Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

ANPI su San Possidonio: “Un atto molto grave sul piano politico ed istituzionale”

SAN POSSIDONIO – Il Presidente ANPI provinciale Modena ha diramato una nota stampa relativa alla commemorazione avvenuta sabato 30 maggio a San Possidonio. La riportiamo in forma integrale:

Quanto avvenuto a San Possidonio, sabato 30 maggio scorso, alla commemorazione dei morti della cosiddetta “corriera fantasma” e le dichiarazioni degli esponenti presenti alla cerimonia rappresentano un atto molto grave sul piano politico ed istituzionale.

Si è trattato, infatti, di un atto politicamente propagandistico perpetrato anche da autorità istituzionali che hanno fra i loro doveri quello di rappresentare tutti i cittadini e di rispettare e difendere la Costituzione sulla quale hanno giurato nel momento in cui hanno assunto la carica e dai quali ci si aspetta rigore, correttezza, “disciplina ed onore”.

Si afferma che la tragedia della corriera fantasma non può cadere nell’oblio; aggiungo che non possono cadere nell’oblio le tante tragedie vissute nel secolo scorso nel nostro Paese. È tempo di fare piena luce ed accettare la storia, soprattutto nei suoi grandi fatti, così come è avvenuta e da parte di tutti.

E’ falso che “il processo che ne seguì, nella rossa Modena, vide assolti … quegli assassini”. Il primo processo si tenne presso la Corte d’assise di Viterbo dal 15 dicembre 1950 al 15 gennaio 1951 condannò due sponenti della polizia partigiana alla pena di 25 anni di reclusione. Il 3 novembre 1953 la Corte d’assise d’appello di Roma confermò la sentenza di primo grado, che divenne definitiva il 16 febbraio 1955 quando la Corte di Cassazione respinse i ricorsi presentati dai condannati. Il secondo processo sulla corriera fantasma si concluse il 31 ottobre 1970 presso il tribunale di Modena con l’assoluzione per amnistia e prescrizione dei 4 accusati; ciò non vuol dire affatto che furono assolti.

Il Sindaco di Mirandola afferma di aver partecipato alla cerimonia del 30 maggio a San Possidonio così come “ha fatto per la cerimonia Anpi del 25 aprile”, mettendo sullo stesso piano ed affiancando la cerimonia del 30 maggio da un lato e la Festa Nazionale della Liberazione dall’altro.

La Festa Nazionale della Liberazione del 25 aprile non è una Festa dell’ANPI, ma è una Festa di tutte le Istituzioni, comprese le Istituzioni locali che devono essere le prime ad organizzare la Festa. Ed è una Festa della Liberazione dall’invasore nazista e dal regime fascista e della sedicente Repubblica Sociale Italiana. Ed è una Festa di tutti gli italiani, comunque la pensino, e la Costituzione che ne è seguita da a tutti la possibilità, nel rispetto delle leggi e della Costituzione, di adire alle cariche pubbliche.

È un fatto che il significato più profondo del 25 aprile è racchiuso in questo dialogo fra Vittorio Foa, senatore socialista, partigiano del Partito d’Azione e rappresentante del CLN, e Giorgio Pisanò, repubblichino, fascista fino alla fine, anche lui eletto al Senato della Repubblica. “Abbiamo vinto noi e sei diventato senatore; se aveste vinto voi io sarei morto o in galera” è la frase detta da Foa e che spiega perché anche chi può scrivere e dire le peggiori mistificazioni e falsità deve essere grato a coloro che hanno dato la vita per la libertà di tutti.

Ed è un fatto che la Costituzione sulla quale giurano i Sindaci ha fatto una scelta precisa con la XII Disposizione transitoria: È vietata la riorganizzazione, sotto qualsiasi forma, del disciolto partito fascista.”

Si invoca “una vera rappacificazione nel rispetto di tutti coloro che combatterono quella terribile guerra civile”. A parte il fatto che non si è trattato di una “guerra civile” nella accezione corrente, ma di una lotta antifascista, per la democrazia e la liberazione dal nazifascismo, occorre intenderci cosa significa “rappacificazione”.

Se con questo vogliamo intendere il rispetto per la vita e la pietà per tutti i morti e se tutti accettiamo e facciamo nostre le verità storiche degli avvenimenti del Novecento, compreso le tragedie come quella della “corriera fantasma” da parte di tutti, penso che questo sia possibile.

Se invece si intende, come sembrano affermare i partecipanti alla commemorazione del 30 maggio, una riconciliazione fra le parti che furono in lotta nella guerra di Liberazione ovvero che mettiamo sullo stesso piano la Festa della Liberazione e coloro che si schierarono ed aderirono alla Repubblica Sociale Italiana con un sostanziale riconoscimento di quest’ultima, ebbene questa riconciliazione non è non sarà mai possibile.

Per questo la commemorazione del 30 maggio è stato un grave atto di propaganda politica ed istituzionale, così come è stato un grave atto politico quello del Sindaco di Finale Emilia che si è presentato sui social il 25 aprile per un suo messaggio in “camicia nera”.

Affermiamo queste posizioni nel massimo rispetto delle Istituzioni che i Sindaci rappresentano: chiediamo un analogo rispetto per l’ANPI, nata e riconosciuta 75 anni fa come Ente Morale, per gli alti valori che essa rappresenta.

 

LEGGI ANCHE:
Strage della corriera fantasma, commemorazione a San Possidonio

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
Un paradiso terrestre per piante e uccelli: le Meleghine a Finale Emilia - La natura della Bassa che non ti aspetti
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta dell'oasi faunistica nata dall’impianto di fitodepurazioneleggi tutto
Glocal
Crisi economica: l'innovazione tecnologica come cura
La crisi economica da Covid-19 ci impone di riprogettare il modello imprenditoriale delle nostre imprese, mentre in alcuni casi si dovrà riprendere il primordiale concetto di “innovazione di prodotto e di processo”.leggi tutto
Glocal
Dall'emergenza sanitaria all'emergenza occupazionale
Sono in corso in questi giorni alcune misure per contrastare il danno occupazionale. Tra le misure: incentivi per far ripartire le assunzioni stabili, meno paletti sui contratti a termine, nuove risorse per la Cig e detassazione degli aumenti dei Ccnl.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    A Mirandola ragazzi a lezione di educazione stradale con gli agenti di Polizia Locale
    A Mirandola ragazzi a lezione di educazione stradale con gli agenti di Polizia Locale
    Molta l’attenzione e la partecipazione mostrata da parte degli alunni nei confronti della teoria e della pratica, direttamente “on the road”.[...]
    San Felice "ed 'na volta", i detti e le espressioni dialettali della tradizione
    San Felice "ed 'na volta", i detti e le espressioni dialettali della tradizione
    Grazie alla collaborazione di tanti sanfeliciani sul gruppo "Sei di San Felice se"[...]
    Su questa mascherina il virus non si attacca, a Nonantola la propone la Fanny
    Su questa mascherina il virus non si attacca, a Nonantola la propone la Fanny
    E' coperta da una sostanza idro oleofobica che fa scivolare le goccioline con il virus che tentano di attaccarsi alla mascherina[...]
    Spotify, arriva in Italia Radar, tra gli artisti emergenti il carpigiano Bautista
    Spotify, arriva in Italia Radar, tra gli artisti emergenti il carpigiano Bautista
    Bautista collabora da aprile 2019 con il producer salentino Machweo[...]
    L'invenzione degli studenti del Galilei di Mirandola la racconta la Rai
    L'invenzione degli studenti del Galilei di Mirandola la racconta la Rai
    I giovani mirandolesi alla trasmissione Rob-O-Cod, un game show televisivo italiano dedicato al "coding" e alla robotica[...]
    Viaggio attraverso la realtà virtuale nel mondo dell'Aceto Balsamico di Modena
    Viaggio attraverso la realtà virtuale nel mondo dell'Aceto Balsamico di Modena
    La tecnologia accorcia le distanze tra Modena ed i Paesi in cui non è ancora possibile tornare a viaggiare per promuovere il prodotto[...]
    Red Ronnie a processo per diffamazione contro Roberto Burioni
    Red Ronnie a processo per diffamazione contro Roberto Burioni
    E' arrivata in udienza a Bologna la polemica tra il conduttore televisivo e il virologo [...]
    La canzone più amata di sempre? E' Albachiara di Vasco Rossi
    La canzone più amata di sempre? E' Albachiara di Vasco Rossi
    Eì stata votata dagli ascoltatori delle radio italiane. Uscì il 30 aprile 1979 sul lato B dell'album "Non siamo mica gli Americani", poi ristampata proprio con il titolo di Albachiara a causa del suo immediato successo.[...]
    Anche la finalese Azzurra Mazzara sul podio del concorso nazionale di bellezza "Miss Lady Virginia"
    Anche la finalese Azzurra Mazzara sul podio del concorso nazionale di bellezza "Miss Lady Virginia"
    Andrà insieme alle altre che hanno vinto un titolo alla finale nazionale a Salsomaggiore nel prossimo maggio 2021, nella sede di Miss Italia.[...]
    Un corso di formazione per gli interventi assistiti con animali all'Accademia militare di Modena
    Un corso di formazione per gli interventi assistiti con animali all'Accademia militare di Modena
    Primo corso di formazione per operatori in interventi assistiti con gli animali[...]