Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Coronavirus, la scoperta modenese: il Tocilizumab riduce del 75% la mortalità nei pazienti con le polmoniti severe

A pochi giorni dalla notizia che il Tocilizumab non ha mostrato efficacia nella terapia delle forme meno severe di COVID19, uno studio tutto emiliano-romagnolo ha dimostrato che su un campione di 544 pazienti affetti da polmonite severa il farmaco ha ridotto la mortalità del 75% portandola dal 20% al 7%. Lo studio, coordinato dalla prof. Cristina Mussini di UNIMORE, Direttore della Struttura Complessa di Malattie Infettive dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena è stato pubblicato sul numero del 23 giugno di The Lancet Rheumatology, rivista estremamente prestigiosa. Al momento questo è lo studio osservazionale su pazienti con polmonite grave più importante al mondo per quanto riguarda numerosità e metodologia statistica. Se questi risultati saranno confermati da studi randomizzati più estesi, già in corso, avremo a disposizione un’importante arma nella lotta a una delle più gravi complicanze del COVID19.

Lo studio ha coinvolto anche le Strutture Complesse di Malattie dell’Apparato Respiratorio (prof. Enrico Clini), Terapia Intensiva (prof. Massimo Girardis), Medicina Interna e Area critica (dott. Lucio Brugioni), Medicina Interna (prof. Antonello Pietrangelo), dell’AOU di Modena, insieme alle Malattie Infettive dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Bologna (diretta dal prof. Pierluigi Viale) e le Malattie Infettive e la Reumatologia dell’Azienda USL di Reggio Emilia (dott. Marco Massari  e prof. Carlo Salvarani).

Il nostro studio – ha commentato la prof.ssa Cristina Mussini – ha convolto 544 pazienti ricoverati nei diversi centri per polmonite severa, che costituisce ad oggi la più grave e pericolosa delle complicanze da COVID19. Come è noto, durante queste polmoniti si scatena un’abnorme risposta del sistema immunitario che produce una risposta infiammatoria esagerata, la così detta “tempesta citochinica”, responsabile del danno polmonare. Ebbene, questa eccessiva risposta immunitaria è in parte governata dalla interleuchina 6, che viene inibita proprio dal Tocilizumab. Lo studio sul nostro campione ha dimostrato una diminuzione della mortalità rispetto ai pazienti non trattati del 75%, portandola da 20% a 7%. Importante segnalare che benché i risultati debbano essere confermati da uno studio randomizzato per la prima volta abbiamo mostrato una analoga efficacia del farmaco somministrato per via sottocutanea rispetto a quello somministrato in via endovenosa.” Lo studio pubblicato su The Lancet Rheumatology è di tipo retrospettivo, cioè utilizza dati preesistenti per confrontare due gruppi, uno curato col farmaco l’altro no. Sono in corso ora studi randomizzati su pazienti con polmonite severa arruolati ex-novo, che prevedono campioni di controllo, su un numero di pazienti più alto che saranno decisivi per dare una risposta definitiva alla domanda sull’efficacia del Tocilizumab come terapia della polmonite severa da COVID19. “I primi risultati di questi studi randomizzati sono promettenti – ha concluso la prof. Mussini che fa parte del comitato scientifico di uno di questi studi, a guida francese – ma ovviamente è fondamentale usare tutte le cautele del caso”.

“A una lettura superficiale – spiegano il prof. Carlo Salvarani e il dottor Marco Massari – questo risultato sembra in contraddizione con quello dello studio di cui l’Azienda USL-IRCCS di Reggio Emilia è stato il promotore e di cui siamo stati tra i gli estensori del protocollo. Tale studio randomizzato con un gruppo controllo in terapia standard non ha evidenziato differenze di efficacia nei pazienti con polmonite da COVID-19 tra i pazienti trattati con tocilizumab e quelli non trattati.  In tale studio il tocilizumab è stato dato in fase precoce per valutare il suo ruolo nel prevenire lo sviluppo di una polmonite severa.  Perciò tali due studi hanno arruolato gruppi diversi di pazienti con diversa gravità di malattia. Tale differenza potrebbe giustificare i diversi risultati. Lo studio coordinato dalla prof.ssa Mussini ha osservato l’efficacia del farmaco su un gruppo di pazienti colpiti dalla polmonite severa da COVID19 con risultati molto promettenti che andranno verificati nel corso di studi più ampi. Ricordo che ci troviamo di fronte ad una “malattia nuova” eterogenea nelle sue manifestazioni cliniche e nella sua risposta alla terapia. La definizione di sottogruppi clinici che rispondono a definite terapie è di grande importanza per individualizzare la terapia sul singolo paziente”.

Questo studio conforta le scelte terapeutiche perseguite durante la fase di massima acuzie della epidemia – ha concluso il prof. Pierluigi Viale – dimostra che qualche volta la medicina basata sulle intuizioni può supportare efficacemente quella basata sulle evidenze”.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto
Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Francesco Totti e Luca Toni, due campioni del mondo a Modena per mangiare le crescentine
    Francesco Totti e Luca Toni, due campioni del mondo a Modena per mangiare le crescentine
    L'incontro è stato documentato dall'attaccante modenese sul proprio profilo Instagram, attraverso una story[...]
    Recuperato l'antico manoscritto che venne rubato dall'Abbazia di Nonantola
    Recuperato l'antico manoscritto che venne rubato dall'Abbazia di Nonantola
    Era stato messo in vendita sul web, sul mercato antiquario. Il 22 gennaio, venerdì, si terrà una cerimonia pubblica per la riconsegna del manoscritto recuperato.[...]
    Con le "Storie a domicilio", il progetto TiPì riparte nella Bassa
    Con le "Storie a domicilio", il progetto TiPì riparte nella Bassa
    Ripartono le attività di TiPì – Stagione di Teatro Partecipato, il progetto che dal 2016 anima la vita culturale dell'Area Nord della provincia di Modena, con l'iniziativa TPCM – Storie a domicilio.[...]
    Da Eurosets a Medolla la riunione è in stile giapponese
    Da Eurosets a Medolla la riunione è in stile giapponese
    Inaugurata l’innovativa sala Obeya, di tradizione nipponica, per migliorare i processi decisionali, la creatività e il lavoro di squadra[...]
    I bimbi vanno in sala operatoria con la Bmw al Policlinico di Modena
    I bimbi vanno in sala operatoria con la Bmw al Policlinico di Modena
    AutoClub, storica concessionaria BMW di Modena ha donato due BMW I8 Spyder Toy Car che accompagneranno il bimbo in sala operatoria. [...]
    Il Comune di Medolla forma le liste di leva per i nati del 2004, chiamata alle armi in vista?
    Il Comune di Medolla forma le liste di leva per i nati del 2004, chiamata alle armi in vista?
    E' un atto burocratico perché il servizio militare obbligatorio non è scomparso, ma sospeso. E periodicamente si parla di renderlo operativo, come adesso per il Coronavirus[...]
    Già diversi casi di pettirossi incollati, colpa della colla per topi in ambienti esterni
    Già diversi casi di pettirossi incollati, colpa della colla per topi in ambienti esterni
    L'allarme dell'associazione "Il Pettirosso" che si trova a curare gli uccellini rimasti incollati[...]
    Giovane, laureato, impiegato e ama i social media: ecco chi va ai festival cinematografici
    Giovane, laureato, impiegato e ama i social media: ecco chi va ai festival cinematografici
    I dati di un'indagine sul pubblico condotta da Regione e DamsLab, attraverso l'analisi di 25 manifestazioni di settore in Emilia-Romagna[...]
    I personaggi illustri della Bassa: Gregorio Agnini di Finale, deputato e pioniere del socialismo italiano
    I personaggi illustri della Bassa: Gregorio Agnini di Finale, deputato e pioniere del socialismo italiano
    La Bassa territorio di personaggi illustri, oggi si parla del deputato finalese Gregorio Agnini: pioniere del socialismo italiano e fondatore delle leghe dei braccianti in Emilia.[...]
    Domenica attesa la neve anche nella Bassa
    Domenica attesa la neve anche nella Bassa
    Durerà poco ma dovrebbe poggiarsi[...]