Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Si accende il dibattito in Assemblea legislativa sul programma di mandato di Bonaccini

Prosegue il dibattito sul programma di mandato del presidente Stefano Bonaccini presentato oggi in Assemblea legislativa. Partecipato e a tratti acceso il confronto fra i consiglieri. Alle critiche dei gruppi di opposizione hanno risposto punto per punto le forze di maggioranza.

“Parte la svolta verde in Emilia-Romagna, la lotta ai cambiamenti climatici, la transizione ecologica”, ribadisce Silvia Zamboni (Europa Verde) nel suo intervento. La consigliera chiede poi all’esecutivo che il programma di governo sia attuato con coerenza in tutte le sue parti. La tenuta del sistema sanitario come del sistema economico, sottolinea, “dipendono dall’ambiente”. Il tema del clima, aggiunge, “è legato anche al superamento delle disuguaglianze e delle fragilità sociali”. Sul tema dei trasporti, in particolare, sollecita uno spostamento graduale dalla gomma al ferro. Chiede anche all’esecutivo di investire ancora di più sulle fonti rinnovabili.

Igor Taruffi (ER Coraggiosa) ribadisce, sul tema della salute, l’importanza rivestita, anche nella fase emergenziale, dalla sanità pubblica, e in particolare dalla rete dei servizi territoriali. Parla poi della necessità, sempre sul programma di governo, di proseguire sulla strada della transizione ecologica e del contrasto alle diseguaglianze (anche territoriali, come per le aree periferiche e per quelle montane). Conferma anche la riapertura dei punti nascita chiusi negli anni scorsi.

“Siamo a un bivio, o ci pieghiamo a quanto accaduto o raccogliamo la sfida e costruiamo il futuro dell’Emilia-Romagna”, afferma in Aula Lia Montalti (Pd) ribadendo che la via da seguire non può che essere la seconda. Parla della svolta verde dell’Emilia-Romagna, “dovremo essere- sottolinea- protagonisti di questa nuova fase europea, intercettando quanti più fondi comunitari possibili”. Ha poi evidenziato l’importanza del Patto per il lavoro e del Patto per il clima.

Gianni Bessi (Pd) rileva la necessità di “supportare l’economia reale con investimenti da parte del pubblico e del privato, con particolare attenzione ai settori strategici (come ad esempio quelli della chimica, della ricerca e dell’energia)”. In questa fase, aggiunge, “è poi fondamentale una riforma delle pubbliche amministrazioni, per rinforzare il sistema”. Ribadisce, infine, la centralità, in tutti i settori, del tema della sostenibilità.

Per Massimo Iotti (Pd) è necessario, in questa fase, valorizzare il terzo settore e il sistema regionale del volontariato. Parla poi dell’esigenza, sullo stesso tema, di arrivare a una legge quadro regionale, per rinforzare questo tipo di economia, coinvolgendo questi enti nella progettazione e nella programmazione degli interventi territoriali rivolti al sociale. Il consigliere chiede anche di rilanciare il tema dell’autonomia, per “dare maggiore efficacia all’azione del governo regionale”.

Massimiliano Occhi (Lega) si sofferma sugli aspetti di tutela del territorio e dell’ambiente contenuti nel programma, puntando il dito contro la riforma che “ha indebolito il ruolo delle Province, lasciando i Comuni, specie quelli montani, senza adeguata capacità pianificatoria, con pesanti ricadute sulle imprese”. Riguardo alla montagna, reclama interventi di manutenzione idrogeologica e maggiore semplificazione burocratica, chiedendo di valutare con serietà la realizzazione di invasi quali la diga di Vetto, utili sia per l’approvvigionamento idrico che per la produzione di energia. Sollecita una revisione del Piano regionale dei rifiuti, dato che, a suo avviso, il principio “chi inquina, paga” è disatteso e che la transizione economica verso la cosiddetta “svolta green” ricade in toto sulle imprese. Senza fondi poi – conclude il leghista – non è pensabile decollino gli interventi di efficientamento sismico ed energetico da parte dei privati.

Palma Costi (Pd) richiama il valore delle istituzioni regionali, autentico “architrave del sistema socioeconomico dell’Emilia-Romagna. Rivendica, inoltre, la scelta green della Regione e invita le opposizioni a “entrare maggiormente nel merito delle proposte”. In merito alla tutela del territorio, in risposta alle critiche della Lega, ricorda come “uno dei primi atti del governo giallo-verde sia stato il taglio scellerato dei fondi per il contrasto al dissesto idrogeologico”. Infine, sul tema della semplificazione burocratica, uno degli “obiettivi più sfidanti della legislatura appena avviata”, richiama tutte le forze politiche a “un contributo fattivo”.

Marco Mastacchi (lista Borgonzoni) si sofferma in particolare sul tema della sanità, richiamando “la necessità di investimenti sui territori per i quali i fondi più a portata di mano potrebbero essere quelli del Mes”. Riguardo agli ospedali, accoglie con favore l’annuncio di nuove strutture, ma invita anche a potenziare quelle esistenti, specie investendo sul personale. Invoca poi una programmazione straordinaria delle attività per ridurre le liste d’attesa e chiede chiarezza su tempi e modalità per la riapertura dei Punti nascita montani. “La montagna- sottolinea il capogruppo- deve essere messa in condizione di competere alla pari con gli altri territori e il potenziamento delle strutture sanitarie, così come quello delle infrastrutture viarie e digitali, deve essere una delle priorità della nuova Giunta”.

Massimiliano Pompignoli (Lega) punta il dito contro “la mancanza di chiarezza sulle risorse disponibili per gli interventi delineati nel programma di mandato, che finisce per connotare il documento come un ‘libro dei sogni’. Critica, in particolare, la riforma che ha ridimensionato il ruolo delle Province e la scelta di procedere a Fusioni e Unioni di Comuni: “decisioni fallimentari e sostanzialmente affossate dall’impegno a rafforzare il ruolo delle Province e a rivedere la governance del sistema regionale contenuto nel programma della nuova Giunta Bonaccini”. Infine, una stilettata sul tema dell’autonomia regionale: “siete al governo da quasi un anno e non avete combinato nulla”.

Matteo Montevecchi (Lega) chiede un censimento degli istituti scolatici per programmare “riqualificazioni e adeguamenti strutturali al fine di garantire lezioni in presenza in un contesto ambientale adeguato”. Sempre in tema di scuola, chiede una riforma del sistema della formazione professionale e più attenzione per le scuole paritarie.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
Un paradiso terrestre per piante e uccelli: le Meleghine a Finale Emilia - La natura della Bassa che non ti aspetti
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta dell'oasi faunistica nata dall’impianto di fitodepurazioneleggi tutto
Glocal
Crisi economica: l'innovazione tecnologica come cura
La crisi economica da Covid-19 ci impone di riprogettare il modello imprenditoriale delle nostre imprese, mentre in alcuni casi si dovrà riprendere il primordiale concetto di “innovazione di prodotto e di processo”.leggi tutto
Glocal
Dall'emergenza sanitaria all'emergenza occupazionale
Sono in corso in questi giorni alcune misure per contrastare il danno occupazionale. Tra le misure: incentivi per far ripartire le assunzioni stabili, meno paletti sui contratti a termine, nuove risorse per la Cig e detassazione degli aumenti dei Ccnl.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Spotify, arriva in Italia Radar, tra gli artisti emergenti il carpigiano Bautista
    Spotify, arriva in Italia Radar, tra gli artisti emergenti il carpigiano Bautista
    Bautista collabora da aprile 2019 con il producer salentino Machweo[...]
    L'invenzione degli studenti del Galilei di Mirandola la racconta la Rai
    L'invenzione degli studenti del Galilei di Mirandola la racconta la Rai
    I giovani mirandolesi alla trasmissione Rob-O-Cod, un game show televisivo italiano dedicato al "coding" e alla robotica[...]
    Viaggio attraverso la realtà virtuale nel mondo dell'Aceto Balsamico di Modena
    Viaggio attraverso la realtà virtuale nel mondo dell'Aceto Balsamico di Modena
    La tecnologia accorcia le distanze tra Modena ed i Paesi in cui non è ancora possibile tornare a viaggiare per promuovere il prodotto[...]
    Red Ronnie a processo per diffamazione contro Roberto Burioni
    Red Ronnie a processo per diffamazione contro Roberto Burioni
    E' arrivata in udienza a Bologna la polemica tra il conduttore televisivo e il virologo [...]
    La canzone più amata di sempre? E' Albachiara di Vasco Rossi
    La canzone più amata di sempre? E' Albachiara di Vasco Rossi
    Eì stata votata dagli ascoltatori delle radio italiane. Uscì il 30 aprile 1979 sul lato B dell'album "Non siamo mica gli Americani", poi ristampata proprio con il titolo di Albachiara a causa del suo immediato successo.[...]
    Anche la finalese Azzurra Mazzara sul podio del concorso nazionale di bellezza "Miss Lady Virginia"
    Anche la finalese Azzurra Mazzara sul podio del concorso nazionale di bellezza "Miss Lady Virginia"
    Andrà insieme alle altre che hanno vinto un titolo alla finale nazionale a Salsomaggiore nel prossimo maggio 2021, nella sede di Miss Italia.[...]
    Un corso di formazione per gli interventi assistiti con animali all'Accademia militare di Modena
    Un corso di formazione per gli interventi assistiti con animali all'Accademia militare di Modena
    Primo corso di formazione per operatori in interventi assistiti con gli animali[...]
    From Mud, un film che dà voce alla musica alternativa modenese
    From Mud, un film che dà voce alla musica alternativa modenese
    Al termine le riprese del documentario musicale, co-prodotto dal Centro Musica di Modena[...]
    C'è San Prospero a X Factor, con la musica de "I trillici"
    C'è San Prospero a X Factor, con la musica de "I trillici"
    Due chiacchiere surreali con la band indie rock in corsa per le selezioni del popolare reality show[...]
    Deturpano i cartelli coi limiti di velocità per farli diventare anti "5G"
    Deturpano i cartelli coi limiti di velocità per farli diventare anti "5G"
    Sono comparsi a Mirandola, tra Massa Finalese e Finale e nel Mantovano, verso Poggio Rusco, e tra Moglia e San Giovanni di Concordia, e andando verso il Ferrarese.[...]