnovare la rete degli uffici postali e dell’ecosistema di servizi offerti a vantaggio del mercato, diventando un esempio virtuoso nel panorama italiano di trasformazione digitale.

Poste Italiane ha fatto leva sul Cloud Microsoft, beneficiando delle soluzioni Microsoft 365 che hanno favorito l’introduzione di un nuovo e più efficiente modello di lavoro anche in una logica di smartworking durante la fase di emergenza Covid-19, utilizzando Dynamics 365 e i servizi di Intelligenza Artificiale per migliorare la Customer Experience in tutte le aree di business di Poste Italiane (recapito di corrispondenza e pacchi, servizi finanziari e assicurativi, sistemi di pagamento e telefonia mobile). Infine, grazie a Microsoft Azure, Poste Italiane ha evoluto l’Infrastruttura IT rendendola più scalabile e sicura per garantire maggiore agilità e velocità nei processi di innovazione.

La collaborazione tra Poste Italiane e Microsoft ha contribuito in questi anni all’avanzamento tecnologico di Poste e, contemporaneamente, del Paese, grazie ai servizi digitali offerti dall’Azienda ai cittadini, alle imprese e alla PA – ha spiegato Matteo Del Fante, Amministratore Delegato di Poste Italiane -. Oggi rinnoviamo una partnership di lungo orizzonte che cade in un momento di emergenza nazionale in cui le piattaforme digitali hanno dimostrato concretamente la loro importanza sul piano organizzativo del lavoro, assicurando anche e soprattutto servizi indispensabili alla vita e alla salute delle persone. E’ partendo da questa esperienza – ha concluso Del Fante – che Poste e Microsoft proseguiranno il lavoro comune per offrire soluzioni sempre più evolute di pubblica utilità e nuove competenze tecnologiche per contribuire alla ripresa del Paese”.

La nuova partnership con Poste Italiane s’inserisce con coerenza nel più ampio piano di investimenti e iniziative che Microsoft annuncia oggi per accelerare la trasformazione digitale del Paese in questa fase di ripresa. Mettere a fattor comune risorse e competenze è fondamentale per contribuire alla continuità e alla competitività delle organizzazioni pubbliche e private. Il Cloud Computing rappresenta una leva strategica in questo quadro e per questo costituisce un elemento centrale della nuova collaborazione con Poste: insieme intendiamo fin da subito offrire un’opportunità in più, creando una piattaforma nazionale di Cloud Ibrido in grado di rendere ancora più accessibile l’innovazione al servizio delle PA e delle imprese italiane, in una logica di flessibilità e sicurezza, a vantaggio dell’intera collettività” – ha dichiarato Silvia Candiani, Amministratore Delegato di Microsoft Italia.

Entrando nel dettaglio la partnership tra Poste Italiane e Microsoft ruota attorno ad alcune aree strategiche di collaborazione.

  • In primo luogo, la creazione di una “Piattaforma di Ecosistema per le PMI” volta a promuovere la trasformazione digitale delle aziende motore dell’economia del Paese. La piattaforma metterà a disposizione del mercato servizi congiunti da parte di Poste e Microsoft per creare applicazioni locali e su misura utilizzando soluzioni semplici e sicure. In pochi passaggi, le organizzazioni di piccole e medie dimensioni potranno dotarsi della tecnologia necessaria per gestire il loro business in digitale e crescere, raggiungendo nuovi mercati. Oltre a servizi digitali innovativi, le due aziende aiuteranno le PMI con progetti di formazione sulle nuove competenze digitali richieste.
    • L’altro pilastro dell’accordo stabilisce lo sviluppo di una Piattaforma Nazionale di Cloud Ibrido che combina i pilastri dell’architettura DataCenter di Poste Italiane con le soluzioni cloud Microsoft Azure per permettere al mondo delle aziende private e della Pubblica Amministrazione di intraprendere percorsi di trasformazione digitale e di modernizzazione dei servizi pubblici. Grazie al modello ibrido, è possibile definire quali informazioni e applicazioni risiedono nel cloud pubblico e quali restano nel cloud privato, con una gestione semplificata e unificata tra questi due mondi che permetterà di avere i massimi vantaggi dai due approcci. È inoltre possibile garantire in qualsiasi momento la possibilità di spostare le applicazioni da cloud pubblici a privati e viceversa, sulla base di un criterio etico e sicuro della gestione dei dati. In questa ottica Poste Italiane e Microsoft svilupperanno un’offerta congiunta di servizi cloud ibridi per le piccole medie e grandi organizzazioni. Sarà lanciato anche un Hybrid Cloud Competence Center per favorire l’accelerazione dell’adozione delle soluzioni cloud computing.
  • Il terzo punto della strategia è relativo al processo di Trasformazione Digitale di Poste Italiane: l’adozione della tecnologia Microsoft permetterà a Poste Italiane di accelerare la trasformazione delle applicazioni esistenti e di creare nuove applicazioni cloud native con tempi di sviluppo ridotti e soluzioni agili per rispondere alle esigenze attuali e future dei clienti. Poste inoltre adotterà le piattaforme cloud di Modern Workplace per la collaborazione e la condivisione delle informazioni per tutte le figure dell’Azienda allo scopo di guidare il cambiamento culturale sul fronte dei nuovi modelli di lavoro che possano ispirare tutta la PA Italiana, anche alla luce delle esigenze emerse con l’emergenza Covid-19. Un aspetto fortemente innovativo è rappresentato dall’evoluzione continua dei canali di relazione con la clientela che arriverà fino allo sviluppo di soluzioni di Intelligenza Artificiale, come la creazione di servizi chatbot per rispondere in modo più efficiente e puntuale alle richieste dei clienti.
  • Infine, ampio spazio di sviluppo operativo è dedicato al Programma di formazione e aggiornamento delle competenze dei collaboratori di Poste Italiane. L’intesa su questo fronte, farà leva sulle risorse Microsoft dedicate alle nuove competenze digitali: dall’accesso all’Artificial Intelligence Business School per le figure manageriali alla disponibilità di training specifici attraverso la piattaforma Microsoft Learn, fino a percorsi di certificazione. Grazie a un mix di soluzioni digitali e training di persona sarà anche possibile beneficiare di iniziative di formazione ad hoc “su misura” per ciascuno dei partecipanti.

Il Gruppo Poste Italiane costituisce la più grande rete di distribuzione di servizi in Italia. Le sue attività comprendono il recapito di corrispondenza e pacchi, i servizi finanziari e assicurativi, i sistemi di pagamento e la telefonia mobile. Con 158 anni di storia, una rete di oltre 12.800 Uffici Postali, circa 130 mila dipendenti, 536 miliardi di euro di attività finanziarie totali e 35 milioni di clienti, Poste Italiane è parte integrante del tessuto sociale e produttivo del Paese e rappresenta una realtà unica in Italia per dimensioni, riconoscibilità, capillarità e fiducia da parte della clientela.

Microsoft

Fondata nel 1975, Microsoft è leader mondiale nel software, nei servizi e nelle tecnologie Internet per la gestion delle informazioni di persone e aziende. Offre una gamma completa di prodotti e servizi per consentire a tutti di migliorare, grazie al software, i risultati delle proprie attività – in ogni momento, in ogni luogo e con qualsiasi dispositivo. Ogni informazione relativa a Microsoft è disponibile al sito https://www.microsoft.com/it-it/.

 

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
Un paradiso terrestre per piante e uccelli: le Meleghine a Finale Emilia - La natura della Bassa che non ti aspetti
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta dell'oasi faunistica nata dall’impianto di fitodepurazioneleggi tutto
Glocal
Crisi economica: l'innovazione tecnologica come cura
La crisi economica da Covid-19 ci impone di riprogettare il modello imprenditoriale delle nostre imprese, mentre in alcuni casi si dovrà riprendere il primordiale concetto di “innovazione di prodotto e di processo”.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    La Settimana della Cucina Italiana nel Mondo ha il sapore dell'Emilia-Romagna, con Pellegrino Artusi
    La Settimana della Cucina Italiana nel Mondo ha il sapore dell'Emilia-Romagna, con Pellegrino Artusi
    Sono oltre 60 gli eventi e le attività proposti da Regione Emilia-Romagna e Casa Artusi presentati in 31 Paesi di tutti i continenti[...]
    Monari Federzoni e Consorzio Opera presentano l’Aceto di Pere Non Filtrato
    Monari Federzoni e Consorzio Opera presentano l’Aceto di Pere Non Filtrato
    La storica azienda modenese porta avanti l’ampliamento della propria gamma di prodotti con una referenza pensata per valorizzare i piatti di ogni giorno con un tocco di gusto e originalità in più[...]
    Promossi Guglielmo Golinelli e Giuditta Pini, bocciato Emanuele Cestari: ecco le pagelle di Federconsumatori agli onorevoli
    Promossi Guglielmo Golinelli e Giuditta Pini, bocciato Emanuele Cestari: ecco le pagelle di Federconsumatori agli onorevoli
    L'indagine "Quel treno per Roma" analizza l'operato degli onorevoli del territorio, facendo riferimento alla loro attività parlamentare e alla presenza capillare nei problemi della nostra area. [...]
    Strage Bologna, un murale a Modena in zona stazione per ricordare il 2 agosto 1980
    Strage Bologna, un murale a Modena in zona stazione per ricordare il 2 agosto 1980
    L'opera sarà completata venerdì dall'artista modenese Luca Zamoc, che sta lavorando sulla facciata di una palazzina in viale Monte Kosica 56[...]
    Aperte le votazioni sul sito Fai per sostenere il Casino di caccia del duca a San Felice
    Aperte le votazioni sul sito Fai per sostenere il Casino di caccia del duca a San Felice
    E' tornata la nuova edizione de I luoghi del cuore del FAI che l'anno scorso vide lo strico edificio sanfeliciano arrivare primo tra i modenesi[...]
    Poliziotto di Mirandola salvò 3 ragazzi da incidente stradale, il web lo consacra
    Poliziotto di Mirandola salvò 3 ragazzi da incidente stradale, il web lo consacra
    Grazie a un post su Facebook di agente Lisa, la pagina più social friendly della Polizia italiana, che ne ha raccontato la storia domenica scorsa.[...]
    A Cavezzo scoperto l'asteroide 80652 ed è stato dedicato a... Alberto Angela
    A Cavezzo scoperto l'asteroide 80652 ed è stato dedicato a... Alberto Angela
    Il momento migliore per vederlo sarà a marzo. E chissà se anche il popolare presentatore verrà a Cavezzo per osservarlo dai telescopi del nostro Osservatorio[...]
    A la Mirandula, un contributo del Coro Città di Mirandola per la città
    A la Mirandula, un contributo del Coro Città di Mirandola per la città
    Alcune scene del video sono state registrate prima del DPCM dell'8 marzo 2020[...]