Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
03 Agosto 2021- Aggiornato alle 20:05

Parti in sicurezza, alte competenze e sinergie in rete, così i Punti Nascita arginano l’onda d’urto del Covid

La garanzia di partorire in sicurezza; il conforto dei numeri, che nonostante l’emergenza sanitaria in atto testimoniano e confermano la qualità delle strutture e dei percorsi attivati; il rinnovo degli staff, con la professionalità e la competenza del personale medico, ostetrico e infermieristico a servizio delle esigenze di mamme e neonati.

È la fotografia che riassume il 2020 dei Punti Nascita AUSL di Carpi e Mirandola e dell’Ospedale di Sassuolo, i tre centri di una rete provinciale che ha saputo fronteggiare la pandemia al fianco del Policlinico di Modena come centro di secondo livello e riferimento-covid anche nel momento del parto. L’emergenza Covid ha sicuramente influito sull’attività dei tre Punti Nascita ma l’onda d’urto è stata arginata grazie alla condivisione di percorsi dedicati alle donne in gravidanza Covid positive e alla disponibilità e professionalità assicurate dal personale sanitario. Nei tre Punti Nascita di Carpi, Mirandola e Sassuolo, dove l’anno scorso hanno visto la luce oltre 2.500 bambini, in caso di mancata ricettività dell’hub o per parti imminenti è infatti garantita l’assistenza alle donne Covid positive in fase di gravidanza o nel puerperio.

Il 2020 è stato un anno particolare, per ovvi motivi. Lo sforzo organizzativo per fare fronte all’emergenza Covid è costante e impegnativo – sottolinea Maria Cristina Galassi, Direttore del Dipartimento di Ostetricia, Ginecologia e Pediatria dell’Azienda USL di Modena –, sostenuto dagli operatori sia delle Unità Operative che dei consultori, in collaborazione con i medici di famiglia e le USCA. Il lavoro che si sta facendo per continuare a garantire alle donne gravidanze e parti in sicurezza è stato ed è incessante e per questo ringrazio tutti i professionisti che con fatica, ma anche con grande senso di responsabilità e dedizione stanno assicurando un’assistenza di alto livello qualitativo. Questo si è realizzato anche tenendo conto dei cambiamenti che l’anno appena trascorso ha apportato negli organici di alcuni Punti Nascita, dove si stanno riformando team affiatati, mentre negli altri si stanno consolidando esperienze e professionalità”.

L’Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Ramazzini di Carpi da settembre scorso è diretta dalla dottoressa Giulia Pellizzari e ha visto l’arrivo di 6 nuovi professionisti in organico. Da ottobre, inoltre, è stata reintrodotta la possibilità di richiedere la partoanalgesia. Nel 2020 nel Punto Nascita carpigiano sono stati effettuati 922 parti, in linea con il calo generalizzato a cui si assiste con poche eccezioni in tutta Italia. Il tasso di cesarizzazione primaria è al 10,2%, inferiore alla soglia limite del 15% identificata dal Ministero della Salute. 937 i bambini nati, con una leggera prevalenza di sesso maschile (53%). Per quanto riguarda le partorienti, il 68% è di nazionalità italiana e poco più della metà (53%) è residente nel Distretto di Carpi, il resto proviene da altri territori, come Mirandola – con cui è forte la collaborazione in particolare per l’assistenza al parto non fisiologico –, e da altre province.

A Mirandola si è assistito a un aumento di 30 parti rispetto all’anno precedente (390 contro i 360 del 2019, con tasso di cesarei primari al 13% costante e anche in questo caso in linea con le indicazioni nazionali e regionali). Un risultato pienamente soddisfacente, a testimonianza dell’investimento dell’Azienda USL sul Punto Nascita della Bassa modenese. Così come la recente nomina a primario del dottor Alessandro Ferrari. Un percorso di crescita costante confermato anche dalla fiducia accordata dalle donne residenti nel Distretto di Mirandola, che rappresentano ben l’89% del totale delle partorienti nel Punto Nascita del Santa Maria Bianca; parte della quota restante proviene da fuori regione, segno di un’attrattività che va oltre i confini del distretto. L’età media è la più bassa della provincia – il 40% ha meno di 30 anni -, per il 43% le mamme sono di nazionalità straniera e per il 57% italiana.

Sono invece 1.190 i nuovi nati nel Punto Nascita di Sassuolo, con una percentuale di cesarei primari del 10,9%. Si conferma l’attrattività della struttura sassolese, a servizio del territorio modenese (per il Distretto di riferimento e per quelli di Vignola e Pavullo) e non (il 24,3% delle donne proveniva infatti da un’altra provincia). Dal settembre 2020 è stata introdotta e istituzionalizzata, con una garanzia di effettuazione tutti i giorni 24 ore su 24, la partoanalgesia a completamento delle richieste assistenziali delle donne in travaglio.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
L'economia italiana è in fase di ripresa?
L'agenzia di rating Fitch conferma per quest’anno un rating all’Italia “BBB”, con outlook stabile.leggi tutto
Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Disabilità e Diritto al Lavoro. La storia a lieto fine di Federica Vandelli di San Felice
A 8 anni l'aneurisma cerebrale che le ha cambiato la vita. Oggi il lavoro e la soddisfazione di poter aiutare gli altri. Il racconto di Francesca Monarileggi tutto
Glocal
Dal Covid alla Yolo Economy
Negli Stati Uniti imperversa un fenomeno, che sta cominciando ad interessare anche il vecchio continente: la YOLO ECONOMY, dove YOLO sta per “You Only Live Once”, che tradotto sta per “si vive una volta sola”.leggi tutto
"Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Il miracolo di Marchionne: il modello della fabbrica piatta
Il modello della fabbrica “piatta”. Così Marchionne ha rivoluzionato FCAleggi tutto
Glocal
Le start up innovative in Italia, il nuovo report
Secondo l’ultimo “rapporto sulla situazione delle startup innovative in Italia”, le startup innovative iscritte all’apposito Albo, sono 11.899, il 3,2% di tutte le società di capitali di recente costituzione.leggi tutto
Invalidità e Pensioni, ecco le prestazioni possibili
Ce lo spiega l'esperta risorse umane Francesca Monari con la supervisione di Elisa Bergamaschi, impiegata presso uno studio di Consulenti del Lavoro di Mirandolaleggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    In gravidanza le donne si difendono meglio dall’infezione da Covid-19, lo studio modenese
    Il loro sistema immunitario lavora in modo particolare per permettere lo sviluppo del feto. In caso di infezione da coronavirus, le gestanti attivano una risposta specifica e nuova[...]
    Mirandola, il dottor Giorgio Pasetto: “Il panorama della lotta ai tumori è fortunatamente fecondo di idee”
    Il medico ha fondato Medendi, un percorso personalizzato che attraverso una serie di azioni mirate aiuta ad individuare l’opzione di cura migliore, collaborando con l’oncologo di fiducia del paziente nell’interesse dello stesso. [...]
    Restauro del Municipio di Mirandola, impressionante lavoro sulle colonne del loggiato
    Un cantiere importante, anche per le sofisticate tecniche edili e di restauro impiegate, spiega la vicesindaca Letizia Budri[...]

    Curiosità

    Ecco le rotonde della Bassa che finiscono nella classifica delle più brutte del modenese
    L'artista modenese Tommaso Mori si è dilettato a stilare la classifica delle "Quaranta rotonde più brutte della provincia"[...]
    Mirandola, ruba 400 Kg di tronchi d'albero da un'azienda
    Mirandola, ruba 400 Kg di tronchi d'albero da un'azienda
    L'uomo, approfittando di alcune ore di assenza degli operai, è riuscito ad impossessarsene agganciando il rimorchio sul quale erano stati posato, ad un piccolo trattore [...]
    Mamma e figlia campionesse di softball, per loro tatuaggio olimpico a Soliera
    Mamma e figlia campionesse di softball, per loro tatuaggio olimpico a Soliera
    Una bella storia quella di madre e figlia, unite nella stessa passione che le ha portate ad assaporare l'adrenalina e l'euforia di un'esperienza indimenticabile[...]
    In gravidanza le donne si difendono meglio dall’infezione da Covid-19, lo studio modenese
    In gravidanza le donne si difendono meglio dall’infezione da Covid-19, lo studio modenese
    Il loro sistema immunitario lavora in modo particolare per permettere lo sviluppo del feto. In caso di infezione da coronavirus, le gestanti attivano una risposta specifica e nuova[...]
    Restauro del Municipio di Mirandola, impressionante lavoro sulle colonne del loggiato
    Un cantiere importante, anche per le sofisticate tecniche edili e di restauro impiegate, spiega la vicesindaca Letizia Budri[...]
    Fuori il video della modenese Raffy feat. Ivan Granatino "Ratatà (Boom)"
    Fuori il video della modenese Raffy feat. Ivan Granatino "Ratatà (Boom)"
    Il brano, prodotto al Take Away Studios di Modena è un mix perfetto tra pop e reggaeton dalle sonorità latino-americane in grado di scaldare ulteriormente l'estate 2021[...]