Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Cervelli in fuga che tornano a casa, da Google a Mirandola ecco Giulia Voza

MIRANDOLA – Giulia Voza, nata a Mirandola, ha 28 anni: appartiene a quella generazione che fa rima con stage, precari, contratti a progetto; ma anche con intraprendenza, preparazione, spirito di adattamento e coraggio. Si è parlato a lungo e ancora si parla, della “fuga dei cervelli” dal nostro Paese, soprattutto per la mancanza di aspettative professionali valide per i  giovani laureati.
Giulia  – laurea alla scuola interpreti di Trieste, specializzazione a Bologna in managment internazionale – fa parte di quell’esercito di menti brillanti che ha scelto l’estero per perfezionarsi ma che (per fortuna) ha poi optato per un rientro in patria, perché, dopo la bella esperienza nel settore advertising del colosso Google, ora non vede l’ora di “poter restituire passione e competenze acquisite all’università ai giovani, alle scuole e alla mia città Mirandola”. Aveva già cominicato a farlo negli scorsi mesi, accompagnando gli studenti mirandolesi in visita alla sede Google di Dublino. Ora, in vista del suo trasferimento a Milano, vuole fare di più.

Da Mirandola a Dublino, passando per Mosca, Vienna e Heidelberg: hai sempre immaginato il tuo futuro all’estero?

Fin da piccola sono sempre stata molto curiosa e incurante del pericolo. I miei genitori non hanno viaggiato tanto fisicamente, ma mi hanno sempre spinta, fin da bambina, a leggere assiduamente, a informarmi, a studiare e a uscire dalla mia zona di comfort. A loro devo molto, soprattutto per il costante supporto e per tutte le energie che mi hanno dedicato. Appena ho compiuto 18 anni, durante l’estate del quarto anno di liceo, ho deciso di compiere il mio primo vero viaggio da sola: New York. Da quell’estate ho capito di voler esplorare, conoscere e vivere tante altre persone e culture e questo mi rendeva felice.

Come sei arrivata a Dublino e come ha cominciato in Google?

A circa due mesi dalla laurea, inizio i processi di selezione per Google, nella sede centrale europea di Dublino: non avevo mai intrapreso dei colloqui così importanti e strutturati. Grazie alle mie diverse esperienze lavorative, dalle più basiche a quelle con più responsabilità, sono riuscita ad acquisire e a dimostrare, in seguito, nei cinque colloqui di selezione, le competenze richieste dalla multinazionale americana: capacità di ascoltare e capire i bisogni del cliente, empatia, intraprendenza, leadership, abilità nel trovare una soluzione agli imprevedibili problemi che si presentano, capacità di comunicare in modo effettivo e di rimboccarsi sempre le maniche per pensare e inventare, talvolta, nuove idee “out of the box”. Si è conclusa da una settimana la mia avventura in Google e a Dublino

Quali sono state le tue mansioni in Google?

Ho cominciato a lavorare in un team di specialisti di prodotto che assiste i clienti che fanno pubblicità su Google (Search, Display e YouTube). A novembre 2018 invece cambio team e ruolo all’interno della stessa Google, dopo aver superato naturalmente altri cinque colloqui ben strutturati. Da quel momento in poi mi sono occupata di gestire i principali clienti italiani (del settore delle telecomunicazioni, intrattenimento e poi automobilistico) nel corso delle loro strategie di marketing digitale. Ho avuto occasione di tornare molto spesso in Italia, di visitare queste aziende e di imparare molte peculiarità dei diversi settori, arricchendo ulteriormente il mio network professionale.

I tuoi progetti per il futuro?

Da metà giugno inizierò a lavorare presso un’azienda tech a Milano. Dopo diversi anni trascorsi all’estero, ho, infatti, deciso di rientrare nel nostro Bel Paese, di vivere insieme al mio ragazzo, più vicina alla famiglia e agli amici, sempre felice di prendere un aereo per coltivare e riabbracciare le amicizie internazionali che ho creato in tutti questi anni di viaggio. Sono entusiasta all’idea di cominciare un nuovo capitolo in una delle città più grandi e attive d’Italia e d’Europa, in cui non ho mai avuto occasione di vivere. Ho potuto realizzare diversi sogni in passato e buttarmi in diverse esperienze significative che mi hanno fatta crescere e, a 28 anni, sento di essere solo all’inizio e non vedo l’ora di potermi finalmente confrontare con il mercato italiano e di crescere professionalmente e personalmente. Un altro aspetto che mi sta particolarmente a cuore e a cui mi sto già dedicando è quello inglese del “give back”. Non vedo l’ora di poter restituire passione e competenze acquisite alla nostra Italia, all’università che mi ha dato tanto, ai giovani, alle scuole e alla mia città Mirandola.

Cosa consiglieresti a chi vuole seguire i tuoi passi?

Come molti sanno, sono sempre disponibile quando si tratta di consigliare e di trasmettere la mia breve esperienza a tutti i giovani che vogliono intraprendere un percorso di studio internazionale estero o che sono interessati al mondo tech e digital di Google. Ho avuto il piacere di ospitare per una visita alla sede centrale europea diverse classi di scuole superiori di Mirandola e dintorni e diversi gruppi di professionisti in trasferta di lavoro a Dublino, ai quali ho mostrato la realtà di Google. Non esiste una ricetta valida per tutti. Ciò che mi rende fiera del mio percorso e che mi sento di raccontare è che nella vita si può riuscire in tutto, anche cambiando strada e percorso diverse volte, ma, soprattutto, anche con poche risorse, sfruttando le ottime università e istituzioni che abbiamo nella nostra regione, lavorando sodo per ottenere competenze e borse di studio. Se le idee sembrano confuse e il percorso complicato, non c’è motivo di scoraggiarsi: sarà ancora più divertente arrivare a destinazione e voltarsi indietro, ad ogni tappa, per “unire i puntini” (come dice Steve Jobs).
Consiglio ai ragazzi di armarsi di pazienza e soprattutto di resilienza, poiché le soddisfazioni arrivano rimboccandosi le maniche e applicando tanta disciplina e senso del dovere, visto che nella vita purtroppo non esistono scorciatoie. E poi consiglio tanta curiosità per la diversità e tanto rispetto ed inclusione per chi è diverso da noi: ha sempre qualcosa da insegnarci.
Non a caso quello che più viene ricercato in aziende come Google, in sede di colloquio, non è solo il voto di laurea, il titolo di studio, la leadership o le competenze relative al ruolo, bensì la “Googleyness”, un termine impossibile da definire, che comprende un mix di umiltà intellettuale, di capacità di adattamento alle situazioni e ai cambiamenti, di resilienza, di onestà, di sana competizione e di capacità di lavoro in un team composto da persone e trascorsi di vita, che spesso sono molto differenti dalle tradizioni culturali a cui siamo abituati.

 

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Dall'emergenza sanitaria all'emergenza occupazionale
Sono in corso in questi giorni alcune misure per contrastare il danno occupazionale. Tra le misure: incentivi per far ripartire le assunzioni stabili, meno paletti sui contratti a termine, nuove risorse per la Cig e detassazione degli aumenti dei Ccnl.leggi tutto
Glocal
BTP Futura, il primo titolo di Stato interamente dedicato ai risparmiatori retail
Il Governo presenta una vera e propria novità per i risparmiatori italiani particolarmente affezionati ai titoli di Stato: il BTP Futura. Un nuovo Titolo di Stato dedicato esclusivamente ai risparmiatori individuali.leggi tutto
Glocal
Covid-19: call di Civic Action per le migliori pratiche di senso civico
Civic Action va alla ricerca di tutte quelle esperienze e pratiche che hanno il potenziale per svilupparsi anche dopo l’emergenza, per costituire la base di un nuovo e più robusto tessuto civico.leggi tutto
Glocal
Quali Paesi danno il meglio nella lotta al Covid-19
Una ricerca realizzata da ECV, classifica gli Stati colpiti dal virus in tre categorie: Winning (vincenti), Nearly there (quasi arrivati) e Need action (bisogno di azione).leggi tutto
Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protetteleggi tutto
Glocal
Covid-19: i provvedimenti dell'UE per il rilancio dell'economia
La Commissione europea ha predisposto un piano che non ha precedenti: oltre 1.000 miliardi di euro per assistere imprese e famiglie nel contrasto al Covid19.leggi tutto
Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienzaleggi tutto
Glocal
Covid19: i Paesi con la migliore Sanità al mondo
La pandemia del virus Covid19 sta mettendo in crisi Paesi che vantano sistemi sanitari considerati tra i più eccellenti e performanti del mondo.leggi tutto
Glocal
Le imprese italiane impegnate contro il Coronavirus
Molte imprese italiane si sono messe a disposizione del Governo per rifornire il nostro sistema sanitario di strumenti per garantire la vita. Siamo in guerra, ma è una guerra diversa.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - L'autismo ai tempi del Coronavirus
    Intervista a Cristina, mamma di Francesco e Lorenzo.[...]

    Curiosità

    Giugno 2020, mese mite e tanto piovoso: è caduta tanta pioggia come in 4 mesi
    Giugno 2020, mese mite e tanto piovoso: è caduta tanta pioggia come in 4 mesi
    “In giugno, in bene o in male, c'è sempre un temporale”, questo proverbio riepiloga il bilancio meteo del mese appena trascorso[...]
    Coronavirus, il grande cuore degli emiliano-romagnoli: donati alla sanità quasi 70 milioni di euro
    Coronavirus, il grande cuore degli emiliano-romagnoli: donati alla sanità quasi 70 milioni di euro
    Ora la grande generosità dei donatori viene raccolta e ‘raccontata’ in un sito, “Donazioni” [...]
    Coronavirus e il distretto del biomedicale in prima linea, è uscito il libro che racconta quei giorni
    Coronavirus e il distretto del biomedicale in prima linea, è uscito il libro che racconta quei giorni
    Scritto da Alberto Nicolini e dalla redazione di Innovabiomed Magazine racconta la storia del Distretto Biomedicale Mirandolese, e della sua straordinaria risposta all'emergenza Covid-19[...]
    Aceto Balsamico di Modena e McDonald's, la partnership continua con le nuove McChicken Variation
    Aceto Balsamico di Modena e McDonald's, la partnership continua con le nuove McChicken Variation
    Due nuovi panini all’insegna di innovazione, attenzione alla valorizzazione del gusto e del territorio italiano, passione per ingredienti di qualità[...]
    Il 2019 anno caldo, piovoso e pericoloso, con 133 allerte Protezione Civile
    Il 2019 anno caldo, piovoso e pericoloso, con 133 allerte Protezione Civile
    Il bilancio dell'anno passato, che indica lo sviluppo futuro, con temperature sempre più calde. Online il Rapporto Idrometeoclima di Arpae[...]
    Il balletto delle tasse a Medolla: vanno su, vanno giù ma alla fine il cittadino paga di più
    Il balletto delle tasse a Medolla: vanno su, vanno giù ma alla fine il cittadino paga di più
    L'ultimo taglio delle imposte comunali non copre il corposo aumento che c'era stato appena sei mesi fa[...]
    Bomporto, storia a lieto fine per il cane caduto in acqua
    Bomporto, storia a lieto fine per il cane caduto in acqua
    Il cagnolino è stato consegnato al legittimo proprietario: nessun abbandono, la sera precedente era scappato da casa[...]
    Bere aceto balsamico di Modena a colazione? Da Bomporto Monari Federzoni inventa Bongiorno Vinegardrink
    Bere aceto balsamico di Modena a colazione? Da Bomporto Monari Federzoni inventa Bongiorno Vinegardrink
    La nuova bevanda è in cinque gusti: arancia, frutti rossi & melograno, limone & zenzero, mela & cannella e miele[...]