Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Terremoto dell’Emilia: l’orologio spaccato a metà della Torre di Finale Emilia – LA RIFLESSIONE

Ricorre l’ottavo anniversario del tragico terremoto che nel maggio 2012 colpì il nostro territorio con danni rilevanti ancora oggi visibili, nonostante un lungo seppur immediato percorso di ricostruzione, e che costò la vita a 27 persone.

Nello scorrere sul web le diverse iniziative che tutti i Comuni della Bassa Modenese hanno previsto per la ricorrenza, il manifesto del Comune di Finale Emilia mi ha riportato subito a quei giorni. L’immagine dell’orologio spezzato a metà della loro “Torre dei Modenesi” mi ha di nuovo ferito.

L’orologio è un simbolo potente.

Già allora mi ero chiesto perché quell’orologio fermo e spaccato avesse così tanto colpito l’opinione pubblica nazionale. Se si fosse voluta una immagine simbolo del terremoto si poteva prendere magari la “Torre dei Modenesi”, chiamata nei secoli passati anche “Torre Marchesana” o più semplicemente “Torre di Finale Emilia”. Costruita verso il XIII° secolo era rimasta in piedi per 799 anni fino al crollo  -appunto-  durante il sisma. Ma la torre non aveva l‘asimmetria di un orologio perfettamente spaccato in due e si prestava meno a fungere da icona. Credo basti anche solo questo semplice motivo.

A volte, un bel sigaro è solo un sigaro.

Vero e alquanto impressionante.

Quell’immagine era diventata il simbolo del disastro, la ferita per eccellenza. Era più traumatica delle nostre case crollate e delle famiglie accampate alla bell’e meglio. Ancora di più: era divenuto il simbolo dell’interruzione della “normalità”, dell’affronto al tempo della nostra società iperproduttiva: “Come osa questo terremoto fermare il ritmo industriale e di vita emiliano?”.

Ecco: la disturbante asimmetria di quell’orologio spaccato ha fornito la perfetta immagine del trauma perché -è stato detto- era un cerchio, ma il cerchio dell’orologio è una metafora primaria. E’ il ciclo della nostra giornata, il nostro ritmo sociale, il nostro andirivieni.

L’orologio ha forma circolare perché è un’evoluzione meccanica della meridiana. Ho approfondito l’argomento: la prima lancetta fu l’ombra del pignone che si muoveva in circolo perché replicava sulla terra il movimento (semi) circolare del sole. Le parole e modi di dire che riguardano il nostro ritmo quotidiano rimandano a movimenti circolari: “routine”, “pendolari”, “tran-tran” (onomatopea del movimento circolare di un motore)…
Venne dunque scelta come icona del nostro terremoto –nonché delle campagne per il ripristino della normalità– un’immagine che rappresentava icasticamente la “rottura del ciclo”. Era come dire “il tran” anziché il “tran-tran”. Forse allora non ce ne siamo nemmeno accorti: è stata l’interruzione del tempo il vero shock del terremoto di otto anni fa, e l’immagine aveva (ed ha ancora)  valore di shock proprio in tempi di pandemia Covid-19.

A volte un sigaro è solo un sigaro, ma se lo infili dappertutto, continui a fotografarlo e rappresentarlo e a circondarlo di discorsi, vuol dire che ha un significato.

Di solito, le immagini che meglio si prestano a diventare icone o loghi sono simmetriche, non asimmetriche. Le immagini asimmetriche disturbano: un uomo con un solo braccio disturba, un cane o un gatto con una zampa rotta o piegata disturba, la stazione di Bologna con l’ala sinistra in macerie disturba… L’orologio spaccato disturba.

Di solito un’iniziativa di solidarietà che fa appello ai buoni sentimenti, alla concordia, al restare uniti, al ricostruire, si accompagna a immagini propositive, che simboleggiano il “rimboccarsi le maniche”, la ripartenza che è già in corso… Basta guardare oggi le immagini della “Fase 2” di questa pandemia. Simmetrie di mani che si salutano a distanza di sicurezza, simmetrie di catene umane in attesa fuori dagli ipermercati, inquadrature simmetriche di medici e infermieri che sgobbano sincronizzati insieme a volontari con il viso nascosto dalle mascherine sotto i loro caschi bianchi … Immagini che non devono essere disturbanti, ma incoraggianti.

Nel nostro caso, invece, l’inconscio collettivo nel 2012 scelse l’immagine disturbante e asimmetrica di un orologio distrutto, scelse di parlarci del tempo e della sua misurazione.

Insomma, a me sembra che questo “sigaro” non sia poi solo “un sigaro”.

A me sembra che questa metafora urli. Parecchio.

Ancora oggi: dopo otto anni.

[Antonio Turco – Cavezzo]

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
Un paradiso terrestre per piante e uccelli: le Meleghine a Finale Emilia - La natura della Bassa che non ti aspetti
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta dell'oasi faunistica nata dall’impianto di fitodepurazioneleggi tutto
Glocal
Crisi economica: l'innovazione tecnologica come cura
La crisi economica da Covid-19 ci impone di riprogettare il modello imprenditoriale delle nostre imprese, mentre in alcuni casi si dovrà riprendere il primordiale concetto di “innovazione di prodotto e di processo”.leggi tutto
Glocal
Dall'emergenza sanitaria all'emergenza occupazionale
Sono in corso in questi giorni alcune misure per contrastare il danno occupazionale. Tra le misure: incentivi per far ripartire le assunzioni stabili, meno paletti sui contratti a termine, nuove risorse per la Cig e detassazione degli aumenti dei Ccnl.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Su questa mascherina il virus non si attacca, a Nonantola la propone la Fanny
    Su questa mascherina il virus non si attacca, a Nonantola la propone la Fanny
    E' coperta da una sostanza idro oleofobica che fa scivolare le goccioline con il virus che tentano di attaccarsi alla mascherina[...]
    Spotify, arriva in Italia Radar, tra gli artisti emergenti il carpigiano Bautista
    Spotify, arriva in Italia Radar, tra gli artisti emergenti il carpigiano Bautista
    Bautista collabora da aprile 2019 con il producer salentino Machweo[...]
    L'invenzione degli studenti del Galilei di Mirandola la racconta la Rai
    L'invenzione degli studenti del Galilei di Mirandola la racconta la Rai
    I giovani mirandolesi alla trasmissione Rob-O-Cod, un game show televisivo italiano dedicato al "coding" e alla robotica[...]
    Viaggio attraverso la realtà virtuale nel mondo dell'Aceto Balsamico di Modena
    Viaggio attraverso la realtà virtuale nel mondo dell'Aceto Balsamico di Modena
    La tecnologia accorcia le distanze tra Modena ed i Paesi in cui non è ancora possibile tornare a viaggiare per promuovere il prodotto[...]
    Red Ronnie a processo per diffamazione contro Roberto Burioni
    Red Ronnie a processo per diffamazione contro Roberto Burioni
    E' arrivata in udienza a Bologna la polemica tra il conduttore televisivo e il virologo [...]
    La canzone più amata di sempre? E' Albachiara di Vasco Rossi
    La canzone più amata di sempre? E' Albachiara di Vasco Rossi
    Eì stata votata dagli ascoltatori delle radio italiane. Uscì il 30 aprile 1979 sul lato B dell'album "Non siamo mica gli Americani", poi ristampata proprio con il titolo di Albachiara a causa del suo immediato successo.[...]
    Anche la finalese Azzurra Mazzara sul podio del concorso nazionale di bellezza "Miss Lady Virginia"
    Anche la finalese Azzurra Mazzara sul podio del concorso nazionale di bellezza "Miss Lady Virginia"
    Andrà insieme alle altre che hanno vinto un titolo alla finale nazionale a Salsomaggiore nel prossimo maggio 2021, nella sede di Miss Italia.[...]
    Un corso di formazione per gli interventi assistiti con animali all'Accademia militare di Modena
    Un corso di formazione per gli interventi assistiti con animali all'Accademia militare di Modena
    Primo corso di formazione per operatori in interventi assistiti con gli animali[...]
    From Mud, un film che dà voce alla musica alternativa modenese
    From Mud, un film che dà voce alla musica alternativa modenese
    Al termine le riprese del documentario musicale, co-prodotto dal Centro Musica di Modena[...]
    C'è San Prospero a X Factor, con la musica de "I trillici"
    C'è San Prospero a X Factor, con la musica de "I trillici"
    Due chiacchiere surreali con la band indie rock in corsa per le selezioni del popolare reality show[...]